Pina Carmirelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pina Carmirelli

Pina Carmirelli (Varzi, 23 gennaio 1914Capena, 26 febbraio 1993) è stata una violinista italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Iniziò molto giovane lo studio della musica e l'attività concertistica. Allieva di Michelangelo Abbado, si diplomò al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano in violino (1930) e composizione (1935). Fu insignita del Premio Stradivari nel 1937 e del Premio Paganini nel 1940. Sposò il violoncellista Arturo Bonucci. I suoi due nipoti acquisiti, il violoncellista Arturo Bonucci (jr.) (1954-2002) e il violinista e direttore Rodolfo Bonucci (1963), hanno seguito con successo la tradizione musicale familiare. Ha suonato per molti anni lo Stradivari Toscano (di proprietà dell'Accademia Nazionale di Santa Cecilia) e, nell'ultima parte della sua carriera, lo Stradivari ex-Busch (di proprietà della famiglia Serkin).

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Ha svolto una brillante carriera concertistica, sia come solista, sia in formazioni da camera, delle quali è stata anche cofondatrice:

Titolare della cattedra di perfezionamento all'Accademia di Santa Cecilia dal 1941. Della sua attività come concertista sono ricordati i recital con Rudolf Serkin (con cui collaborò per anni anche al Festival di Marlboro), Murray Peraya e Sergio Lorenzi e le sue interpretazioni sotto la direzione di Carlo Maria Giulini e Georg Solti. Primo violino de I Musici. Come musicologa, ha curato l'edizione critica di Boccherini.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tully Potter, "The concert explosion and the age of recording", in Robin Stowell (editor), The Cambridge Companion to the String Quartet, Cambridge University Press, 2003, ISBN 0-521-00042-4, p. 81 [1]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • -, voce Carmirelli Pina, in Dizionario Enciclopedico Universale della Musica e dei Musicisti (diretto da Alberto Basso), Utet, Torino, Le Biografie, Vol. II, 1985, p. 117
  • -, voce Carmirelli Pina, in Dizionario degli interpreti musicali, Torino, Utet-Tea, 1993, p. 92

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN59268969 · ISNI (EN0000 0000 6304 1951 · LCCN (ENn83056925 · GND (DE103969578 · BNF (FRcb13892179v (data)
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie