Philipp Plein

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Philipp Plein a New York 2012

Philipp Plein (Monaco di Baviera, 16 febbraio 1978) è uno stilista tedesco fondatore dell’omonimo marchio di moda che propone linee abbigliamento e accessori per uomo, donna e bambino.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Philipp Plein cominciò a progettare e realizzare mobili per la famiglia e gli amici mentre era uno studente presso la facoltà di legge. I suoi prodotti attirarono l'attenzione di esperti nel settore del design e nel 1998, decise di fondare a Monaco di Baviera, la società PHILIPP PLEIN.[1] Philipp Plein iniziò a creare borse e accessori con gli avanzi di pelle per inserirle nei visual alle fiere.Nel 2003 progetto´ una area espositiva nella fiera CPD di Dusseldorf, per Moet & Chandon, e gli venne anche concesso di vendere i suoi accessori. Durante l’esposizione, in un giorno realizzò più di 100,000 €. Lo stesso anno abbandonò gli studi in legge e la linea di design per fondare l’anno successivo, nel 2004, il suo ononimo marchio di moda casual. Nel 2008 fu lanciato il marchio di abbigliamento di lusso Philipp Plein che ad oggi conta più di 100 negozi al mondo.

Il marchio[modifica | modifica wikitesto]

PHILIPP PLEIN International AG
Logo
Stato Germania Germania
Fondazione 1998 a Monaco di Baviera
Sede principale Svizzera
Persone chiave Philipp Plein (direttore generale)
Settore Moda
Prodotti Beni di lusso
Sito web www.philipp-plein.com

Fondata nel 1998 a Monaco di Baviera, la società PHILIPP PLEIN si dedica inizialmente alla creazione di mobili e complementi d'arredo. Nel 2004 divenne un marchio di abbigliamento moda.

Nel 2006 nasce la linea accessori del brand e nel 2008 viene lanciata la collezione "Couture": la campagna pubblicitaria vede come protagonisti i supermodelli Naomi Campbell e Marcus Schenkenberg.[2]

Nel 2008 Philipp Plein ha presentato la sua collezione "Heavy Metal" in occasione della sfilata "Germany's Next Top Model", presentata a Barcellona da Heidi Klum. È stato anche inaugurato il primo negozio monomarca a Monte Carlo e, a seguire, il primo showroom commerciale a Milano. Nei 4 anni successivi sono stati aperti oltre 30 negozi monomarca nelle principali mete dello shopping internazionale.[3]

Nel 2009 ha collaborato con la Mattel Inc. Presentando, alla fiera del giocattolo di Norimberga, la Barbie® PHILIPP PLEIN in occasione dei festeggiamenti per il 50º compleanno della bambola bambola più venduta al mondo. [4]

Nel 2010 Philipp Plein ha inaugurato boutique a Vienna, Mosca, St. Tropez, Cannes e Kitzbühel, oltre a uno showroom commerciale a Düsseldorf.

Nello stesso anno Philipp Plein ha partecipato alla sua prima settimana della moda di Milano presentando la collezione A/I 2011: al fashion show è seguito un after party in una chiesa sconsacrata del XVI. Il Dj Pierre Sarkozy, figlio del presidente francese Nicolas Sarkozy, è stato anche il volto della campagna pubblicitaria uomo P/E 2011.[5]


Nel corso del 2011 sono state aperte a Forte dei Marmi e Düsseldorf due boutique PHILIPP PLEIN e all’inizio del 2012 è stato inaugurato lo showroom di Hong Kong. Nello stesso hanno PHILIPP PLEIN ha siglato una partnership con la squadra di calcio dell'Associazione Sportiva Roma per fornire le divise ufficiali agli sportivi per 4 stagioni, fino al 2015.[6]

In questo periodo “Bad girls” hollywoodiane come Mischa Barton e la ribelle Lindsay Lohan sono state volti PHILIPP PLEIN rappresentando l'animo ribelle e rock del marchio. [7] L'attore e cantante inglese Ed Westwick, è stato ritratto dal fotografo Terry Richardson per la campagna AI 2012/2013.Westwick ha sfilato anche durante il fashion show di presentazione della collezione uomo PE 2013.[8]

Terry Richardson ha scattato la provocatoria campagna PE 2013 alla quale hanno partecipato le top model Lea T. e Poppy Delevingne.[9] Lea T. ha aperto la sfilata PE 2013, in cui ha partecipato anche la showgirl italiana Elisabetta Canalis.[10]

Il 2013 ha visto l'apertura di un nuovo monomarca a Porto Cervo, della terza boutique a Mosca, di store a Parigi, Miami, Casablanca, Courchevel, Kiev, Hangzhou, e della seconda e terza boutique a Seoul, oltre all'inaugurazione dello showroom di New York.[11] Grace Jones ha aperto la sfilata AI 2013 con un performance di “I've seen that face before.”

Superstar internazionali si sono esibite durante le sfilate di PHILIPP PLEIN: Grace Jones ha aperto la sfilata AI 2013 con una performance di “I've seen that face before.” e la rapper Iggy Azale quella PE 2014, esibendosi con il suo successo Work,[12] mentre in passerella si avvicendavano solo modelle di colore, capitanate da Liya Kebede. Proprio questo fashion show è stato considerato dalla critica controcorrente e rivoluzionario: in un settore in cui le modelle di colore hanno di solito meno successo.[13]

Il fotografo Francesco Carrozzini ha proseguito su questa strada, fotografando per la campagna della collezione PE 2014 un cast interamente di colore.[14] La collezione di underwear maschile PE 2014 è stata lanciata con un video realizzato la celebre fotografo Steven Klein.[15]

Nel 2014 sono state aperte nuove boutique a Hong Kong, Los Angeles e New York, oltre che a Ibiza, Bodrum, Doha, a cui si aggiungono il primo duty free PHILIPP PLEIN all'aeroporto di Vienna e il secondo monomarca a Milano.

