Pieve di San Pietro a Pitiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pieve di San Pietro a Pitiana
StatoItalia Italia
RegioneToscana Toscana
LocalitàReggello
ReligioneCristiana cattolica
Titolaresan Pietro
La pala di Ridolfo del Ghrilandaio

La pieve di San Pietro a Pitiana si trova nel comune di Reggello, in Italia.

Storia e descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La sua fondazione, che la tradizione popolare attribuisce alla duchessa di Toscana Matilde di Canossa, è forse anteriore all'anno Mille e la torre campanaria risulta già esistente nel 1028. Nel secolo XVI fu costruito il portico; la struttura con presbiterio sopraelevato e cripta subì una prima trasformazione a croce latina nel 1631 . A rendere più imponente l'insediamento concorse anche la costruzione della grande villa che la stringe da un lato e che appartiene alla famiglia Guicciardini. L'interno, dopo il restauro del 1888, ha assunto un aspetto decisamente ottocentesco. A ricordare l'importanza che la pieve ebbe in passato restano un'opera attribuita a Ridolfo del Ghirlandaio e un tabernacolo quattrocentesco in pietra scolpito a eleganti fregi.

Il 27 dicembre del 1999 una pala attribuita a Ghirlandaio, risalente al XV secolo, è stata recuperata dai Carabinieri dopo tre anni di ricerche. L'opera, che rappresenta una Madonna del Rosario con Bambino e i santi Giovanni e Agostino, è stata ritrovata nella bottega di un antiquario nel centro di Firenze; nel 1946 era stata venduta illegalmente dal parroco locale[1].

Vi si trova inoltre un'Annunciazione di Ridolfo del Ghirlandaio.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Recuperata pala del Ghirlandaio sparita da Reggello nel 1946. Nei guai antiquario fiorentino, stampa locale, 28/12/99

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]