Piotr Skarga

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Piotr Skarga

Piotr Skarga (Grójec, 2 febbraio 1536Cracovia, 27 settembre 1612) è stato un teologo, scrittore e gesuita polacco.

Appartenne alla Compagnia di Gesù e fu predicatore alla corte di Sigismondo III di Polonia e granduca di Lituania. Fu il principale esponente della Controriforma in Polonia.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò gli studi a Cracovia per poi trasferirsi a Roma, dove entrò nella Compagnia di Gesù nel 1569. Tornato in Polonia si dedicò a fondare collegi gestiti dai gesuiti. Si dedicò ad attività filantropiche, fondò una banca per il sostegno economico dei poveri e per proteggerli dall'usura. Istituì anche un banco dei pegni per poveri. Solo nel 1564 prese gli ordini religiosi a Leopoli ed iniziò la sua carriera di predicatore. La sua attività fu particolarmente rivolta alla Lituania ed alla Bielorussia, dove divenne molto popolare. In particolare il re Stefan Batory lo nominò rettore dell'Università di Vilnius che aveva appena fondato. Alla morte di re Batory, divenne predicatore del suo successore Sigismondo III Vasa. Si oppose ai progetti del Re di invadere la Svezia per affermare i suoi diritti sulla corona svedese. Cerò comunque di far aumentare i poteri del Re, riducendo le prerogative della szlachta, la piccola nobiltà terriera. Fu un severo critico della szlachta in generale. Tra i più importanti collegi gesuiti che fondò durante la sua vita annoveriamo quello di Poznań e quello di Riga. Fu un gran sostenitore dell'Unione di Brest, con cui una consistente parte della Chiesa ortodossa della Repubblica dei due Popoli passò alla Chiesa cattolica mantenendo il rito bizantino. Furono chiamati Uniati. Fu un grande oratore, ottimo predicatore ed autore di numerosi libri e trattati. Fu un grande difensore dei valori e delle tradizioni nazionali oltre che del cristianesimo. Queste sue caratteristiche lo resero molto popolare fra gli scrittori polacco-lituani del romanticismo tra i quali Adam Mickiewicz; a lui è attribuito, tra l'altro, il tradizionale canto natalizio W żłobie leży. Morì a Cracovia, dove venne sepolto nella chiesa dei santi Pietro e Paolo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN46803167 · ISNI (EN0000 0001 1026 1149 · LCCN (ENn83147379 · GND (DE119327384 · BNF (FRcb121760502 (data) · NLA (EN35639496 · BAV ADV11238416 · CERL cnp00405480 · WorldCat Identities (ENn83-147379