Piccolo mondo antico (miniserie televisiva)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piccolo mondo antico
PaeseItalia
Anno1957
Formatominiserie TV
Generedrammatico, in costume
Puntate5
Lingua originaleitaliano
Dati tecniciB/N
Crediti
RegiaSilverio Blasi
Soggettodal romanzo Piccolo mondo antico di Antonio Fogazzaro
SceneggiaturaSilverio Blasi e Carla Ragionieri
Interpreti e personaggi
Casa di produzioneRAI - Radiotelevisione Italiana
Prima visione
Dal26 ottobre 1957
Al23 novembre 1957
Rete televisivaProgramma Nazionale
Opere audiovisive correlate
PrecedentiPiccolo mondo antico, film del 1941 diretto da Mario Soldati
RemakePiccolo mondo antico, miniserie TV a diretta da Salvatore Nocita (1983) e Un mondo d'amore: Piccolo mondo antico, miniserie TV in due parti diretto da Cinzia TH Torrini (2001)

Piccolo mondo antico è uno sceneggiato televisivo trasmesso dalla RAI nel 1957.

Tratto dall'omonimo romanzo di Antonio Fogazzaro - Piccolo mondo antico, appunto - fu irradiato in cinque puntate sull'allora programma nazionale (oggi Rai Uno) dal 26 ottobre al 23 novembre di quell'anno.

La sceneggiatura televisiva era dovuta a Silverio Blasi (responsabile anche della regia) e a Carla Ragionieri.

Cronologicamente, si tratta dell'ottavo sceneggiato televisivo prodotto dalla Rai nei primi tre anni di vita[1] (il primo da un romanzo italiano).

Critica[modifica | modifica wikitesto]

L'Enciclopedia della televisione[2] al lemma concernente Piccolo mondo antico sottolinea come la fiction abbia cercato di rimanere aderente alle pagine scritte del romanzo originale di cui vengono ricreati "il pathos e l'intreccio narrativo".

All'autore dà voce, in apertura di ogni puntata, Giorgio Albertazzi, che non compare però in video. Il lavoro si evidenzia anche per il montaggio nervoso e per gli spigliati e veloci movimenti di macchina.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Il cast era costituito da attori di vaglia, molti dei quali di formazione teatrale. Oltre agli interpreti principali, fra gli altri[3]:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vedi: scheda Archiviato il 6 dicembre 2008 in Internet Archive. su Rai Teche
  2. ^ Grasso A. (a cura di), Enciclopedia della televisione, Garzanti, 2008
  3. ^ Fonte: Grasso A. (a cura di), Enciclopedia della televisione, Garzanti, 2008
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione