Piano GOELRO

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Frontespizio del 1920 del piano GOELRO.

Il piano GOELRO (in russo: план ГОЭЛРО?) è stato il primo piano sovietico in assoluto per la ripresa dell'economia nazionale e lo sviluppo e divenne il prototipo dei successivi piani quinquennali varati dal Gosplan. GOELRO è la translitterazione dell'abbreviazione russa per "Commissione statale per l'elettrificazione della Russia" (Государственная комиссия по электрификации России, Gosudarstvennaja komissija po elektrifikacii Rossii).

La commissione e il piano furono avviati e supervisionati dal leader sovietico Vladimir Lenin che credeva nell'importanza centrale dell'elettrificazione del Paese per il raggiungimento del comunismo, come affermò in questa frase:

«Il comunismo è il governo sovietico più l'elettrificazione di tutto il paese»

(Vladimir Lenin)

La commissione fu stabilità dal Presidium del Soviet supremo dell'economia nazionale il 21 febbraio 1920[1] in base alla risoluzione del 3 febbraio dello stesso anno varata dal Comitato esecutivo centrale panrusso riguardo allo sviluppo di un piano per l'elettrificazione.[2] Il direttore della commissione era Gleb Kržižanovskij. Al progetto parteciparono circa 200 scienziati e ingegneri Genrih Graftio, Ivan Aleksandrov, Mihail Šatelen e altri. Verso la fine del 1920 la commissione ideò il "Piano Elettrificazione della RSFS Russa" (in russo: «План электрификации Р.С.Ф.С.Р»?), che fu successivamente approvato dall'VIII Congresso panrusso dei Soviet il 22 dicembre 1920[3] e approvato dal Sovnarkom il 21 dicembre 1921.[4]

Il piano rappresentò un'importante rinnovamento dell'economia sovietica basata sulla totale elettrificazione del Paese. L'obiettivo del piano annunciato da Lenin era "[...] l'organizzazione dell'industria sulle basi della moderna e avanzata tecnologia, sull'elettrificazione che garantirà un collegamento tra le città e il Paese, porrà fine alla divisione tra le città e il Paese, renderà possibile l'aumento del livello culturale nelle periferie e il superamento, anche negli angoli più remoti del territorio, dell'ignoranza, della povertà, della malattia e del barbarismo."[5]

Implementazione[modifica | modifica wikitesto]

Il piano GOELRO fu implementato durante un periodo lungo tra i 10 e i 15 anni ed in base a esso, il territorio della RSFS Russa venne diviso in otto regioni, con distinte strategie di sviluppo realizzate in base alle caratteristiche di ciascuna area: la regione Meridionale, Industriale centrale, Settentrionale, degli Urali, del Volga, del Turkestan, del Caucaso e della Siberia occidentale.[6] Il piano prevedeva la costruzione di una rete di 30 centrali elettriche regionali, tra cui 10 grandi centrali idroelettriche e numerose grandi imprese industriali alimentate con l'elettricità.[7] La produzione nazionale annuale di potenza elettrica doveva aumentare a 8,8 miliardi kWh, contro i 1,9 miliardi kWh del 1913 nella Russia imperiale. La propaganda sovietica sosteneva che il piano sarebbe stato completato entro il 1931 ma in realtà soltanto tre delle dieci stazioni idroelettriche previste furono già costruite nel 1930: l'impianto di Volchov, Svir'stroj e di Zaporižžja.[8] L'obiettivo degli 8,8 miliardi di kWh fu tuttavia raggiunto nel 1931[9] e la produzione di potenza nazionale continuò ad aumentare esponenzialmente, raggiungendo i 13,5 miliardi kWh verso il termine del primo piano quinquennale nel 1932, 36 miliardi kWh nel 1937 e 48 miliardi kWh nel 1940.

Ivan Aleksandrov diresse successivamente la Commissione regionalizzazione del Gosplan che divise l'Unione Sovietica in 13 regioni economiche europee e 8 asiatiche, utilizzando la razionale pianificazione economica piuttosto che "le vestigia dei diritti sovrani perduti".[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) P. S. Neporozhnii, 50th anniversary of the Lenin Goélro Plan and Hydropower Development, in Hydrotechnical Construction, vol. 4, n. 12, 1970-12, pp. 1089–1093, DOI:10.1007/BF02397589. URL consultato il 17 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 24 febbraio 2020).
  2. ^ Grande enciclopedia sovietica, 3ª ed, voce: "ГОЭЛРО"
  3. ^ (RU) О плане ГОЭЛРО, su www.kuzbassenergo.ru (archiviato dall'url originale il 26 dicembre 2008).
  4. ^ Aleksandr Michajlovič Prochorov, Physics in the USSR: stages in a long journey, in Physics-Uspekhi, vol. 26, n. 8.
  5. ^ Lenin "Collected Works", vol. 30, p. 335.
  6. ^ (RU) 85 лет плана ГОЭЛРО, su 85goelro.rao-ees.ru (archiviato dall'url originale il 27 settembre 2007).
  7. ^ G. G. Lapin, 70 Years of Gidroproekt and Hydroelectric Power in Russia [collegamento interrotto], in Hydrotechnical Construction, vol. 34, n. 8-9, pp. 374-379, DOI:10.1023/A:1004107617449.
  8. ^ (RU) Oleg Nikitin, Плюс электрификация, su www.forbes.ru.
  9. ^ (RU) Развитие электроэнергетики в СССР (к 80летию плана ГОЭЛРО), su www.situation.ru. URL consultato il 17 ottobre 2018 (archiviato dall'url originale il 22 ottobre 2018).
  10. ^ Ekonomičeskoe raionirovanie Rossii, Gosplan, Mosca 1921

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]