Pietro Antonio Solari

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pietro Antonio Solari o Solario, noto in Russia come Pëtr Antonin Frjazin - in russo: Пётр Антонин Фрязин[?] - dal termine antico friazin o friag con cui venivano all'epoca appellati gli italiani (Carona, 1445 circa – Mosca, maggio 1493) è stato uno scultore e architetto svizzero-italiano.

Figlio di Guiniforte Solari, fratello del pittore Andrea, lavora come scultore presso la Certosa di Pavia, il Duomo di Milano e la Ca' Granda. Successivamente partecipa alla ricostruzione di alcuni religiosi milanesi: la chiesa di Santa Maria del Carmine, la Chiesa di Santa Maria Incoronata e la Chiesa di San Bernardino alle Monache. Nel 1484 realizza la Tomba de' Capitani nel Duomo di Alessandria e l'anno successivo la Madonna del Coazzone a Milano.

A partire dal 1487 lavora a Mosca, chiamato dallo zar Ivan III Vasil'evič allo scopo di edificare le nuove torri difensive del Cremlino, opera continuata anche sotto lo zar Basilio III. Muore a Mosca nel maggio 1493.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Gerolamo Biscaro, I Solari da Carona, "Bollettino Storico della Svizzera italiana", XXXIV, Bellinzona 1912, 61-77.
  • Victor Lasareff, Le opere di Pietro Antonio Solari in Russia ed i rapporti artistici italo-russi nel tardo Quattrocento, in Edoardo Arslan (a cura di), Arte e artisti dei laghi lombardi, Tipografia Editrice Antonio Noseda, Como 1959, 423, 426, 427, 428-432, 435, 438.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]