Pierre Laujon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pierre Laujon nel 1806

Pierre Laujon (Parigi, 13 gennaio 1727Parigi, 13 luglio 1811) è stato un paroliere e drammaturgo francese, zio di Pierre-Yves Barré. Fu anche un celebre cantante di goguette.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Appena uscito dal collège Louis-le-Grand, debuttò al teatro, dove i suoi successi gli fecero guadagnare la benevolenza del conte di Clermont, che lo nominò suo segretario. Quindi occupò lo stesso posto nella casa del principe di Condé e diresse le celebrazioni al castello di Chantilly. Sostituì Gentil-Bernard come segretario generale dei dragoni, cosa che gli assicurò lo stipendio considerevole di 20 000 livre all'anno[1].

Membro della Deuxième société du Caveau (1759–1789), dove aveva cantato con Charles-François Panard, Alexis Piron e Charles Collé, partecipò alle cene della Société du Caveau con Armand Gouffé e Marc-Antoine Désaugiers. Frequentò anche l'Union des arts et de l'amitié en goguette e des Enfants d'Apollon[1]. Fu amico del celebre cantante di strada Aubert.

Nel 1807, all'età di ottant'anni, fu eletto membro dell'Académie française nella classe di lingua e letteratura francese dell'Istituto imperiale.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • 1745: La Fille, la veuve et la femme, parodia di Fêtes de Thalie, Théâtre italien de Paris, 21 agosto
  • 1747: Daphnis et Chloé, pastorale, Parigi, Académie royale de musique, 28 settembre
  • 1747–1748: Recueil des comédies et ballets, rappresentazione teatrale di piccoli spettacoli dell'inverno 1747-1748
  • 1750: La Journée galante, balletto eroico in tre atti, rappresentato in presenza de Re, nel teatro di Versailles, 25 febbraio
  • 1754: Zéphire et Fleurette, parodia in un atto da Zelindor di François-Augustin de Paradis de Moncrif, Théâtre italien di Parigi, 23 marzo
  • 1756: L'Amour impromptu, parodia dell'atto di Eglé, Parigi, Théâtre national de l'Opéra-Comique, 10 luglio
  • 1762: Armide, parodia dell'opera Armide, in 4 atti, Théâtre italien di Parigi, 11 gennaio
  • 1763: Ismène et Isménias, ou la Fête de Jupiter, opera in tre atti, rappresentata in presenza del Re, a Choisy, il 13 giugno
  • 1765: Silvie, opera in tre atti e un prologo, rappresentata in presenza del Re, a Fontainebleau, 17 ottobre
  • 1771: L'Amoureux de quinze ans, ou la Double fête, commedia in prosa in tre atti, intervallata da ariette, Théâtre italien di Parigi, 18 aprile
  • 1776: Æglé, balletto eroico in un atto, rappresentata in presenza del Re, a Fontainebleau, 4 novembre
  • 1777: Matroco, dramma burlesco in versi in 4 atti, intervallato da ariette e vaudeville, rappresentata in presenza del Re, Théâtre italien di Parigi
  • 1782: Le Poète supposé, ou les Préparatifs de fête, commedia in tre atti in prosa, intervallata da ariette e vaudeville, Théâtre italien di Parigi, 25 aprile
  • 1790: Le Couvent, ou les Fruits du caractère et de l'éducation, commedia in un atto in prosa, Parigi, Théâtre de la Nation, 16 aprile
  • 1806: Le Juif bienfaisant, ou les Rapprochements difficiles, commedia in cinque atti in prosa, ad imitazione dall'inglese, Rouen in giugno

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Fonte: Biographie de Pierre Laujon page 4 du catalogue d'une exposition à la bibliothèque de l'Institut de France (PDF), su bibliotheque-institutdefrance.fr. URL consultato il 1º marzo 2019 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2008).. La goguette dei Figli di Apollo frequentata da Pierre Laujon non deve essere confusa con l'omonima fondata nel 1868.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gustave Vapereau, Dictionnaire universel des littératures, Paris, Hachette, 1876, p. 1205

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN14779178 · ISNI (EN0000 0000 6299 9682 · LCCN (ENno92029958 · GND (DE123643171 · BNF (FRcb119885375 (data) · CERL cnp01320000 · WorldCat Identities (ENno92-029958