Piancavallo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piancavallo
frazione
Panorama di Piancavallo in estate.
Panorama di Piancavallo in estate.
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Friuli-Venezia Giulia-Stemma.png Friuli-Venezia Giulia
Provincia Provincia di Pordenone-Stemma.png Pordenone
Comune Aviano-Stemma.png Aviano
Territorio
Coordinate 46°06′25″N 12°31′00″E / 46.106944°N 12.516667°E46.106944; 12.516667 (Piancavallo)Coordinate: 46°06′25″N 12°31′00″E / 46.106944°N 12.516667°E46.106944; 12.516667 (Piancavallo)
Altitudine 1.280 m s.l.m.
Abitanti 43[1]
Altre informazioni
Cod. postale 33081
Prefisso 0434
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti Piancavallesi
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Piancavallo
Piancavallo

Piancavallo (Plancjavàl in friulano standard e in friulano occidentale[2]) è una frazione del comune di Aviano, in provincia di Pordenone.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Piancavallo sorge a 1.280 m s.l.m., in una conca del versante orientale del Monte Cavallo (alto 2.251 m), vicino alla foresta del Cansiglio.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Piancavallo è sorta alla fine degli anni sessanta. È stata la prima stazione sciistica italiana a installare un sistema di innevamento artificiale. Ospitò dal 1979 agli inizi degli anni novanta varie gare femminili di Coppa del Mondo di sci alpino . Dal 1970 vi si è svolto per molti anni il Rally Piancavallo di valenza europea; ora si svolge annualmente un rally di livello nazionale. Ha ospitato l'arrivo di una tappa del Giro d'Italia del 1998, dove ha visto imporsi Marco Pantani, e il passaggio della 15ª tappa del Giro d'Italia del 2011 dove ha scollinato per primo Emanuele Sella.

Anno Tappa Partenza Km Vincitore di tappa Maglia Rosa
1998 14a Schio 165 Italia Marco Pantani Svizzera Alex Zülle

È stata sede, nel periodo estivo, di un campus della Federazione Italiana Hockey e Pattinaggio.

Altopiano frequentato fin dalla preistoria, annovera nel 1726 una delle prime salite alpinistiche italiane documentate al Cimon del Cavallo o Cima Manera (mt.2251), la vetta più alta del gruppo, ad opera dei botanici Stefanelli e Zanichelli.

Eventi[modifica | modifica wikitesto]

Piancavallo ospita d'inverno gare di sci alpino, anche di livello internazionale (FIS). Un'importante gara di fondo è la 6 ore di fondo, una maratona di 6 ore che si svolge lungo un anello di circa 3 km. D'estate si svolgono diverse attività enogastronomiche e culturali, ad esempio passeggiate nel sentiero delle Malghe che unisce Piancavallo alla Castaldia (ripetitori)

Trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La località è collegata tramite autobus atap alla Stazione ferroviaria di Aviano, e alle principali località della Provincia di Pordenone.

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Nel periodo invernale, Piancavallo è frequentato soprattutto per praticare sci alpino, snowboard grazie alla presenza di uno snowpark all'avanguardia, sci di fondo e telemark.

A Piancavallo operano la Scuola Sci Piancavallo (blu) e la Scuola Sci Aviano-Piancavallo (rossa). Entrambe insegnano in tutte le discipline ed a tutti i livelli, con aree attrezzate anche per i più piccoli con dei piccoli parchi giochi sulla neve come il Gioca la Neve, vicino allo snowpark e ideato dalla prima, e l'area di Nevelandia, situata nei pressi delle piste da fondo e ideata dalla seconda, per insegnare a sciare ai bambini in totale sicurezza.

La stazione sciistica è anche sede operativa di moltissimi sci club dell'area pordenonese e regionale.

La località inoltre è spesso scelta per ritiri estivi di squadre professionistiche di calcio come l'Unione Venezia ed il Pordenone Calcio.

A fine giugno si svolge la manifestazione "10 miglia internazionale Aviano Piancavallo", manifestazione podistica che da Aviano, si raggiunge la località turistica tramite strade e sentieri turistici.

Galleria fotografica[modifica | modifica wikitesto]

I maestri di sci della Scuola Sci Aviano Piancavallo
Scuola di sci Aviano Piancavallo
Pista Tremol 2, Piancavallo
Piancavallo dal Monte Tremol

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ In assenza di dati ufficiali precisi, si è fatto riferimento alla popolazione della parrocchia, reperibile nel sito della CEI.
  2. ^ Toponomastica: denominazioni ufficiali in lingua friulana.

Altri progetti

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Friuli-Venezia Giulia Portale Friuli-Venezia Giulia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Friuli-Venezia Giulia