Personaggi di Supernatural

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Indice

Questa voce contiene un elenco dei personaggi presenti nella serie televisiva Supernatural.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Sam Winchester[modifica | modifica wikitesto]

Samuel 'Sam' William Winchester è interpretato da Jared Padalecki. È il coprotagonista della serie, insieme al fratello Dean.

Sam è nato il 2 maggio 1983, lo stesso giorno del figlio Erik Kripke, da John e Mary Winchester a Lawrence, nel Kansas. Ha un fratello maggiore, Dean, di quattro anni più grande di lui. Il suo nome deriva da quello del nonno materno, Samuel Campbel l. Nella quarta stagione Dean e Sam scoprono di avere un fratellastro, Adam, figlio di John e di un'altra donna.

Quando aveva esattamente sei mesi, il 2 novembre 1983, la madre Mary venne uccisa da un demone, Azazel, che la bruciò sul soffitto della cameretta del bimbo. Questo evento segnò profondamente le sorti della famiglia: il padre John decise di diventare un cacciatore, viaggiando alla ricerca di Azazel per poter vendicare la moglie, e Sam e Dean trascorsero l'infanzia muovendosi di città in città, addestrati dal padre a uccidere creature malvagie e soprannaturali.

Diversamente da Dean, Sam si è sempre dimostrato un ottimo studente ed è proprio grazie al consiglio di un insegnante che decise di abbandonare la famiglia e quindi la caccia ai mostri per continuare gli studi.

Prima stagione

Sam ha 22 anni e frequenta l'Università di Stanford, dove studia legge. Ha abbandonato la famiglia perché stanco della vita che comportava la caccia al male, e non parla col padre John da anni ormai. Ora convive con la sua ragazza, Jessica, di cui è molto innamorato e che spera un giorno di sposare. Dean va a trovarlo e gli chiede aiuto per ritrovare il padre, scomparso durante una caccia; Sam acconsente a partire per qualche giorno, a patto di riprendere gli studi una volta ritrovato John. Al ritorno da una caccia, vede morire Jessica in circostanze identiche alla madre Mary, e ciò lo spinge a viaggiare con il fratello, con l'obiettivo di trovare il padre e vendicarsi del demone. John sembra non volersi far trovare dai figli, ma lascia dei messaggi per assegnare loro delle missioni di caccia. I ragazzi affrontano pericolose creature leggendarie come la Donna in Bianco, il Wendigo, Maria la Sanguinaria e i mutaforma. Nel frattempo, Sam comincia ad avere sogni premonitori sulla morte di varie persone, e mostra in un'occasione il potere della telecinesi, cioè di spostare gli oggetti con la forza della mente.

Sam e Dean litigano in più di un'occasione riguardo al padre: Dean obbedisce sempre agli ordini di John senza discutere, mentre Sam li mette in discussione e non sopporta che il padre li tratti come dei soldati senza farsi trovare da loro. I fratelli quindi si separano: Dean prosegue la missione che il padre ha loro assegnato, mentre Sam decide di andare a cercare il padre e ottenere risposte in merito al demone. Sospettando che Dean sia in pericolo, Sam torna indietro e, completata la missione, i due fratelli si riappacificano. Alla fine i fratelli ritrovano il padre, che si era allontanato per proteggere da Azazel i suoi figli e che era alla ricerca di una Colt col potere di uccidere i demoni. John viene in seguito catturato ma i ragazzi riescono a salvarlo; scoprono però che Azazel sta possedendo il corpo del padre. Riescono a bloccarlo, ma uccidere Azazel comporterebbe anche la morte di John. Sebbene quest'ultimo supplichi il figlio di uccidere il demone, Sam non se la sente e il demone scappa. Mentre Sam alla guida porta il padre e Dean gravemente ferito in ospedale, un camion con al volante un uomo posseduto si scontra di proposito contro di loro, distruggendo l'Impala e lasciando i Winchester feriti e privi di conoscenza.

Seconda stagione

Nel primo episodio, ritroviamo i Winchester in ospedale: Sam e John se la sono cavata con ferite lievi, mentre Dean è in fin di vita. John stipula un patto con Azazel, il demone dagli occhi gialli, sacrificando la propria anima e la Colt in cambio della vita di Dean. I ragazzi piangono la morte del padre e riprendono a cacciare.

Nel finale di stagione ("2x21 & 2x22 - Scontro tra prescelti"), Sam si ritrova in una città abbandonata assieme agli altri bambini speciali di Azazel: il demone vuole che combattano all'ultimo sangue cosicché ne rimanga uno solo, il migliore. Durante la permanenza di Sam e degli altri, Azazel mostra a Sam la verità su di lui e del perché dei suoi poteri psichici. Quando Sam aveva sei mesi, Azazel si è intrufolato in camera sua, e gli ha fatto bere alcune gocce del suo sangue demoniaco, rendendolo metà uomo e metà demone. Sebbene Sam cerchi di proteggerli, i ragazzi vengono uccisi uno a uno. Lo stesso Sam viene ucciso da Jake Talley ma Dean, sconvolto dal dolore, vende la propria anima a un demone dell'incrocio in cambio della resurrezione di Sam e di un unico altro anno di vita per sé. Con l'aiuto dei cacciatori Bobby Singer ed Ellen Harvelle, Sam e Dean rintracciano Jake ma non riescono a impedirgli di aprire su ordine di Azazel una porta dell'Inferno, da dove fuoriescono centinaia di demoni che si disperdono nel mondo. Sam riesce comunque ad avere la meglio su Jake e lo uccide a sangue freddo. Bobby ed Ellen richiudono la porta e Azazel viene finalmente ucciso da Dean, con l'aiuto di John, che è riuscito a fuggire dall'Inferno. Sam promette a Dean che troverà un modo per liberarlo dal suo patto.

Terza stagione

Sam cerca in tutti i modi di salvare Dean dal patto che ha stipulato, ma senza risultati. Sam incontra un demone di nome Ruby, che cerca di conquistare la sua fiducia aiutando i fratelli in diverse occasioni: riparando la Colt, salvando loro la vita e promettendo a Sam di poter salvare Dean dal suo patto, anche se in realtà non è vero. Nel finale di stagione, Lilith prende possesso del corpo di Ruby; Sam, immobilizzato, non può fare altro che guardare Dean mentre viene dilaniato dai Cerberi Lilith, subito dopo, cerca di ucciderlo, ma con grande sorpresa di entrambi Sam si rivela esserne immune. Il cacciatore cerca subito di uccidere Lilith col coltello di Ruby, ma quest'ultima abbandona il corpo appena in tempo. Sam, disperato, si avvicina al corpo del fratello, morto e finito all'inferno.

Quarta stagione

Sono passati 4 mesi dalla morte di Dean. Senza preavviso, Sam si trova davanti il fratello, vivo e vegeto. Sconvolto e incredulo, Sam sospetta un inganno e attacca Dean. Quest'ultimo si difende affermando di essere proprio lui; Bobby conferma. Sam si convince e i fratelli si ricongiungono. Durante i mesi in cui Dean era all'Inferno, Sam ha continuato a cacciare, assieme al demone Ruby. Con la promessa di diventare più potente, Sam ha accettato la proposta di ingerire sangue demoniaco: è ora in grado di esorcizzare i demoni con la forza della mente. Sam tiene nascoste a Dean queste novità e intanto incontra più volte Ruby in segreto. Quando Dean lo scopre va su tutte le furie, rimproverando il fratello di aver accettato l'alleanza con un demone e affermando di non potersi più fidare. Castiel, inoltre, dice a Dean che le ragioni per cui Azazel fece bere il suo sangue demoniaco a Sam quando aveva 6 mesi sono tuttora ignote e che c'è un disegno più grande in gioco. Sam ha notato che Dean è molto cambiato e cerca di farsi raccontare il periodo trascorso all'Inferno. Il fratello però rifiuta di condividere quel che è successo, fingendo di non ricordare. Finalmente Dean rivela a Sam che i 4 mesi corrispondevano a 40 anni trascorsi all'inferno e che dopo aver resistito alle torture per 30 anni alla fine ha ceduto e ha cominciato a torturare anch'egli. Sam uccide anche il potente demone Alastair dopo aver bevuto il sangue di Ruby, diventando abbastanza potente da uccidere i demoni con la mente. Quando Dean lo scopre ne è fortemente deluso e cerca di forzarlo a disintossicarsi dal sangue rinchiudendolo in una panic room. Liberatosi, Sam dice a Dean di volersi occupare lui della morte di Lilith per salvare il mondo e di non credere che suo fratello sia abbastanza forte per riuscirci. Dean è sicuro che Ruby lo abbia invece manipolato e gli dice che se affronteranno Lilith lo faranno insieme, senza Ruby. Sam, però, non vuole separarsi dalla demone e quando Dean lo definisce un mostro, i due vengono alle mani. Potenziato dal sangue demoniaco, Sam per poco non strangola a morte Dean e se ne va. Sam, per diventare più forte, si nutre del sangue di altro demone nonostante quest'ultimo, per impedirglielo, abbia lasciato alla donna che possiede il controllo del suo corpo. Sam affronta infine Lilith e, inebriato dal potere, uccide Lilith. Ruby rivela a quel punto la verità: ha ingannato Sam per tutto il tempo perché Lilith era l'ultimo sigillo e uccidendola ha liberato Lucifero e dato quindi inizio all'Apocalisse. Sam è sconvolto e disperato, ma riesce comunque a immobilizzare Ruby perché Dean la uccida. Sam, travolto dal senso di colpa, si scusa con Dean, ma ormai è tardi: Lucifero sta tornando sulla Terra.

Quinta stagione

Quando Lucifero arriva Sam e Dean vengono salvati da un raggio di luce che li porta dentro un aereo salvandoli da un'esplosione che li avrebbe sicuramente uccisi. In seguito scoprono che è stato lo stesso Dio a salvarli e che quest'ultimo abbia anche resuscitato Castiel. Sam è pieno di sensi di colpa per aver tradito suo fratello e aver liberato Lucifero e Dean gli conferma di non potersi più fidare di lui. Sam e Dean scoprono di essere i tramiti di Lucifero e Michele, il loro destino era stato previsto dalla loro nascita, Dean, fedele al padre da lui considerato un eroe e Sam, il ribelle. Essa è inoltre la vera ragione per cui Azazel fece tutto ciò: fu Lucifero stesso a ordinare ad Azazel di liberare Lilith e di avere bisogno di un "bambino speciale" poiché il prescelto sarebbe stato colui che avrebbe ucciso Lilith, liberando Lucifero stesso per poi diventarne il tramite. I fratelli costantemente tentati di accettare di farsi impossessare dal diavolo o dall'angelo. Ora il diavolo si è impossessato di un corpo, i 2 fratelli recuperano la Colt (pistola in grado di uccidere ogni essere soprannaturale) donatagli da Crowley, demone che vuole ribellarsi a Lucifero e tentano di ucciderlo, ma invano, essendo Lucifero una delle "cinque cose" che la Colt non può uccidere. Mentre Michele si è accontentato di prendere Adam, fratellastro di Dean e Sam. Sembra che abbiano trovato un altro modo, su consiglio di Gabriele, per fermare Lucifero, intrappolandolo di nuovo nella sua gabbia per evitare lo scontro: trovare i 4 anelli dei 4 cavalieri dell'apocalisse. Avendole provate tutte, Sam per sfruttare il piano dell'intrappolare Lucifero nella sua gabbia, decide di concedere il suo corpo al diavolo per trovare una scappatoia prendendo il sopravvento su di lui, e gettarsi assieme a lui nell'inferno. Lucifero riesce a vincere lo scontro mentale con Sam, rivelandogli inoltre che molte delle persone che hanno influenzato la sua vita sin da quando era bambino fossero in realtà possedute da demoni al servizio di Azazel, per manipolarlo affinché diventasse pronto a essere il suo tramite. Durante l'incontro con Michele per la battaglia, Dean interrompe gli Arcangeli per non lasciare da solo il fratello, perciò Lucifero inizia a malmenarlo. Grazie alla vicinanza di Dean e dell'Impala, Sam riesce a prendere il sopravvento e a gettarsi, assieme a Michele che tentava di fermarlo, nella gabbia. Dean volendo esaudire l'ultimo desiderio del fratello di vederlo felice, bussa alla porta di Lisa che lo accoglie, per iniziare finalmente a condurre una vita normale, ma qualche istante dopo, vediamo Sam apparire davanti casa.

