Phoenix theophrasti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Palma da dattero di Creta
Phoenix theophrasti
Esemplari di Phoenix theophrasti
sulla spiaggia di Vai, Creta
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Arecales
Famiglia Arecaceae
Sottofamiglia Coryphoideae
Tribù Phoeniceae
Genere Phoenix
Specie P. theophrasti
Nomenclatura binomiale
Phoenix theophrasti
Greuter, 1967

La palma da dattero di Creta (Phoenix theophrasti Greuter, 1967) è una pianta della famiglia delle Arecaceae diffusa a Creta ed in alcune località della Turchia.[1][2]

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Nota sin dall'antichità, ed un tempo molto diffusa sull'isola di Creta, si trova raffigurata su alcune monete romane coniate a Ierapetra. Fu dedicata nella classificazione botanica di Linneo (1707-1778) al filosofo e naturalista greco Teofrasto (372-287 a.C.).

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il fusto può raggiungere una altezza di 10 m ed è in genere attorniato da germogli basali più corti. È sormontato da una fitta chioma composta da foglie pennate, lunghe 3–5 m con foglioline inferiori esili e spinose e quelle superiori piatte e di colore glauco. Le infiorescenze sono brevemente peduncolate.
I frutti sono drupe lunghe 1,5 cm e larghe 1 cm, con un unico seme. Sono di solito considerati immangiabili, dato che la polpa è troppo sottile e fibrosa e il gusto è acre: tuttavia sono talvolta mangiati lo stesso dalle persone che vivono dove cresce la pianta.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Boschetto sulla spiaggia di Preveli, nell'isola di Creta.

È una delle due specie di palme endemica dell'Europa (l'altra è la palma nana).

Considerata endemica dell'isola di Creta, ove è presente in otto differenti stazioni, se ne è in epoca recente accertata la presenza anche in quattro zone della Turchia.[1]

Cresce prevalentemente in terreni sabbiosi, ben drenati, in prossimità del mare.

Propagazione[modifica | modifica wikitesto]

Si propaga da seme e per divisione di piccoli polloni laterali.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Johnson, D. 1998, Phoenix theophrasti, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2015.2, IUCN, 2015. URL consultato il 6 luglio 2016.
  2. ^ (EN) Phoenix theophrasti, in The Plant List. URL consultato il 6 luglio 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Davis, P. H., ed. (1965-1985). Flora of Turkey. Edinburgh.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica