Pio e Amedeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pio e Amedeo

Pio e Amedeo sono due comici italiani. La coppia è formata da Pio D'Antini (Foggia, 25 agosto 1983) e Amedeo Grieco (Foggia, 20 agosto 1983).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Sin da giovani mostrano grande interesse per la recitazione e, dopo le prime esperienze nel mondo del cabaret e dell'animazione nei villaggi turistici[1], il duo esordisce in televisione sulla rete locale pugliese Telefoggia con la trasmissione Occhio di bue[2]. In seguito arrivano alle emittenti regionali Radionorba e Telenorba con la trasmissione U' Tub (nome parodistico che gioca sulla pronuncia dialettale pugliese del nome del sito di videosharing YouTube[3]), in cui filmano delle candid camera e intervistano i passanti di vari comuni pugliesi con domande demenziali.

La gavetta permette al duo comico di gettare le basi per il grande salto alla TV nazionale, che avviene nel maggio 2011 quando, dopo un provino alla RAI[4], il duo viene assunto per i programmi Stiamo tutti bene e Base Luna su Rai 2. Nel 2012 i due foggiani passano a Mediaset, in cui avevano già lavorato in precedenza per conto del laboratorio di Zelig[4], come inviati del programma Le Iene con la rubrica satirica Chiunque Può. Il 2013 li vede nuovamente protagonisti delle Iene con la rubrica comica intitolata Ultras dei Vip, nella quale questi particolarissimi ed eccentrici Ultras dei Vip guidano un gruppo di loro amici nel cantare cori simili a quelli da stadio ma rivisti in chiave comica nei confronti di personalità conosciute.

Il 12 luglio 2013 esce nelle vesti dei loro personaggi interpretati dei Ultras dei Vip il loro primo brano dal titolo You Porn, prodotto da Gabry Ponte sul suo laptop-studio e realizzato usando un sample della nota Carnaval de Paris del trio dance Dario G.

Nell'autunno dello stesso anno è stato prodotto il primo film del duo, al loro esordio cinematografico: il titolo provvisorio era Fuggi fuggi da Foggia, racconta un equivoco da cui i due devono scappare fuggendo dalla città di Foggia inseguiti da un debito e da una triste vicenda d'amore. Le riprese si sono svolte a Foggia, Monte Sant'Angelo, Milano, Roma e Amsterdam. Il film, che ha poi adottato il titolo Amici come noi, è uscito nelle sale il 20 marzo 2014 e loro ne hanno curato anche soggetto e sceneggiatura; il giorno successivo raggiunge il primo posto in classifica spodestando dopo due settimane di assoluto dominio 300 - L'alba di un impero, incassando 93.224 euro in 24 ore, con circa 16.000 spettatori paganti[5]. Nel primo weekend di programmazione il film, sempre al primo posto nel boxoffice Italia, incassa 1.275.272 euro, consolidando così il proprio successo[6].

Da settembre 2014 il duo conduce il programma radiofonico A disposizione ai microfoni di RTL 102.5, in onda il venerdì sera dalle 23 all'1. L'11 dicembre dello stesso anno esce il loro primo film di Natale, Ma tu di che segno 6?, con Massimo Boldi, Gigi Proietti, Vincenzo Salemme e Ricky Memphis. Nel 2014 esce anche il loro primo libro, Salviamo il mondo mo' senza esagerare, edito da Mondadori. Dal 3 aprile 2016 sono protagonisti del programma da loro stessi ideato Emigratis, in onda su Italia 1 in seconda serata la domenica. In estate commentano le partite dell'Europeo su RTL 102.5.

Dal 12 marzo 2017 tornano con la seconda stagione di Emigratis 2 che ha ancora più successo della prima. Il 15 maggio seguente esce il videoclip di Senza pagare di J-Ax & Fedez, che è stato girato tra Foggia e Los Angeles e a cui hanno preso parte insieme a Paris Hilton. Il 19 marzo 2018 ritornano con Emigratis, annunciando già in precedenza che sarà l'ultima stagione della serie, formata da 5 puntate ma con una durata nettamente superiore a puntata (circa 2 ore a episodio). Sempre nel 2018 inizia il loro tour teatrale Tutto fa Broadway, con appuntamenti nei teatri di tutta Italia.

