Pietro Gentilini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Pietro Gentilini (Vergato, 13 settembre 1856Vergato, 1° luglio 1943) è stato un imprenditore italiano, fondatore nel 1890 di Biscotti Gentilini, società dolciaria italiana.[1].

Dopo aver fatto esperienza nell'industria dolciaria in Gran Bretagna e in Uruguay a fine Ottocento, Pietro Gentilini, parte alla volta di Roma e qui, in corso Umberto n. 66, dà vita al suo primo laboratorio per la fabbricazione di pane e biscotti, insieme alla produzione si occupa anche della vendita, tramite negozio annesso al forno.

Nel 1906, grazie al volume crescente degli affari, fonda la prima fabbrica, con annesso punto vendita, nell'isolato a angolo tra le vie Alessandria e Novara.

L'attuale società, sempre di proprietà della famiglia Gentilini (terza generazione), ha sede nella zona industriale di Roma sulla via Tiburtina, dove si è trasferita nel 1957.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • "Biscotti P. Gentilini. 125 anni di bontà (1890-2015)". Ediz. illustrata - Daniela Brignone.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (IT) GENTILINI, Pietro in "Dizionario Biografico", su www.treccani.it. URL consultato il 12 luglio 2018.