Pinot Nero dell'Oltrepò Pavese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pinot Nero dell'Oltrepò Pavese
Dettagli
StatoItalia Italia
Resa (uva/ettaro)120 q
Resa massima dell'uva70,0%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
12,0%
Estratto secco
netto minimo
20,0‰
Riconoscimento
TipoDOC
Istituito con
decreto del
03/08/2010  
Gazzetta Ufficiale del18/08/2010,
n. 192
Vitigni con cui è consentito produrlo
  • Pinot Nero: 95% - 100%
  • altri vitigni di uve nere raccomandate o autorizzate: 0% - 5%
[senza fonte]

Il Pinot Nero dell'Oltrepò Pavese è un vino DOC rosso fermo, la cui produzione è consentita nella provincia di Pavia.

Il vitigno utilizzato per la sua produzione è il Pinot Nero in grande purezza (almeno il 95%), vinificato in rosso. Si noti che il Pinot Nero vinificato in bianco e rosato costituiscono tipologie della DOC Oltrepò Pavese.

Già considerato a sua volta una sottozona della DOC Oltrepò Pavese con il nome di Oltrepò Pavese Pinot Nero, con DM 03/08/2010[1] ha ottenuto la qualifica di DOC a sé stante.

Caratteristiche sensoriali[modifica | modifica wikitesto]

  • colore: rosso rubino anche scarico con possibili sfumature aranciate.
  • all'olfatto: etereo, gradevole, caratteristico.
  • al gusto: secco, morbido o pieno con retrogusto amarognolo, ma armonico.

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Abbinamenti consigliati[modifica | modifica wikitesto]

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • nessun dato disponibile

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Disciplinare sul sito del Ministero delle politiche agricole
Alcolici Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici