Personaggi di The Originals

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Questa voce contiene un elenco dei personaggi presenti nella serie televisiva The Originals, spin-off di The Vampire Diaries.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Klaus Mikaelson[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Klaus Mikaelson.

Niklaus "Klaus" Mikaelson (Joseph Morgan) è il protagonista della serie televisiva. È un vampiro Originale, fratellastro minore di Freya, Finn e Elijah e maggiore di Kol, Rebekah e Henrik. Il padre Ansel fa parte di una famiglia di licantropi, il che lo rende l'ibrido Originale delle due specie. Arriva a New Orleans con l'intento di riprendersi la città che un tempo aveva contribuito a costruire e di combattere le fazioni che cospirano contro di lui.

Elijah Mikaelson[modifica | modifica wikitesto]

Elijah Mikaelson (Daniel Gillies) è un vampiro Originale, il terzogenito di Mikael ed Esther, fratellastro maggiore di Klaus del quale, insieme a Rebekah, è il "fratello preferito" a causa della sua lealtà e al fatto che, sin da umani, lui e Rebekah erano le persone che più stavano vicino a Klaus quando suo padre lo picchiava. Appare per la prima volta in The Vampire Diaries perché cerca la pietra di luna, vuole uccidere il fratello ma poi cambia idea. In seguito raggiunge il fratello a New Orleans e scopre che l'ibrido sta per diventare padre dopo una notte con una licantropa, ma Klaus lo pugnala e rinchiude in una bara. Qui conoscerà la strega Davina, con cui stringe una forte amicizia, lei lo libera e lo aiuta, inconsapevolmente, a sciogliere il legame tra Sophie ed Hayley, ma i nemici dei Mikaelson mirano ad uccidere la bambina, Hope, così quando nasce per tenerla al sicuro la affidano alla loro sorella Rebekah. Ma la loro zia Dahlia la vuole e assistiamo al ritorno del vampiro cacciatore di vampiri, Mikael, il licantropo, Ansel e la strega Originale in compagnia di Finn e Kol, con quest'ultima che si schiera poi dalla parte dei fratelli. Elijah scopre che la loro sorella, creduta morta di peste, Freya è ancora viva e così sceglie di allearsi con lei e pugnala suo fratello, nonostante poi se ne penta. La guerra in famiglia finisce però anche con la morte di Aiden, amante del vampiro Josh, Josephine LaRue, musicista ribelle e di grande talento e infine Gia, amante di Elijah, che litiga con Klaus, ma devono far fronte comune poiché la Trinità (Aurora, Tristan e Lucien, i primi vampiri da loro creati) e la Strige (società segreta di vampiri da lui stessi fondata) sono tornati e una profezia minaccia le loro vite. Alla fine i due ritrovano l'unità famiglia. Tuttavia la serenità dura molto poco poiché Elijah, come Kol, viene morso dal veleno letale di Marcel e, per salvare lui e tutti gli altri, Freya impone su se stessa e i suoi fratelli un incantesimo che preserva la loro vita legandola a quella di Klaus finché non potranno essere curati o finché Klaus non morirà. Tuttavia ha almeno il conforto di sapere suo fratello ed Hope vivi e può godere della compagnia degli altre fratelli sotto l'incantesimo grazie ad una connessione mistica creata da Freya. Elijah è un uomo d'onore, elegante e disdegna la violenza, ma letale se qualcuno minaccia la sicurezza della sua famiglia, il suo obiettivo è sempre stato quello di redimere suo fratello minore. Hayley afferma, ricalcato poi da Aurora, che nonostante tutto se devono proteggersi diventano feroci e che il loro legame sopravviverà anche a questo, grazie al loro voto "Sempre e per sempre". Elijah ha un portamento elegante e dei modi raffinati che gli sono utili per le sue doti di negoziatore, ha un'espressione che può variare facilmente da gentile e disponibile a glaciale e pericoloso in un istante. Elijah ha scoperto che, a causa di un incantesimo di sua madre, per mille anni ha alterato la percezione e la memoria delle vite innocenti e degli atti ignobili da lui commessi in un angolo remoto della sua mente e ciò fa emergere il suo lato di vampiro sanguinario. Elijah predilige l'estrazione del cuore, uccidendo spesso con grande freddezza e rapidità, ma è perfettamente capace di minacciare e torturare se lo ritiene necessario per ottenere ciò che vuole, ma senza mai trarvi piacere personale.

Rebekah Mikaelson[modifica | modifica wikitesto]

Rebekah Mikaelson (Claire Holt) è la sesta figlia di Esther e quinta di Mikael, sorella minore di Freya, Finn, Elijah, Kol, Klaus. La ragazza si reca a New Orleans per aiutare i fratelli a riprendere il controllo della città e si ricongiunge con Marcel, che un tempo amava. Capisce di amarlo ancora e decide di tramare contro Klaus, ma quando il suo tradimento del 1919 viene alla luce Klaus arriva quasi ad ucciderla, sebbene poi le riveli di averle solo voluto far provare un briciolo del terrore che provava lui ogni volta che Mikael gli si avvicinava. Nella seconda stagione, con l'ausilio della magia della madre Esther, Rebekah entra nel corpo di una giovane strega di nome Eva Sinclair. Quest'ultima era stata rinchiusa tempo prima in un "manicomio per streghe", dal quale riesce ad uscire con l'aiuto di sua sorella Freya. Decide di restare nel corpo di Eva finché non troverà il modo di resuscitare Kol, cosa che viene momentaneamente messa in pericolo quando Klaus la forza a tornare nel suo vero corpo per combattere contro Dahlia. Freya in seguito cura il corpo di Eva e le dà modo di tornarvi dentro. In seguito Aya pugnala Rebekah con un oggetto oscuro al cuore che la tiene addormentata finché è conficcato nel suo corpo e Aurora fa gettare il suo corpo nell'oceano. Klaus, Elijah e Marcel riescono poi a scoprire dove è stata gettata e si apprestano a liberarla. Dopo essere tornata libera passa il Natale in famiglia, ma il paletto maledetto usato da Aya ha un effetto secondario che la conferisce una furia omicida indiscriminata e per questo Elijah è costretto a pugnalarla e a rinchiuderla in un luogo sicuro finché non riusciranno a trovare il modo di estirpare la maledizione dal suo corpo. Alla fine Rebekah, al risveglio e sotto ancora la maledizione, scopre che Marcel ha avvelenato a morte la sua famiglia e cerca di portarla dalla sua parte e sembra che Rebekah si schieri con lui, anche corrotta dalla maledizione che stimola tutti i suoi istinti omicidi. In realtà era tutto parte del piano di Klaus di fomentare la folla di vampiri e Marcel stesso che la morte sarebbe stata troppo poco per i suoi crimini cosicché Marcel lo tenesse vivo ma soffrendo finché non fosse stato possibile curarli tutti. Rebekah è molto volubile e si innamora con grandissima facilità di chiunque le presti un po' di attenzione. Il rapporto con Klaus è secondo solo a quello che il biondo ha con Hope e pari a quello con Elijah. Il legame tra Klaus e Rebekah trova le sue radici più profonde in un episodio quando erano bambini in una notte di tempesta dove Klaus promise alla sorella che sarebbe stato sempre con lei. Viene anche rivelato che Rebekah tentò di uccidere il padre, con una spada, nel sonno, stanca delle violenze fisiche e psicologiche perpetrate da quest'ultimo nei confronti del fratello, ma Elijah la fermò, atto di cui si pentì per i seguenti mille anni. Rebekah ha più volte odiato Klaus nel corso della sua lunga vita ma, come fa notare la stessa Hayley, anche in quei momenti continua ad amarlo.

Hayley Marshall[modifica | modifica wikitesto]

Hayley Marshall (Phoebe Tonkin), nata Andréa Labonair, è una licantropa rimasta incinta dopo aver trascorso una notte con Klaus. Arriva a New Orleans per cercare notizie sui suoi genitori biologici, che vennero uccisi quando lei era una neonata dal nonno di Jackson Kenner, un licantropo nemico del suo branco. Il vampiro Marcel la trovò nella culla poco tempo dopo e la portò da Kieran O'Connell, un sacerdote di New Orleans che si occupò di trovarle una famiglia e la giovane venne adottata. Una volta cresciuta, attivò il gene della licantropia causando un incidente in barca mentre era ubriaca. Quando i suoi genitori adottivi lo scoprirono, alla sua prima trasformazione la cacciarono di casa. Durante le sue ricerche viene protetta da Elijah, del quale si innamora. Scopre di essere una licantropa di sangue nobile appartenente al branco della Mezzaluna, uno dei sette branchi originali dei licantropi. Dopo aver partorito Hope, viene uccisa da Monique Deveraux e, avendo ancora il sangue di sua figlia in circolo, si risveglia in transizione per diventare ibrida. Bevendo poche gocce del sangue di Hope, completa la trasformazione. In seguito, nonostante i sentimenti per Elijah, Hayley decide di sposare Jackson per far sì che il suo branco, grazie alla cerimonia di unificazione, riceva la caratteristica di lupo che fa parte del suo essere ibrido: il controllo della trasformazione. Grazie a questo matrimonio il branco dei Mezzaluna diventa capace di controllare la trasformazione, liberandosi così dal controllo della luna piena. Il matrimonio e l'amore per Jackson portano però Hayley ad entrare sempre in più conflitto con Klaus, tanto da minacciarlo di portare via Hope con sé da New Orleans ad ogni loro discussione nonostante l'ibrido continui a proteggere la bambina anche dalle decisioni errate di Jackson. Alla fine, quando Klaus si addossa la colpa dell'omicidio di Aiden, licantropo del branco di Jackson ucciso in realtà da Dahlia, Hayley decide di scappare con Hope e Jackson perché non vuole più fare parte della famiglia Mikaelson e non vuole che sua figlia faccia parte della loro famiglia. Tale tradimento porterà Klaus a punirla facendo sì che Dahlia usi un incantesimo per maledire Hayley, e con lei i Mezzaluna, ripetendo l'incantesimo di Celeste che costringeva tutti loro a restare lupi per tutto il tempo tranne durante la luna piena. In questo modo Klaus salva la vita di Hayley da Dahlia, ma non intende aiutare a rompere poi la maledizione perché teme che Hayley tenterà di portargli via di nuovo Hope.. Alla fine della guerra con Marcel lei è l'unica rimasta libera dell'intera famiglia insieme ad Hope e ricade su di lei il compito di trovare una cura per Kol, Elijah, avvelenati dal morso di Marcel, e Freya, avvelenata da un veleno della Strige, così che quest'ultima possa poi, una volta sveglia, trovare una cura per Rebekah, maledetta a diventare una squartatrice impazzita e anche lei rinchiusa in una bara come gli altri tre.

Marcel Gerard[modifica | modifica wikitesto]

Marcellus "Marcel" Gerard (Charles Michael Davis) è un vampiro trasformato nel 1800 da Klaus, era il figlio illegittimo del Governatore, lavorava come schiavo ma Klaus colpito dal suo coraggio si prese cura di lui come un figlio, inoltre lui e Rebecca si innamoreranno. Quando suo padre le ferì mortalmente Klaus lo trasformò in un vampiro salvandogli la vita. Ha preso il controllo del quartiere francese dopo la fuga dei fratelli Mikaelson del 1919 causata dall'avvento di Mikael. Quando Klaus ritorna in città, egli si oppone al volere dell'ibrido e combatte continuamente per i suoi vampiri. Lui e Rebekah capiscono di amarsi ancora e decidono di sconfiggere Klaus insieme con un esercito di vampiri, ma questi ne massacra molti e Marcel si arrende riconsegnandogli la città. Marcel è estremamente legato alla giovane strega Davina e la considera come una figlia. Klaus scoprirà che in passato fu Marcel a condurre Mikael a New Orleans nel 1919 nella speranza che lo uccidesse, ciò lo porterà a odiarlo, ma si farà perdonare quando salverà Hope dalle streghe che volevano ucciderla. Alla fine della seconda stagione Klaus gli riconsegna il "trono" di re della città e nella terza viene contattato dal Tristan e Aya della Strige, che sono interessati a dargli la possibilità di diventare uno di loro. Marcel supera la loro prova dimostrando anche un forte senso di moralità, diventando un membro dell'organizzazione, il primo che non discenda da Elijah tra l'altro. Marcel in realtà è infiltrato nella Strige e, grazie ad un'astuta recita orchestrata con Elijah, ottiene il comando della più antica e potente società di vampiri dal mondo. Quando Davina muore uccisa da Kol posseduto dagli Antenati, Marcel agisce per cercare di riportarla in vita, ma quando Freya, costretta dall'attacco di Lucien ai danni di Klaus, Hayley e Rebekah, infrange l'incantesimo che la protegge dagli Antenati per ottenere il potere di uccidere Lucien, portando così alla morte di Davina per mano degli Antenati, Marcel si rivolta contro i Mikaelson dicendo loro di non considerarli più la sua famiglia e decide di volerli fuori dalla sua vita e dalla città. A questo scopo Vincent si allea con lui e gli consegna il siero creato tramite la quercia bianca, il potere di Freya come strega Mikaelson, il potere di Vincent e il veleno di sette tipi diversi di licantropi che può trasformarlo nella seconda Bestia. Marcel assume il siero e dopo che Elijah lo uccide lui ritorna in vita diventando un vampiro invincibile e ancora più potente dei Mikaelson il cui morso può secernere un veleno che può uccidere un Originale. Richiama a New Orleans tutti i membri dell'ora spezzata sireline Klaus perché testimonino la morte dell'intera famiglia, meno Rebekah, così fa avvelenare mortalmente Freya mentre lui morde Elijah e Kol, dopodiché invita tutti i presenti a giudicare Klaus simulando una sorta di processo per condannarlo dei suoi crimini. Alla fine del discorso di Klaus in propria difesa, decide di punirlo pugnalandolo con la lama di Papa Tunde che causa indicibili tormenti ogni istante in cui essa è conficcata per poi murarlo vivo finché non avrà deciso di ucciderlo col suo morso letale. In realtà non sa di aver fatto esattamente ciò che Klaus si augurava cadendo nel tranello dell'Originale, il cui solo scopo era restare vivo ad ogni costo cosicché Freya potesse usare la sua forza vitale per l'incantesimo che legasse le vite dell'intera famiglia, Hayley ed Hope escluse, a lui con l'incantesimo di immortalità usato da Dahlia su di lei, salvando così tutta la famiglia dando ad Hayley il tempo di trovare una cura per tutti loro.

Marcel è molto intelligente, sa suonare il pianoforte e conosce molto bene Shakespeare, che sia Klaus sia Elijah gli facevano studiare, è un ottimo schermidore, anche in questo educato da Klaus con l'aiuto di Rebekah. È un ottimo stratega e un leader molto carismatico e diplomatico che, a differenza di Klaus, si guadagna il rispetto e la lealtà dei suoi uomini trattandoli come se fossero la sua famiglia, cosa che gli garantisce un esercito di centinaia di vampiri pronti a morire per lui, perché sanno che lui stesso è pronto a fare altrettanto per ciascuno di loro. Odia chi usa la violenza sui ragazzini, infatti Marcel non farebbe mai del male a un ragazzino, a eccezione di Monique, che uccise per salvare Hope. La morte di Davina lo rende più spietato e crudele, rendendolo molto simile a come fosse Klaus nel suo periodo più oscuro.

Camille O'Connell[modifica | modifica wikitesto]

Camille O'Connell (Leah Pipes) è una studentessa di psicologia e lavora come barista, nipote del sacerdote Kieran O'Connell. Suo fratello minore Sean è stato maledetto dalla strega Agnes e si è suicidato nella chiesa di St. Anne. La ragazza arriva a New Orleans proprio per indagare sulla morte di Sean, e qui viene soggiogata da Klaus, che vuole fare in modo che si avvicini a Marcel, il quale prova dei sentimenti per lei, e tenerlo d'occhio. In seguito viene liberata da Davina e apprende dell'esistenza dei vampiri. Si avvicina a Klaus e a Marcel e si affeziona a entrambi, ma è spesso arrabbiata con loro per il male che provocano. Lei e Marcel sono stati amanti per un breve periodo. Donna di buon cuore e compassionevole, riesce a vedere il buono in Klaus e, come afferma Elijah, riesce a fargli vedere le cose sotto un'altra prospettiva. Camille è pienamente consapevole di quanto Klaus non sia una persona sana ed equilibrata, ma al tempo stesso il suo affetto per lui diventa così forte e profondo che, come ammette lei stessa, è divenuto la ragione della sua permanenza in una città pericolosa come New Orleans, nonostante tra loro non ci sia mai stata una vera interazione romantica. Probabilmente anche grazie ai suoi studi, Camille riesce molto facilmente a comprendere il comportamento di Klaus e i suoi pensieri, infatti l'ibrido sostiene che il modo di pensare di Camille lo affascina. Klaus è iperprotettivo nei suoi confronti e ucciderebbe senza pietà chiunque provi a farle del male ed impazzisce se sa che non è al sicuro. Camille viene coinvolta più volte, in modo più o meno diretto, nelle lotte di potere della città e nelle battaglie della famiglia Mikaelson. Alla fine, a Natale, Klaus e Camille si abbandonano ai sentimenti reciproci e si baciano per poi dormire insieme ma, al suo risveglio, Klaus trova Camille nel suo letto con la gola tagliata. Camille, in seguito, si risveglia in transizione avendo ingerito il sangue di Aurora prima di suicidarsi sotto il suo soggiogamento. Nonostante l'iniziale riluttanza, deciderà di completare la trasformazione bevendo il sangue di Vincent; quando diventerà un vampiro inizierà a mettere le distanze da Klaus dato che i pericoli in cui lui la coinvolge la fanno sentire insicura e poco protetta. Lucien, divenuto una Bestia, la ucciderà avvelenandola con il suo morso, Camille muore tra le braccia di Klaus, ma non prima di avergli confessato il suo amore per lui, che l'Originale ha sempre ricambiato. Nella morte trova conforto tramite le parole di Klaus, il quale le dice che porterà il ricordo di lei per sempre nel cuore e in questo modo ella continuerà a vivere in lui.

Davina Claire[modifica | modifica wikitesto]

Davina Claire (Danielle Campbell) è una giovane strega piena di vita. Sa andare incontro a diversi pericoli, lottando per ottenere ciò che vuole. Lei e Marcel si vogliono molto bene, infatti i due sono praticamente una famiglia, inoltre ha un buon rapporto di amicizia anche con il vampiro Josh. Marcel la nasconde dalle streghe che la vogliono sacrificare per accrescere il loro potere, quindi è costretta a vivere nell'attico della chiesa di St. Anne. Essendo l'unica tra le quattro ragazze del Raccolto a essere sopravvissuta, ha accumulato il potere delle altre tre, ottenendo un potere magico smisurato, col quale Marcel ha tenuto in scacco le streghe del quartiere francese. Per evitare che la sua magia distrugga New Orleans, viene sacrificata come le altre tre streghe, per poi tornare in vita. Dopo la resurrezione, la ragazza torna una strega dai poteri normali, riuscendo tuttavia a migliorare le sue doti. Col tempo inizia a sviluppare un profondo odio per Klaus e pertanto riporta in vita il padre Mikael con la speranza che lui uccida l'ibrido, usando, però, un incantesimo per riuscire a comandare il vampiro a suo piacimento. Dopo aver perso il controllo su Mikael, stringe un'alleanza con Kol Mikaelson, del quale si innamora(ricambiata), con l'obiettivo di sconfiggere Klaus. Dopo la morte di Kol, dedica tutto il suo tempo a cercare un incantesimo in grado di resuscitarlo. Alla fine della seconda stagione, con l'aiuto di Vincent Griffith, il quale si affezionerà molto a lei, diventa la reggente a capo delle nove congreghe di streghe di New Orleans, ottenendo un potere magico smisurato. Viene spogliata di questo titolo dopo aver spinto Hayley a uccidere una strega della congrega. Si unirà alla congrega di streghe che agisce sotto la guida della Strige, un'antica organizzazione di vampiri, chiamata la Sorellanza, che praticano magie oscure perché Aya le ha offerto l'incantesimo e il potere per resuscitare Kol in cambio del suo aiuto per spezzare le linee di sangue di Klaus ed Elijah. Davina riuscirà a spezzare il vincolo che univa Klaus alla sua discendenza di sangue, e poi riporta in vita Kol. Tre giorni dopo, quando Kol riprende conoscenza, Davina rimane sorpresa perché è tornato come vampiro e non come stregone, e preoccupata perché conosce la fama di Kol da vampiro assassino psicopatico. Kol la rassicura e i due iniziano una relazione, la giovane strega perde la verginità con lui. In seguito Davina scopre che Kol che è stato maledetto dagli Antenati che stanno corrompendo la sua psiche attraverso il sangue per attaccare lei e si allea con Vincent per fermarli. Kol, in preda al loro controllo, attacca Davina nutrendosi di lei dissanguandola, fino a ucciderla. Gli Antenati poi attaccano Davina nel piano ancestrale per inciderle sulla fronte un simbolo con un pietra mistica che distruggerà il suo spirito, impedendole di tornare in vita e anche di trovare la pace. Per questo Freya crea un cerchio in cui il suo spirito possa essere escluso dal raggio d'azione degli Antenati, preservandola. Tuttavia, per salvare Klaus, Hayley e Rebekah da Lucien, che sta combattendo con i due ibridi per ucciderli, Freya è costretta a spezzare il cerchio di protezione e a canalizzare Davina per poter sottrarre il potere degli Antenati in modo da ribaltare l'incantesimo che ha trasformato Lucien nella Bestia, ma così facendo gli Antenati hanno di nuovo modo di attaccarla e riescono a marchiarla, uccidendola definitivamente. Kol scopre che una parte dell'anima di Davina è ancora viva e quindi si allea con Josh e Vincent per incontrarla nel piano ancestrale. Davina decide di spezzare il legame del piano ancestrale col mondo terreno dall'interno, sradicando gli Antenati dal mondo dei vivi dopo aver detto addio a Kol e avergli comunicato le sue ultime parole a Josh e Marcel.

Sophie Deveraux[modifica | modifica wikitesto]

Sophie Deveraux (Daniella Pineda) è una strega del quartiere francese. Otto mesi prima che Klaus tornasse a New Orleans Sophie non era molto vicina alle streghe e anche se era contro il regolamento, che proibiva le relazioni fra vampiri e streghe, stava insieme a Marcel. Cerca in tutti i modi di mantenere la promessa fatta a sua sorella Jane-Anne di resuscitare sua nipote Monique, una delle tre ragazze del Raccolto sacrificate. Quando finalmente riesce ad accumulare abbastanza potere, dopo aver ucciso l'ultima ragazza ancora in vita (Davina Claire) compie il rito della Mietitura. La cerimonia porta in vita tre streghe del passato che, unite a Celeste DuBois, hanno preso il posto delle tre ragazze. Con la morte di una delle streghe, Papà Tunde, Sophie assiste alla resurrezione di sua nipote, la quale, però, totalmente devota agli antenati, uccide la zia dopo averla incolpata di non essere abbastanza forte per rimanere nella congrega.

Sophie è caratterizzata da una personalità forte, combattiva e fiera, che non esita a sfidare nessuno, neppure i vampiri originali. Prima della morte della nipote era una ragazza festaiola e superficiale alla magia, ma poi è maturata diventando più seria e il suo obiettivo è salvare la nipote. È pronta a tutto per la sua famiglia, anche a manipolare Klaus e Elijah.

Vincent Griffith[modifica | modifica wikitesto]

Vincent Griffith (Yusuf Gatewood) è uno stregone di New Orleans, gode di grande fama e rispetto nel quartiere francese, grazie al suo carattere carismatico, oltre al fatto che è uno stregone molto potente e esperto. Per buona parte della seconda stagione è stato posseduto dallo spirito di Finn Mikaelson. Durante lo scontro tra Finn e Klaus, Freya estrae lo spirito di Finn per rinchiuderlo nel suo ciondolo magico, e Vincent, finalmente libero dalla possessione, viene imprigionato da Elijah. Lo stregone non ricorda niente delle azioni commesse quando era posseduto da Finn e in cambio della sua libertà aiuta i Mikaelson ad eliminare lo spirito della moglie, la strega malvagia Eva Sinclair, nel cui corpo è contenuto lo spirito di Rebekah. Dopo la morte di Josephine LaRue, viene scelto come nuovo reggente delle nove congreghe dalle streghe di New Orleans ma, intenzionato a rifarsi una vita lontano dalla magia, rifiuta l'offerta e convince Davina ad accettare quel ruolo. La ragazza però viene cacciata via dalla congrega dato che ha abusato della sua autorità, quindi Vincent prende il suo posto diventando il nuovo reggente. Vincent afferma di non voler più lasciare che le streghe, gli umani innocenti e la città siano vittime di persone pericolose come Tristan e la Strige. Ha un buon rapporto di amicizia con Camille, infatti quando lei entrerà in transizione per diventare un vampiro, sarà Vincent a darle il suo sangue per completare la trasformazione. Ha un rapporto altalenante con Marcel, i due spesso entrano in contrasto, inoltre Vincent disprezza i vampiri, comunque ha ammesso che Marcel è l'unico della sua specie che rispetta, e tutti e due tengono a Davina cercando sempre di proteggerla. La morte di Camille lo lascia distrutto e quella di Davina ancora di più. Tutto ciò lo porta a voler cacciare i Mikaelson dalla città di New Orleans e per questo si allea con Marcel e sottrae dal cuore di Aurora il siero in grado di trasformare una persona in una Bestia e lo offre a Marcel per farlo diventare tanto potente da uccidere i Mikaelson, in modo da spingerli alla fuga. Marcel, tuttavia, attira molti vampiri della sireline di Klaus in città per dare una pubblica esecuzione ai Mikaelson, inoltre uccide molti membri della Strige, mentre i vampiri da lui attirati provocano diverse vittime a New Orleans, tra cui il detective Kinney che rimane ferito gravemente da un vampiro da cui Vincent lo salva appena in tempo. Dopo aver visto l'operato di Marcel ripudia la loro alleanza e gli dice che per quanto si dichiari diverso, Marcel non è meno pericoloso di Klaus e della famiglia degli Originali perché proprio come loro fa soltanto ciò che desidera ignorando le conseguenze che ricadono su chi non c'entra niente. Ottiene la proprietà della chiesa che Marcel aveva trasformato in una palestra con l'intenzione di trasformarla in una santuario e un rifugio per umani, streghe e vampiri che non sopportino la tirannia dei Mikaelson prima e di Marcel ora.

Freya Mikaelson[modifica | modifica wikitesto]

Freya Mikaelson (Riley Voelkel) è la primogenita di Esther e Mikael nata nel Regno di Norvegia intorno al 972 d.C.. All'età di cinque anni, la zia Dahlia la porta via dalla madre, poiché anni prima Esther le aveva promesso di consegnarle il primogenito di ogni generazione di Mikaelson in cambio di un incantesimo della fertilità che l'aiutasse ad avere figli. Creduta morta dal padre, Freya cresce insieme alla zia, lontana dalla sua famiglia nel frattempo trasferitasi nel Nuovo Mondo. Dahlia rende Freya una strega molto potente e collegandosi a sua nipote la rende sua schiava e canalizza il suo potere per l'eternità. Grazie ad un incantesimo di Dahlia, le due riescono a sopravvivere per più di mille anni, cadendo in un sonno profondo dal quale si risvegliano per un solo anno ogni cento anni. Nel 1400, Freya si innamora e rimane incinta, ma lei e il fidanzato non hanno intenzione di dare a Dahlia il loro bambino, quindi progettano di fuggire insieme: Dahlia, allora, uccide il fidanzato di Freya e quest'ultima cerca di suicidarsi, finendo invece con l'abortire. Nel 1914, Freya riesce a scappare dal controllo della zia e conosce i fratelli durante una festa della famiglia Mikaelson a New Orleans, ma dopo aver assistito alla scena in cui Kol viene pubblicamente pugnalato da Klaus ed Elijah, decide di non rivelarsi ai fratelli e va a dormire in una bara di cristallo nel seminterrato della villa della vedova Fauline, un manicomio in cui sono rinchiuse delle streghe, tra le quali Eva Sinclair, posseduta dallo spirito di Rebekah. Nel 2014, Freya si risveglia e rivela la sua identità alla sorella minore; aiutatala a fuggire dal manicomio, e si ricongiunge ai suoi fratelli come ha sempre desiderato fare. Dahlia spezzerà il legame che la univa alla nipote rendendola mortale per poi unirsi a Hope, essendo anche lei una primogenita Mikaelson, ma non ci riuscirà dato che Freya aiuterà i suoi fratelli a uccidere la zia. È sempre stata molto legata a Finn, sentimento ricambiato, anche se non approva sempre le sue scelte discutibili. Lei e Rebekah diventano subito amiche, anche Elijah non ci mette molto a farla sentire parte della famiglia, va abbastanza d'accordo anche con Kol. Invece è il rapporto con il suo fratellastro Klaus quello più controverso, lui all'inizio non si fidava della sorella maggiore, invece Freya lo considerava solo un mostro, provando odio per lui quando ha ucciso Mikael davanti ai suoi occhi (che Freya, nonostante la sua cattiveria ha sempre continuato ad amare, al contrario di Esther che ha sempre odiato per averla abbandonata) infatti Klaus ha sempre invidiato l'amore incondizionato che Mikael nutriva per lei mentre per l'ibrido ha solo provato disprezzo. Comunque in due col tempo impareranno ad andare d'accordo, Klaus riuscirà ad accettarla come sorella diventando anche protettivo con lei. Freya si prende sempre cura di Hope, sentendo che è un suo dovere educarla a controllare i suoi poteri perché le primogenite della loro famiglia hanno un potere magico incredibile e solo lei può insegnarle come usarlo. È una ragazza gentile e compassionevole, ma diventa spietata quando si tratta di proteggere la sua famiglia, infatti ha permesso agli Antenati di distruggere lo spirito di Davina impedendole di ritornare in vita per uccidere Lucien dato che stava per uccidere i suoi fratelli, ciò porterà Kol a provare rancore per lei dato che amava Davina. Nonostante il rancore i fratelli si uniranno nuovamente quando Marcel, divenuto la seconda Bestia, si appresta ad ucciderli tutti e avvelena tre di loro, Freya stessa, Kol ed Elijah, mortalmente mentre Rebekah è ancora sotto la maledizione del paletto della Strige che la rende una pazza omicida. Grazie al piano di Klaus che riesce a restare vivo pur soffrendo pene indicibili a causa del pugnale di Papa Tunde, Freya riesce a canalizzare la sua forza vitale e ad usarla come ancora per mantenere in vita Elijah, Kol e se stessa, aggiungendo all'incantesimo anche una Chambre de Chasse connette le loro menti, e anche quella di Rebekah, portandoli in un sonno congiunto che permette loro di stare insieme spiritualmente finché non verranno curati e potranno risvegliarsi.

Personaggi secondari[modifica | modifica wikitesto]

Umani[modifica | modifica wikitesto]

Nell'universo di The Originals, il sangue umano soddisfa la fame dei vampiri e degli ibridi. Queste due specie, inoltre, possono soggiogare la mente umana e rendere le proprie vittime schiave dei loro desideri. Per proteggersi da questi due fattori, gli umani possono ingerire o stare a contatto con la verbena, pianta molto velenosa per le due specie sovrannaturali. È anche possibile, attraverso anni di severo allenamento psicologico, diventare immuni alla compulsione usando la propria concentrazione, sebbene sia estremamente raro trovare persone in grado di farlo.

Padre Kieran[modifica | modifica wikitesto]

Kieran O'Connell (Todd Stashwick) è un sacerdote della chiesa di St. Anne. È lo zio di Sean e Camille O'Connell e rappresentante della fazione umana fino a quando non viene maledetto dalla strega Bastianna Natale. Lui e Marcel si conoscono da molto, il vampiro lo rispetta molto e lo considera un buon amico, i due hanno nascosto la giovane Davina dalle streghe del quartiere per proteggerla. È stato alleato di Klaus e ha aiutato quest'ultimo a proteggere il branco di licantropi di cui fa parte lo stesso ibrido. Klaus assiste Camille nel giorno in cui Kieran muore e, per permettere a zio e nipote di avere un addio, fa bere a Kieran il suo sangue in modo che si risvegli in transizione, consapevole che non la completerà mai essendo un uomo di Chiesa. Kieran, però, dopo un primo momento viene colpito ancora dalla maledizione e cerca di uccidere Camille, bevendo il sangue di quest'ultima si trasforma in vampiro ma, prima che possa uccidere la nipote, Klaus lo ferma spezzandogli il collo e infine, col tacito accordo di Cami, lo uccide per mettere fine al suo tormento. Klaus lo stimava perché aveva il coraggio di parlargli senza mostrare alcun timore e perché si è sempre dimostrato un utile alleato. Si scopre poi che Kieran si occupò di trovare una famiglia che ospitasse Hayley quando era ancora una neonata, Marcel la trovò nella culla mentre i genitori di lei erano morti e la portò da Kieran perché la portasse al sicuro.

Tim[modifica | modifica wikitesto]

Timothy "Tim" (Shane Coffey) è un violinista e un amico di Davina, di cui lei è innamorata. Viene avvelenato da Klaus perché così possa anche morire Davina. Quest'ultima si salva ma Tim no. La sua morte porterà Davina ad odiare Klaus e a ritenerlo suo nemico.

Will Kinney[modifica | modifica wikitesto]

Will Kinney (Jason Dohring) è un amico di Vincent, è un detective che lavora al dipartimento di polizia di New Orleans, nella squadra omicidi. Deciderà di combattere contro la crescente criminalità di cui è vittima il quartiere francese, di cui le creature soprannaturali come i vampiri e le streghe sono spesso i colpevoli, contro cui però le autorità sono impotenti. Viene a conoscenza dell'esistenza del soprannaturale da Vincent, tra l'altro lui e Camille diventano buoni amici. La sua mente cade sotto il controllo della magia oscura conosciuta come l'Ombra, che lo spinge a rapire dei bambini, allo scopo di attirare Klaus e Marcel in una trappola, ma l'Ibrido Originale lo uccide spezzandogli l'osso del collo.

Matt Donovan[modifica | modifica wikitesto]

Matt Donovan (Zach Roerig) è uno dei protagonisti della serie madre The Vampire Diaries, lui e Rebekah hanno avuto una storia. Quando Lucien giunge a Mystic Falls insieme a Freya e Vincent, da lui rapiti, Elijah e Finn vanno in città e trovano Matt ad accoglierli, in maniera poco amichevole, notevolmente stupito nel vedere Finn ancora vivo dato che era stato lui a ucciderlo la prima volta. Matt aiuta Elijah e Finn a salvare Freya e Vincent dalle grinfie di Lucien, inoltre Matt viene spinto da Finn a sparare a Lucien uccidendolo, ma così facendo gli dà la possibilità di ritornare in vita e di trasformarsi nella Bestia, grazie al siero che Lucien aveva assunto precedentemente. Finn e Elijah lasciano Mystic Falls con Freya e Vincent tornando a New Orleans, dato che Matt aveva imposto agli Originali di non mettere più piede a Mystic Falls in quanto i vampiri non sono più i benvenuti lì.

Vampiri Originali[modifica | modifica wikitesto]

Ansel
Esther
Mikael
Dahlia
Hayley
Niklaus
Freya
Finn
Elijah
Kol
Rebekah
Henrik
Alaric
Hope

I nomi in grassetto indicano i vampiri Originali creati da Esther.

I vampiri Originali sono i primi vampiri mai esistiti, dai quali sono stati generati tutti gli altri vampiri. Fu Esther, la strega Originale, a trasformare suo marito Mikael e i suoi figli Finn, Elijah, Kol e Rebekah in vampiri. Diede loro l'immortalità, la forza, la velocità e l'agilità prendendo potere dal Sole e dalla Quercia Bianca. Questi elementi però si rivoltarono contro i vampiri diventando letali: il Sole all'inizio ustionava i loro corpi, ma in seguito Esther risolse il problema creando sei anelli d'oro con incastonati dei lapislazzuli che li proteggono dai raggi solari; il legno della Quercia Bianca li può uccidere definitivamente ed è l'unico modo in cui possano prendere fuoco, tranne Alaric Saltzman, ridiventato poi umano. La cenere della quercia bianca, unita ad un pugnale d'argento speciale conficcato nel loro cuore, può renderli morti fino all'estrazione dell'arma; l'erba che cresceva sotto la quercia, la verbena, può ustionarli e rende le persone immuni al loro soggiogamento. Il legno normale, che provoca intenso dolore e morte ai vampiri comuni, non provoca dolore ai loro corpi, a meno che non vengano colpiti al cuore e l'arma in questione non rimanga conficcata, in tal caso il vampiro cade in una morte apparente per un breve periodo di tempo, dopodiché si risveglia e può estrarre l'arma da solo. La mente degli Originali è impenetrabile per gli altri vampiri (persino Sage, un vampiro di oltre 900 anni, ha dovuto farsi aiutare da Damon per distrarre Rebekah e farle abbassare la guardia solo per poter controllare la sua mente durante il sonno) e fanno entrare gli altri nelle loro menti solo se lo vogliono loro, o inconsapevolmente perché febbricitanti. Il veleno di licantropo provoca allucinazioni e demenza, ma dopo diverse ore cessa i propri effetti completamente. Esther trasformò anche Niklaus, che essendo soggetto alla maledizione della licantropia, si trasformò in un ibrido tra le due specie, ragion per cui il pugnale d'argento non ha effetto su di lui e lo stesso vale per il sole. Il veleno secernato dal morso della Bestia, la combinazione di sette diversi veleni di licantropi appartenenti a diversi branchi (tra cui quello di Klaus e quello di Hayley) è letale per gli Originali. In totale sono sei (escluso Alaric Saltzman, creato da Esther un millennio dopo), ma Klaus lo è solo in parte. I vampiri Originali sono, inoltre, gli unici esseri che possono soggiogare chiunque (compresi gli ibridi), eccetto le streghe e i licantropi che hanno attivato la maledizione, seppur le prime possono essere trasformate in vampiri e quindi non più immuni al loro soggiogamento. La morte dei vampiri Originali provocherebbe la scomparsa definitiva di tutti i vampiri dalla Terra (vedi quanto accaduto con Finn e Kol) dato che quando un Originale muore anche la sua discendenza di sangue fa la stessa fine. Questa situazione è cambiata per Klaus, in quanto la strega Davina è riuscita a spezzare il legame di sangue che lo lega ai vampiri della sua discendenza con un incantesimo.

Mikael[modifica | modifica wikitesto]

Mikael (Sebastian Roché) è il marito di Esther, e padre di tutti gli Originali, eccetto di Klaus, nonché il vampiro Originale più anziano. Oltre mille anni fa viveva nel regno di Norvegia ed era un guerriero vichingo. Venne cresciuto con una severa educazione dal padre sin da piccolo per diventare un grande combattente e, una volta maturato, era solito partire per diversi viaggi per andare in battaglia. Lui e suoi compagni sterminarono un villaggio, ma lasciarono in vita due giovani streghe, Esther e Dahlia. Innamoratosi della prima, la sposò e i due misero su famiglia. Esther afferma che Mikael era un padre amorevole, ma quando perse la primogenita Freya mentre lui era lontano in battaglia, cambiò e divenne un padre molto più duro e freddo. Partì con Esther e l'amica di quest'ultima, Ayana, per una terra dove la peste non era giunta: l'America. Lì i due ebbero altri figli. Quando i licantropi uccisero il suo figlio più piccolo, Henrik, Mikael ordinò alla moglie di trasformare se stesso e i suoi figli in esseri immortali per non doverne più perdere neanche uno ed essere capaci di combattere i licantropi. Nacquero così gli Originali, ma quando Klaus, l'unico figlio che aveva sempre trattato con disprezzo e violenza, uccise la sua prima vittima, i suoi poteri di licantropo latenti si risvegliarono. Mikael capì dunque che il ragazzo era nato da una relazione adultera tra la moglie e un lupo mannaro. Mikael obbligò la moglie a bloccare i poteri di licantropo di Klaus dopo aver ucciso l'amante della moglie, Ansel, e la famiglia di quest'ultimo. Mikael ha passato tutta la sua vita a dare la caccia a Klaus dopo che quest'ultimo uccise Esther. Mikael si nutrì solo di vampiri lungo l'arco della sua esistenza ed è considerato il primo cacciatore di vampiri, dotato di una grande forza di volontà che gli permette persino di resistere agli effetti del veleno di licantropo e alla lama di Papa Tunde. È l'unico uomo che l'ibrido abbia mai temuto. Nel cercare Klaus, Mikael devastò mezza Europa e rase al suolo intere città, ragion per cui venne chiamato "Il Distruttore". Nel 1919, chiamato da Marcel e Rebekah, da la caccia a Klaus a New Orleans, ma l'ibrido riesce a fuggire e Mikael quasi devasta l'intera città, lasciando un'enorme scia di morti dietro di sé. Giunge vicino a Klaus l'anno dopo, a Chicago, ma Klaus gli sfugge nuovamente. Negli anni novanta giunge a Mystic Falls per Elena, essendo lei la doppelganger in grado di permettere a Klaus di rompere la maledizione, ma Abby Bennett salva la bambina essiccando l'Originale con la magia nera e imprigionandolo in una bara in un cimitero abbandonato. Viene poi liberato da Katherine Pierce e si allea coi Salvatore per uccidere Klaus, ma Stefan lo salva e Mikael viene ucciso proprio dal figlio nella terza stagione di The Vampire Diaries. Viene poi resuscitato da Davina, che se ne serve come arma personale. Mikael vuole uccidere anche Hope, la figlia di Klaus, ed Hayley ed è in possesso del paletto di Quercia Bianca indistruttibile. Mikael ha sempre picchiato (a volte quasi a morte) Klaus sin da quando quest'ultimo era un bambino considerandolo debole. Era fiero che Elijah fosse suo figlio (ma quest'ultimo, posto di fronte alla scelta di aiutarlo ad uccidere Klaus o schierarsi col fratello, gli rispose che avrebbe scelto sempre suo fratello), mentre Rebekah era la sua preferita (ma ella lo detesta per aver dato la caccia a Klaus e per averli fatti trasformare in vampiri, cosa che ha distrutto la loro famiglia). L'unica persona che abbia ricevuto solo amore da Mikael è Freya, la sua primogenita, la cui "morte" lo distrusse, rendendolo più crudele. Mikael si libera dal controllo di Davina minacciando Kol (ignorando che questi fosse suo figlio a causa del cambio di corpo) e affronta Klaus due volte, ma nel secondo scontro finisce col perdere il paletto di quercia bianca. Mikael fa un patto in seguito con Esther in cui lui avrebbe lasciato stare il resto dei figli in cambio del permesso di uccidere Klaus definitivamente. Libera Finn dalla sua prigionia e vuole unirsi a lui per sconfiggere Klaus e gli altri, ma Finn lo prosciuga e lo sfrutta per canalizzare il suo potere come un oggetto oscuro. In seguito Mikael viene risvegliato da Freya e, felice di aver ritrovato la sua amata figlia, l'abbraccia. Mikael si allea con Freya per abbattere Dahlia, a tale scopo, Freya lo manda a recuperare i materiali da cui Dahlia traeva potere: un po' di terreno norvegese (terra natia di Dahlia), il sangue di Freya e le ceneri di un vichingo, in modo da usarli contro di lei incanalando il loro potere in un coltello da usare su Dahlia (insieme questi materiali costituiscono la sua unica debolezza). Una volta ottenuti questi materiali si incontra con Klaus e, nonostante l'odio reciproco, decidono di allearsi per contrastare Dahlia da soli, in modo da non mettere in pericolo Freya ( amata da Mikeal nello stesso modo in cui Klaus ama Hope) ma il loro tentativo fallisce miseramente infatti Dahlia si dimostra troppo potente e li mette ko senza difficoltà distruggendo il pugnale e poi scomparendo. Freya li rimprovera entrambi, affermando che dovevano agire insieme e seguendo il suo piano, alla fine Mikeal imputa a Klaus la colpa del fallimento del piano, ma quest'ultimo attacca Mikeal col paletto di quercia banca, accusandolo di averlo reso il mostro che è ora, e domandandogli perché non si sia mai comportato da padre con lui, disprezzandolo sempre, anche quando non era a conoscenza del fatto che non fosse suo figlio, Mikeal confessa di non saperlo con precisione, affermando che disprezzava Klaus e basta. Dopo questa confessione Mikeal guarda Freya, affermando di amarla, ma in quell'istante Klaus lo pugnala al cuore col paletto di quercia bianca uccidendolo una seconda volta, ottenendo la seconde ceneri di vichingo necessarie per abbattere Dahlia. Mikael, in gioventù, sterminò coi suoi compagni vichinghi gli abitanti del villaggio di Esther e Dahlia, per poi rinchiudere quest'ultima, costringendola a praticare la magia per il suo popolo.

Finn Mikaelson[modifica | modifica wikitesto]

Finn Mikaelson (Casper Zafer) è un vampiro Originale, secondo figlio di Esther e Mikael, fratello maggiore di Elijah, Klaus, Kol, Rebekah e Henrik e fratello minore di Freya, la figlia che Esther dovette abbandonare. Nato in Norvegia come sua sorella Freya, dovette abbandonare l'Europa e sua sorella maggiore con Esther (già incinta di Elijah) e Mikael. Anni dopo viene trasformato in un vampiro Originale insieme ai suoi fratelli, ma viene presto pugnalato da Klaus, che non sopportando i giudizi del fratello lo lascia in una bara per più di 900 anni. Finn ha sempre odiato essere un vampiro, inoltre quando viene risvegliato a Mystic Falls, viene presto ucciso definitivamente da Matt Donovan con il paletto di quercia bianca. A poca distanza dal collasso dell'altra parte, egli resuscita, impossessandosii del corpo dello stregone Vincent Griffith, e torna al servizio di sua madre Esther. Viene messo in evidenza come il rapporto tra Finn e Klaus sia molto diverso rispetto a quello che l'Ibrido Originale ha con gli altri fratellastri, dato che pur avendo delle diatribe con loro, lui li ama ugualmente, e pure loro, anche se in maniera strana, tengono a Klaus, mentre tra lui è Finn c'è solo disprezzo. Finn odia i vampiri più di quanto li odi sua madre, tanto che quando Esther sceglie di essere un vampiro invece che morire, Finn le volta le spalle, accusandola di essere un'ipocrita, nonostante le sia stato sempre fedele in ogni sua azione. Finn, come afferma lui stesso, crede di agire nel giusto e non crede affatto nella redenzione, ma che siano solo il bene ed il male e che quest'ultimo debba essere estirpato alla radice, anche a costo di uccidere innocenti che tentano di aiutare colui che considera malvagi. Per questo nel suo contorto modo di pensare Finn crede di essere nel giusto, nonostante le sue azioni siano assolutamente spregevoli. Finn detesta tutti i suoi fratelli minori, accusandoli di essere solo dei mostri, affermando che loro gli hanno rovinato la vita, sembra infatti che Freya sia l'unica a godere del suo amore. Finn, però, viene poi privato del corpo di Vincent, proprio dalla stessa Freya, e sigillato nel cristallo del ciondolo della sorella maggiore. Freya, nel corso della terza stagione, ha canalizzato più volte il suo potere di suo fratello minore dal ciondolo, ma poi, sempre nella terza stagione, Finn risorge come Originale, Davina quando aveva fatto risorgere Kol con il potere della distruzione della linea di sangue di Klaus involontariamente ha riportato in vita pure Finn. Ancora disprezza i fratelli ma non desidera più far loro la guerra, perciò chiede ad Elijah di lasciare che Freya lo metta nel corpo di uno stregone, dopodiché lui se ne andrà e sparirà per sempre dalla loro vita. Viene maledetto da Davina a restare per sempre un Originale punendolo per ciò che ha fatto a Kol provocando la sua ira e ammette ad Elijah che non vuole vivere per sempre come una bestia ma che vuole essere libero e di avere una famiglia. Per questo impedisce ad Elijah di bruciare il proiettile di quercia bianca, che poi affida a Freya per poterlo usare quando non riuscirà più a vivere in quel modo e deciderà di morire. Si allea con Elijah per salvare Freya da Lucien che, appena trasformatosi nella Bestia, morde mortalmente Finn col suo veleno di licantropo potenziato. Neanche il sangue di Klaus può curarlo, quindi Finn muore, ma nel farlo è felice perché è finalmente libero dal vampirismo che odiava e perché finalmente si è sentito parte del "Sempre e per sempre" della famiglia, circondato dai fratelli e dalla sorella che gli stanno vicino fino alla fine invece di lasciarlo solo. Il suo corpo viene cremato e le sue ceneri vengono gettate nel fiume Mississippi. Ognuno dei quattro fratelli presenti porge il suo ultimo addio: Elijah gli augura di sentirsi finalmente libero; Kol ribadisce si sono odiati per secoli e che anche adesso non riesce a non odiarlo, ma che entrambi conoscono il tormento e per questo agli augura di trovare la pace; Freya ribadisce di amarlo, che il fratello è stato il suo primo amico e che anche nella morte le ha donato una famiglia unita seppur nel cordoglio e che continuerà a volergli bene per sempre; Klaus gli promette che sarà vendicato. Era innamorato della vampira Sage, defunta dopo la sua prima morte.

Kol Mikaelson[modifica | modifica wikitesto]

Kol Mikaelson (Nathaniel Buzolic) è un Vampiro Originale, quinto figlio di Esther e quarto di Mikael, fratello minore di Freya, Finn ed Elijah, fratellastro minore di Klaus e fratello maggiore di Rebekah e Henrik. Nato in un villaggio di licantropi vicino all'attuale Mystic Falls, Kol venne trasformato in vampiro Originale insieme ai suoi fratelli dopo la morte di Henrik. È il più selvaggio dei vampiri della famiglia Mikaelson e prova piacere nell'uccidere per nutrirsi o anche solo per divertimento, causando dozzine di morti alla volta per farsi due risate. Kol agisce di testa sua, mentendo a tutti per perseguire i suoi obiettivi. Convinto che i suoi fratelli non lo amassero, ha commesso massacri per attirare la loro attenzione. Aveva molto talento nella magia da umano, da vampiro ha continuato a studiarla, pur senza poterla praticare, e la sua conoscenza delle arti magiche è tra le più vaste in assoluto, spesso ha istruito personalmente delle streghe facendosi insegnare a propria volta le loro magie. A detta dello stesso Kol, non c'è tipo di magia al mondo che lui non abbia studiato e ha anche creato degli incantesimi pur non potendo praticarli. Dopo la morte di Esther, Kol fece molti viaggi in Europa, Asia, America ed Africa. Nel 1702, in Spagna, i suoi violenti omicidi attirarono l'attenzione di Mikael e questo forzò Niklaus, Elijah e Rebekah a scappare verso New Orleans. È stato pugnalato diverse volte da Klaus, spesso con l'aiuto di Elijah, a causa dei suoi modi ribelli e, talvolta, a causa delle sue cospirazioni contro il fratellastro. Dopo quasi un secolo passato in una bara, Kol venne risvegliato a Mystic Falls, dove venne ucciso definitivamente da Jeremy ed Elena Gilbert. Viene resuscitato da Esther nel corpo dello stregone Kaleb. Da allora, Kol frequenta la strega Davina Claire, innamorandosi di lei, sentimento che Davina ricambia, e lavora con Finn e la madre nel piano di quest'ultima di riunire la famiglia in nuovi corpi mortali. Alla fine, però, si schiera con i fratelli, dal momento che non vuole farsi manipolare da Esther, però Finn lo maledice mortalmente, impedendo anche al suo spirito di trasferirsi in un altro corpo. Kol chiede aiuto ai fratelli e si rappacifica con Elijah, Rebekah e Klaus, dopo che quest'ultimo gli fa capire che a prescindere dai loro diverbi non gli farebbe mai del male. Purtroppo però muore ugualmente, ma è felice perché in quel momento Davina e i suoi fratelli gli stanno vicino, dicendo che tutto quello che ha sempre desiderato per mille anni era che loro lo amassero. Davina studia il modo di farlo risorgere utilizzando le ceneri del suo corpo conservate da Klaus, infine la ragazza grazie all'aiuto della Sorellanza e della Strige riesce a riportare in vita l'Originale. Viene felicemente accolto dai fratelli e inizia a conoscere meglio la sorella maggiore, Freya, inoltre lui e Davina intraprendono una relazione. Deciso ad essere una persona migliore per la sua fidanzata, Kol sceglie di smettere di bere sangue umano direttamente dalla fonte e di limitarsi alle sacche di sangue, ma purtroppo cede alla sua sete di sangue perché le Antenate hanno plagiato la sua mente trasformandolo in una creatura sanguinaria e priva di autocontrollo, inoltre non puù abbandonare New Orleans perché altrimenti, per opera delle Antenate, cesserebbe di vivere, quindi Davina lo pugnala con il pugnale d'argento, ma le Antenate lo liberano e lui morde Davina al collo uccidendola. In seguito si organizza con Marcel e Vincent per riportarla in vita, ma Lucien è sul punto di uccidere Hayley, Klaus e Rebekah, così Freya ed Elijah interrompono l'incantesimo e la espongono agli Antenati che distruggono la sua anima impedendole di tornare in vita. Kol si infuria poi con Elijah e Freya, ma trova un po' di pace quando riesce a incontrarla nel piano Ancestrale prima che lei distrugga il luogo in cui riposano le streghe defunte, impedendo loro di interferire con la vita dei viventi, riuscendo così a dirle addio. Kol viene poi morso da Marcel insieme ad Elijah e viene salvato da Freya e Klaus, che preservano il suo corpo riponendolo poi in una bara e connettendo la sua mente a quella di Freya, Elijah e Rebekah finché non saranno salvi. Nonostante il suo atteggiamento sprezzate e selvaggio e nonostante non la conoscesse affatto, Kol tiene molto a sua nipote Hope, infatti, non appena scoprì che era ancora viva e che Finn la stesse braccando, si adoperò per riuscire a fermarlo senza esitare.

Vampiri[modifica | modifica wikitesto]

Un vampiro tradizionale

I vampiri sono una specie soprannaturale che venne creata dai vampiri Originali. La loro unica fonte di vita è il sangue umano, possono bere anche sangue animale ma in genere non lo fanno sia perché il sangue umano li rende molto più forti (poteri mentali inclusi) di quello animale sia perché il sapore del sangue animale è molto sgradevole e non placa il desiderio di sangue umano. Se non si nutrono per un lungo periodo, si indeboliscono e poi si mummificano, ma non muoiono. Finché bevono sangue regolarmente il loro corpo continua a funzionare; possono anche bere o mangiare, anche se non gli è necessario. Inoltre, consumare alcolici li aiuta a tenere a bada la sete di sangue. Possono morire solo se esposti alla luce del Sole, decapitati, se gli viene estratto il cuore, morsi da un licantropo o trafitti al cuore da qualunque tipo di legno. Risultano indeboliti fisicamente e nei loro poteri se entrano in contatto con la verbena. I loro sensi sono innaturalmente sviluppati e anche la velocità, la forza e l'agilità sono incredibilmente maggiori rispetto a quelle umane. Hanno inoltre la capacità di spegnere le loro emozioni (sebbene tale attitudine dopo un paio di secoli diventi pressoché inutilizzabile), la capacità di guarire quasi istantaneamente, l'immortalità, il soggiogamento mentale, e talvolta manifestano la capacità di entrare nella mente degli altri (umani o vampiri indifferentemente) anche da una certa distanza per creare illusioni o sogni o vedere i ricordi altrui, sia durante il sonno sia in stato di veglia, ma non possono leggere i pensieri. I vampiri possono soggiogare gli esseri umani e i licantropi che non hanno ancora attivato la maledizione del lupo, ma se questi stanno in contatto o hanno ingerito verbena questo potere è vanificato. Possono invece entrare nella mente di chiunque sia più debole di loro, vampiri inclusi, mentre per entrare nella mente di vampiri più anziani o di altre creature più potenti devono indebolire psicologicamente questi ultimi. I vampiri possono entrare nelle case altrui solo se invitati da chi detiene l'atto di proprietà (o comunque da chi ha il diritto di considerare la casa di sua proprietà), mentre le case prive di un proprietario danno loro libero accesso.

Il processo che trasforma un umano in vampiro si divide in tre fasi:

  1. Bere del sangue di vampiro;
  2. Morire entro 24 ore dalla consumazione del sangue, cioè prima che il sangue sia smaltito dall'organismo;
  3. Nutrirsi di sangue umano entro circa 12 ore, altrimenti si muore definitivamente.

Lucien Castle[modifica | modifica wikitesto]

Lucien Castle (Andrew Lees) è stato il primo essere umano che Klaus ha trasformato in un vampiro. Lucien si nutre fino ad uccidere, senza rimorsi, inoltre è manipolatore e bugiardo, e ama vivere nel lusso, per sua stessa ammissione il suo più grande piacere consiste nel sentire le urla delle sue vittime prima di ucciderle. Serviva il conte de Martel e i suoi figli (Tristan e Aurora) ed è stato l'unico superstite di un massacro compiuto dai Mikaelson ai danni di cinque nobili diretti dal conte. Avendo udito il loro desiderio di avere una vita normale, smettendo di fuggire dal padre uccidendo chiunque capitasse loro a tiro per non lasciare testimoni, propone loro di insegnare ai cinque gli usi e i costumi dei nobili, in modo da farli confondere con la gente altolocata. Detestava il conte de Martel, riteneva Tristan un essere malvagio; al contrario, invece, era innamorato di Aurora sin da bambino. Lucien intendeva dichiararsi a lei, scoprendo poi che Aurora e Klaus (che Lucien ormai considerava un amico) erano diventati amanti già da un po'. Quando li scoprì ad amoreggiare, Lucien provò disprezzo per Klaus e litigò con quest'ultimo, ma all'arrivo di Tristan e delle sue guardie, troppo ferito emotivamente, non fuggì e quindi venne imprigionato. Tristan lo torturò, guarì accidentalmente dalle ferite con il sangue di Klaus, poi però una guardia del castello lo uccise quando tentò di uccidere Tristan, ma grazie al sangue di Klaus che circolava ancora nel suo corpo, Lucien ritornò in vita e divenne un vampiro, questo fa di lui il vampiro più antico di tutti dopo gli Originali e il più potente tra i vampiri ordinari. Lucien smise di provare rancore verso Klaus perché egli lo aveva reso vampiro, lui infatti adora la sua nuova condizione di vita, arrivando a considerare Klaus un fratello. Dopo molti secoli Lucien è divenuto un uomo di successo alla guida di una sua azienda: Kingmaker Land Development Incorporated. La sua azienda in realtà è in parte una copertura perché all'interno di essa lavorano anche scienziati che indagano sul soprannaturale e che hanno sviluppato un siero capace di guarire il morso di licantropo. Lucien giunge a New Orleans ansioso di consumare la sua vendetta contro i Mikaelson, lui è furioso con Klaus perché per un secolo, sotto il soggiogamento di Elijah, lui, Tristan ed Aurora hanno creduto di essere rispettivamente Klaus, Elijah e Rebekah e sono scappati da Mikael. Tutto ciò avvenne perché loro fungessero da esca mentre la vera famiglia Originale viveva in tranquillità in Italia. Dopo la rottura del soggiogamento quando la famiglia degli Originali venne pugnalata dai Cacciatori della Fratellanza dei Cinque, i tre giurano di vendicarsi uccidendo i loro creatori. Tramite gli uomini della sua compagnia dà la caccia a tutti i licantropi negli Stati Uniti, lo scopo di Lucien è quello di sfruttare la quercia bianca, il sangue di Freya come strega Mikaelson, il potere di Vincent e il veleno di licantropo per riuscire a fare un incantesimo per creare un siero che lo trasformi in un vampiro Originale più potente dei Mikaelson, tra l'altro dopo che Davina recide il legame tra Klaus e la sua discendenza Lucien non correrà più il rischio di morire se anche Klaus facesse la stessa fine. Alla fine riesce ad assumere il siero, Matt Donovan e Finn lo uccidono, ma il siero lo riporta in vita trasformandolo nella Bestia, anche grazie al sostegno degli spiriti degli Antenati delle streghe di New Orleans che vedono in lui l'unica speranza per uccidere gli Originali. Lucien morde Finn uccidendolo con il suo veleno di licantropo, molto più potente del normale che non può essere curato nemmeno dal sangue di Klaus poiché è stato messo a punto unendo il veleno di licantropo dei sette branchi originali di lupi mannari al mondo, tra cui quelli di Klaus e Hayley. È ancora innamorato di Aurora, tanto da creare una dose anche per lei con l'intento di trasformarla nella seconda Bestia e le offre il suo amore, promettendole che salverà Tristan (mentendo dato che Lucien lo odia); poi scoprirà che la vampira in realtà non lo ha mai amato e che lo ha sempre considerato solo uno strumento per ottenere ciò che desidera. Furioso, Lucien uccide Camille per far soffrire Klaus. Per poter far uscire i Mikaelson allo scoperto, decide di mirare a Rebekah. Freya, incanalando il potere degli Antenati tramite lo spirito della defunta Davina, riesce ad invertire l'incantesimo del siero che ha trasformato Lucien in una Bestia, Lucien torna quindi a essere un comune vampiro. Lucien supplica per essere risparmiato, ma Klaus lo uccide strappandogli il cuore dopo avergli sfigurato la bocca come fece Tristan quando era umano.

Aurora de Martel[modifica | modifica wikitesto]

Aurora de Martel (Rebecca Breeds) è stata il primo essere umano che Rebekah ha trasformato in un vampiro, era la figlia un nobiluomo, il conte de Martel. Aurora è una ragazza molto bella, tanto che anche Klaus e Lucien sono stati ammaliati dal suo fascino. Sua madre morì dandola alla luce e questo la segnò profondamente, facendola sentire in colpa per aver messo fine alla vita della donna che la partorì, inoltre il comportamento restrittivo tenuto dal padre e da Tristan nei suoi confronti sembra averle provocato una specie di malattia mentale, probabile bipolarismo come la stessa Aurora ha affermato, che si manifesta a sprazzi in quelli che Tristan e Lucien definiscono "attacchi". Aurora si innamorò di Klaus, ricambiata, i due erano amanti, anche dopo aver scoperto la sua natura vampirica comprenderà di amarlo ugualmente. Aurora diventa un vampiro dopo aver tentato il suicidio tagliandosi le vene, dopo che Tristan le aveva proibito di vedere Klaus, così Rebekah le diede il suo sangue per salvarla e in seguito si buttò dalla finestra del castello, suicidandosi ed entrando in transizione. Quando gli Originali devono fuggire poiché Mikael sarebbe presto arrivato da loro, Aurora disse ad Elijah che li avrebbe seguiti per stare con Klaus ma, sotto il soggiogamento di Elijah, finisce per rivelargli la verità sulla morte della madre, infatti Klaus le confidò di averla uccisa lui dando la colpa a Mikael mentendo ai suio fratelli; Elijah furioso col fratello, la soggioga per disprezzare Klaus e tutto ciò che è, così quando Klaus le chiede di andare via con lui, ella gli spezza il cuore dicendogli che non avrebbe mai potuto amare un mostro simile. Tale confronto, come afferma Klaus, lo segnò nel profondo e lo fece diventare definitivamente crudele e spietato, senza alcun riguardo per l'amore. Attualmente si trova in una sorta di monastero, Tristan l'ha rinchiusa lì per darle assistenza visti i suoi problemi di instabilità emotiva, mentre lui va a New Orleans; però Aurora, stanca di rimanere lì, uccide i monaci e raggiunge il fratello a New Orleans. Inizialmente non sembrava covare propositi bellici contro gli Originali, specialmente perché è ancora innamorata di Klaus e infatti i due riallacciano la loro relazione amorosa. Tuttavia la vampira cercherà di nascondere il corpo di Rebekah gettandolo nell'oceano, e sequestrerà Camille, vedendola come un ostacolo dato il legame che c'è tra lei e Klaus, fallendo però in entrambi gli obiettivi dato che Klaus riuscirà a fermarla. L'Ibrido Originale arriverà al punto di detestarla. Trasformerà Camille in un vampiro, e questo gesto scatenerà l'ira di Klaus, il quale farà imprigionare Tristan in un container nelle profondità nelle acque con l'oggetto magico chiamato Serratura. Cercherà di vendicare il fratello uccidendo gli Originali, e lo farà entrando in possesso del cavaliere di legno di Hope, intagliato un millennio prima dal legno di quercia bianca, dal quale ricaverà dei proiettili, Lucien usa uno di quei proiettili per creare il siero della Bestia e, essendo da sempre innamorato di lei, le dà la seconda dose del siero che la trasformerà nella seconda Bestia. Aurora accetta l'offerta e beve il siero, ma prima di uccidersi per completare la trasformazione viene resa impotente da Freya, con un incantesimo, che la mantiene in uno stato dormiente, in seguito Vincent estrae dal suo cuore il siero che doveva trasformarla.

Tristan de Martel[modifica | modifica wikitesto]

Tristan de Martel (Oliver Ackland) è il fratello di Aurora, è stato il primo essere umano che Elijah ha trasformato in un vampiro. A detta di Lucien la sua malvagità è grande tanto quanto la bellezza della sorella Aurora, verso la quale Tristan è sempre stato iperprotettivo ad un livello tale che Elijah lo ha definito "patologico". Stando alle parole di Lucien, Tristan avrebbe nelle mire la vita di Klaus, poiché in tal modo potrebbe sterminare Lucien e tutti gli altri vampiri appartenenti alla linea di sangue di Klaus. Giunge a New Orleans con l'apparente obbiettivo di proteggere Elijah e insinua in lui il dubbio che Lucien voglia fare in modo che Klaus lo uccida, così da sterminare lo stesso Tristan e la sua intera discendenza. Tristan è a capo di un'antica organizzazione di vampiri fondata da Elijah, la Strige, che in principio era un gruppo d'élite di vampiri intellettuali, ma sotto il controllo di Tristan si è trasformata nella più potente organizzazione di vampiri del mondo che provoca guerre, fame e pestilenze per arricchirsi e acquisire potere sempre maggiore. L'odio che lui e Lucien provano l'uno per l'altro è superato solo dall'odio che provano per gli Originali, infatti i due vampiri, segretamente, intendono sconfiggere gli Originali sigillandoli per sempre in un luogo impenetrabile per proteggersi dalla profezia che porterebbe alla morte dei loro creatori (e quindi alla loro) entro pochi mesi e per vendicarsi del soggiogamento che hanno subito per cento anni. In realtà i due, pur avendo giurato vendetta, si odiano ancora a morte, hanno messo da parte i rancori solo per sopravvivere. Seguendo un astuto piano da lui ideato spinge i Mikaelson in trappola, uccidendo anche Jackson, ma il loro contrattacco lo conduce a finire intrappolato con la Serratura in un container da Freya e Vincent, mentre la Strige al completo gli volta le spalle per non morire contro Elijah e Klaus. Viene scaricato nell'oceano per restarci imprigionato in eterno. Aya fa creare per lui una Chambre de Chasse all'interno della quale non soffrire per il continuo annegamento, dove poter leggere in pace, ascoltare la musica e incontrare eventuali visitatori suoi compagni, tra cui Aurora. Tale camera, però, crollerà quando Elijah, Hayley e Marcel uccidono le streghe della Sorellanza che hanno creato l'incantesimo, così Tristan è costretto a tornare al suo annegamento senza fine. Nei modi e nel carattere assomiglia apparentemente al suo sire, ma Tristan al contrario di Elijah tortura e uccide con freddezza e traendone nulla più che un perverso piacere. Ha capelli castani e occhi azzurri.

Aya[modifica | modifica wikitesto]

Aya (Tracy Ifeachor) è stata uno dei primi membri della Strige e braccio destro di Tristan, come lui pure Aya venne trasformata da Elijah. Un tempo era la sua protetta, nonché amante, ma quando Elijah si vide costretto ad abbandonarla dato che Mikael dava la caccia a lui e ai suoi fratelli, lei divenne fedele solo a Tristan, il quale ormai aveva preso il controllo della Strige. È vecchia di almeno 900 anni, in virtù di ciò è molto forte, lo stesso Elijah afferma che è bella come una dea ma aggressiva come una vipera, inoltre è spietata e manipolatrice. I suoi comportamenti non sono spinti dalla cattiveria, ma dalla rabbia per essere stata abbandonata da Elijah. Aya e i membri della Strige combattono al fianco di Tristan nella lotta contro i Mikaelson, ma quando Tristan verrà intrappolato in un container da Freya e Vincent tramite l'oggetto noto come Serratura, Aya fingerà di abbandonare Tristan, ma in realtà fa in modo che la Sorellanza rinchiuda la sua mente in una Chambre de Chasse, all'interno della quale può evitare di soffrire per il continuo annegamento, dove poter leggere e ascoltare la musica e incontrare Aurora. Il piano di Aya di rompere la linea di sangue di Elijah e Klaus e ucciderli entrambi fallisce in gran parte, visto che solo la linea di sangue di Klaus viene rotta e lui sopravvive. I proiettili di quercia bianca e la pistola di essi dotata passa in mano ad Elijah ed Aya gli chiede di ucciderla per farla finita, poiché non può sopportare più l'idea che la sua vita sia legata ad un uomo per cui era pronta a morire e che l'ha tradita, però Elijah non se la sente non essendosi mai perdonato per averla abbandonata. Viene uccisa da Hayley per gelosia e invidia. Ha capelli e occhi neri, la pelle scura, un fisico snello e alto.

Stefan Salvatore[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Stefan Salvatore.

Stefan Salvatore (Paul Wesley) è un vampiro trasformatosi nel 1864 residente a Mystic Falls. Nel 1920 conobbe Klaus e Rebekah e diventò un grande amico del primo e amante della seconda, sebbene decenni dopo si sia messo contro gli Originali in più di un'occasione a causa dei torti commessi da Klaus nei suoi confronti. È stato marchiato dalla cacciatrice Rayna Cruz, la quale lo inseguirà fino in capo al mondo al fine di rinchiudere l'anima del vampiro dentro la sua spada e distruggere il suo corpo impedendogli di tornare in vita definitivamente. Freya, su richiesta di Klaus, usa una rarissima erba magica con proprietà anti-magia capace di occultare alla cacciatrice la presenza di Stefan per consentirgli di allontanarsi in sicurezza dalla città e dalla sua inseguitrice. Dopo aver saputo che la Strige intende uccidere Klaus e del rischio esistente che l'incantesimo per rompere la linea di sangue non funzioni e che quindi sia lui che suo fratello e la sua fidanzata possano morire, decide di collaborare con Freya, Lucien, Hayley e Marcel per fermare la Strige. Dopo essersi fatto portare di nascosto nell'edificio dove si sta compiendo l'incantesimo, scopre la sua cicatrice e permette a Rayna di entrare nel covo della Strige e di uccidere quasi tutti i componenti venendo a sua volta uccisa da Aya. Appena il suo legame con Klaus si è spezzato quest'ultimo lo ringrazia e gli raccomanda di fare la cosa giusta con Caroline Forbes, fidanzata di Stefan e precedente interesse amoroso dell'ibrido, mentre lui gli raccomanda di fare altrettanto nei confronti di Hayley, dopodiché i due si salutano.

Josh Rosza[modifica | modifica wikitesto]

Joshua "Josh" Rosza (Steven Krueger) è un vampiro trasformato da Marcel. Diventa una spia di Klaus, ma poi sostiene Marcel e Davina. Quest'ultima gli è molto legata e lo ha salvato più di una volta. Josh riceve il tanto desiderato anello solare quando Klaus ne dona uno a Davina insieme alla formula dell'incantesimo. Josh è omosessuale e ha una relazione con il licantropo Aiden, conclusasi in tragedia quando quest'ultimo viene ucciso da Dahlia. Dopo questa terribile perdita, Josh decide di abbandonare New Orleans per un po' di tempo, anche se poi vi farà ritorno per stare vicino a Davina e a Marcel. Aiuta Davina ad attraversare il mondo dei morti per vedere Kol. In seguito dimostra anche di aver imparato a combattere e rivela di essere molto abile coi computer, facendo sì che Marcel potesse ottenere l'ultimo proiettile di quercia bianca messo all'asta da Sofya. Piange poi la morte di Davina e coopera con Vincent e Kol perché possano aiutarla a distruggere il piano ancestrale, salvando la sua anima in modo che possa trovare la pace.

Gia[modifica | modifica wikitesto]

Gia (Nishi Munshi) è una ragazza che Marcel trasforma in un vampiro, con l'intento di creare una nuova comunità di vampiri. Prima della trasformazione era una musicista di strada che era stata abbandonata dalla sua famiglia. Marcel la affida ad Elijah perché le faccia da mentore e, seppur all'inizio riluttante, l'Originale accetta il compito e la addestra a combattere. In poco tempo Gia diventa il braccio destro di Marcel. Quando Elijah lascia la residenza Mikaelson per unirsi alla comunità di vampiri di Marcel, per cementare nuove alleanze utili alla famiglia, Gia ed Elijah si avvicinano nuovamente. Gia, benché non si fidi quasi mai di nessuno, ripone fiducia in Elijah, il quale a propria volta apprezza la sua personalità. Gia diventa poi l'amante di Elijah e dimostra di tenere molto a quest'ultimo. Gia viene infine uccisa da Klaus che, attraverso il soggiogamento, la obbliga a togliere l'anello solare davanti ad Elijah, morendo bruciata davanti a lui come punizione per aver tradito il fratello e per convincere Dahlia delle sue intenzioni. La sua morte spinge Elijah ad allontanarsi da Klaus, anche se poi farà ritorno da lui su richiesta di Hayley.

Diego[modifica | modifica wikitesto]

Diego (Eka Darville) è un vampiro fedele a Marcel, che lo trasformò in vampiro dopo averlo trovato in fin di vita in seguito ad un attacco dei licantropi, che uccisero tutta la sua famiglia. Quando Marcel viene sconfitto da Klaus, Diego diventa l'esponente della fazione dei vampiri, mantenendo comunque i contatti con Marcel. Dopo che Elijah uccide Thierry, Diego si unisce a Marcel per affrontare gli Originali. Durante una battaglia, viene morso da un licantropo della famiglia Guerrera. Ormai prossimo alla morte per via del veleno, Diego viene ucciso da Mikael che si nutre di lui.

Thierry Vanchure[modifica | modifica wikitesto]

Thierry Vanchure (Callard Harris) è un vampiro, migliore amico di Marcel. Non va d'accordo con Klaus, pertanto si allea con Marcel per riprendersi New Orleans. Thierry è un abile trombettista e un ex soldato, probabilmente il primo vampiro che Marcel trasforma dopo essere sopravvissuto all'attacco di Mikael a New Orleans nel 1919. Elijah gli strappa il cuore per punire Marcel. La sua morte provoca la guerra di Marcel e i vampiri contro gli Originali, con il massacro di parte dei primi da parte di Elijah mentre i restanti vengono avvelenati dai licantropi Guerrera e poi uccisi da Mikael che si nutre di loro, e il solo a sopravvivere è proprio Marcel.

Lenore Shaw[modifica | modifica wikitesto]

Lenore Shaw (Sonja Sohn) è una strega del quartiere francese alleata di Marcel e che aiuta Hayley a marchiare l'anima di Esther, ma subito dopo viene posseduta proprio da quest'ultima. Quando Klaus la uccide, la donna diventa un vampiro, poiché nel suo corpo vi erano alcune gocce del sangue di Rebekah, mantenendo permanentemente dentro di sé lo spirito di Esther. Viene uccisa da Freya Mikaelson, la figlia di Esther, che trasformerà il suo corpo in tanti storni defunti.

Sofya[modifica | modifica wikitesto]

Sofya (Taylor Cole) è una vampira mercenaria, viene assunta da Lucien Castle per reclutare i discendenti dell'Ibrido affinché lo uccidano una volta per tutte, è molto calcolatrice e fredda. Al momento lavora sotto le direttive di Marcel, dopo che riprende il controllo del quartiere francese, tra l'altro lei e Marcel diventeranno amanti. Disprezza Klaus il quale, cinquecento anni prima, sterminò tutta la sua famiglia.

Gaspar Cortez[modifica | modifica wikitesto]

Gaspar Cortez (Matt Cedeño) è un vampiro appartenente alla discendenza di sangue di Klaus. Dopo che Davina recide il legame di Klaus con la sua linea di sangue, facendo sì che la sua morte non comporti pure quella dei vampiri della sua discendenza, Cortez, come molti altri vampiri che discendono da Klaus e che covano rancore nei suoi confronti, giunge a New Orleans con l'intento di uccidere l'Ibrido Originale, ma sarà quest'ultimo a uccidere Cortez decapitandolo.

Licantropi[modifica | modifica wikitesto]

Con la trasformazione, i licantropi assumono l'aspetto di un lupo.

I licantropi, chiamati anche lupi mannari, sono esseri umani che, ad ogni plenilunio, si trasformano in lupi superforti e superveloci. Hanno delle abilità speciali: da umani possiedono una forza maggiore, da lupi vedono di notte e il loro morso può ridurre un vampiro in uno stato di demenza, violenza e impulsività che conduce la vittima ad una morte lenta e dolorosa nel giro di un paio di giorni al massimo. Il veleno secreto dal loro morso ha effetti abbastanza simili anche su un Originale per un lasso di tempo molto più breve e, soprattutto, per loro non è mortale, Mikeal invece è l'unico Originale che non subisce nessun effetto negativo dal morso di un licantropo grazie alla sua capacità di dominare il dolore fisico e psichico con la forza di volontà; il sangue di Klaus in principio era l'unico antidoto che contrastava gli effetti del veleno dei licantropi, ma i ricercatori che lavorano nell'impresa di Lucien sono riusciti a sintetizzare un antidoto che neutralizza gli effetti del veleno. Cacciano soprattutto umani e vampiri. Possono essere uccisi con la decapitazione, l'estrazione del cuore o con la magia. Lo strozzalupo li indebolisce e, se usato in quantità eccessive, può risultare fatale, mentre l'argento non solo è innocuo, ma le ferite provocate da esso guariscono istantaneamente, come se fossero immuni ad esso. Nella loro forma umana sono più deboli dei vampiri, ma se vengono colti da una grande rabbia possono attingere al loro potere di lupi per un breve periodo di tempo, riuscendo ad affrontare anche vampiri di oltre un secolo. Quando ciò avviene i loro occhi brillano di un'intensa luce gialla. La loro usuale inferiorità cambia completamente con la Luna piena durante la quale possono sopraffare vampiri anche vecchi di pochi secoli, sebbene il motivo della loro pericolosità riguardi soprattutto il loro morso. Guariscono dalle ferite, ma invecchiano normalmente.

Come i vampiri dispongono degli anelli con incastonati i lapislazzuli per non bruciare al sole, anche i licantropi possono usare degli anelli con incastonate le pietre di cianite nera per controllare la maledizione. Tramite essi i licantropi possono usare a piacimento la forza, la velocità e il morso letale del lupo mannaro in forma umana e senza più trasformarsi ad ogni luna piena, in queste condizioni sono anche più pericolosi dei vampiri grazie al loro veleno e alla loro forza, ma hanno sempre maggiori punti deboli visto che muoiono se si spezza loro il collo.

Attraverso un rituale mistico che si verifica tra due Alfa di due branchi, ovvero un matrimonio officiato da uno sciamano, è possibile trasmettere le caratteristiche di uno degli sposi al branco dell'altro Alfa e a tutti i suoi seguaci. Stando a ciò che ha scritto Ansel su un diario, un tempo i licantropi non erano tutti uguali, alcuni avevano i sensi affinati, altri una maggiore velocità, altri maggiore forza. I matrimoni mistici combinati permisero a tutti i licantropi del mondo di possedere le medesime capacità. Inoltre, se gli Alfa di altri branchi fanno autenticare la loro rinuncia al titolo a beneficio di un solo nuovo Alfa, tutti i licantropi seguaci di questi licantropi diventano parte del branco del nuovo ed unico Alfa. Grazie ad un matrimonio mistico tra Jackson ed Hayley, il potere da ibrido di Hayley, che le permette di controllare la trasformazione, viene trasmesso a una moltitudine di branchi, uniti in uno solo grazie alla rinuncia di tanti capibranco a favore di Jackson. Grazie a questo, i licantropi che si sono uniti al branco della Mezzaluna vengono liberati dalla maledizione che li obbliga trasformarsi con la luna piena e riescono più facilmente a canalizzare parte del potere di lupo, oltre a poter usare il loro morso velenoso quando vogliono.

Per diventare licantropi bisogna innanzitutto possedere il gene della licantropia, ereditato da almeno uno dei genitori, a prescindere dal fatto che il genitore abbia mai scatenato la maledizione, il gene della licantropia va infatti "attivato" commettendo un omicidio, anche involontario. La trasformazione è molto dolorosa e lunga, ma con il tempo ci si può abituare al dolore e si possono velocizzare i tempi.

I licantropi sono le uniche creature a poter diventare ibridi.

Come è stato spiegato ad Hayley da un licantropo tenuto prigioniero da Lucien, un tempo esistevano sette branchi originali dei lupi mannari e i loro discendenti di sangue esistono ancora oggi. I loro nomi sono Deepwater, Malraux, BasRoq, Barry, Poldark, Paxon e Crescent (mezzaluna). Hayley discende dalla stirpe dei Mezzaluna, mentre Klaus da una delle altre sei. Combinando i veleni dei sette branchi in uno solo è possibile creare un nuovo veleno talmente potente da poter uccidere un Originale e che nemmeno il sangue di Klaus può guarire.

Tyler Lockwood[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Tyler Lockwood.

Tyler Lockwood (Michael Trevino) è un licantropo che viene trasformato in un ibrido da Klaus nella terza stagione di The Vampire Diaries. Arriva a New Orleans per vendicare la morte di sua madre Carol, ad opera di Klaus. Cattura Hayley e trasforma Dwayne in un ibrido con il sangue di Hope per dimostrarle il potere della bambina e afferma che il solo proposito per cui Klaus voglia avere un erede sia il fatto di poter creare un esercito di ibridi. Dopo aver ucciso Dwayne, che ormai era asservito a Hope, il giovane Lockwood fa capire di voler uccidere la bambina nel grembo di Hayley per compiere la sua vendetta su Klaus. La ragazza, però, riesce a fuggire e, mentre Tyler la sta cercando, incontra e affronta Klaus, ma non potendo competere con la sua forza viene facilmente sconfitto. Nonostante l'astio tra i due, l'Ibrido Originale lo risparmia perché capisce che Tyler preferisce morire piuttosto che vivere l'eternità consumato da un desiderio di vendetta che non potrà mai ottenere. Tyler decide allora di rivelare i poteri della bambina a Marcel per convincere lui e il suo esercito ad uccidere la bambina, ma Rebekah gli spezza il collo e lo imprigiona nel "giardino" poiché non ha alcuna intenzione di lasciare che sua nipote venga uccisa. Tyler viene poi liberato da Rebekah stessa che lo riporta a Mystic Falls come regalo per Matt. Nel finale della quinta stagione di The Vampire Diaries torna ad essere un licantropo con il gene non attivato, che poi riattiverà nel finale della sesta stagione.

Jackson Kenner[modifica | modifica wikitesto]

Jackson Kenner (Nathan Parsons) è il capobranco dei lupi della Mezzaluna. È un licantropo di sangue nobile, destinato a sposare Andréa Labonair, ovvero Hayley. Fa un patto con Klaus per ottenere le pietre di cianite nera necessarie alla creazione degli anelli lunari, i quali garantirebbero ai licantropi la superiorità sui vampiri. Non è a conoscenza, però, del complotto tra Francesca Correa, il suo amico Oliver e la strega Genevieve. Quando Francesca prenderà il controllo di New Orleans grazie agli anelli lunari creati da Genevieve, lei e Oliver ne offrono uno a Jackson, ma lui lo rifiuta non volendo unirsi a loro. Jackson e Hayley si sposano con una cerimonia con la quale Hayley passa i suoi poteri a Jackson e ai licantropi presenti al loro matrimonio, per garantirsi un esercito abbastanza forte da proteggere la figlia di Hayley. I licantropi del quartiere non hanno così più bisogno degli anelli per controllare la propria trasformazione. Jackson è sinceramente innamorato di sua moglie, inoltre pure lei gradualmente inizia a provare dei sentimenti per lui, che vanno oltre l'amicizia, finendo con l'amarlo, anche se non quanto Elijah. Si affezionerà molto a Hope, ma non andrà altrettanto d'accordo con Klaus, specialmente per il modo in cui tratta i lupi del branco, non curante della loro incolumità. Ha un rapporto molto controverso con Elijah dato che Hayley al loro matrimonio era ed è ancora innamorata di lui. Quando i suoi migliori amici, Oliver e Aiden, moriranno a causa degli scontri della famiglia Mikaelson, Jackson convince Hayley a scappare via con lui e il branco, portando con loro Hope, ma Klaus li raggiunge e dopo aver affrontato Hayley e Jackson, sua zia Dahlia maledice Jackson, sua moglie e il resto del branco per punirli, obbligandoli a vivere per sempre come lupi, per poi ritornare umani solo nelle notti di plenilunio. Davina spezzerà la maledizione convincendo gli spiriti delle antenate a sciogliere l'incantesimo di Dahlia. Dopo aver litigato più volte con Hayley a causa del suo coinvolgimento coi Mikaelson, si rende conto che loro sono comunque sempre pronti a proteggersi a vicenda, proprio come farebbe un branco, quindi decide di lasciarsi alle spalle i rancori e di vivere con Hayley senza più litigare per il fatto che lei faccia parte anche di quella famiglia. Quando lui e la moglie stanno per tornare in città, però, vengono attaccati da Aya e da altri vampiri della Strige e Jackson viene ucciso da Tristan, che gli strappa il cuore davanti ad Hayley per vendicarsi delle torture per causa di lei. Il cuore di Jackson, che dopo il matrimonio con Hayley era diventato il riflesso speculare di quello della moglie, verrà usato da Davina per spezzare il legame di sangue che univa Klaus alla sua discendenza, così la morte dell'Ibrido Originale non provocherà la morte di tutta la sua linea di sangue.

Eve[modifica | modifica wikitesto]

Eve (Tasha Ames) è una gentile donna che possiede il gene della licantropia, ma che non ha mai attivato la maledizione uccidendo qualcuno. Aiuta Hayley a trovare informazioni sulla sua famiglia. Rimane ferita gravemente da alcuni esplosivi piazzati nella palude, sebbene sia molto legata a Oliver, quest'ultimo la uccide dopo aver ammesso di essere stato lui a piazzare gli esplosivi nella loro palude.

Cary[modifica | modifica wikitesto]

Cary (Jesse Boyd) è un licantropo discendente dal padre di Klaus, il suo branco è nemico da sempre di quello della Mezzaluna di cui fa parte Hayley. Klaus sceglie di proteggere (segretamente) lui e il suo branco dai vampiri e chiede a padre Kieran di dare loro ospitalità nella chiesa durante l'alluvione provocato dalla perdita di controllo della magia del Raccolto conservato interamente nel corpo di Davina. In seguito Klaus lo incontra e ottiene da lui l'anello di cianite che sua madre Esther diede al suo padre biologico. Klaus intendeva creare degli anelli lunari per il branco di Hayley e per il proprio, ma a causa del tradimento di Genevieve e l'intromissione dei Guerrera, tale proposito non viene portato a compimento. Solitamente i licantropi provano disprezzo per i vampiri, tuttavia Cary sembrava felice di conoscere Klaus, considerato una leggenda nel suo branco.

Oliver[modifica | modifica wikitesto]

Oliver "Ollie" (Chase Coleman) è un lupo mannaro del branco della Mezzaluna, nonché migliore amico di Jackson. Si allea con Francesca Correa per ottenere una Pietra di Calcite Nera, con la quale ottenere degli anelli magici per combattere la maledizione della luna piena e fare uso dei poteri di lupo nella loro forma umana. È un individuo violento, che venera la propria natura chiamando "dono" la maledizione della licantropia. Quando i licantropi sconfiggono i vampiri cacciandoli via dai quartieri francesi, Oliver crede erroneamente di aver vinto, ma Klaus, Elijah, Marcel e Hayley mettono in piedi un piano col quale uccidere i licantropi che portano l'anello, il piano riesce e i Guerrera vengono uccisi, inoltre Hayley sottrae a Oliver il suo anello, decidendo di risparmiarlo. Oliver, dopo aver preso coscienza dei suoi sbagli, decide di redimersi, ma Esther e Finn ormai hanno il pieno controllo dei licantropi avendo offerto loro gli anelli lunari. Scoperto il suo tradimento con Hayley e Marcel, Oliver viene catturato dai lupi di Esther e condannato a morte. Liberato da Hayley e Ansel, viene comunque ucciso da un sortilegio di Esther.

Francesca Correa[modifica | modifica wikitesto]

Francesca Correa (Peta Sergeant) è a capo della fazione degli umani dopo la morte di Padre Kieran. La donna, però, non è umana, bensì possiede il gene della licantropia. Dopo aver ottenuto la possibilità di controllare la maledizione grazie alle Pietre di Calcite create da Genevieve, uccide la sua guardia del corpo, attivando il gene e diventando un licantropo molto forte e con il controllo della trasformazione. La donna discende dalla famiglia di licantropi Guerrera, un clan di lupi che fu quasi sterminato da Marcel, a suo dire erano persino più pericolosi dei lupi del clan della Mezzaluna di Hayley a causa della loro crudeltà. Lei e i suoi fratelli, grazie agli anelli, diventano molto forti e pericolosi, infatti Francesca ottiene il controllo della città, ma Klaus, Elijah, Hayley e Marcel uccidono uno a uno tutti i lupi che possiedono l'anello, sterminando definitivamente il clan dei Guerrera. Viene uccisa per ultima da Hayley dopo aver inutilmente tentato la fuga.

Aiden[modifica | modifica wikitesto]

Aiden (Colin Woodell) è un membro del branco della Mezzaluna, al pari di Oliver, Jackson lo considera uno dei suoi migliori amici. Insieme a Hayley e Oliver gestisce gli interessi della comunità del bayou. Aiden è gay e inizia a frequentare Josh, con cui inizia poi una vera e propria relazione alla luce del sole. Aiden ha fatto le veci di leader nei mesi in cui Jackson se ne è andato, ferito dal tradimento di Oliver. Aiden pensa che Jackson non si occupi come si deve del branco e Klaus, intuendo questo, gli propone di aiutarlo a diventare il nuovo alfa. Aiden sa di non potersi fidare di Klaus, ma decide di stare al gioco per evitare ritorsioni. Aiden, alla fine, prende la decisione di lasciare New Orleans e vivere la sua storia d'amore con Josh in tranquillità, ma viene ucciso da Dahlia, che mutila il suo corpo in modo tale da farla apparire come un'aggressione fisica di Klaus, in modo da mettere i licantropi e i fratelli di Klaus contro quest'ultimo.

Ansel[modifica | modifica wikitesto]

Ansel (Lloyd Owen) è il padre biologico di Klaus. Esther si innamorò di lui, ma quando la mise incinta di Klaus decise di far credere a tutti che fosse il figlio di Mikael, nonostante Ansel desiderasse prendersene cura. Venne ucciso da Mikael dopo aver scoperto della sua relazione con la moglie, a detta di Elijah è stato proprio l'omicidio di Ansel che diede origine alla secolare faida tra vampiri e licantropi. Esther lo riporta in vita dopo la caduta dell'Altra Parte. Il licantropo cerca di costruire un rapporto con Klaus, inoltre gli rivela che è a conoscenza del fatto che sua figlia Hope è viva, quindi Klaus per evitare che Esther lo venga a sapere (la quale vuole uccidere la nipotina) si vede costretto, con suo grande rammarico, a ucciderlo, dopo avergli detto che gli sarebbe piaciuto averlo come padre mille anni prima, ma che ha aspettato troppo prima di decidersi a salvarlo.

Mary Dumas[modifica | modifica wikitesto]

Mary Dumas (Debra Mooney) è la nonna di Jackson. Durante il periodo di lotte tra licantropi e vampiri, il defunto marito di Mary, Richard, si macchiò dell'omicidio dei genitori di Hayley visto che non era d'accordo con loro, i quali volevano accordarsi con Marcel per una tregua. Mary è una sciamana, e sarà proprio lei a ufficializzare l'unione matrimoniale di Hayley e Jackson. Quando Hayley e Jackson decideranno di scappare via con il branco, portando con loro Hope, Mary li seguirà, ma Dahlia, su ordine di Klaus, impone a Hayley e ai lupi del branco, compresa Mary, una maledizione per cui loro vivranno per sempre nella loro forma di lupo, e ritornare umani solo durante le notti di luna piena. La maledizione, però, verrà spezzata da Davina. Durante una crisi tra Jackson e Hayley, la donna torna in città per convincere Hayley a fare pace col marito e di lasciare perdere i Mikaelson, Hayley le dà ragione. In seguito Hayley le affida Hope per un po' di tempo mentre lei e Klaus indagano sull'impresa di Lucien Castle.

Keelin[modifica | modifica wikitesto]

Keelin (Christina Moses) è una ragazza lupo e interesse amoroso di Freya, discende dai Malraux, uno dei primi sette branchi. È laureata in medicina, ha una vasta conoscenza nel campo della manipolazione biologica, tanto da aver studiato il modo di inibire i suoi poteri di licantropo. Freya le farà dono del gioiello lunare che le permetterà di controllare meglio i suoi poteri di lupo.

Streghe[modifica | modifica wikitesto]

Un pentacolo.

Una strega è un essere umano, maschio o femmina, in grado di cambiare la realtà con la magia. I poteri di una strega sono ereditari e si sviluppano durante l'adolescenza. Essi includono l'abilità di evocazione, il controllo e lo stordimento della mente, l'inflizione del dolore, la preveggenza, la telecinesi e la mescita di pozioni. Ogni strega possiede un grimorio, cioè un libro, trasmesso di generazione in generazione, nel quale sono raccolti incantesimi, ricette di pozioni e altri rituali. Ci sono casi in cui le streghe nascono con un dono speciale, come il poter percepire le gravidanze, le menzogne o capacità chiaroveggenti. Le streghe sono le creature soprannaturali più antiche ed esistono da epoche molto remote e sono gli architetti del soprannaturale, in quanto tutte le altre creature soprannaturali sono state create da loro (è da considerare che l'origine dei licantropi sia ancora ignota, ma anch'essi posseggono i loro poteri grazie alla magia). Essendo ancora esseri umani, sono mortali, ma possono decedere anche per uso eccessivo della magia. Possono essere trasformate in vampiri, ma perdono la loro magia. Solo Hope Mikaelson ha poteri magici, pur appartenendo alla specie degli ibridi.

Esther[modifica | modifica wikitesto]

Esther (Alice Evans da adulta, Hayley McCarthy da giovane) è la madre di Klaus, Elijah, Rebekah, Henrik, Finn, Kol e Freya. Morta nella terza stagione di The Vampire Diaries dopo essere stata resuscitata, il suo corpo viene consacrato sul terreno di New Orleans, portando il suo potere in città. Esther è una delle streghe più potenti che siano mai esistite, viene chiamata "Strega Originale" essendo colei che ha creato i Vampiri Originali. Torna in vita impossessandosi del corpo di Cassie, quarta ragazza del Raccolto. Quando era ancora defunta si è imposta sugli spiriti delle streghe consacrate a New Orleans e ha decretato che Hope, sua nipote, dovesse essere sacrificata. Genevieve ha detto che Esther non smetterà mai di dare la caccia ad Hope finché ella vivrà. Dal corpo di Cassie, la strega si sposta in quello di Lenore Shaw, determinata ad annullare l'incantesimo Originale e trasformare così i suoi figli in umani. Viene rivelato che la sua primogenita, Freya, le era stata portata via quando era una bambina dalla sorella maggiore, Dahlia, come pegno visto che era stata lei ad aiutarla a diventare fertile, infatti Esther non poteva avere figli. Con la trasformazione di Lenore in vampiro, lo spirito di Esther rimane intrappolato nel corpo della ex strega, fino a quando viene uccisa da Freya Mikaelson. Successivamente, Esther viene riportata in vita nel suo corpo originale, in quanto Klaus intende usare la madre come arma contro Dahlia, essendo il suo sangue l'ingrediente chiave per ucciderla. Quando vede Dahlia in procinto di uccidere Klaus, Elijah, Rebekah e Freya, interviene per bloccare Dahlia, dando modo a Klaus di uccidere lei e la sorella maggiore in un colpo. Esther, prima di morire, si riconcilia con la sorella, chiedendole perdono per averla lasciata mille anni prima e di aver compreso il suo errore solo dopo aver visto i suoi figli combattere per proteggersi a vicenda e riesce a trovare la pace.

Dahlia[modifica | modifica wikitesto]

Dahlia (Claudia Black) era una strega e la sorella maggiore di Esther. Nell'uso della magia era assai più potente di Esther, la quale cova un profondo terrore nei suoi riguardi. Dahlia fece in modo che Esther, che aveva rinunciato alla magia per essere moglie e madre, fosse fertile (Esther era sterile), preannunciandole un grosso sacrificio. Anni dopo, Dahlia prende Freya come pagamento per l'aiuto offerto ad Esther e le annuncia che si sarebbe presa ogni primogenito di ogni generazione della famiglia di Esther. Quest'ultima ha cercato di uccidere Hope, la figlia di Klaus, proprio perché se non fosse morta Dahlia sarebbe tornata e avrebbe dato la caccia a tutti loro. Dahlia, come Freya, rimane sveglia un anno e dorme per un secolo, inoltre, è immortale grazie al potere che incanala direttamente da Freya, e quindi non c'è nulla che possa ucciderla. Il suo scopo ultimo, però, è riuscire dove nessuna strega è mai riuscita a giungere prima: ottenere un'immortalità incondizionata che non le tolga i poteri da strega, ovvero non dover più dormire un secolo ed essere sveglia un solo anno, ma vivere ogni giorno, immortale e invincibile come strega. A questo scopo vuole assorbire la magia di Hope, la figlia di Klaus, come fece un tempo con quella di Freya. Dahlia dispone di un potere immenso, tale che, con solo una parte di esso, è stata in grado di mettere in ginocchio Mikael e Klaus contemporaneamente e di sottomettere Freya con un solo gesto della mano. Il suo potere di strega è semplicemente immenso e le consentì un millennio prima, quando era molto più debole, di sterminare un intero villaggio con un solo cenno della mano. È stata persino in grado di ridurre in polvere il paletto di quercia bianca reso indistruttibile dalla sorella Esther come niente fosse. Dahlia sembra avere una sorta di rispetto e timore nei confronti di Klaus, sebbene sia molto più potente di lui, avendo capito che lui è l'unico abbastanza intelligente e forte per poterla fermare e anche per il fatto che Klaus non è figlio di Mikael, uomo disprezzato da Dahlia. I due, alleati, abbattono uno dopo l'altro Marcel, il suo esercito, Rebekah, Elijah e Freya. Dahlia, dopo aver scoperto la trappola di Freya, la deride perché, anche se non si fosse alleata con Klaus e si fosse fatta colpire, lei non sarebbe mai morta perché non era il sangue di Freya il suo punto debole, ma quello di Esther, essendo lei la persona che ha più amato e il cui tradimento le ha spezzato maggiormente il cuore. Dahlia, su consiglio di Klaus, maledice Hayley, Jackson e l'intero branco della Mezzaluna, imponendo su di loro la maledizione che li obbliga a restare in forma di lupo sempre, a parte durante la luna piena. Dahlia si appresta a prendere Hope, ma Klaus le dice che non può permettere che Hope venga vincolata a restare eternamente neonata vivendo un anno ogni cento nel caso in cui il suo potere non fosse sufficiente a garantire a Dahlia l'eternità senza vincoli che desidera. Per questo Klaus le propone di legarsi a lui, che è già immortale, per poi attingere al potere di Hope, in modo che lei non sia vincolata all'incantesimo di Dahlia. Dahlia può essere uccisa soltanto dalla combinazione di tre elementi: il suolo sacro, ovvero la terra di Norvegia, il paese in cui Dahlia è nata; le ceneri di un guerriero vichingo risalente a oltre 1000 anni fa, essendo i vichinghi coloro che oppressero Dahlia; il sangue della persona che Dahlia ha amato di più e che le ha anche spezzato il cuore, quello di sua sorella Esther. Durante lo scontro finale, Dahlia sta per uccidere Freya, Klaus, Elijah e Rebekah, ma viene fermata da Esther, nel frattempo tornata in vita che la strangola con le catene anti-magia, ed uccisa da Klaus insieme alla sorella durante un momento di distrazione. Prima di morire, Dahlia si riconcilia con la sorella e trova la pace con lei.

Jane-Anne Deveraux[modifica | modifica wikitesto]

Jane-Anne Deveraux (Malaya Rivera Drew) è la sorella di Sophie. Determinata a resuscitare sua figlia Monique, attira Hayley a New Orleans. Viene uccisa da Marcel per aver praticato la magia nel quartiere francese. L'incantesimo che le è costata la vita è stato quello che ha confermato che il padre della bambina nel grembo di Hayley fosse Klaus.

Celeste DuBois[modifica | modifica wikitesto]

Celeste DuBois (Raney Branch) fu amante di Elijah nel 1800. Venne uccisa dagli umani per colpa indiretta di Klaus, il quale fece passare le proprie uccisioni per sacrifici attuati da streghe. I suoi resti non vennero mai consacrati, poiché lo spirito della donna è sempre passato per vari corpi vivi. Medita vendetta contro Elijah e Klaus e vuole distruggere il loro legame familiare, inoltre minaccia Elijah di tormentarlo in eterno, perché ogni donna cui Elijah si avvicinerà potrebbe essere posseduta da lei. Dopo essersi uccisa nel corpo di Sabine per entrare in un altro, un incantesimo richiesto da Elijah a Monique porta la strega nel suo vero corpo. Rimasta incapace di trasferirsi in un altro corpo, viene uccisa da Elijah nel cimitero di New Orleans con un pugnalata.

Eva Sinclair[modifica | modifica wikitesto]

Eva Sinclair (Maisie Richardson-Sellers) è la moglie di Vincent, è considerata una criminale nella comunità magica, dato che rapiva i giovani ragazzi del quartiere francese per attingere potere da loro e aumentare la forza della sua magia. La potente strega è posseduta dallo spirito di Rebekah Mikaelson. Riesce a riprendere il controllo del suo corpo e cerca di completare il suo rituale, che prevede il sacrificio di nove streghe, tra cui Davina, Josephine LaRue e sette giovani streghe, per poter ottenere un immenso potere, ma viene fermata da Vincent. Eva muore spiritualmente quando Freya, grazie ad Elijah e Klaus, fa un incantesimo che permette a Marcel e Vincent di entrare nella sua mente, dove Rebekah la uccide. Eva, spiritualmente, è morta e Rebekah è l'unica anima presente nel suo corpo. Quando Aya uccide Rebekah (il cui spirito si trovava ancora nel corpo della strega) l'Originale fa ritorno nel suo corpo. Si scoprirà in seguito che Eva in principio era una brava persona, dolce e apprensiva, ma dato che Marcel aveva preso possesso del quartiere francese avvalendosi del potere di Davina assogettando le streghe alla sua tirannia, Vincent invocò il potere dell'Ombra per sconfiggerlo, ma tale potere rese Eva malvagia e mentalmente instabile, inoltre la magia oscura le fece perdere il bambino, infatti era incinta.

Sabine Laurent[modifica | modifica wikitesto]

Sabine Laurent (Shannon Kane) è una strega impossessata dallo spirito di Celeste DuBois. Con le streghe Bastianna Natale, Papa Tunde e Genevieve è intenzionata a vendicarsi dei fratelli Mikaelson. Muore quando Celeste, nel suo corpo, si suicida.

Agnes[modifica | modifica wikitesto]

Agnes (Karen Kaia Livers) è una strega appartenente alla classe delle Anziane. Ha maledetto Sean O'Connell. Convinta da Celeste (nel corpo di Sabine) che la figlia di Klaus porterà la morte a tutte le streghe, cerca di ucciderla sfruttando il legame tra Sophie ed Hayley usando un ago maledetto che porta all'aborto spontaneo. Il suo piano viene inconsapevolmente sventato da Davina grazie ad uno stratagemma di Elijah, dal quale viene poi uccisa. In realtà la sua morte per mano degli Originali era parte del piano di Celeste per poter sottrarre il potere del Raccolto. Ella era perfettamente conscia che facendo in modo che Agnes mirasse alla vita di Hope, i vampiri l'avrebbero uccisa.

Katie[modifica | modifica wikitesto]

Katie (Alexandra Ficken) è una giovane strega dei quartieri francesi di New Orleans, lei e il vampiro Thierry sono amanti. Nel tentativo di eliminare Marcel con la sua magia, Klaus interviene in difesa dell'amico uccidendo Katie, spezzandole l'osso del collo. In realtà si trattava tutto di un piano dell'ibrido per ingraziarsi Marcel e farsi restituire Elijah.

Bastianna Natale[modifica | modifica wikitesto]

Bastianna Natale (Shannon Eubanks) è una strega appartenente alla classe delle Anziane. Uccisa durante il rito del Raccolto, viene riportata in vita da Celeste DuBois. Usa la Lama di Papa Tunde su Klaus e poi maledice Padre Kieran. Viene decapitata da Marcel.

Papa Tunde[modifica | modifica wikitesto]

Alphonz Bellatunde Delgallo (Owiso Odera), soprannominato Papa Tunde, è un crudele e potente stregone che oltre alla magia ancestrale, fa uso di quella sacrificale, cioè prende potere dalle sue vittime. In passato sfidò Klaus. Era molto potente ma quando Klaus comprese che traeva potere magico superiore dai propri figli, l'ibrido li uccise entrambi decapitandoli per poi finire lui. Risorto dopo la Mietitura, cattura Rebekah e ottiene molto potere mediante la magia nera. Dopo aver pugnalato molti vampiri con la sua Lama e averla quindi caricata di potere, Tunde consegna l'arma a Celeste, la quale taglia la gola all'uomo, rendendo pronta l'arma per bloccare Klaus.

Genevieve[modifica | modifica wikitesto]

Genevieve (Elyse Levesque) è una strega uccisa da Rebekah nel 1919. Viene resuscitata da Celeste DuBois. Racconta a Klaus la verità riguardo all'arrivo di Mikael in città. Klaus, assai arrabbiato, costringe la sorella a lasciare la città. Genevieve diventa poi amante di Klaus, ma seguendo gli ordini degli antenati, si allea con Francesca Correa per indebolire i Mikaelson, rapire Hayley e prelevare la bambina una volta nata per sacrificarla in modo da non dover essere lei a morire per completare la mietitura. Il sacrificio viene però interrotto da Klaus, Elijah e Marcel. Genevieve inizia ad essere punita dagli antenati per non aver portato a termine il suo compito e chiede ad Elijah e ad Hayley di informare Klaus del suo pentimento per aver cercato di uccidere sua figlia, ma viene prima pugnalata a morte da Hayley. Genevieve era gelosa sia di Camille che di Hayley per via delle attenzioni che Klaus riservava loro.

Monique Deveraux[modifica | modifica wikitesto]

Monique Deveraux (Yasmine Al Bustami) è la prima ragazza del Raccolto, quella della terra, e la figlia di Jane-Anne. Viene uccisa come sacrificio per il Raccolto insieme ad Abigail e Cassie e, sebbene sarebbe dovuta tornare in vita una volta concluso il rito, Marcel impedisce che la quarta ragazza, Davina, venga sacrificata, impedendo così la resurrezione delle altre tre streghe. Con la morte di Davina il Raccolto viene completato, ma il potere che doveva far resuscitare lei e le altre viene sottratto da Celeste DuBois per far risorgere altri stregoni, tra cui Papà Tunde. Con la morte di quest'ultimo, Monique resuscita, inoltre è molto determinata a compiacere gli antenati, dichiarando guerra agli Originali. La ragazza uccide inoltre sua zia Sophie, in quanto la riteneva una donna debole. Nonostante sia una ragazza molto giovane, ha dato prova di possedere dei poteri magici davvero notevoli. Monique possiede la capacità di avvertire le menzogne e di distinguerle dalla verità. Viene uccisa da Marcel prima che possa portare a termine il sacrificio di Hope Mikaelson venendo colpita dalla Stella del Diavolo.

Abigail[modifica | modifica wikitesto]

Abigail (Alexa Yeames) è la seconda ragazza del Raccolto, quella dell'aria. Insieme a Genevieve e Monique decide di combattere gli Originali rapendo la figlia di Klaus appena nata, la piccola Hope, e di consacrarla per acquisirne gli immensi poteri, ma viene uccisa da Klaus che la impala trapassandole il ventre con una sbarra di ferro appuntita. Non era spietata come Monique, ma non aveva il coraggio di opporsi al volere degli Antenati.

Cassie[modifica | modifica wikitesto]

Cassie (Natalie Dreyfuss) è la terza ragazza del Raccolto, quella dell'acqua. Torna in vita dopo la morte di Genevieve, ma dentro il suo corpo vi è lo spirito della strega Originale Esther. Quest'ultima esce dal corpo della ragazza dopo qualche mese ed entra nel corpo di Lenore Shaw. Viene rinchiusa nel manicomio per streghe e subito dopo viene lasciata lì. Quando Rebekah si risveglia in un corpo di strega all'interno del manicomio, si allea con lei per trovare il modo di scappare. Cassie, però, tradisce Rebekah e tre stregoni intendono picchiarla con delle spranghe per punirla del suo tentativo di fuga. Freya, però, ferma i tre stregoni e poi uccide Cassie per punirla del tradimento verso la sorella.

Kaleb Westphall[modifica | modifica wikitesto]

Kaleb Westphall (Daniel Sharman) è uno stregone impossessato dallo spirito di Kol Mikaelson. Kaleb muore quando il fratello maggiore di Kol, Finn Mikaelson, gli infligge una maledizione, con la quale tristemente muore anche Kol. I suoi resti vengono consacrati a New Orleans.

Josephine LaRue[modifica | modifica wikitesto]

Josephine LaRue (Meg Foster) è un'anziana appartenente alla congrega del quartiere Treme. Ama suonare il violino, anche se non può più suonarlo dato che le sue mani non glielo consentono più. Dahlia si presenta a lei e guarisce le sua mani, facendole suonare il violino per l'ultima volta, infine la uccide, tagliandole la gola con l'arco del violino da lei appena usato. Dahlia usa la sua magia per controllare il cadavere di Josephine, così da riferire un massaggio a Elijah, Rebekah e Klaus, quest'ultimo colpisce violentemente il corpo di Josephine, staccandole la testa.

Van Ngyuen[modifica | modifica wikitesto]

Van Ngyuen (Lawrence Kao) il giovane figlio di Kara anch'egli stregone, intenzionato ad ottenere la sua vendetta contro Davina dato che lei a incaricare Hayley di uccidere Kara. Il suo astio verso Davina e la morte di sua madre fanno sì che egli inizi a fare tutto ciò che gli Antenati gli dicono senza dubitarne e diventa il nuovo reggente dopo la destituzione di Vincent. Kol lo uccide mordendolo al collo.

Kara Ngyuen[modifica | modifica wikitesto]

Kara Ngyuen (Joyce Thi Brew) è una strega del quartiere francese, non rispettando l'autorità di Davina come reggente, le manca di rispetto attentando alla sua vita davanti a tutte le altre streghe. Hayley, su richiesta di Davina, uccide Kara spezzandole l'osso del collo e suo figlio la vendica facendo cacciare Davina dalla congrega con l'aiuto di Vincent.

Cacciatori[modifica | modifica wikitesto]

Rayna Cruz

Rayna Cruz è una cacciatrice di vampiri soprannaturale che possiede la pietra della Fenice, in passato è stata nemica di Klaus del quale ha ucciso molti dei suoi vampiri, viene uccisa una volta da Klaus che le spezza il collo e una seconda volta viene uccisa da Aya dopo aver ucciso diversi membri della Strige, abbandona la città inseguendo Stefan con lo scopo di ucciderlo.

Ibridi[modifica | modifica wikitesto]

Gli ibridi sono un incrocio tra un licantropo e un vampiro, perciò le loro abilità si mescolano. La luce del sole non ha alcun effetto su di loro, così come la luna piena non provoca la trasformazione, sono più forti e veloci dei vampiri, in quanto attraverso la rabbia possono accedere al potere di licantropo, possono affrontare alla pari anche vampiri vecchi di alcuni secoli, ma non i più anziani e quindi neanche gli Originali, inoltre il loro morso è velenoso per i vampiri e il veleno ha effetto più rapidamente rispetto a quando erano semplici licantropi, se non viene curato il loro morso è mortale per ogni vampiro che non sia un Originale. Possono controllare la loro trasformazione e attuarla quando vogliono senza restrizioni, sebbene essa sia sempre molto dolorosa. Tale condizione è però la ragione per cui un licantropo divenuto ibrido viene asservito al sangue di chi lo ha trasformato, infatti non dovendo più trasformarsi con la luna piena non bisogna più sopportare il tremendo dolore che la trasformazione comporta e la gratitudine inconscia per questo diventa la causa scatenante dell'asservimento. Per poterlo spezzare è necessario trasformarsi così tanto e consecutivamente (circa 100 volte) da rendere la trasformazione indolore, annullando la causa dell'asservimento, sebbene farlo sia incredibilmente doloroso. Sia la verbena che lo strozzalupo li indeboliscono. Impalettarli al cuore con del legno non serve a nulla. Ci sono solo due modi per uccidere un ibrido, vale a dire la decapitazione o l'estrazione del cuore.

Per diventare un ibrido bisogna essere un licantropo che ha scatenato la maledizione. Le tre fasi di trasformazione sono:

  1. Bere del sangue dell'ibrido Klaus;
  2. Morire entro 24 ore dalla consumazione del sangue;
  3. Nutrirsi del sangue della doppelgänger Petrova umana, viva, entro circa 12 ore, altrimenti si muore di idrofobia.

Gli ibridi di Klaus, però, non si possono più creare a causa della morte della doppelgänger.

Nonostante ciò, la figlia di Klaus, Hope, essendo la viva discendente di un ibrido, ha il potere di trasformare dei licantropi in ibridi con il suo sangue, come se fosse quello della doppelgänger legata all'incantesimo di Esther. Come nel caso del padre, gli ibridi sono leali a Hope. Per fare ciò è necessario:

  1. Bere il sangue di Hope;
  2. Morire entro 24 ore dalla consumazione del sangue;
  3. Nutrirsi del sangue di Hope, viva, entro circa 12 ore, altrimenti si muore di idrofobia.

Dwayne[modifica | modifica wikitesto]

Dwayne (Johnny Walter) è un ibrido di Hope. Viene trasformato da Tyler per dimostrare ad Hayley che il sangue di Hope può creare ibridi. Si offrì volontario per l'esperimento, avendo una vita miserabile e costantemente in fuga dai vampiri. Viene ucciso poco dopo la trasformazione da Tyler, poiché essendo asservito a Hope, prende le difese di sua madre Hayley.

Hope Mikaelson[modifica | modifica wikitesto]

Hope Mikaelson è la figlia ibrida e strega di Klaus e Hayley, anche se, essendo l'incrocio di tre specie diverse, potrebbe essere definita un triibrido. È per metà licantropo, per un quarto vampira e per un quarto strega, inoltre il suo sangue può trasformare i licantropi in ibridi. Dopo essere nata, il suo sangue completa la transizione di sua madre in ibrida. Per la sua protezione, la bambina viene affidata da Klaus a Rebekah, la quale la terrà in un luogo sicuro. A detta di Rebekah, somiglia alla madre ma ha gli occhi di suo padre. Hope rappresenta la speranza per una redenzione di Klaus e per una riconciliazione definitiva della famiglia Mikaelson. Viene ritenuta una bambina miracolosa, infatti la sua nascita è stata un evento magico potentissimo a causa della sua unicità. Hope è in grado di curare da sola le proprie ferite grazie al suo sangue di vampiro, ha l'istinto di sopravvivenza di un licantropo ed è anche in grado di praticare la magia e la prima volta che l'ha utilizzata è stata addirittura a poco più di 6 mesi d'età, riuscendo a spegnere l'auto di Cami diretta alla casa che fungeva da rifugio per loro due con Elijah a fare la guardia, la quale esplode durante lo scontro con Finn, salvando se stessa e Cami. Hope torna a vivere coi suoi genitori nella residenza dei Mikaelson a New Orleans e Klaus ed Hayley rivelano la sua esistenza al popolo dei licantropi chiedendo loro di proteggerla ed educarla come un membro del loro branco. Hope, stando alle parole di Dahlia, essendo una primogenita Mikaelson disporrà di un potere magico estremamente potente, impossibile da gestire senza avere la guida di una persona che ne conosca la vastità, ovvero un'altra primogenita Mikaelson. Inoltre, sempre stando alle parole di Dahlia, il potere di Hope è più instabile ed elevato a causa del suo sangue di vampiro e per lei sarà molto più difficile da gestire quando sarà più grande, poiché avrà anche la naturale aggressività dei licantropi a renderla meno lucida e quindi più facile a perdere il controllo della sua magia. Dahlia afferma che, con queste premesse, il suo potere sarà tanto grande che, al primo scatto d'ira, una volta cresciuta potrebbe distruggere chiunque sia vittima della sua rabbia, compreso l'immortale Klaus, e che New Orleans stessa potrebbe essere spazzata via dalla sua potenza. Per evitare tutto questo, Klaus ha chiesto a Freya di vivere insieme a lui per poter crescere Hope e farle da mentore. Hope torna a vivere con la madre e Jackson nella casa accanto a quella dei Mikaelson quando Davina rompe la maledizione. Hayley la riporta poi dal resto della famiglia dopo la morte di Jackson. Hope è, stando alle parole di Cami, una bambina che non richiede molte attenzioni, essendo molto dolce e tranquilla. Quando vede la madre e il padre il sorriso le si tinge sulle labbra ed è molto legata anche alla zia Rebekah, che l'ha cresciuta nei suoi primi sei mesi di vita da sola, così come all'altra zia, Freya, che è quasi una seconda madre per lei. Attualmente Hope sta insieme alla madre ed ella è l'unico familiare che possa prendersi cura di lei perché gli zii e le zie sono sotto un incantesimo dormiente che li preserva dalla morte per avvelenamento mentre suo padre è condannato a soffrire atroci agonie senza fine finché la sua famiglia non sarà guarita e tornerà a salvarlo. Klaus le ha scritto una lettera in cui le spiega i motivi per cui non potrà vederla crescere e che questo è il suo solo e unico rimpianto.

Personaggi del passato[modifica | modifica wikitesto]

Sono i personaggi morti prima dell'inizio della serie. Sono visibili nei flashback dei personaggi o nelle visioni. Alcuni di loro sono stati molto importanti nel passato ed influiscono ancora sui fatti del presente.

Henrik Mikaelson[modifica | modifica wikitesto]

Henrik Mikaelson (Devon Allowitz) era il figlio minore di Esther e Mikael, fratello di Freya, Elijah, Rebekah, Finn e Kol e fratellastro di Klaus. Muore ucciso da un licantropo in una notte di luna piena. La sua morte è una delle cause che hanno portato alla creazione dei vampiri da parte di sua madre ed è una delle ragioni per cui Mikael odia Klaus, in quanto quella notte di luna piena lui e Klaus uscirono di nascosto per vedere i lupi trasformarsi. Viene ucciso da un lupo del branco di Ansel, il padre biologico di Klaus. Dopo la trasformazione in vampiri e aver scoperto l'identità del vero padre di Klaus, Mikael uccide Ansel e la sua famiglia per vendicarsi del tradimento e della morte di Henrik, segnando l'inizio della guerra tra vampiri e licantropi.

Tatia[modifica | modifica wikitesto]

Tatia (Nina Dobrev) era la doppelgänger il cui sangue è stato usato da Esther come base per l'incantesimo per trasformare suo marito, e i suoi figli, in Vampiri Originali. Usando il sangue di Tatia, Esther ha imposto a Klaus la maledizione dell'ibrido, rendendo dormienti i suoi poteri di lupo. Tatia ebbe un figlio dal suo defunto marito morto in battaglia, che portò avanti la sua discendenza, inoltre sia Klaus che Elijah ne erano entrambi innamorati, ma solo quest'ultimo era ricambiato. Elijah senza volerlo la uccise, in quanto (appena diventato vampiro) non riusciva a controllare bene le sue nuove pulsioni omicide.

Conte de Martel[modifica | modifica wikitesto]

Il Conte de Martel (William Neenan) era il padre di Tristan e Aurora. Lucien lavorava presso la sua corte come servo, Lucien lo odiava perché suo padre fu vittima delle cattiverie del conte, a detta di Lucien era così crudele che si divertiva a dare il tormento ai deboli e agli indifesi e che gli Originali, per quanto fossero assassini, al suo confronto e di tutti gli altri suoi ospiti erano persone migliori.

Sean O'Connell[modifica | modifica wikitesto]

Sean O'Connell (Matt Kabus) era il nipote di Padre Kieran e il fratello gemello di Camille. Maledetto da Agnes, ha ucciso dei ragazzi nella chiesa di St. Anne e si è suicidato.

Emil[modifica | modifica wikitesto]

Emil (John Redlinger) era il figlio del Governatore, e fratellastro maggiore di Marcel. Diversamente da quest'ultimo, Emil era il figlio legittimo del padre, Rebekah era innamorata di lui, e dunque decise di trasformarlo in un vampiro. Emil sfidò Klaus, dopo che l'ibrido offese Rebekah, e dunque Klaus per punirlo lo uccise buttandolo giù dall'ultimo piano della residenza del governatore.

Mary-Alice Claire[modifica | modifica wikitesto]

Mary-Alice Claire (Keri Lynn Pratt) era una strega alleata con il vampiro Originale Kol Mikaelson nel 1914. La donna, un'antenata della strega Davina, creava oggetti magici che Kol intendeva usare contro Klaus. Oltre a comparire nei flashback di The Originals, Mary-Alice è un personaggio principale della webserie The Originals: The Awakening. Viene imprigionata nella villa di un'anziana donna uccisa da Kol da una strega al servizio di Klaus, come punizione per aver tramato alle spalle di quest'ultimo. La villa diventa una sorta di manicomio dove vengono portate le streghe ritenute pazze o pericolose, inoltre nessuna strega può uscire di lì. Mary-Alice è morta lì dentro.

Astrid Malchance[modifica | modifica wikitesto]

Astrid Malchance (Aleeah Rogers) era una strega alleata con il vampiro Originale Kol Mikaelson nel 1914. Creava oggetti magici che Kol intendeva usare contro Klaus insieme a Mary-Alice Claire. Oltre a comparire nei flashback di The Originals, Astrid è uno dei personaggi principali della webserie The Originals: The Awakening. Viene imprigionata, assieme a Mary-Alice, nella villa della vedova Fauline da una strega al servizio di Klaus, come punizione per aver tramato alle spalle di quest'ultimo. Come Mary-Alice, anche Astrid è morta lì dentro.

Lana[modifica | modifica wikitesto]

Lana (Morgan Alexandria) era il capo della fazione dei licantropi, apparteneva allo stesso branco di Hayley. Lei e Klaus erano amanti e aveva lavorato con quest'ultimo per far sì che lupi mannari e vampiri vivessero in pace. Viene uccisa nel 1919 da Mikael.

Note[modifica | modifica wikitesto]


Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione