Pietro Besate

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pietro Besate

Consigliere presso Consiglio regionale del Piemonte
Durata mandato 21 luglio 1975 –
28 luglio 1980
Presidente Edoardo Calleri di Sala

Durata mandato 23 luglio 1970 –
21 luglio 1975
Presidente Aldo Viglione

Segretario del Partito Comunista Italiano di Vercelli
Durata mandato 1966 –
1970

Dati generali
Partito politico Partito Comunista Italiano
Professione Sindacalista

Pietro Besate (Borgovercelli, 26 novembre 1919Borgovercelli, 11 gennaio 1984) è stato un sindacalista, politico e compositore italiano, noto per essere stato l'autore del canto di lavoro Son la mondina..

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto politicamente nella sezione di Vercelli del Partito Comunista Italiano, diventa ben presto punto di riferimento nelle contrattazioni per le rivendicazioni di braccianti e mondariso della zona, fino a diventare, dal 1945, dirigente sindacale, dapprima in Federterra e poi, nel 1950, in Federbraccianti, ai tempi il maggiore sindacato della provincia per numero di iscritti.

Fu proprio in occasione di un congresso di Federbraccianti che Piero Besate compose i versi del canto di lavoro Son la mondina, su musica ripresa da una canzone popolare di risaia, dal titolo "La rondinella".[1] Questa canzone divenne immediatamente celebre tra le mondariso fino a entrare nel repertorio classico delle canzoni folk di lotta.

In seguito ricopre anche l'incarico di Segretario Generale della Camera del Lavoro della Provincia di Vercelli.

Nel 1966 viene nominato segretario generale del PCI di Vercelli.

Nel 1970 viene eletto membro della prima assemblea del Consiglio Regionale del Piemonte, venendo riconfermato per una seconda legislatura nel 1975.[2] Nel corso della I Legislatura presiede la III Commissione permanente (Problemi del Lavoro e dell'occupazione, Formazione Professionale, Cultura, Pubblica istruzione, Assistenza scolastica). Nel corso della II Legislatura ricopre i seguenti incarichi: vicepresidente VIII Commissione permanente (Problemi istituzionali, Affari generali e dell’organico, Enti locali) fino al 7 ottobre 1976; componente II Commissione permanente (Pianificazione territoriale, Urbanistica, Infrastrutture, Viabilità, Trasporti e comunicazioni, Parchi naturali, Uso delle acque, Sistemazione idrogeologica e forestale, Inquinamento, Tutela dell’ambiente) dal 20 ottobre 1976; componente III Commissione permanente (Agricoltura e foreste, Uso e disciplina delle acque in agricoltura) dal 20 ottobre 1976.

Nel 1980 si distingue nuovamente a livello locale, dapprima - brevemente - come consigliere provinciale, sempre nelle file del PCI, e poi come presidente del Comprensorio di Vercelli, neo-nato ente territoriale. Manterrà questa carica fino alla morte, avvenuta, dopo una breve malattia, il 11 gennaio 1984.

Luoghi ed edifici intitolati a Besate[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il canto su ilDeposito.org.
  2. ^ Archivio storico del Consiglio Regionale del Piemonte

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]