Il 6 febbraio 2019 sono ospiti della seconda serata del 69º Festival di Sanremo; il picco di share della serata è raggiunto proprio con il loro sketch con il 54,45% (12.260.000 telespettatori).

in primavera sono nel cast di tutte le puntate del serale di Amici di Maria De Filippi riscuotendo un ampio consenso di pubblico anche grazie ad alcuni brani di Ricky Martin arrangiati in chiave ironica ("Grazie a Maria"). Torneranno come ospiti fissi anche nell'edizione del 2021.

Nell'autunno del 2019 i due danno il via al loro show dal vivo La classe non è qua che debutta con un sold-out il 23 settembre all'Arena di Verona. I due raccolgono vari apprezzamenti in giro per l'Italia arrivando ad esibirsi in luoghi prestigiosi come il Teatro antico di Taormina, il Sistina di Roma e l'Arcimboldi di Milano.

Il 16 aprile 2021 esordiscono in prima serata su Canale 5 con il loro programma Felicissima sera.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2021, a seguito del programma Felicissima sera, il duo è stato interessato da numerose polemiche riguardo ad atteggiamenti e dichiarazioni nei riguardi del tema del politicamente corretto, razzismo, antisemitismo, violenza contro le donne, Gay Pride e dei diritti LGBT in Italia.[7][8] Il duo è stato accusato sui social media e da differenti esponenti delle diverse comunità, tra cui Vladimir Luxuria,[9] Alessandro Cecchi Paone,[10] Ruth Dureghello, Fabrizio Marrazzo, di aver mancato conoscenza e sensibilità dei problemi trattati, non considerando i danni fisici e psicologici a cui sono sottoposti gli appartenenti alle differenti comunità.[11]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Attori[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

  • Tutto fa Broadway (2018)
  • La classe non è qua (2019)

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Maurizio De Tullio, Piccole “Iene” crescono: due folletti a “Telecerignola”, ilvademecum.it, marzo 2005. URL consultato il 5 maggio 2017.
  2. ^ Franco Cuttano, IRIIP Foggia, foggiaweb.it, 7 febbraio 2005 (archiviato dall'url originale l'8 ottobre 2013).
  3. ^ Telenorba.it – U' Tub: dettaglio programma, su test.telenorba.it (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2012).
  4. ^ a b Nicola Ricchitelli, Un saluto da Giornale di Puglia a… Pio e Amedeo, giornaledipuglia.com, 13 settembre 2011.
  5. ^ BoxOffice - Esordio in testa per Amici come Noi, calo nullo per LEI, su ScreenWEEK.it Blog, 21 marzo 2014. URL consultato il 13 aprile 2021.
  6. ^ Box office Italia: Amici come noi al primo posto, su Velvet Cinema, 24 marzo 2014. URL consultato il 13 aprile 2021.
  7. ^ Bufera su Pio e Amedeo per le frasi su omosessuali, ebrei, neri: "Il politically correct ha rotto", su la Repubblica, 1º maggio 2021. URL consultato il 1º maggio 2021.
  8. ^ Se il mondo di Pio e Amedeo è Marte, su la Repubblica, 1º maggio 2021. URL consultato il 1º maggio 2021.
  9. ^ Luxuria a Pio e Amedeo: "Vero che le parole vanno contestualizzate, ma di fronte all'omofobia l'ironia non basta. La storia di Malika lo dimostra", su Il Fatto Quotidiano, 1º maggio 2021. URL consultato il 1º maggio 2021.
  10. ^ Alessandro Cecchi Paone 'spara a zero' su Pio e Amedeo: "Non li ho tirati su in macchina perché non li ho riconosciuti", su Il Fatto Quotidiano, 7 maggio 2021. URL consultato il 10 maggio 2021.
  11. ^ Felicissima Sera, Pio e Amedeo a valanga: "Cecchi Paone pezzo di m***. Il Gay Pride? Evviva la f**a", su www.liberoquotidiano.it. URL consultato il 1º maggio 2021.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Sito ufficiale, su pioeamedeo.it. Modifica su Wikidata
  • Pio e Amedeo, su iene.mediaset.it. URL consultato il 19 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 24 marzo 2014).