Peur(s) du noir - Paure del buio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Peur(s) du noir - Paure del buio
Peursdunoir-2007.png
Titoli di testa del film
Titolo originalePeur(s) du noir
Paese di produzioneFrancia
Anno2007
Durata85 min
Dati tecniciB/N e a colori
Genereanimazione, orrore
RegiaBlutch, Charles Burns, Marie Caillou, Pierre Di Sciullo, Lorenzo Mattotti e Richard McGuire
SceneggiaturaBlutch, Charles Burns, Pierre Di Sciullo, Jerry Kramsky, Richard McGuire, Michel Pirus e Romain Slocombe
ProduttoreValérie Schermann, Christophe Jankovic, Vincent Tavier e Philippe Kauffmann
Produttore esecutivoValérie Schermann, Christophe Jankovic, Denis Friedman, Vincent Tavier e Philippe Kauffmann
Casa di produzionePrima Linéa Productions
MontaggioCéline Kélépikis
MusicheLaurent Perez Del Mar, Boris Gronemberger, René Aubry e George Van Dam
Art directorEtienne Robial
AnimatoriJean-Cristophe Lie, Yves Fluery-Collet, Pieter Vanluffelen, Livia Marchand, Hoel Caouissin, Xiaohua Zhou, Lionel Kerjean, Julien Dexant
Doppiatori originali
Episodio di Blutch
Episodio di Charles Burns
Episodio di Marie Caillou
Episodio di Pierre Di Sciullo
Episodio di Lorenzo Mattotti

Peur(s) du noir - Paure del buio è un film d'animazione collettivo del 2007 diretto da Blutch, Charles Burns, Marie Caillou, Pierre Di Sciullo, Lorenzo Mattotti e Richard McGuire.

Ciascuno dei sei illustratori e autori di fumetti coinvolti nel progetto, con differenti esperienze precedenti nel campo dell'animazione, ha realizzato un episodio del film, senza titolo ma sul tema comune della paura, con un diverso stile grafico ma rispettando la scelta estetica e narrativa del bianco e nero (con l'eccezione dell'episodio di Marie Caillou, in cui appare per qualche secondo il rosso).

Due episodi, quelli di Blutch e Pierre Di Sciullo, incorniciano e inframmezzano gli altri quattro.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Ogni autore è stato direttamente responsabile della realizzazione del proprio segmento, lavorando con una differente équipe di animatori, in modo che ognuna di queste si dovesse cimentare con un unico stile grafico, utilizzando computer e 3D o tecniche tradizionali, a seconda della necessità.[1]

Per Lorenzo Mattotti si è trattata della prima esperienza con l'animazione. In precedenza, aveva solo realizzato ed elaborato dei disegni per il film a episodi Eros (2004).

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato in anteprima internazionale alla Festa del Cinema di Roma 2007 e poi in diversi festival cinematografici, quali il Sundance Film Festival, il Fantastic'Arts di Gérardmer, il Rotterdam Film Festival.

È uscito nelle sale cinematografiche francesi il 13 febbraio 2008. Ha avuto una distribuzione limitata nelle sale statunitensi a partire dal 22 ottobre 2008. In Italia è stato distribuito direttamente per il mercato home video dalla rivista Internazionale a partire dal 27 dicembre 2008.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Su Metacritic il film ha un punteggio di 69/100, sulla base di 16 recensioni.[2]

Su Rotten Tomatoes ha una valutazione di 72%, con 42 recensioni positive su un totale di 58.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Andrea Fornasiero, Il buio si avvicina, in FilmTV, 31 dicembre 2008, p. 22.
  2. ^ (EN) Metacritic, su metacritic.com. URL consultato il 13-4-2009.
  3. ^ (EN) Rotten Tomatoes, su uk.rottentomatoes.com. URL consultato il 13-4-2009 (archiviato dall'url originale il 1º aprile 2009).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]