Pesto modenese

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Pesto modenese
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneEmilia-Romagna
Zona di produzioneProvincia di Modena
Dettagli
Categoriacondimento
RiconoscimentoP.A.T.

Il pesto alla modenese (nella zona est dell'appennino anche noto come cunza) è un condimento tipico della cucina della provincia di Modena a base di lardo.

Utilizzo[modifica | modifica wikitesto]

Il pesto modenese, unito a una spolverata di parmigiano reggiano, viene utilizzato essenzialmente per la farcitura delle tipiche tigelle modenesi, nonché dei borlenghi. Grazie al calore della crescentina, il lardo del pesto si scioglie e sprigiona gli oli essenziali del rosmarino.

Eventualmente il pesto può essere utilizzato anche in abbinamento ad altre specialità emiliano-romagnole, come ad esempio le piadine.

Dosi e preparazione[modifica | modifica wikitesto]

È una salsa cruda, prodotta con lardo suino, rosmarino e aglio. Per 250 grammi di lardo, sono sufficienti due spicchi d'aglio e due rametti di rosmarino. Per comodità viene spesso preparato col frullatore, che tende però a creare un unico amalgama, di conseguenza risulta preferibile lavorare le foglie del rosmarino e degli spicchi d'aglio a lungo con la mezzaluna, fino a ottenere un trito fine. A questo punto viene mescolato il lardo, amalgamando il tutto.

La tradizione vuole che la cunza, ossia la versione del pesto utilizzata per i borlenghi, veda l'aggiunta agli ingredienti normali anche di 250 grammi di pancetta, eventualmente un po' di salsiccia, e altri quattro spicchi d'aglio.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]