Picchetto (tenda)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Un semplice picchetto di filo di ferro
Un picchetto di legno

Un picchetto è un puntone, generalmente con un gancio o foro all'estremità superiore, di legno, metallo o plastica o altro materiale resistente, conficcato nel terreno per tenere in tensione le corde di una tenda, o le estremità della tenda stessa. Tradizionalmente il picchetto improvvisato è ottenuto dal ramo di una albero, sagomato per essere conficcato nel terreno e se necessario sagomato per il fissaggio delle corde.

Uso[modifica | modifica wikitesto]

Picchetto a delta ("dog-leg" gamba di cane)

Generalmente il picchetto è conficcato nel terreno per ancorare la tenda stessa o le sue corde, questo per permettere il tensionamento della tenda e farla resistere agli agenti atmosferici.

I picchetti possono essere puntati nel terreno a mano o nella maggior parte dei casi con l'ausilio di un martello.

Il picchetto deve essere conficcato nel terreno fino a portare l'estremità superiore a livello della terra, così si ottiene la massima resistenza allo scalzamento.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Picchetti di metallo di epoca romana del II-III sec. a.C.

Gli eserciti hanno sempre usato tende da campo durante le campagne militari. Una tattica militare usata nel passato fu quella di attaccare a cavallo con l'intento di scalzare i picchetti delle tende e far collassare le stesse sui nemici mentre dormivano. Esiste uno sport equestre che ha origine da tale tecnica, il tent pegging. Le prime notizie di tale pratica risalgono al IV secolo a.C., dall'Asia e Europa orientale.[1] La competizione sportiva nasce quindi da una pratica militare di addestramento alla guerra con cavallerizzi.[2] In accordo con la Fédération équestre internationale:

«Molte autorità equestri sono dell'opinione che il tent-pegging originò in India nel medio evo nei campi di battaglia come tattica usata dai cavallerizzi contro le truppe montate su elefanti»

([3])

Quindi la pratica sportiva di collassare le tende scalzando i picchetti risale all'India[4] o medio oriente[5] e divenne popolare in India.

Tipi[modifica | modifica wikitesto]

Vari picchetti

I picchetti hanno varie forme e dimensioni. Le caratteristiche per la scelta del tipo di picchetto sono:

  • tipo di terreno su cui deve essere posizionata la tenda, neve, sabbia, roccia, ecc.
  • la misura della tenda, e il peso del materiale da tenere tensione e il vento contro
  • condizioni atmosferiche
  • peso dei picchetti per il trasporto in zaino

Caratteristiche dei picchetti tenda[modifica | modifica wikitesto]

Profili di picchetti

I picchetti migliori hanno profilo simmetrico, conico o a "V".[6] Hanno forma di gancio tale da permettere un secondo punto di contatto al suolo.[6][7]

Altri hanno un foro per poter permettere il passaggio di corde. Il tipo "Delta" (o dog-leg) punta sempre verso la tenda e non può essere diversamente. Il profilo è parzialmente conficcato nel terreno e non può essere scalzato.[8] Offrono la massima sicurezza.

Alcuni tipi di picchetti sono ricavati da lamiere in acciaio alla quale viene impressa una forma "V".[9] Questo permette di non ruotare nel terreno.

Le dimensioni variano solitamente da 150mm a 490mm, con spessori da 1.6 mm a 3.2 mm per quelli a sezione piatta e da 4 mm a 11.2 mm per quelli ricavati dal filo di ferro.[7][10][11]

Quelli in plastica sono generalmente usati per terreni soffici.[11][12][13]

Quelli per impieghi pesanti sono da 2.5mm a 5mm di spessore, in acciaio, con gancio saldato.[14]

Materiali[modifica | modifica wikitesto]

Un piccheto di legno

Il materiale può essere acciaio in barra o filo, acciaio in lamiera, alluminio, titanio in lega,[15] ferro dolce, plastica, policarbonato,[12] polipropilene,[12] polistirene,[11] o ABS.[11] Quelli in acciaio sono generalmente trattati con zincatura o sono inossidabili inox. Anche la fibra di carbonio[15] è utilizzata.

Tipi biodegradabili sono usati per la protezione dell'ambiente.[16]

Uso improvvisato dei picchetti tenda[modifica | modifica wikitesto]

Il Libro dei Giudici scrive della storia di Giaele, la moglie di Heber, un fabbricatore di tende nella quale viene uccisa Sisara mediante un picchetto conficcatogli nella tempia mentre dorme. Picchetti furono usati anche in omicidi recenti come quello di Billie-Jo Jenkins.[17][18][19][20]

Altri usi sono come chiodi da roccia, nella saga Sogdian Rock e da Jean-Christophe Lafaille nella sopravvivenza sull'Annapurna.

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) "Tent pegging at Hurlingham", Illustrated London News, Summer 1875
  2. ^ (EN) Lenox-Conyngham Papers, "Camp on the Raptee River", Cambridge University Centre of South Asian Studies, 16 January 1859
  3. ^ (EN) "Tent pegging recognised by the FEI", in International Equestrian Federation, 2004. URL consultato il 19 marzo 2012 (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2012).
  4. ^ (EN) Gen Sir Richard Gale, Kings at Arms London:Hutchinson, 1971, p.9
  5. ^ (EN) Prof Philip K Hitti, A History of the Arabs, London:Macmillan, 1949 ed, pp.20-21
  6. ^ a b (EN) "Wriggle Wire Tent Pegs" (PDF), su supapeg.com.au (archiviato dall'url originale il 21 novembre 2008).
  7. ^ a b (EN) "Stainless Steel Tent Pegs", in 4x4 Equip (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2015).
  8. ^ (EN) "Delta Ground Anchors", su deltagroundanchors.co.uk.
  9. ^ (EN) "Pressed Metal tent Pegs", su supapeg.com.au (archiviato dall'url originale il 25 settembre 2015).
  10. ^ (EN) "Key Head Wire Tent Pegs", su supapeg.com.au (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2008).
  11. ^ a b c d (EN) "Tent Pegs", su primusaustralia.com.au.
  12. ^ a b c (EN) "Plastic Tent Pegs", su supapeg.com.au (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2008).
  13. ^ (EN) "Tent Pegs", su boltanproducts.com (archiviato dall'url originale il 19 novembre 2008).
  14. ^ (EN) "Angle Iron Tent Pegs", su supapeg.com.au (archiviato dall'url originale il 18 giugno 2009).
  15. ^ a b (EN) "Tent Accessories", su needlesports.com (archiviato dall'url originale il 14 febbraio 2009).
  16. ^ (EN) "Love the Farm", su glastonburyfestivals.co.uk.
  17. ^ (EN) "Wrong again: Siôn Jenkins is innocent" by Bob Woffinden, New Statesman, 11 July 1998, su innocent.org.uk (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2015).
  18. ^ (EN) Statement of Reasons: CCRC Ref: 00226/2001/Jenkins
  19. ^ (EN) Jenkins cleared in Billie-Jo case, in BBC News, 9 febbraio 2006.
  20. ^ (EN) Sandra Laville e Laura Smith, "Allegations cost foster father his family and career", in The Guardian, 10 febbraio 2006.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]