Photinia glabra

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Photinia serrulata)
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Come leggere il tassoboxProgetto:Forme di vita/Come leggere il tassobox
Come leggere il tassobox
Photinia glabra
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Superrosidi
(clade) Rosidi
(clade) Eurosidi
(clade) Eurosidi I
Ordine Rosales
Famiglia Rosaceae
Sottofamiglia Amygdaloideae
Tribù Maleae
Sottotribù Malinae
Genere Photinia
Specie P. glabra
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Rosales
Famiglia Rosaceae
Genere Photinia
Specie P. glabra
Nomenclatura binomiale
Photinia glabra
(Thunb.) Jacob-Makoy, 1868
Sinonimi

Crataegus glabra
Thunb., 1784
Mespilus glabra
(Thunb.) Poir., 1798
Photinia serrulata
Lindl., 1821
Pyrus thunbergii
M.F.Fay & Christenh., 2018
Sorbus glabra
(Thunb.) Zabel, 1903

Photinia glabra (Thunb.) Jacob-Makoy, 1868 è una pianta perenne sempreverde appartenente alla famiglia delle Rosacee[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La fotinia si sviluppa come arbusto o alberello, e raggiunge i 4-5 metri d'altezza.[senza fonte] Ha foglie a lamina lanceolata dal margine finemente seghettato che sono rossastre sia al momento di germogliare, sia quando invecchiano, mentre in piena vegetazione sono di normale colore verde lucido. In primavera sbocciano piccoli fiori bianchi, a cui seguono piccole bacche dal colore rossastro (autunno).

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La pianta è diffusa in Cina, Giappone, Birmania e Thailandia[1]; fu introdotta in Europa a scopi ornamentali[senza fonte].

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Generalmente si esegue la propagazione di talea in estate in ambiente protetto, utilizzando i getti apicali della vegetazione dello stesso anno; successivamente può essere coltivata con successo sia in vaso che in pieno campo.

Sono presenti numerosi ibridi orticoli.

Come molte rosacee (pesco, mandorlo, ecc.) le foglie (soprattutto i giovani getti) e le bacche possono contenere precursori dell'acido cianidrico, che è un notevole veleno a cui sono particolarmente esposti i bovini; la pianta quindi non può essere usata come foraggio, o impiantata dove può essere brucata dai bovini. Le varie cultivar selezionate per uso di giardinaggio ne contengono quantità molto diverse, da un minimo a valori piuttosto elevati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Photinia glabra, su Plants of the World Online, Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 21/11/2022.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Enciclopedia dei ragazzi, Corriere della Sera - Istituto geografico De Agostini, 2006

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica