Piazza Martiri della libertà (Teramo)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Piazza Martiri della libertà
ScorcioPiazzaMartiri.JPG
Veduta dall'alto
Nomi precedentiPiazza Vittorio Emanuele II
Localizzazione
StatoItalia Italia
CittàTeramo
DistrettoI
Codice postale64100
Informazioni generali
Pavimentazionemattonelle sampietrini
CostruzioneXIX secolo
Collegamenti
Finedopo il 1870
Luoghi d'interesseCattedrale di Santa Maria Assunta
  • Palazzo Vescovile
Mappa

Coordinate: 42°39′32.09″N 13°42′09.87″E / 42.658914°N 13.702742°E42.658914; 13.702742

La piazza dei Martiri della libertà, un tempo nota come piazza Vittorio Emanuele II, è una piazza della città di Teramo.

«Teramo venne, dopo i borghi e i lumi della valle; entrativi a notte, quando già vi passeggiavano gli ufficiali del presidio e della tutela con tutta la gente, e dal bar della piazza, sotto il bel portico, s'intravedeva in un elisio di luce a girar manopole d'ebano il garzone a tutto vapore, d'attorno la cattedrale nichelata degli espressi…»

(Carlo Emilio Gadda)

Sita nel cuore del centro storico, sull'asse viario principale formato dai corsi San Giorgio, De Michetti e Cerulli, insieme all'adiacente piazza Orsini è il vero centro della vita cittadina: oltre ad essere il punto nevralgico dello "struscio" serale, è sede, nel corso dell'anno, di numerose manifestazioni culturali, musicali e sportive.

In essa si affacciano edifici storici e monumentali quali:

  • cattedrale: intitolata a santa Maria Assunta, è una delle opere artistiche di maggior pregio della città; edificata intorno al 1158, la cattedrale è dotata di due facciate, una delle quali si affaccia su piazza Martiri della libertà.
  • Palazzo vescovile: edificio risalente al XIII secolo, un tempo collegato alla cattedrale attraverso l'arco di Monsignore; presenta una facciata con loggia medioevale su piazza Martiri della libertà ed eleganti portici duecenteschi nella parte posteriore, in piazza Orsini.
  • Seminario: imponente complesso eretto su quello che nel 1597 era il convento di Santa Caterina, a sua volta posizionato a ridosso dei ruderi dell'anfiteatro romano, di cui permangono i resti nella zona dell'ex orto del seminario stesso.
  • Palazzo Costantini: storico palazzo teramano sotto i cui portici (detti "portici di Fumo") è presente il più antico caffè cittadino.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Abruzzo Portale Abruzzo: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Abruzzo