Peucezia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La Peucezia è il nome che, nel periodo antecedente alla conquista da parte dei Romani, veniva attribuito a buona parte dell'odierna provincia di Bari, abitata appunto dai Peuceti, una delle tre tribù degli Iapigi (le altre due erano i Dauni e i Messapi). I centri principali furono Thuriae, Genusia, Butuntum, Canusium, Rubi, Silvium, Celiae e Azetium. L'attuale capoluogo Barium fu relativamente poco importante. In seguito il territorio che costituisce la parte centro-settentrionale dell'attuale Puglia, ossia tutta la "Peucezia" e la "Daunia", venne chiamato con il termine "Apulia".

«A nord si trovano le popolazioni chiamate in greco Peucezi e Dauni, ma gli indigeni chiamano Apulia tutta la regione dopo la Calabria e Apuli la popolazione.»

(Strabone - Geografia VI, 3, 1 - traduzione di Nicola Biffi; si noti che per "Calabria" si intendeva la penisola salentina.)

In realtà furono i romani ad utilizzare maggiormente il toponimo Apulia, che si ritrova incluso anche nella Regio II Apulia et Calabria comprendente però, oltre all'odierno Salento (all'epoca denominato Calabria in quanto abitato dai Calabri e dai Sallentini), anche l'Irpinia.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN1040145424644486830824 · WorldCat Identities (ENviaf-1040145424644486830824