Piana dell'Ararat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Coordinate: 40°02′24″N 44°19′48″E / 40.04°N 44.33°E40.04; 44.33

Veduta della piana dell'Ararat da Yerevan.

La piana dell'Ararat (armeno: Արարատյան դաշտ, Araratyan dašt) è una delle più estese dell'altopiano armeno. Si allunga a ovest del bacino di Sevan, ai piedi dei monti Geghama. A nord, la pianura confina con il monte Aragats, mentre il monte Ararat la delimita a sud. È suddivisa in due sezioni dal fiume Aras: la parte settentrionale è situata in Armenia, quella meridionale in Turchia[1].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Lo storico armeno medioevale Mosè di Corene annotò nella sua Storia dell'Armenia che la piana dell'Ararat deve il nome al re Ara il Bello, pronipote di Amasya[2].

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il cielo che sovrasta la piana dell'Ararat e il bacino di Sevan è quasi sempre molto sereno e queste due aree sono le più soleggiate dell'Armenia, ricevendo circa 2700 ore di sole all'anno. Le ore di sole diminuiscono nelle zone di foresta a medie altitudini (circa 2000 ore). Ai piedi dei monti, è raro avere una giornata non serena tra i mesi di giugno e ottobre[3][4].

Agricoltura[modifica | modifica wikitesto]

La piana dell'Ararat ricopre un'area pari al 4% della superficie totale dell'Armenia, ma produce il 40% della produzione agricola dell'intero Paese[3].

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Panorama della piana dell'Ararat vista da Dzorap (Armenia).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Charles Dowsett, Armenia, Encyclopædia Britannica. URL consultato il 10 gennaio 2015.
  2. ^ Mount Ararat Expedition!, Ararat Expedition. URL consultato il 10 gennaio 2015.
  3. ^ a b Irina Petrosian and David Underwood, Armenian Food: Fact, Fiction & Folklore, LuLu, 15 maggio 2006, p. 23, ISBN 1411698657.
  4. ^ Ararat Plain, Triposo. URL consultato il 10 gennaio 2015 (archiviato dall'url originale il 10 gennaio 2015).
Armenia Portale Armenia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano dell'Armenia