Piazza Bologna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 41°54′49.1″N 12°31′14.81″E / 41.91364°N 12.52078°E41.91364; 12.52078

Roma, Piazza Bologna

Piazza Bologna è una piazza sita tra viale delle Provincie e viale Ventuno Aprile, a Roma, nel quartiere Nomentano[1].

La piazza, dedicata al capoluogo emiliano, ha una forma circolare e ricopre una posizione centrale all'interno del quartiere; attorno ad essa, agli inizi del Novecento, si sviluppò un'area destinata alla borghesia medio-alta, caratterizzata da villini a quattro piani con pregevoli finiture architettoniche. L'avvento del fascismo da un lato consolidò l'impianto viario a stella (PRG del 1909), dall'altro mutò le caratteristiche architettoniche e la tipologia della popolazione insediata, con la creazione di edifici condominiali, aumentati con il notevole flusso migratorio in città nel secondo dopoguerra.

A piazza Bologna si trovano l'ufficio postale realizzato nel 1935 da Mario Ridolfi e Mario Fagiolo, e la stazione Bologna della metropolitana di Roma (Linea B); da qui parte la diramazione B1 che conduce a piazzale Jonio.

Piazza Bologna ha un importante ruolo nel romanzo Nucleo Zero di Luce d'Eramo.

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Metropolitana di Roma B.svg È raggiungibile dalla stazione Bologna.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Claudio Rendina, Donatella Paradisi, Le strade di Roma. Volume primo A-D, Roma, Newton Compton Editori, 2004, ISBN 88-541-0208-3.
Roma Portale Roma: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Roma