Pinus montezumae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pino di Montezuma
Montezuma Pine at Sheffield Park.jpg
Pinus montezumae
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Pinophyta
Classe Pinopsida
Ordine Pinales
Famiglia Pinaceae
Genere Pinus
Specie P. montezumae
Nomenclatura binomiale
Pinus montezumae
Lamb.
Nomi comuni

Pino di Montezuma

Pinus montezumae range map 1.png

     Diffusione in natura del pino di Montezuma

Il pino di Montezuma (Pinus montezumae Lamb.) è un albero appartenente alla famiglia delle Pinaceae[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dettaglio di un cono.

Portamento[modifica | modifica wikitesto]

Il portamento è arboreo; l'albero può raggiungere i 20 metri di altezza. La forma è espansa.

Corteccia[modifica | modifica wikitesto]

La corteccia è grigiastra, spessa e solcata da profonde incisioni.

Foglie[modifica | modifica wikitesto]

Le foglie sono aghiformi e portate in gruppi di cinque. Sono di colore grigio-verde e possono raggiungere i 30 cm di lunghezza; presentano un margine leggermente dentato e rugoso. Sono portate da rami lisci di colore rosso-marrone.

Strobili[modifica | modifica wikitesto]

Gli strobili sono di forma conica e oviforme e possono essere singoli o raggruppati in grappoli. Possono essere lunghi fino a 15 cm e presentano squame con un apice appuntito. Inizialmente di colore blu-violaceo, una volta giunti a maturazione assumono una colorazione che può variare dal giallo-marrone al rosso-marrone.

Fiori[modifica | modifica wikitesto]

I fiori maschili sono di colore viola e una volta aperti diventano gialli, mentre quelli femminili sono rossi. Sono portati in grappoli separati e crescono sui rami giovani all'inizio dell'estate.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il pino di Montezuma è originario del Messico e del Guatemala, dove cresce prevalentemente in habitat montuosi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Farjon, A. 2013, Pinus montezumae, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2017.1, IUCN, 2017. URL consultato il 25 giugno 2015.
  2. ^ (EN) Pinus montezumae, in The Plant List. URL consultato il 25 giugno 2015.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Allen J. Coombes, Alberi - Guida fotografica a oltre 500 specie di alberi di tutto il mondo, Dorling Kindersley, ISBN 88-88666-71-0.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]