Phalaenopsis gigantea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Phalaenopsis gigantea
Phalaenopsis gigantea toapel.jpg
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Liliopsida
Ordine Orchidales
Famiglia Orchidaceae
Sottofamiglia Epidendroideae
Tribù Vandeae
Sottotribù Aeridinae
Genere Phalaenopsis
Specie P. gigantea
Classificazione APG
Ordine Asparagales
Famiglia Orchidaceae
Nomenclatura binomiale
Phalaenopsis gigantea
J.J.Sm., 1909
Sinonimi

vedi testo[1]

Phalaenopsis gigantea J.J.Sm., 1909 è una pianta della famiglia delle Orchidaceae [1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

È un'orchidea di grandi dimensioni che cresce epifita nel sottobosco delle foreste pluviali, caratterizzata da un breve stelo completamente avvolto dalle brattee fogliari basali, con cinque o sei foglie embricate, pendule, coriacee, da ellittiche a oblungo-ovate, ottuse all'apice, di colore verde bluastro e lucide su entrambe le pagine. La fioritura può avvenire in qualsiasi momento dell'anno ma è più probabile tra la tarda estate e l'inizio autunno e dà luogo a un'infiorescenza lunga fino a 40 cm, racemosa o paniculata, pendula e portante molti fiori. Questi sono grandi mediamente da 4 a 7 cm, delicatamente profumati, robusti e cerosi, di colore crema screziato di marrone e con una macchia arancione sul labello [2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La specie è originaria di Sabah, Borneo e Sarawak. Cresce nel sottobosco delle foreste pluviali, in pianura e in collina, fino a 400 metri di quota[2].

Sinonimi[modifica | modifica wikitesto]

Polychilos gigantea (J.J.Sm.) Shim, 1982
Phalaenopsis gigantea var. decolorata Braem ex Holle-De Raeve, 1991
Phalaenopsis gigantea var. aurea Christenson, 2001
Phalaenopsis gigantea f. decolorata (Braem ex Holle-De Raeve) Christenson, 2001

Coltivazione[modifica | modifica wikitesto]

Questa pianta richiede ombra, temendo la luce del sole e temperature elevate, almeno nella stagione di fioritura quando gradisce nebulizzazioni. La fioritura può avvenire sulle parti rimaste verdi delle vecchie infioriture, quindi è consigliabile non asportarle.[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Phalaenopsis gigantea, in World Checklist of Orchidaceae, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 14 marzo 2014.
  2. ^ a b c Phalaenopsis gigantea, in Internet Orchid Species Photo Encyclopedia. URL consultato il 14 marzo 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica