Pierre Levegh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pierre Levegh
Nazionalità Francia Francia
Automobilismo Casco Kubica BMW.svg
Categoria Formula 1, 24 Ore di Le Mans
Carriera
Carriera in Formula 1
Stagioni 1950-1951
Scuderie Talbot-Lago
GP disputati 6
 

Pierre Levegh, vero nome Pierre Eugène Alfred Bouillin (Parigi, 22 dicembre 1905Le Mans, 11 giugno 1955), è stato un pilota automobilistico francese.

Prese il nome "Levegh" in memoria di suo zio, un pioniere della guida che morì nel 1904. Levegh è principalmente ricordato per l'incidente alla 24 Ore di Le Mans del 1955 nel quale persero la vita, oltre a Levegh stesso, 83 spettatori.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Pierre Levegh era anche un giocatore di hockey e di tennis. Nell'automobilismo corse in Formula 1 per la Lago-Talbot nel 1950 e nel 1951 con sei gare disputate di cui tre finite con un suo ritiro. In nessuna fece punti.

A Le Mans corse con la Talbot (dal 1951) in quattro gare, terminando in quarta posizione. Nel 1952, la sua auto ruppe il motore nell'ultima ora di gara con quattro giri di vantaggio, probabilmente a causa di un cambio marcia errato causato dalla stanchezza del pilota. L'anno seguente (1953) finì ottavo e nel 1954 fu coinvolto in un incidente durante la settima ora di gara.

Nel 1955 lasciò la Talbot e passò a correre con la scuderia statunitense gestita da John Fitch a bordo di una Mercedes-Benz 300 SLR. Durante la terza ora di gara, sul rettilineo dopo la chicane Ford agganciò la Austin-Healey di Lance Macklin che fu costretto a spostarsi repentinamente verso i box subito dietro Mike Hawthorn. Dopo aver urtato un cumulo di terra, la Mercedes di Levegh volò letteralmente in aria atterrando, ormai distrutta, sulla tribuna davanti ai box. Il pilota morì di fronte agli occhi di sua moglie e con lui 82 spettatori ed oltre 100 furono i feriti. La gara tuttavia fu fatta proseguire per non causare un blocco che avrebbe ostacolato l'arrivo dei soccorsi e delle ambulanze. La Mercedes si ritirò dalla gara (oltre che, in seguito, dalle corse motoristiche per i 30 anni successivi) in segno di rispetto per le vittime. Mike Hawthorn e Ivor Bueb proseguirono la gara a bordo della Jaguar e vinsero la 24 Ore di Le Mans. L'incidente fu la causa principale per la quale si decise negli anni a seguire di rendere più sicuri i circuiti, per gli spettatori e per i guidatori stessi. La piccola casa automobilistica inglese Bristol Cars, giunta nelle prime tre posizioni della classe 2L a Le Mans nell'anno precedente, decise di abbandonare le corse a causa della tragedia. Fitch divenne un ricercatore nel campo della sicurezza automobilistica, creando progetti poi approdati nel mondo delle corse.

Levegh è sepolto nel Cimitero di Père Lachaise a Parigi.

Risultati in Formula 1[modifica | modifica wikitesto]

1950 Scuderia Vettura Flag of the United Kingdom.svg Flag of Monaco.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
Vettura Privata Talbot-Lago T26C 7 Rit Rit 0
1951 Scuderia Vettura Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Belgium.svg Flag of France.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945–1977).svg Punti Pos.
Vettura Privata Talbot-Lago T26C 8 9 Rit 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Solo prove/Terzo pilota Non qualificato Ritirato/Non class. Squalificato Non partito

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]