Pietro Bonzio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pietro Bonzio
Pietro Bonzio.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Ala sinistra
Carriera
Squadre di club1
1912-1913Brescia1 (1)
1920-1926Cremonese88 (24)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Pietro Bonzio (Verolanuova, 15 ottobre 1894[1]Milano, 20 novembre 1954) è stato un calciatore italiano, di ruolo ala sinistra.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Esordì diciannovenne nel Brescia nel campionato di Promozione Lombarda il 2 febbraio 1913 nella partita Brescia-Lambro (3-0)[2].

La guerra lo vide marinaio e capo meccanico sulla nave "Emanuele Filiberto", poi sul cacciatorpediniere "Indomito" che gli procurò le più inattese e drammatiche avventure. A guerra finita giocò ancora a Venezia, ma la nostalgia del Torrazzo lo rivide subito a Cremona ove giocò per tre stagioni consecutive diventando uno dei grigio-rossi più cari alla folla[3]. Nella Cremonese militò dunque dal 1920 al 1926; nella prima stagione giocata con i grigiorossi realizzò 10 reti su 13 partite giocate[4]. In occasione dell'incontro con la Juventus "il roseo" ripropone alcune curiosità: Pietro Bonzio è stato il primo giocatore grigiorosso a mettere a segno una rete ai bianconeri, il gol dell'1-3 subìto a Torino nel primo incontro fra Juventus e Cremonese (15 gennaio 1923)[5]. Dalla stagione 1920-21 disputò complessivamente con i grigiorossi 88 partite segnando 24 reti in Prima Divisione[6][7][8][9].

Se ne è andato il 20 novembre 1954 a soli 60 anni, in quella tumultuosa e dinamica Milano che assorbe nel suo fervore lavorativo tante energie e le lega alla sua terra, ma l'animo di Pietro Bonzio era sempre rivolto mestamente alla sua Cremona adottiva, ai suoi ricordi giovanili, ai suoi amici tenaci, e vi ritornava di frequente in questa città, per respirare quella boccata d'aria casalinga che gli faceva tanto bene, rinfrescandogli le energie, cullato nella dolce rievocazione di tanti ricordi[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Provincia, 21 agosto 1968, pagina 4
  2. ^ Tutto il Brescia, tremila volte in campo, di Bencivenga, Corradini e Fontanelli, GEO Edizioni 2007, a pagina 57.
  3. ^ a b La Provincia Anno Ottavo - Numero 278 - 21 novembre 1954
  4. ^ U.S. Cremonese, oltre cento anni di storia, pagina 46, di Everet e Fontanelli, Geo Edizioni, 2005.
  5. ^ Pietro Bonzio - si legge sul "roseo" - possiede il segreto, il potere di affascinare le folle per il suo gioco. Egli ha finito per affermarsi un'ala di rendimento sommo, veloce in corsa e sicuro sul pallone: è il beniamino del pubblico che frequenta il campo di Via Persico.
  6. ^ La Biblioteca del Calcio, 1922-1923, Geo Edizioni, p. 37.
  7. ^ La Biblioteca del Calcio, 1923-1924, Geo Edizioni, p. 56.
  8. ^ La Biblioteca del Calcio, 1924-1925, Geo Edizioni, p. 30.
  9. ^ La Biblioteca del Calcio, 1925-1926, Geo Edizioni, p. 91.