Pietro da Barsegapè

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Pietro da Bersegapè (o Bascapè) (Milano ?, XIII secolo – ...) è stato un poeta italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Poeta didascalico, nacque in seno a una famiglia forse originaria del borgo di Bascapè, presso Pavia: è autore del Sermon, opera di carattere didattico in volgare lombardo.

Fu un soldato professionista, ma scarse sono altre informazioni sulla sua vita.

Il suo nome sembra derivare da a Basilica Petri, una località non lontana da Milano. Il suo poemetto tratta di materie derivate dalla Bibbia e fu iniziato nel 1274, come egli stesso dichiarava nel Sermon. Secondo alcuni critici, questo autore è identificabile con un omonimo che nel 1260 scrisse una lettera al Podestà di Firenze.[1]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Il Sermon Divino è un poema popolare con toni di critica nei confronti della ricchezza e della superbia. Di lunghezza approssimativamente pari a 2500 versi, suddiviso in tre sezioni: la creazione del mondo, la storia di Gesù Cristo, il giudizio universale.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesca Minuto, Pietro da Barsegapè, in Dizionario Letterario Bompiani. Autori, III, Milano, Bompiani, 1957, SBN IT\ICCU\PAL\0199718.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]