Pesca tardiva di Leonforte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
foto della pesca tardiva di Leonforte,dal 2010 con il marchio IGP.
foto della pesca tardiva di Leonforte,dal 2010 con il marchio IGP.

La pesca tardiva di Leonforte IGP, denominata anche "settembrina", è un frutto coltivato a Leonforte e nei territori dei comuni limitrofi, la cui raccolta tardiva, in periodo autunnale, fa seguito a una particolare tecnica colturale.

Coltivazione e raccolta[modifica | modifica wikitesto]

La caratteristica principale che contraddistingue la peschicoltura a Leonforte è la pratica dell'insacchettamento dei singoli frutti, ancora sull'albero, a partire dalla seconda metà di giugno.

Il frutto viene naturalmente protetto dentro il suo sacchetto di carta pergamenata che lo accompagnerà fino alla sua completa maturazione. Tale pratica evita di dover intervenire con prodotti antiparassitari assicurando la produzione di frutti esenti da difetti o imperfezioni esteriori.

Al momento della raccolta, che avviene nei mesi di settembre-ottobre-novembre, il picciolo viene delicatamente rotato fino al completo distacco dal ramo. Il frutto si presenta di colore giallo, con striature rosse, con una polpa molto dolce, che si presta alla preparazione di marmellate e pesche sciroppate.

Nel 2010 le è stata riconosciuta dall'Unione Europea il marchio della Indicazione Geografica Protetta.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]