Pier Gonella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pier Gonella
Pier Gonella live guitar.jpg
Pier Gonella
NazionalitàItalia Italia
GenereHard rock
Heavy metal
Progressive metal
Neoclassical metal
Thrash metal
Death metal
Periodo di attività musicale1999 – in attività
Album pubblicati21
Studio20
Live2
Raccolte0
Sito ufficiale

Pierangelo Gonella, conosciuto come Pier Gonella (Chiavari, 26 marzo 1977), è un chitarrista italiano, noto per le sue collaborazioni con varie metal band italiane come Labyrinth, Mastercastle, Necrodeath, Odyssea, Vanexa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Esordi[modifica | modifica wikitesto]

Pier, da sempre grande appassionato di musica rock e metal, comincia a suonare la chitarra all'età di quindici anni spinto dalla voglia di poter esprimersi attraverso l'arte musicale ma anche di emulare i suoi più grandi miti, tra cui Ritchie Blackmore, Joe Satriani, Yngwie Malmsteen, Steve Vai, Stevie Ray Vaughan, Vinnie Moore e moltissimi altri eroi della sei corde. Studia inizialmente chitarra jazz presso Armando Corsi, per poi specializzarsi in chitarra classica e chitarra elettrica. Nel 1994 si iscrive al Conservatorio Niccolò Paganini di Genova alla classe di fagotto con il professor Luigi Morbelli, strumento che studierà fino al 1999, anno in cui conseguirà presso lo stesso conservatorio il diploma di teoria e solfeggio.
Comincia a farsi notare tra la Liguria e il basso Piemonte dal 1996, quando entra a far parte di svariate bands hard rock e progressive. Nello stesso periodo si autoproduce dei demo tape strumentali, coi quali attira l'attenzione di numerosi artisti e produttori nel settore hard rock ed heavy metal. Primo fra questi, nel 2001, il gruppo heavy metal Athlantis, col quale registrerà l'album omonimo, pubblicato dalla casa discografica Underground Symphony.

I Labyrinth[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2003 viene contattato dal Roberto Tiranti per un'audizione con i Labyrinth. Con questa band partecipa ai più noti festival italiani ed europei (fra gli altri Gods of Metal, Metalway, Agglutination), realizza due tour in Giappone e Oriente ('Tokyo','Osaka','Nagoya','Taiwan',Taipei','Hong Kong','Pechino'...), e incide due studio album:Freeman (2005) e 6 Days to Nowhere (2007), il primo con allegato il DVD Live in Tokyo/Live in Londra.
Lascerà questa band nel 2008 per tornare stabilmente coi Necrodeath e dedicarsi a suoi progetti solisti tra cui i Mastercastle.
Appare occasionalmente in formazione coi Labyrinth nel disco "As Time Goes by" e dal vivo l'11 Gennaio 2014 in occasione dello spettacolo 40/25 di Roberto Tiranti presso il teatro Politeama Genovese[1].

I Necrodeath[modifica | modifica wikitesto]

Pier Gonella in concerto al Gods of metal festival nel 2006.
Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Necrodeath.

Nel 2003, Claudio, il chitarrista e membro fondatore dei Necrodeath, abbandona la band dopo diciannove anni di militanza e viene inizialmente sostituito da Andy. Forte dell'amicizia con Peso, fondatore, batterista e compositore di molti dei brani della band, Pier lo sostituirà nel 2006 come turnista, per un tour europeo di 20 concerti insieme alla band svedese Marduk[2][3].
Coi Necrodeath Gonella registra l'album Draculea nel 2007.
Nel 2008 entra ufficialmente in formazione, nel 2009 registra l'album Phylogenesis, nel 2010 Old Skull e nel 2011 The Age of Fear. Degli ultimi due dischi cura anche in parte la produzione.
Coi Necrodeath è attivo in altri due tour europei nel 2009 e nel 2010[4].

Nel 2011 esce per Scarlet Records "The Age Of Fear" un album raccolta della lunga carriera Necrodeath. Sempre nel 2011 e sempre sotto Scarlet viene pubblicato un nuovo album inedito dei Necrodeath, chiamato Idiosyncrasy, un concept album composto da un'unica traccia di 40 minuti, con un artwork in stile Tarantino.
Il 13 Maggio 2014 i Necrodeath pubblicano The 7 Deadly Sins, un concept album dedicato ai 7 vizi capitali, di cui Gonella cura interamente la registrazione ed il mixaggio presso i MusicArt studios. Nel 2015 la band pubblica l'EP Headhunting, che vede ospiti Jeffrey Dunn (Mantas) (chitarrista fondatore dei Venom) e Tony Dolan (Venom Inc, M-Pire of Evil)[5].
Nel 2016 la band annuncia di essere al lavoro su un nuovo album in uscita per settembre dello stesso anno. Si tratta di "Mondoscuro", "split" realizzato insieme alla band Cadaveria.

I Mastercastle[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Mastercastle.

Nel 2008 comincia un nuovo progetto che però, a differenza dei precedenti, diventerà una vera e propria band: i Mastercastle. Si tratta di una band fondata insieme alla cantante Giorgia Gueglio e al bassista Steve Vawamas. Con loro pubblica il primo album The Phoenix nell'aprile del 2009, curandone anche personalmente la registrazione. L'ottimo riscontro, ottenuto anche dal viceoclip Princess Of Love (oltre 100000 visite sul sito youtube[6][7]) lo spinge a dedicarsi subito alla produzione di un altro disco. Quindi nel giugno del 2010 la band pubblica l'album Last Desire, insieme all'omonimo videoclip[6], in cui Gonella si distingue anche come produttore[8].
Nell'Aprile dello stesso anno Gonella partecipa, insieme agli altri membri dei Mastercastle ed a tanti artisti internazionali tra cui Jennifer Batten, al progetto Embrace The Sun[9], un doppio album prodotto dalla casa discografica Lion Music con donazione di tutti i proventi alla Croce Rossa giapponese, come aiuto in seguito al terremoto dell'11 marzo 2011[10].
Il disco viene pubblicato il 17 giugno 2011.
Nello stesso periodo Gonella cura la produzione del nuovo album dei Mastercastle Dangerous Diamonds, che viene pubblicato sempre dalla Lion Music il 18 novembre 2011.
Nel 2012 Gonella inizia una collaborazione col batterista italoamericano John Macaluso (Yngwie Malmsteen, James LaBrie, Symphony X...)per una serie di "clinic" di chitarra e batteria.[11] Successivamente in un'intervista Gonella dichiara di essere al lavoro sul quarto album dei Mastercastle e di aver fatto registrare le parti di batteria allo stesso Macaluso[12].
Quanche mese dopo infatti [13] viene pubblicato il nuovo disco, On Fire, il 19 aprile sempre sotto Lion Music records.
Nel 2014 la band trova un accordo discografico con la Scarlet Records per la pubblicazione di un nuovo album, intitolato Enfer (De La Bibliotèque Nationale)[14] [15], che viene pubblicato il 14 ottobre 2014
Nel febbraio 2017 la band annuncia l'uscita di un nuovo album intitolato "Wine of Heaven" per maggio 2017, sempre con l'etichetta discografica Scarlet Records [16]

Progetti solisti ed altre band[modifica | modifica wikitesto]

Pier Gonella in concerto nel 2014

Nel 2004, durante la militanza nei Labyrinth, registra l'album Odyssea - Tears in Flood[17], suo progetto solista per il quale scrive testi e musiche, che viene pubblicato dalla casa discografica Scarlet Records e in Giappone da King Records. Successivamente registra le parti di chitarra e di basso del disco Wild Steel, pubblicato dalla underground Symphony. È invece del 2006 la collaborazione come chitarrista nell'album Rezophonic, in cui registra alcuni assoli nel brano Alien. Tra il 2006 e il 2009 ha fatto parte del progetto Metal Gang, band cover che propone in svariati club italiani dei brani classici hard rock - heavy metal, comprendendo a rotazione svariati artisti fra cui Pino Scotto, Roberto Tiranti, Trevor, Olaf Thorsen, Fabio Lione, Steve Vawamas, Alessandro Bissa e molti altri. Nel 2008 ha collaborato col cantante Pino Scotto, registrando come ospite le chitarre del brano Nunù, nel disco Datevi fuoco (lo Scotto da pagare).
Nell'estate del 2008 viene scelto come secondo chitarrista da Timo Tolkki (Stratovarius. Revolution Renaissance), per due concerti in Italia.
Oltre alle sopracitate formazioni ha suonato dal 2002 al 2006 nella tribute-band The Extremist (tributo a Joe Satriani); nello stesso periodo insieme a Peso, ha tenuto seminari sulle moderne tecniche strumentali di musica rock in un progetto denominato L.I.V. Project;
Durante il 2011 collabora col batterista italiamericano "John Macaluso", insieme al quale tiene clinics sulla chitarra e batteria in ambito hard rock chiamate Hard & Heavy Essentials[18]

Nel 2011 fonda la struttura MusicArt[19][20], che diventerà il suo punto di riferimento per la produzione dei dischi e per i suoi corsi di musica.
Nello stesso anno, insieme al batterista Peso dei Necrodeath nonché Giorgia Gueglio e 'Steve Vawamas' dei Mastercastle, Gonella dà vita ad un nuovo progetto, anch'esso denominato MusicArt, consistente nel riarrangiare e registrare di nuovo l'intero disco dei Pink Floyd The Dark Side of the Moon. Il progetto viene seguito dalla casa discografica Black Tears e pubblicato il 1º dicembre 2012[21][22].
Nello stesso anno entra a far parte anche dei Vanexa, coi quali appare dal vivo in occasione del 'Tiranti 40/25'[23].
Nel 2013 collabora col progetto "Verde Lauro"[24]., ideato dal cantante Fabrizio Sassi con l'intento di musicare "Il Canzoniere" di Francesco Petrarca in stile rock metal [25]. Gonella partecipa alla composizione e registrazione di circa metà dei brani, e successivamente entrerà stabilmente in formazione.
A partire da Agosto 2014 Gonella diventa collaboratore del giornale Metal Hammer, curando insieme a Peso dei Necrodeath la rubrica Learn to Play, dove si occupa di didattica, spartiti e tecniche di chitarra[26].
Nello stesso anno Gonella inizia un nuovo progetto live chiamato "Guitar Attack" insieme al chitarrista dei Cadaveria Dick Laurent[27]. In questo progetto solista Gonella propone una serie di brani ed arrangiamenti, per la maggior parte strumentali, tratti dal repertorio Mastercastle e Necrodeath, nonché altro materiale non pubblicato.
Nel 2015 produce il disco "Bellatrix - Orion" presso i MusicArt studios e partecipa anche come chitarrista.
Lo stesso anno Gonella torna a collaborare con l'etichetta discografica Lion Music partecipando al cd "Johann Sebastian Bach - Interpretations"[28]. L'album è composto da 11 brani realizzati da artisti differenti, reinterpretando in stile rock-metal dei brani di Johann Sebastian Bach. Gonella realizza la Toccata e fuga in Re minore. Successivamente partecipa anche alla raccolta "Antonio Vivaldi - A New Season"[29] reinterpretando il "Concerto Op.4, No.1 in B flat major, RV 383a: Allegro", e "W.A.Mozart - Reincarnated"[30] con la reinterpretazione di "Eine Kleine Nachtsmusik 1st Movement".
Nel 2016 si occupa della produzione del disco "Galleano & Friends", progetto benefico del chitarrista Stefano Galleano. Registra alcuni assoli e appare tra gli ospiti (oltre 20 scelti prevalentemente dal panorama musicale genovese).
Nel dicembre 2016 suona come ospite con Ian Paice (Deep Purple) in una data live a Pistoia. [31] Dal 2017 collabora anche col sito "Evil Mozart[32]" per la realizzazione di corsi di chitarra online.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Collaborazioni[modifica | modifica wikitesto]

  • 2006 - Rezophonic (Ospite, registra alcuni assoli nel brano Alien)
  • 2006 - Datevi fuoco (lo Scotto da pagare) (Ospite, registra le chitarre del brano Nunù)
  • 2010 - Ghostrider - The Return of the ghost (Ospite, registra le chitarre nel brano Perkele666)
  • 2010 - Cripple Bastards - Frammenti di vita (Registra gli assoli di tre brani)
  • 2011 - Embrace The Sun[39] (Ospite insieme ai Mastercastle nel brano Sakura)
  • 2012 - Perseo Miranda - Theatre Metal (Ospite, chitarrista)
  • 2015 - Lion Music - Johann Sebastian Bach - Interpretations (reinterpreta il brano "Toccata e Fuga in Re Minore")
  • 2015 - Lion Music - Antonio Vivaldi - A New Season (reinterpreta il brano "Concerto Op.4, No.1 in B flat major, RV 383a: Allegro")
  • 2015 - Lion Music - W.A.Mozart - Reincarnated (reinterpreta il brano "Eine Kleine Nachtsmusik 1st Movement")
  • 2016 - Bellathrix - Orion (Registra alcuni assoli)
  • 2016 - Galleano and Friends - Sun & Light (Registra le chitarre del brano "Dream On")
  • 2017 - Ruxt - Behind the Masquerade (Registra alcuni assoli)
  • 2017 - Ruxt - Running out of Time (Registra alcuni assoli e compare nel video del singolo "Everytime Everywhere")
  • 2017 - Lion Music - L.V. Beethoven - Ode to Perfection (reinterpreta il brano "Turkish March, Op 113")[40]
  • 2017 - Lion Music - G.F. Händel - Baroque Passion (reinterpreta il brano "Sonata in A minor HVR 362, Allegro")[41]

Musiche per videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Dal 2008 Gonella collabora stabilmente come tecnico del suono della casa produttrice di videogiochi Xplored. Ad oggi ha realizzato musiche ed effetti sonori per oltre 150 videogiochi flash spaziando un po' tutti i generi musicali[42]
Fra gli altri:[43]

  • Zombie in the shadow
  • Zombies in the Shadow-The savuoir
  • Toxie Radd
  • Toxie Radd2
  • Toxie Radd 3d
  • Dark Base2-THE HIVE
  • Dark Base3-Phoenix Team
  • Toys Vs Nightmares
  • X-Team
  • Dark Base-alien Rts
  • Apokalyx
  • Duo Blaster
  • EcoBears
  • Red Jet Rabbit
  • Zits-20 to die
  • Chili'Em All
  • Drow's Fury
  • X-cream
  • Dark Base Defence
  • Suprb
  • Motel Connection
  • Troll revenge
  • Season of War
  • Methus'Tower Defence
  • Secure Mc
  • TacticalForce1
  • KinderBuenoMegaRace
  • Area52
  • Zombiestalker
  • Future Buggy

Attrezzatura[modifica | modifica wikitesto]

  • Chitarre

Fender Stratocaster '79, Stratocaster Floyd Rose, Ibanez ex, Schecter C1 Classic, Carlo Pierini Pier Gonella signature, Carlo Pierini Baritone (Chitarra elettrica baritono).

  • Amplificatori

Masotti XM100 Head, Mesa boogie triple rectifier head, Engl E650 head, Marshall cabinet.

  • Effetti

Wah wah cry baby, distorsori e pedalini vari
Come ampli uso prevalentemente una testata Masotti...ultimamente faccio largo uso dei Wah Wah e dal vivo aggiungo un pedale Delay sui soli[44].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gonella Tiranti 40/25, rock-metal-essence.com. URL consultato il 31-7-2014.
  2. ^ Necrodeath Tour 2011[collegamento interrotto], Metal.it. URL consultato il 31-7-2011.
  3. ^ Necrodeath Tour 2011, Metal.it. URL consultato il 31-7-2011.
  4. ^ Necrodeath Tour 2011[collegamento interrotto], heavy-metal.it. URL consultato il 31-7-2011.
  5. ^ Metallus - Necrodeath Headhunting, metallus.it. URL consultato il 31-9-2015.
  6. ^ a b (EN) Mastercastle: Last Desire video released.[collegamento interrotto], blabbermouth.net. URL consultato il 31-7-2011.
  7. ^ (EN) Interview for DPRD.net (Usa), dprd.net. URL consultato il 31-7-2011.
  8. ^ ...Un punto che senza dubbio va a favore del lavoro svolto dalla band per questo disco è la produzione che conferisce limpidezza ed equilibrio sonoro, ed una potenza notevole, che danno come risultato finale una scorrevolezza nell'ascolto e che alla fine ci lasciano una buona sensazione dentro e la consapevolezza di avere per le mani un ottimo disco Mastercastle:recensione per Tempi Duri.it, Stefano Bonelli-tempi-duri.it. URL consultato il 31-7-2011.
  9. ^ (EN) Descrizione Embrace the sun, Lion Music. URL consultato il 15-6-2010.
  10. ^ Embrace the sun, tutto sulla compilation pro Giappone, Truemetal.it. URL consultato il 18-6-2011.
  11. ^ Pier Gonella John Macaluso clinic di chitarra e batteria, Metallus.it. URL consultato il 7-4-2013.
  12. ^ Long Live Rock'n Roll, intervista a Pier Gonella, LongLiveRocknRoll. URL consultato il 7-8-2012.
  13. ^ Mastercastle novità nella line-up, Metallized. URL consultato l'8-4-2013.
  14. ^ Mastercastle, quinto album, Truemetal. URL consultato il 16-7-2014.
  15. ^ Mastercastle, quinto album, Metalitalia. URL consultato il 16-7-2014.
  16. ^ Mastercastle, Wine of Heaven, Metalitalia. URL consultato il 25-2-2011.
  17. ^ Gonella, intervista per Metal.it, Metal.it. URL consultato il 31-7-2011.
  18. ^ Clinic "Hard & Heavy Essentials"" John Macaluso e Pier Gonella, Metalitalia. URL consultato il 9-16-2012.
  19. ^ Inaugurazione Musicart, Agenda Eventi. URL consultato il 31 ottobre 2011 (archiviato dall'url originale il 22 giugno 2015).
  20. ^ Centro musicale MusicArt di Pier Gonella, Heavy-Metal.it. URL consultato il 31 ottobre 2011.
  21. ^ Progetto Musicart, Heavy Metal.it. URL consultato il 26 ottobre 2012.
  22. ^ Musicart Black side of the moon, Metallized. URL consultato il 26 ottobre 2012.
  23. ^ Vanexa 40/25, rock-metal-essence.com. URL consultato il 31-7-2014.
  24. ^ Verde Lauro, Petrarca in versione Rock, Metalitalia. URL consultato il 26 settembre 2015.
  25. ^ Verde Lauro , sito ufficiale, Verde Lauro. URL consultato il 26 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 4 ottobre 2015).
  26. ^ Prima lezione di "Lessons in Violence", ecco il video!, Metal Hammer. URL consultato il 26 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 19 agosto 2014).
  27. ^ Intervista a Dick Laurent, MondoMetalWebzine. URL consultato il 26 novembre 2014.
  28. ^ (EN) Lion Music : Johann Sebastian Bach - Interpretations, Lion Music. URL consultato l'11 aprile 2016.
  29. ^ (EN) Lion Music : Antonio Vivaldi - A New Season, Lion Music. URL consultato l'11 aprile 2016.
  30. ^ (EN) Lion Music : Mozart_Reincarnated, Lion Music. URL consultato l'11 aprile 2016.
  31. ^ (IT) Ian Paice live Pistoia con ospiti, Evensi.it. URL consultato il 9 dicembre 2016.
  32. ^ Evil Mozart - Pier Gonella, evilmozart.com. URL consultato il 01-13-2017.
  33. ^ Necrodeath - DVD in Uscita, Metalitalia.com. URL consultato il 16-6-2013.
  34. ^ Verde Lauro Sono animali al mondo, heavymetalwebzine.com. URL consultato il 16-6-2015.
  35. ^ (EN) Odyssea Storm, Suoni distorti. URL consultato il 15 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 22 dicembre 2015).
  36. ^ (EN) MusicArt Colord & Dreams, Metalhead. URL consultato il 5 giugno 2016.
  37. ^ Mondoscuro, Metalitalia.it. URL consultato il 24 ottobre 2016.
  38. ^ Vanexa - Too Heavy, Truemetal.it. URL consultato il 24 ottobre 2016.
  39. ^ (EN) Descrizione Embrace the sun, Lion Music. URL consultato il 10-6-2011.
  40. ^ (EN) Lion Music : L.V. Beethoven - Ode to Perfection, Lion Music. URL consultato il 28 dicembre 2018.
  41. ^ Lion Music : G.F. Händel - Baroque Passion, Lion Music. URL consultato il 28 dicembre 2018.
  42. ^ Il brano Toxie Radd era originariamente una musica per un videogioco omonimo, poi la riarrangiai per inserirla nel repertorio Mastercastle. Da oltre due anni produco musica per una ditta di videogiochi chiamata 'Xplored'. Ad oggi ho musicato e sonorizzato oltre 50 videogames 'flash'. È un lavoro divertente, che mi fa fare esperienza nei generi musicali più diversi... Pier Gonella intervistato da Filippo Pagani per Metal Hammer magazine, giugno 2010, pag 62, issn 1591-8742
  43. ^ Pagina "Sound Design" del sito ufficiale Pier Gonella[collegamento interrotto], piergonella.com. URL consultato l'8-9-2012.
  44. ^ Fulvio Cappanera, Intervista su Guitar Club magazine, giugno 2010, pagina 56

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]