Pioneer E

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pioneer E
Immagine del veicolo
Pioneer-6-9.jpg
Dati della missione
Esito fallimento
Vettore Delta
Lancio 27 agosto 1969
Luogo lancio Cape Canaveral Air Force Station Space Launch Complex 17
Programma Pioneer
Missione precedente Missione successiva
Pioneer D Pioneer H

La Pioneer E è stata una sonda spaziale della NASA lanciata il 27 agosto del 1969 mediante un razzo Delta dal poligono spaziale di Capo Canaveral e che andò distrutta durante il lancio, a seguito dell'esplosione del razzo di lancio decisa per motivi di sicurezza.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Pioneer E era la quinta di una serie di sonde spaziali ( Pioneer 6, Pioneer 7, Pioneer 8 e Pioneer 9) progettate per realizzare il primo studio dettagliato del vento solare, del campo magnetico interplanetario ed i raggi cosmici, procurando dati sulle tempeste solari.

Durante il lancio si ebbe un guasto al sistema idraulico di controllo del razzo di lancio e una deviazione della traiettoria rispetto a quella stabilita. Por motivi di sicurezza venne inviato un segnale, dalla base di controllo della missione, che innescò lo scoppio del razzo e della suo satellite artificiale.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Mark Wade, Pioneer 6-7-8-9-E, astronautix.com, 2008. URL consultato il 20 aprile 2009 (archiviato dall'url originale il 22 aprile 2006).
  • NASA, Pioneer 9, nssdc.gsfc.nasa.gov. URL consultato il 20 aprile 2009.
  • Mission and Spacecraft Library, Pioneer 6, 7, 8, 9, E, msl.jpl.nasa.gov, 1999. URL consultato il 20 aprile 2009 (archiviato dall'url originale il 21 luglio 2010).
Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica