Pietro Marone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Pietro Marone (Brescia, 1548Brescia, settembre 1603) è stato un pittore italiano attivo a Brescia e a Mantova.

San Lorenzo
Pietro Marone (attribuito), S. Chiara e S. Caterina, seconda metà XVI secolo, MAST Castel Goffredo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio del pittore Andrea Marone da Manerbio e nipote di Paolo Marone, anch'egli pittore, poi divenuto frate gesuato con il nome di Frà Benedetto da Brescia, Pietro ha presumibilmente ammirato e imitato lo stile di Paolo Veronese, Tiziano Vecellio e del Moretto.

Si è distinto per la pittura manierista a Brescia: gli affreschi sull' Iliade a Palazzo Caprioli nella contrada delle Grazie, l'Assunzione in Santa Maria dei Miracoli, la Strage degli innocenti nella chiesa del Carmine, presente anche in San Lorenzo. Sempre a Brescia nel 1581 dipinse con Tommaso Bona in San Pietro (Duomo vecchio); nel 1588, lavorò nella sala del consiglio nel palazzo della Loggia, e nel 1591, aiutò la decorazione di archi di festa per celebrare la venuta a Brescia del cardinale Gianfrancesco Morosini, di ritorno da Parigi dove aveva ricoperto l'incarico di legato pontificio e dove rimarrà come vescovo fino alla morte. A Lonato del Garda nella basilica della Natività di San Giovanni Battista è presente la pala dell'Assunta.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN122116812 · Europeana agent/base/100242 · ULAN (EN500026428