Pilone alare

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un A-10 Rhunderbolt II con numerosi piloni.

Il pilone alare nelle costruzioni aeronautiche è un elemento strutturale rigido e carenato, utilizzato generalmente per sostenere esternamente alla fusoliera o alle ali elementi esterni come: gondole dei motori, serbatoi alari o armamenti[1][2].


Aggancio sub-alare[modifica | modifica wikitesto]

Esempio di pilone sub alare per un missile.

In termini aeronautici è definito aggancio sub-alare, un punto definito in base alla verifica con il centro di gravità del velivolo, per poter ospitare carichi aggiuntivi eventualmente anche sganciabili.


Pod (guscio)[modifica | modifica wikitesto]

Pod del sistema TARPS (Tactical Airborn Reconnaissance Pod System - U.S. Navy)
Pod del sistema TARPS (Tactical Airborn Reconnaissance Pod System - U.S. Navy)

Il pod o guscio è un elemento esterno in grado di ospitare tipi di armamento o sensori esterni collegati attraverso agganci o piloni alari al velivolo[2].


Baia d’armamento[modifica | modifica wikitesto]

Baia armamento del P-39Q Airacobra

È un’area dedicata ad ospitare armamenti all’interno del velivolo[2].


Rack (rastrelliera) missili[modifica | modifica wikitesto]

La rastrelliera è un elemento dedicato ad ospitare armamenti esterni ad un’aerodina in modo tale da aumentarne la capacità offensiva[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pilone, treccani.it.
  2. ^ a b c d (EN) DoD U.S.A., Department of Defense Design Criteria Standard Airborne Stores, Suspension Equipment and Aircraft-Store Interface (Carriage Phase) (PDF), MIL-STD-8591, 12 December 2005.
    «§ 3. Definitions and symbols».

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]