Rita Ora ha cantato live il suo hit song “Face melt” per la sfilata donna AI 2014 che è stato aperta dalla top model Naomi Campbell[16] e il rapper statunitense Theophilus London si è esibito dal vivo su una moto d'acqua durante la sfilata uomo PE 15, tenuta in una piscina storica in disuso nel centro di Milano.[17]

A gennaio 2015 Snoop Dogg ha aperto la sfilata uomo autunno/inverno 2015/16 mentre per la sfilata donna a febbraio è stata costruita una montagna rossa funzionante dove le modelle sono salite dopo il loro turno sulla passerella.[18]

Dal 16 gennaio 2015 Philipp Plein ha partecipato come giudice, al fianco di Asia Argento e Joaquim Cortes, a “Forte Forte Forte”, il nuovo programma di Raffaella Carrà in onda su Rai 1 in prima serata..[19]

Nel 2016 Philipp Plein è diventato un gruppo: al marchio originario Philipp Plein si sono aggiunti, a maggio Billionaire Couture, brand di lusso del quale il gruppo detiene la quota di maggioranza, e a settembre, il nuovo brand di activewear, Plein Sport che ha conquistato 500 punti vendita nelle sole prima 4 settimane della campagna vendite.

Philipp Plein ha continuato a creare i fashion show più oltraggiosi e attesi della settimana della moda milanese. Nel settembre 2016, per la presentazione della collezione femminile SS17 intitolata “Alice in Ghettoland” è stato ricreato un quartiere fantastico e colorato con casette, giornalai, giardini pop e una giostra Swing Carousel. La star internazionale Fergie è entrata in scena su una decappottabile d’epoca e si è esibita durante lo show con il repper Fat Joe mentre Paris Hilton ha sfilato sulla passerella accompagnando le supermodelle. Per il gran finale le modelle hanno volteggiato tutte insieme sulla Swing Carousel. L’evento ha segnato l’addio di Philipp Plein alla settimana della moda di Milano: come affermato dallo stilista, la collezione FW 17/18 verrà presentata nel febbraio 2017 a New York.

Entro la fine del 2016 ci saranno 107 monomarca Philipp Plein in tutto il mondo. Il piano di espansione del gruppo nei prossimi anni è focalizzato sul mercato statunitense; per questo motivo Graziano De Boni è stato nominato CEO di PHILIPP PLEIN America.

Negozi[modifica | modifica wikitesto]

Ciascuna boutique PHILIPP PLEIN si caratterizza per l'uso di pietra bianca e nera, acciaio cromato, rivestimenti esotici in pelle, enormi chandelier in vetro di Murano e un teschio gigante tempestato di CRYSTALLIZED™ - Swarovski Elements, icona del marchio.[20] La prima boutique PHILIPP PLEIN è stata inaugurata a Monte Carlo nel 2009, e nel 2015 si contano oltre 60 monomarca in tutto il mondo, tra cui quelli di Milano, Parigi, Düsseldorf, Londra, New York, Los Angeles, Mosca, Hong Kong, Seoul e Dubai.[21]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • 2007 vincitore del Premio Nazionale GQ Brand of the Year
  • 2008 vincitore del Premio New Faces nella categoria Moda
  • 2014 vincitore del Premio "International Fashion Brand" Esquire Middle East Man at his Best Awards
  • 2016 vincitore del Monte Carlo Fashion Week Awards
  • 2016 Vincitore del GQ Award „Man of the Year“ per la categoria moda

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ W Magazine March 2015
  2. ^ Philipp Plein | brands | mini web sites | modemonline.com
  3. ^ “Dicevano: Philipp chi? Oggi vendo uno stile di vita”. I segreti del successo di PleinModa | Moda
  4. ^ Philipp Plein© Barbie® Doll | designer-dolls-o-z | The Barbie Collection
  5. ^ Domani sfila Philipp Plein: Guest star Pierre Sarkozy, DJ d
  6. ^ Philipp Plein dresses AS Roma
  7. ^ Lindsay Lohan is Red Hot During Philipp Plein Photo Shoot (PHOTOS) | Celebuzz
  8. ^ Ed Westwick Walks Runway For Philipp Plein (PHOTOS)
  9. ^ Poppy Delevingne, Terry Richardson and Lea T for Philipp Plein | Vogue Paris
  10. ^ Canalis e Lea T in passerella per Philipp Plein
  11. ^ Philipp Plein's Expansion in America Takes Off in New York City | Luxury Newswire
  12. ^ philipp plein spring 2014 News and Photos | Perez Hilton
  13. ^ Philipp Plein casts ‘fleet of black beauties' for Milan show - NY Daily News
  14. ^ Fashion Shows: Fashion Week, Runway, Designer Collections - Vogue
  15. ^ PHILIPP PLEIN - Noir Cowboy by Steven Klein - YouTube
  16. ^ Naomi Campbell parties with Philipp Plein after Milan Fashion Week show | Daily Mail Online
  17. ^ Philipp Plein Men's RTW Spring 2015 | WWD
  18. ^ International New York Times 27/2/15
  19. ^ Tv: Raffaella Carrà, a 'Forte forte forte' Asia Argento e Joaquín Cortés
  20. ^ Philipp Plein a Milano - Vogue.it
  21. ^ Store locator

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN301549554 · GND: (DE1035627698