Piazza dei Signori (Treviso)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°39′57.22″N 12°14′43.8″E / 45.665894°N 12.245501°E45.665894; 12.245501

Veduta della piazza: Palazzo della Prefettura con la Torre Civica e Palazzo Pretorio.

Piazza dei Signori è la piazza più importante di Treviso, ubicata nel cuore della città e suo centro culturale, storico e sociale.

La piazza, il cui nome attuale è dovuto alla presenza dei palazzi dell'antica Signoria trevigiana, si chiamava un tempo Maggiore, delle Catene o della Berlina (qui veniva praticata la punizione della pubblica umiliazione chiamata appunto "berlina"). Altre indicazioni della piazza, a partire dal '500, furono: piazza Grande, piazza del Popolo, piazza San Marco del Carubio e, più tardi, piazza dei Nobili[1].

Su piazza dei Signori si affacciano alcune rilevanti architetture:

  • A nord si trova il Palazzo del Podestà, con la Torre Civica,era sede della Signoria: risale al XIII secolo;
  • A est il Palazzo dei Trecento, antica sede del Maggior Consiglio, gravemente danneggiato durante il bombardamento di Treviso del 7 aprile 1944 ha riacquistato il suo aspetto primitivo grazie a un accorto restauro;
  • A ovest il Palazzo Pretorio, con facciata del '600;

Poco distante dal Palazzo del Podestà, all'inizio di via Calmaggiore, si trovava un tempo la Fontana delle tette. Rimossa dopo la caduta della Repubblica Veneta, fu ritrovata dall'abate Bailo e attualmente si trova nella loggia del Palazzo dei Trecento.

Nella piazza si possono notare inoltre numerosi leoni con il Vangelo aperto, segno della dominazione della Serenissima.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lucio Polo (a cura di), Treviso nostra, Treviso, Associazione Tarvisium, 1964, p. 354.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Treviso Portale Treviso: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Treviso