Peter Gabriel (1978)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Peter Gabriel
ArtistaPeter Gabriel
Tipo albumStudio
Pubblicazione1978
Durata42:14
Dischi1
Tracce11
GenereRock
EtichettaVirgin
ProduttoreRobert Fripp
NoteL'album è la seconda opera da solista
Peter Gabriel - cronologia
Album precedente
(1977)
Album successivo
(1980)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Discogs 3.90/5 stelle
All Music 4.5/5 stelle

Peter Gabriel è il secondo album di Peter Gabriel da solista. Con questo album Gabriel torna a sonorità simili a quelle dei Genesis, ma con nuove sperimentazioni.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

Come il precedente l'album è senza titolo. Sulla sua copertina compare solo il nome e una foto di Peter Gabriel lacerata da alcuni graffi che Gabriel stesso sembra procurare all'immagine "da dentro". Da qui, il titolo "scratch" con cui l'album è anche noto.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Nell'edizione in vinile, l'incisione del brano conclusivo del primo lato (White Shadow) prosegue anche sui solchi a spirale che chiudono il disco, ed anche sul cerchio terminale. La nota d'organo che chiude il pezzo, pertanto, persiste indefinitamente finché l'ascoltatore non provvede ad alzare il braccio del giradischi dal solco.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. On the air – 5:28
  2. D.I.Y. (Do It Yourself) – 2:38
  3. Mother of violence – 3:22
  4. A wonderful day in a one-way world – 3:35
  5. White shadow – 5:18
  6. Indigo – 3:33
  7. Animal magic – 3:29
  8. Exposure – 4:17
  9. Flotsam and Jetsam – 2:22
  10. Perspective – 3:28
  11. Home sweet home – 4:39

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Rock Portale Rock: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock