Philip Barker Webb

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Philip Barker Webb

Philip Barker Webb, citato in italiano anche come Filippo Webb (Milford House, 10 luglio 1793Parigi, 29 agosto 1854), è stato un botanico e naturalista inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Pronipote di Philip Carteret Webb (1700–1770) e maggiore dei tre figli di Philip Smith Webb (originario di Milford House, Surrey) e Hannah, figlia di sir Robert Barker, Philip Barker Webb nacque a Milford House il 10 luglio del 1793. Frequentò dapprima la Harrow School e in seguito il college universitario di Christ Church a Oxford dove, seguendo le lezioni di William Buckland, si appassionò alla geologia[1]. Apprese i primi rudimenti della botanica alla scuola di Harrow, secondo le consuetudini delle ricche famiglie inglesi e a soli diciassette anni fu ammesso all'università di Oxford dove si laureò nel 1815, qui studiò italiano e spagnolo, approfondì i classici greci e latini, la botanica e la geologia.

La morte del padre gli permise di acquisire una notevole prosperità economica e iniziò a viaggiare, nel corso dei suoi viaggi catalogò molte specie di piante. Visitò a scopo scientifico la Svezia, i Paesi mediterranei - in particolare l'Italia e la Grecia in compagnia dell'amico e botanico Alberto Parolini e poi la Spagna, i cui tesori botanici erano ancora poco noti agli studiosi del tempo -, l'Asia Minore e le Isole Canarie, interessandosi alla flora delle varie regioni che raccolse in un erbario ricco di oltre 90.000 specie, poi donato, unitamente alla sua preziosa biblioteca, all'Erbario Centrale Italico di Firenze[2].

Morì a Parigi nel 1854.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

(elenco parziale)

  • Otia hispanica seu delectus plantarum aut nondum notarum Hispanias sponte nascentium
  • Iter hispaniense or a synopsis of Plants Collected in the Southern Provinces of Spain and in Portugal
  • Notice générale sur le géologie des Iles Canaries
  • Osservazioni intorno allo stato antico e presente dell'Agro Trojano
  • Hystoire naturelle des Iles Canaries (composta con S. Berthelot).

Archivio[modifica | modifica wikitesto]

Il fondo Webb Philiph Barker[3] costituisce il nucleo originario del patrimonio documentario della Biblioteca di Botanica della Facoltà di scienze matematiche, fisiche e naturali dell'Università degli studi di Firenze[4], dove è tutt'ora conservato e consultabile. Si tratta della donazione del naturalista inglese che, a metà Ottocento, lasciò per testamento al granduca di Toscana oltre al suo ricchissimo erbario e alla altrettanto importante biblioteca (oltre 5000 volumi e altrettanti opuscoli e estratti), anche un carteggio contenente oltre duemila lettere che testimoniano la sua rete di rapporti internazionali con i più importanti botanici e naturalisti europei della prima metà dell'Ottocento.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Royal Society - Fellow's detail [collegamento interrotto], su www2.royalsociety.org. URL consultato il 26 dicembre 2011.
  2. ^ Erbario dei Laboratori di Botanica Agraria di Firenze (FIAF), su dispaa.unifi.it. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  3. ^ Fondo Webb Philip Barker, su SIUSA Sistema Informativo Unificato per le Soprintendenze Archivistiche. URL consultato il 24 gennaio 2018.
  4. ^ Università degli Studi di Firenze.Archivi della Biblioteca di Scienze, su sba.unifi.it. URL consultato il 24 gennaio 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Webb è l'abbreviazione standard utilizzata per le piante descritte da Philip Barker Webb.
Elenco delle piante assegnate a questo autore dall'IPNI
Consulta la lista delle abbreviazioni degli autori botanici.
Controllo di autoritàVIAF (EN9945777 · ISNI (EN0000 0001 1827 2619 · LCCN (ENnr00027836 · GND (DE117156396 · BNF (FRcb12462487v (data) · BAV ADV11201144 · CERL cnp01084616