Sesta stagione

Sam è in qualche modo uscito dal sigillo, ed è ritornato a fare il cacciatore con suo nonno, Samuel Campbell, misteriosamente ritornato in vita. Sam torna da Dean, che ormai vive con Lisa e Ben, e gli propone di tornare a caccia con lui; il fratello in un primo momento decide di rifiutare per restare con Lisa, ma alla fine accetta. Sam manifesta dei comportamenti molto strani, è diventato freddo e commette delle azioni violente e pericolose senza mostrare sensi di colpa, inoltre i due fratelli scoprono che il nonno lavora in combutta con Crowley: è stato lui infatti a liberare Sam dal sigillo e a riportare in vita Samuel, cosa che è riuscito a fare con l'aumento dei suoi poteri, dovuto al fatto che è divenuto il re dell'Inferno dopo la scomparsa di Lucifero. Intanto Dean e Castiel scoprono che il comportamento strano di Sam è dovuto al fatto che non ha più l'anima, essa è rimasta nel sigillo a subire le torture di Michele e Lucifero, e quando Crowley dice di non poter tirare fuori la sua anima viene ucciso da Castiel. Dean decide di chiedere aiuto a Morte, perché possa restituirla, ma Sam non la rivuole perché ha paura che il muro non regga e che i ricordi lo distruggerranno. Scopre da Balthazar che la sua anima non tornerebbe nel suo corpo se lui lo contaminasse con un parricidio, pertanto Sam cerca di uccidere la sua unica figura paterna, Bobby, ma Dean riesce a fermarlo. Morte gli restituisce la sua anima ereggendo un muro tra lui e i ricordi che ha passato nella gabbia. Sam ritorna quello di prima, ma entra in gioco un nuovo nemico: Eve, la madre di tutte le cose. Questa creatura vuole fermare Crowley, in realtà vivo, che tortura i suoi mostri per avere informazioni sul Purgatorio. Contemporaneamente Lisa e Dean si lasciano e Sam cerca i essere di sostegno al fratello. Eva prende il controllo di Samuel Campbell, che cerca di fare del male ai nipoti, alla fine Sam, Dean e Bobby lo uccidono, prima di morire confessa ai nipoti che il motivo per il quale si era alleato con Crowley è perché lui gli aveva promesso di fargli rivedere la sua deceduta figlia Mary. Dopo la morte del nonno Sam, Dean e Bobby entrano in possesso degli appunti delle sue ricerche, in essi scoprono che il punto debole di Eve sono le ceneri della Fenice, e che l'ultimo avvistamento di tale creatura avvenne nei tempi del vecchio West. Castiel con i suoi poteri li fa viaggiare in quell'epoca, arrivati Sam cerca Samuel Colt; il giovane Winchester gli fa capire che viene dal futuro e lo convince a dargli la sua Colt. Sam dà l'arma al fratello con la quale uccide la creatura, ma ritornano nel presente prima di entrare in possesso delle sue ceneri; tuttavia alla fine Samuel Colt spedisce un pacco indirizzato a Sam con dentro le ceneri. Una volta trovata Eve, Dean con le ceneri riesce a ucciderla. Sam e Bobby sospettano del comportamento strano di Castiel, così con l'inganno lo rinchiudono in un cerchio di fuoco santo e lo obbligano a raccontare la verità: l'angelo e Crowley lavorano insieme. Raffaele era intenzionato a ricreare l'Apocalisse e Castiel, convinto da Crowley, ha intrapreso il progetto di aprire le porte del Purgatorio per diventare più forte di Raffaele spartendosi metà delle anime con Crowley. Sam scopre inoltre che è stato Castiel a tirarlo fuori dalla gabbia di Lucifero, non Crowley. Castiel, per impedire che i Winchester lo fermino, rompe il muro nella mente di Sam, che si ritrova quindi prigioniero nella sua stessa mente. Il muro è crollato e si è diviso in tre pezzi: lui, un se stesso senza l'anima (il Sam che si è visto a inizio stagione) e un se stesso che si ricorda dell'inferno. Dopo averli uccisi, Sam riprende conoscenza e tutta la sua memoria, compresi i ricordi dell'inferno. Castiel ottiene il materiale necessario per aprire le porte del Purgatorio, Sam, Dean e Bobby lo raggiungono, ma è troppo tardi, infatti l'angelo riesce ad aprire le porte e assorbendo tutte quelle anime ottiene un potere sconfinato, tanto da uccidere Raffaele in un attimo. Sam cerca di pugnalarlo con una spada angelica ma il suo tentativo si rivela inutile, Castiel sotto gli occhi dei presenti si proclama come nuovo Dio.

Settima Stagione

Dopo la proclamazione di Castiel come nuovo Dio e la sua intenzione di uccidere gli angeli e gli esseri umani che gli hanno voltato le spalle, Sam inizia ad avere strane allucinazioni, dovuto ai ricordi dell'inferno: comincia a vedere Lucifero, che inizia a confonderlo, dicendogli che tutto quello che ha passato da quando è tornato dall'inferno è solo un'illusione e che è ancora rinchiuso nella gabbia. All'inizio decide di non dire niente a Dean e Bobby e di pensare a un piano per fermare Castiel che era ormai fuori controllo. Decide di chiedere aiuto a Morte, secondo Sam l'unico che può uccidere Dio stesso. Con l'aiuto di Crowley evocano Morte, che avverte Castiel che tra le anime che ha ingerito, ci sono anche le creature più potenti e spaventose di tutto il Purgatorio: i leviatani. Dopo che Castiel, non riuscendo a contenerli, butta fuori tutti i leviatani scomparendo (facendo pensare che sia morto), questi iniziano a prendere possesso degli esseri umani, mentre le visioni di Sam si fanno sempre più intense. I fratelli Winchester decidono di affrontare i leviatani e si nascondono da loro insieme a Bobby in un rifugio nei boschi. Durante una missione Sam rincontra Amy, una kitsune che conobbe anni prima a cui è affezionato, all'insaputa del fratello Dean la uccide ritenendola troppo pericolosa essendo una carnivora. Sam è all'oscuro della cosa, ma intuisce che il fratello nasconde un segreto, intanto due leviatani prendono le sembianze dei due fratelli e iniziano a commettere delle stragi facendoli passare per dei criminali, uno di loro racconta a Sam la verità su Amy, Sam si arrabbia con il fratello e i due si separano. Dopo un po' i due si rivedono e Sam decide di perdonare Dean capendo che da un punto di vista obiettivo la sua è stata la scelta giusta. Sam, Dean e Bobby indagano sui leviatani e scoprono che il loro capo ha preso il controllo di un potente uomo d'affari di nome Dick Roman, e che la sua impresa sta lavorando a un additivo chimico da mettere nel cibo che trasforma le persone in automi, i tre cacciatori entrano in uno dei centri di ricerca di Dick per approfondire la cosa, ma Dick spara a Bobby uccidendolo. I ricordi di Sam legati a Lucifero si fanno sempre più intensi e alla fine prendono il sopravvento, Dean lo rinchiude in un in un centro psichiatrico e cerca di aiutarlo rivolgendosi a un guaritore di nome Emanuel, che altri non è che il redivivo Castiel, scopertosi vivo. Inizialmente l'angelo aveva perso la memoria, ma poi ricorda tutto e aiuta Sam facendosi carico di tutto il dolore di Sam, guarendolo e iniziando però lui ad avere le visioni. I due fratelli iniziano a sospettare che lo spirito di Bobby sia vicino a loro e infatti è così perché si è legato alla fiaschetta che Dean porta con sé, Bobby dice loro che Dick Roman sta acquistando un gran numero di ditte alimentari per diffondere il suo additivo chimico più velocemente e conquistare il mondo, Sam e Dean iniziano a preoccuparsi per l'amico ritenendo che stia diventando sempre più arrabbiato da quando è diventato uno spirito. I Winchester scoprono che Dick sta finanziando degli scavi archeologici al fine di trovare una tavola di pietra, Sam e Dean entrano in possesso della tavola e scoprono che si tratta del "Verbo di Dio", in cui è inciso il modo in cui uccidere un leviatano, ma può essere letta solo da un profeta. Il giovane profeta Kevin Tran aiuta i cacciatori traducendo la tavola, dicendo loro che per uccidere un leviatano serve l'osso di una persona virtuosa bagnata con il sangue di tre caduti, tra cui quello di Castiel. Bobby dice loro che gli altri due caduti sono Crowley e il capostipite dei vampiri, Crowley li aiuta e consegna il suo sangue. Bobby preso dalla rabbia prende il corpo di una ragazza e cerca di uccidere Dick, ma Sam lo ferma, lo spirito dell'amico capisce di aver esagerato e chiede ai due fratelli di esorcizzarlo bruciando la fiaschetta, i due lo fanno e si separano definitivamente dall'amico. Grazie all'arma Dean e Castiel uccidono Dick ma vengono risucchiati nel Purgatorio, Crowley confessa a Sam che sapeva quali erano le conseguenze dell'uso dell'arma divina, così Sam rimane solo e impaurito.

Ottava stagione

Dopo la scomparsa di Dean, suo fratello minore ha iniziato a vivere un'esistenza normale, infatti Sam ha abbandonato la caccia, e ora vive con la sua nuova fidanzata, Amelia. Dean ritorna dal Purgatorio, e rimane molto deluso dal fatto che Sam non abbia cercato in nessun modo di riportarlo indietro dal Purgatorio. I due fratelli ritornano a cacciare, e scoprono che la tavola del Verbo di Dio riguardante i leviatani non è l'unica, sembra che esista pure una tavola sui demoni, dov'è trascritto il modo per silillarli per sempre all'Inferno. Sam fa la conoscenza di Benny, un vampiro che Dean ha conosciuto in Purgatorio, è stato grazie a lui se suo fratello maggiore si è liberato da lì, ma Sam non si fida della creatura soprannaturale. Dean e Sam si ricongiungono con Castiel, che è riuscito a fuggire dal Purgatorio grazie all'aiuto dell'angelo Naomi, che segretamente manipola la mente di Castiel per tenere i Winchester sotto controllo. Sam e Dean conoscono Henry Winchester, il loro nonno paterno, venuto dal passato grazie a un incantesimo, i due fratelli scoprono che Henry appartiene a una congregazione che ormai non esiste più, gli "uomini di lettere", coloro che possiedono la più grande raccolta di informazioni sul soprannaturale esistente. Il demone Abaddon, un Cavaliere dell'Inferno proveniente dal passato, cerca di uccidere Henry, prendendo Sam in ostaggio, Henry salva suo nipote, e Abaddon lo uccide, ma Henry riesce ugualmente a imporle un sigillo. Dopo la morte del nonno, i fratelli Winchester si trasferiscono nel bunker degli uomini di lettere. Sam impone a Dean di non frequentare più Benny, dato che non si fida di lui, Dean invece propone a Sam di ritornare con Amelia, dato che è ancora innamorato di lei, ma Sam decide di chiudere con la sua ex, permettendole di ricostruire il suo matrimonio, mentre Dean decide di porre un freno alla sua amicizia con Benny. Il profeta Kevin traduce la tavola dei demoni, e scopre che per chiudere le porte dell'Inferno è necessario che una persona porti a termine tre prove, quindi Sam si addossa la responsabilità adempiendo alla prima prova, bagnarsi con il sangue di un cane infernale. Sam inizia a sentirsi male a causa delle prove, che lo stanno indebolendo fisicamente. Castiel, grazie all'aiuto di Dean, riesce a liberarsi dal controllo di Naomi, inoltre trova un'altra tavola, quella per chiudere le porte del Paradiso. Kevin traduce l'altra prova, liberare un'anima dall'Inferno e portarla in Paradiso, quindi Sam, grazie all'aiuto di un mietitore, libera l'anima di Bobby, ma i due sono intrappolati nel Purgatorio, quindi Benny si fa uccidere da Dean, e giunto anche lui in Purgatorio, libera Sam e Bobby, sacrificandosi. L'anima di Bobby va in Paradiso, e Sam porta termine la seconda prova, inoltre si scusa con Dean perché aveva giudicato male Benny, dato che in realtà era una brava persona. Crowley rapisce Kevin, quindi non sapendo come tradurre la terza prova Sam, guardando gli appunti di Kevin, scopre dove forse si nasconde l'angelo che trascrisse il Verbo di Dio, Metatron, infatti lo trovano. Metatron scappò dal Paradiso tanto tempo fa perché essendo l'unico che poteva tradurre il verbo, temeva che gli angeli si sarebbero approfittati di lui, poi libera Kevin dalle grinfie di Crowley, e informa Sam che l'ultima prova consiste nel "guarire un demone". Grazie agli archivi degli uomini di lettere, Sam e Dean scoprono che guarire un demone significa redimere la sua anima demoniaca, facendo bere al demone ogni ora il sangue di una persona che ha confessato tutti i suoi peccati. Sam e suo fratello decidono di guarire l'anima di Abaddon, ma lei riesce a liberarsi, poi però i due catturano Crowley e Sam, dopo aver confessato i suoi peccati, inizia a somministrargli il suo sangue. Inatanto Dean aiuta Castiel ad adempiere alle prove per chiudere le porte del Paradiso, sotto consiglio di Metatron, ma poi Naomi li informa che Metatron li ha ingannati, perché quello che vuole è prendere il controllo del Paradiso caccia via gli altri angeli, inoltre Naomi informa Dean che se Sam porterà a termine la terza prova morirà. L'umanità di Crowley inizia a riemergere, ma poi Dean ferma Sam appena in tempo, purtroppo però quest'ultimo cade a terra svenuto, mentre Metatron, dopo aver ucciso Naomi, cacciando via tutti gli angeli dal Paradiso, eccetto lui. Sam intanto è prossimo alla morte.

Nona stagione

Sam viene ricoverato in ospedale, gli resta poco da vivere, il cacciatore vive uno stato comatoso, il cavaliere della morte si offre volontario per condurre Sam in Paradiso, il quale accetta la sua morte, ma Dean, con l'inganno, fa sì che l'angelo Ezechiele, il quale è vincolato sulla Terra come tutti gli altri angeli dopo la caduta, prenda possesso del suo corpo, per guarirlo dall'interno. Sam è ignaro del fatto che un angelo è dentro di lui, infatti ci verrà un po' prima di guarire il suo corpo dai danni provocati dalle tre prove. Dean e Sam cercano un modo per rovesciare l'incantesimo di Metatron, inoltre cercano di tenere d'occhio gli angeli vincolati sulla Terra, per evitare che creino problemi. Spesso, durante le missioni, Ezechiele prende possesso del corpo di Sam, e lui non ricorda mai niente, e Dean cerca in ogni modo di giustificare i suoi vuoti di memoria. Metatron decide di riaprire le porte del Paradiso agli angeli, a condizione che lo seguano come nuovo leader, a cominciare dall'angelo che si trova nel corpo di Sam, il quale si scopre che non è Ezechiele, ma Gadreel, l'angelo che venne imprigionato nelle celle angeliche dopo aver permesso al Serpente di contaminare il Giardino dell'Eden, infatti quando gli angeli sono caduti, Gadreel si è liberato. Metatron gli offre la possibilità di diventare il suo comandante in seconda, ma a patto che uccida della gente per lui, a iniziare dal profeta Kevin. Dean, con l'aiuto di Castiel e Crowley, libera Sam dal controllo di Gadreel, le condizioni fisiche di Sam si sono quasi ristabilizzate, infatti Castiel provvederà a guarirlo completamente. Sam si sente in colpa per quello che ha fatto a Kevin, e rimprovera Dean per il suo egoismo, i due dunque si separano. Successivamente ritornano a cacciare insieme, anche se Sam non riesce a perdonare Dean per aver permesso a un angelo di prendere possesso di lui, specialmente perché Sam aveva accettato l'idea di morire. I due fratelli vanno alla ricerca della Prima Lama, l'unica arma che possa uccidere Abaddon, solo Dean può usarla dato che il demone Caino gli ha fatto dono del suo marchio. Sam e Dean la trovano, l'arma è in possesso di un collezionista, Dean usa l'arma e lo uccide. Sam inizia a preoccuparsi perché nota che il Marchio di Caino e la Prima Lama esercitano su suo fratello maggiore una strana influenza, infatti Dean diventa sempre più aggressivi e arrabbiato, comunque, usando la Prima Lama, Dean uccide Abaddon. Gli angeli sulla Terra decidono di seguire Metatron tornando in Paradiso, ormai gli unici che si oppongono a lui sono Sam, Dean, Castiel e Gadreel, il quale ha compreso che Metatron è solo una persona malvagia. Dean è l'unico che possa ucciderlo, quindi anche se Sam non approva il suo modo di fare, lo aiuta a trovare Metatron, il quale è sceso sulla Terra per compiere dei miracoli e proclamarsi come nuovo Messia, ma Dean non riesce a sconfiggerlo, infine Metatron lo ferisce mortalmente. Castiel raggiunge il Paradiso e sconfigge Metatron convincendo gli angeli a passare dalla sua parte, riportando l'ordine nel Paradiso, nel mentre Sam cerca di invocare Crowley per salvare Dean, ma Sam ignora che suo fratello è ritornato in vita da solo, infatti il Marchio di Caino gli ha permesso di risorgere trasformandolo in un demone.

Decima stagione

Sam, dopo la scomparsa di Dean, si mette alla ricerca di suo fratello, scoprendo poi che è diventato un demone. Riesce poi a catturarlo dopo che aveva battuto Cole Trenton in uno scontro e poi riaccende la sua umanità nello spesso modo in cui riaccese quella di Crowley anche grazie all'aiuto di Castiel. Dean ritorna umano anche se il Marchio di Caino continua a influenzare la sua mente, quindi Sam decide di impiegare tutte le sue forze per trovare il modo per eliminarlo. La loro amica Charlie chiede aiuto a Sam e Dean perché la potente e malvagia famiglia Styne vuole ucciderla dato che lei è entrata in possesso del libro dei dannati, dove sono trascritte le maledizioni più potenti, tra cui quella del Marchio di Caino, quindi Sam è dell'opinione che nel libro ci sia il modo per distruggere il marchio. Dean preferisce non farlo perché ha il sentore che la distruzione del Marchio di Caino comporterebbe delle devastanti conseguenze, Sam però non è d'accordo quindi gli fa credere di averlo bruciato ma in realtà decide di studiarlo in segreto incaricando la strega Rowena (la madre di Crowley) e Charlie di decifrare i codici per tradurre il libro. Charlie viene uccisa dalla famiglia Styne, e Dean dopo aver preso atto che Sam gli aveva mentito sul libro dato che non lo aveva bruciato, lo rimprovera dato che è colpa sua se Charlie è morta. Sam decide di abbandonare le ricerche dopo quello che è successo, ma poi vede un'e-mail sul cellulare, inviata da Charlie prima di morire, dove ci sono i codici tradotti, quindi Rowena riesce a trudurre il libro. Sam va alla ricerca di Dean il quale è fuggito dopo aver sterminato la famiglia Styne, alla fine lo trova e gli dice che possono eliminare il marchio ma Dean gli riferisce ciò che gli ha detto il cavaliere della morte, ovvero che il marchio è il sigillo che tiene bloccata l'Oscurità, l'energia maligna primordiale che esistì prima della creazione e che Dio e gli arcangeli sconfissero vincolandola nel marchio. Morte dà a Dean la sua falce capace di uccidere qualunque cosa spronandolo a eliminare Sam perché Morte, per aiutare Dean, lo porterà in un luogo lontano, ma contemporaneamente è consapevole che Sam proverà a cercarlo e a distruggere il ugualmente il marchio pur conoscendo le conseguenze; Dean però usa la falce per uccidere Morte. Rowena con un incantesimo distrugge il Marchio di Caino e Dean ritorna come prima, ma l'Oscurità, in conseguenza della distruzione del marchio, è nuovamente libera.

Undicesima stagione

L'Oscurità si reincarna nella forma umana di Amara la quale mette il mondo i pericolo, Sam prega Dio di aiutarlo a fermarla, il cacciatore ha continue visioni della gabbia di Lucifero e di lui che viene torturato, inoltre Castiel rivela ai Winchester che l'Oscurità è la sorella di Dio. Sam è convinto che le visioni siano un messaggio di Dio e che lui voglia che Sam chieda aiuto a Lucifero, dunque va all'Inferno dove Crowley e Rowena gli permettono di interagire con Lucifero. Ma Rowena lo inganna e Lucifero lo fa entrare nella gabbia confessandogli che è stato lui e non Dio mandargli quelle visioni, dato che quando l'Oscurità era stata liberata la gabbia è stata leggermente indebolita. Lucifero cerca di costringere Sam a fargli da tramite così riuscirà finalmente a fuggire dalla gabbia, ma lui si rifiuta, poi Dean a Castiel arrivano in suo aiuto, quest'ultimo si offre come tramite per Lucifero che fugge via dalla gabbia. Chuck il profeta si rivela ai Winchester, Lui in realtà è Dio e decide di aiutarli nella lotta contro sua sorella insieme a Lucifero. Ma nemmeno i loro sforzi congiunti frenano la forza di Amara tanto che si vedono costretti a sacrificare Dean, di sua scelta, facendo sì che assorba un gran numero di anime che farà esplodere quando si avvicinerà alla nemica la quale morirà insieme a lui. Sam soffre all'idea che Dean sia morto, anche se ignora che suo fratello maggiore sia vivo non avendo avuto bisogno di eliminare Amara visto che l'ha convinta ad abbandonare i suoi propositi di distruzione. Sam riceve la visita di Toni, una donna appartenente agli uomini di lettere della sezione inglese, che spara a Sam.

Dodicesima stagione

Sam viene sottoposto alle torture di Toni, venendo però salvato da Dean e dalla loro mamma, Mary (che Amara aveva riportato in vita) tra l'altro Mick, un altro uomo di lettere, spiega ai Winchester che a dispetto dei brutti modi di Toni, gli uomini di lettere britannici vogliono solo aiutare i cacciatori a progredire nella lotta contro i mostri. Lucifero è libero dal suo sigillo, quindi Sam e Dean si vedono costretti ad affrontarlo nuovamente, inoltre Lucifero mette incinta Kelly Kline. Dopo che la madre entra a far parte degli uomini di lettere britannici, Sam decide di unirsi a loro e convince Dean a fare altrettanto, effettivamente Sam apprezza molto il loro modo innovativo di lavorare, grazie al loro aiuto Sam uccide l'Alfa dei vampiri con la Colt. I fratelli Winchester e Castiel devono affrontare i Principi dell'Inferno, demoni simili a Azazel, e Sam uccide uni di loro, Ramiel, usando la Lancia di Michele. Successivamente l'alleanza con i britannici verrà infranta dato che inizieranno a uccidere tutti i cacciatori americani, ma Sam guida l'assalto al loro quartier generale, dove avranno la meglio contro i nemici. Sam e Dean finalmente si riconciliano con Mary. Lucifero cerca di mettere le mani suo figlio, quindi Sam, Dean, Mary e Castiel cercano di proteggere Kelly, che muore dando alla luce suo figlio, il nephilim Jack, e Sam è il primo a vederlo scoprendo che già dopo pochi minuti dalla nascita ha l'aspetto di un adolescente.

Tredicesima stagione

Sam riesce a convincere Dean a portare con loro Jack in quanto si dice convinto che sia possibile crescerlo come un normale essere umano e che non necessariamente questi dovrà seguire le orme del padre. Dopo aver visitato il mondo apocalittico raggiungibile Sam e Dean cominciano a prepararsi in vista dell'invasione progettata dall'arcangelo Michele di quella dimensione e, nella missione che li vede tornare sul posto, viene ucciso da un branco di vampiri. Lucifero lo riporta in vita e Sam, in cambio, si vede costretto a condurlo al campo dei ribelli umani e fargli conoscere suo figlio Jack. Nel finale di stagione aiuta Dean, divenuto il tramite dell'arcangelo Michele, a uccidere Lucifero passandogli all'ultimo istante la Lama dell'arcangelo: quando però Michele prende il sopravvento e fugge, Sam viene preso dallo scoramento.

Quattordicesima stagione


Ancora sconvolto, Sam assume il comando dei cacciatori e inizia a cercare il fratello; quando Michele abbandona il suo corpo e Dean torna a casa, i due ricominciano la loro missione. I cacciatori cominciano quindi a cercare l'arcangelo, ma quando lo trovano questi riesce a rientrare nel corpo di Dean, che però Sam, Jack e Castiel riescono a immobilizzare. Successivamente l'arcangelo viene confinato nella mente di Dean e tutto sembra tornare alla normalità finché Sam scopre che Dean, seguendo le indicazioni di Billie, ha intenzione di rinchiudersi per sempre in una cassa di Malak per imprigionare per sempre l'arcangelo: Sam tenta di dissuadere il fratello ma alla fine si convince ad aiutarlo. Quando poi Michele riesce a evadere il gruppo lo affronta, che uccide tutti i cacciatori del bunker (cosa di cui Sam si assume la colpa), e Jack riesce a ucciderlo e a rubargli la grazia perdendo però la sua anima: il ragazzo comincia a dare segnali inquietanti finché non uccide Nick, che era riuscito a sottrarsi alla sua supervisione, ma soprattutto Mary. Dopo questo evento Dean si convince a ucciderlo mentre Sam prova a confinarlo con l'inganno nella cassa: il nephilim evade e i Winchester si trovano al perso finché non ricompare Chuck, che consegna loro un'arma con cui ucciderlo. Quando tuttavia Dean si rende conto di non poterlo uccidere, Chuck si infuria perché "non era il finale che voleva" e Sam capisce quindi che tutte le loro vite sono state da lui manipolate per avere la sua serie tv personale: dopo che Sam gli spara, tentando inutilmente di uccidere entrambi, Chuck uccide Jack e riversa sulla Terra le anime infernali.

Dean Winchester[modifica | modifica wikitesto]

Dean Winchester è interpretato da Jensen Ackles. È il coprotagonista della serie assieme al fratello Sam.

Dean è nato il 24 gennaio 1979 da John e Mary Winchester a Lawrence, nel Kansas. Ha due fratelli minori, Sam, più giovane di lui di quattro anni, e Adam Milligan, conosciuto nella quarta stagione e figlio di John e un'altra donna. Il suo nome deriva da quello della nonna materna, Deanna Campbell.

Il 2 novembre 1983 la madre Mary è stata uccisa da un demone: nonostante ciò Dean, che al tempo aveva pochi anni, la ricorda ancora e in varie occasioni dimostra il suo amore per lei. Questo evento ha segnato profondamente le sorti della famiglia: il padre John ha deciso di mettersi in viaggio alla ricerca del demone per poter vendicare la moglie e Dean e Sam hanno trascorso l'infanzia muovendosi di città in città, addestrati da John a cacciare il soprannaturale.

Prima stagione

Dean, all'età di ventisei anni, è un cacciatore di creature soprannaturali. Quando il padre John scompare per un periodo insolitamente lungo, Dean si reca all'Università di Stanford per chiedere aiuto al fratello minore Sam: dopo un'iniziale avventura vissuta assieme nel corso di un weekend, durante il quale Sam mostra il suo desiderio di poter avere una vita normale e continuare i suoi studi, Dean riporta a malincuore il fratello al suo appartamento dove vedranno Jessica, la ragazza di Sam, morire in circostanze identiche a quelle del decesso della loro madre ad opera del demone dagli occhi gialli. Sconvolto, Sam accetta di rimettersi in viaggio con Dean alla ricerca del padre, per avere da lui ulteriori informazioni sul demone e ottenere vendetta.

Nel sesto episodio Dean e Sam combattono un mutaforma responsabile di una serie di brutali omicidi a St. Louis, in Missouri. Il mutaforma assume l'aspetto di Dean, portando la polizia a credere che sia lui il responsabile degli omicidi, ma alla fine riesce ad uccidere la creatura mentre è ancora nelle sue sembianze: le autorità dichiarano così Dean ufficialmente morto e gli attribuiscono gli omicidi.

Durante il corso della stagione Dean rivela il vero motivo della richiesta fatta al fratello di aiutarlo a ritrovare loro padre, ovvero il suo desiderio di riuscire a far riappacificare padre e fratello, riunificando così la famiglia a cui lui tiene più di ogni altra cosa, e non soffrire più quella solitudine che il suo "lavoro" impone. Dean e Sam si ricongiungono col padre, così i tre affrontano il demone dagli occhi gialli e i suoi subalterni, ma alla fine sono costretti alla ritirata e scappano con la loro Impala; mentre Sam guida, un camion va a sbattere contro di loro causando un incidente.

Seconda stagione

John sacrifica la propria vita e cede la propria anima al demone che ha ucciso la moglie per salvare Dean, in fin di vita dopo un incidente d'auto provocato da un altro guidatore posseduto. Il patto stipulato prevede inoltre la cessione al demone della "Colt", unica arma in grado di poterlo uccidere ed entrata in possesso dei Winchester poco prima. I due fratelli devono così affrontare il dolore per la morte del padre, e Dean viene sempre più divorato dal rimorso dato dalla consapevolezza che suo padre, il suo idolo e punto di riferimento, si è sacrificato per lui. In un periodo di debolezza psichica deve, inoltre, fare i conti con gli strani fenomeni soprannaturali che cominciano a manifestarsi in suo fratello, oltre a trovare un modo per riappropriarsi della Colt andata perduta e vendicare la morte dei suoi genitori. Tutto sembra condurlo al momento in cui dovrà scontrarsi col demone dagli occhi gialli. Verso fine stagione Sam rimane ucciso scontrandosi con altri personaggi che hanno poteri paranormali come lui. Dean, disperato per aver perso l'unica persona cara rimastagli, e frustrato per non essere riuscito ad arrivare in tempo per proteggerlo, evoca il demone dell'incrocio e stipula con lei un patto come quello di suo padre, vendendo la sua anima in cambio della vita di Sam e di un anno di vita. Nel patto è però anche indicato che ogni tentativo di scioglimento o aggiramento del patto avrebbe comportato l'istantanea morte di Sam e, per questo motivo, nonostante il dissenso di Bobby (cacciatore che i fratelli chiamavano affettuosamente da piccoli "Zio"), Dean decide di non rivelare nulla al fratello. Nuovamente assieme, i fratelli si dirigono verso lo scontro finale con il demone dagli occhi gialli, il cui scopo ora sembra essere quello di aprire le porte dell'inferno, e schierare un esercito di demoni al cui capo dovrebbe venire posto un umano dai poteri soprannaturali come Sam, guidando il mondo verso la fine. Alla fine Dean, usando la speciale "Colt" con la quale si possono uccidere le creature soprannaturali, riesce a uccidere Azazel.

Terza stagione

Nella terza stagione Sam viene a conoscenza del patto stretto da Dean per salvarlo, e tenta in tutti i modi di scioglierlo, anche se Dean non vuole aiutarlo e non apprezza i suoi sforzi, tanto che Sam sembra arrendersi dal momento che "non può salvare una persona che non vuole essere salvata". In seguito i fratelli entrano in contatto con Ruby, una demone che più volte salva loro la vita utilizzando un coltello in grado di uccidere i suoi simili, e che sembra conoscere un modo per salvare l'anima di Dean. Il giorno in cui l'anima di Dean verrà trascinata all'inferno si avvicina sempre più, e anche se cerca di non lasciar trasparire le sue paure, confessa al fratello che non vuole morire, rincominciando così assieme la ricerca di un modo per salvarlo. Nonostante il suo desiderio di rimanere in vita, Dean non riesce a fidarsi di Ruby, e cerca in ogni modo di tenerla lontana dal fratello, verso cui dimostra troppo interesse. Braccati dall'FBI e da un demone molto potente di nome Lilith, detentrice del contratto stipulato da Dean, i fratelli giungono a poche ore dallo scoccare dell'anno senza una soluzione. Scoperta infine la posizione del demone, tentano invano di ucciderla, ma avendo lei preso possesso del corpo di Ruby i fratelli non si rendono conto di averla al proprio fianco fin dopo lo scoccare della mezzanotte, quando oramai i cerberi sono stati liberati e dilaniano il corpo di Dean, portandolo ad una morte rapida, e trascinando la sua anima nelle profondità degli inferi.

Quarta stagione

La quarta stagione inizia con la resurrezione di Dean dalla tomba, che avviene quattro mesi dopo la sua morte. Le cicatrici sul suo corpo sono scomparse, ma sulla spalla destra fiammeggia l'impronta di una mano. Dean si riunisce con Bobby e poi con il fratello, entrambi all'inizio cercano di attaccarlo credendo che una qualche creatura abbia preso le sue sembianze, ma poi lo accolgono a braccia aperte, seppur sconvolti. Si scopre che a tirarlo fuori dall'inferno è stato l'angelo Castiel, per volontà divina. Dean scopre con rabbia che in sua assenza Sam ha continuato ad utilizzare i propri poteri sotto la guida di Ruby ed è in grado di esorcizzare i demoni con la mente. I ricordi della sua permanenza all'inferno lo colpiscono ogni tanto in maniera intermittente; quando Sam gli chiede se ricordi qualcosa, Dean nega. In seguito, Dean decide di confidarsi con Sam e gli rivela che il tempo all'inferno scorre diversamente e i quattro mesi in cui lui era morto corrispondono in realtà a 40 anni. Subiva torture inimmaginabili da parte di Alastair e ogni giorno gli veniva data la possibilità di non essere più torturato, ma cominciare a torturare a sua volta. Dopo aver resistito ogni giorno per 30 anni, Dean ha accettato, infrangendo inconsapevolmente il primo dei 66 sigilli da rompere per liberare Lucifero e scatenare l'apocalisse sulla terra. Dean è sottomesso allo sconforto e al senso di debolezza per ciò che ha fatto, peggiorato quando scopre che suo padre (doveva essere lui ad infrangere il primo sigillo) ha resistito per ben 100 anni alle torture, e questo convinse i demoni a deviare su Dean. Infine Dean scopre che rimane un solo sigillo da spezzare e questi è proprio Lilith, che sta per essere uccisa da Sam. Bloccato dagli angeli (che vogliono far scatenare l'apocalisse), viene aiutato da Castiel, che muore fatto a pezzi da un arcangelo per dargli il tempo di fermare tutto (episodio 4x22 Lucifero risorge). Dean, a causa di Ruby, non raggiunge in tempo il fratello che, accecato dal sangue demoniaco, uccide Lilith e rompe l'ultimo sigillo.

Quinta stagione

Nella quinta stagione Dean diventa, inizialmente, molto duro con il fratello: avendo perso la fiducia in lui, non lo reputa degno di fiducia e continua a sorvegliarlo da vicino. In seguito alla decisione di Sam di abbandonare il gioco, Dean non oppone resistenza alla decisione del fratello, anzi si trova d'accordo. Contemporaneamente Dean viene a sapere di essere il tramite prescelto dell'Arcangelo Michele, il più forte di tutti gli angeli, ma che ha bisogno dell'approvazione del tramite per possederlo, e Dean si rifiuta. In seguito ad una visione impostagli da Zaccaria (il capo di Castiel) in cui vede il futuro dove suo fratello ha detto sì a Lucifero (Sam è il tramite di Lucifero), ma lui non ha accettato Michele, decide di riunirsi al fratello. I due continuano a combattere i demoni e gli angeli contemporaneamente, aiutati da Castiel che, riportato in vita da Dio, è un reietto del paradiso. L'angelo è convinto di poter convincere Dio (che si trova sulla terra) a fermare l'apocalisse, e così si mette sulle sue tracce. I fratelli devono vedersela anche con i Cavalieri dell'apocalisse (riescono a sottrarre gli anelli prima a Guerra, poi a Carestia) e con gli altri angeli, tra i quali spiccano gli arcangeli Gabriele, noto come il Trickster, e Raffaele, colui che fece a pezzi Castiel nella quarta serie. In seguito i fratelli Winchester sono uccisi da altri 2 cacciatori per vendicarsi, e finiscono in Paradiso (che è diverso per ogni persona: consiste nel vivere all'infinito ogni ricordo o situazione che ci rende felici, ad esempio Dean rivive momenti con la madre). Qui riescono a contattare Joshua, l'unico angelo ancora in contatto con Dio: questi gli dice che Egli è a conoscenza dei loro sforzi, ma vuole che lascino perdere, anche perché a lui non importa niente dell'apocalisse. Tornati in vita, Dean è molto sconfortato e deluso, come Castiel, anch'egli deluso dal comportamento di Dio. Sempre più deciso a dire sì a Michele, anche per assicurarsi che Lisa e Ben stiano bene, Dean viene rinchiuso nella panic room di Bobby da Sam e Castiel. Zaccaria intanto tenta il tutto per tutto: resuscita Adam, il fratellastro dei Winchester, e fa passare la notizia che lui sarebbe divenuto il tramite di Michele. Dean, per salvarlo, va all'incontro con Zaccaria, deciso a dire sì, ma a sorpresa uccide Zaccaria e fugge con Sam, ma Adam è catturato da Michele. Dopo un incontro ravvicinato con Lucifero, i due vengono salvati da Gabriele, che perisce per dare il tempo ai due di salvarsi. L'arcangelo lascia ai fratelli un video in cui spiega che, se possiedono tutti gli anelli dei cavalieri, possono riaprire la gabbia di Lucifero e ributtarcelo dentro. Dando la caccia agli ultimi due, riescono a prendere l'anello di Pestilenza (fermando tra l'altro un carico di virus Croatoan con il quale il cavaliere voleva infettare il mondo), e quello di Morte: quest'ultimo consegna spontaneamente l'anello a Dean, spiegandogli anche come funziona. Avendo tutti gli anelli, rimane solo il problema di come intrappolare Lucifero: Sam decide di dire sì a Lucifero e poi buttarsi nella gabbia. Per fare ciò, Sam beve molti litri di sangue demoniaco, ma non basta: Lucifero prende il sopravvento e lascia uno scioccato Dean per raggiungere il luogo dello scontro con Michele. Dean non si arrende, e raggiunge i due duellanti: allontanato momentaneamente Michele da Catiel, il quale viene ucciso subito dopo insieme a Bobby da Lucifero, Dean viene pestato a sangue da Sam/Lucifero, ma guardando l'Impala, Sam riprende il sopravvento abbastanza in tempo per gettarsi nella gabbia con Michele, che tentava di fermarlo. Rimasto solo, Dean decide di mantener il desiderio espressogli da Sam: farsi una vita normale con Lisa, sua ex-fidanzata, e il figlio di lei, Ben.

Sesta stagione

Dean, abbandonata la vita del cacciatore, vive dei momenti felici con Lisa e Ben, sebbene continui ad ispezionare edifici abbandonati e ad usare sigilli nascosti per assicurarsi che non giunga alcun mostro o demone in città. Ad un tratto Sam ricompare uscito dal sigillo in qualche modo. Dean è contento di rivederlo, e Sam gli propone di tornare a fare il cacciatore con lui, ma il ragazzo rifiuta per rimanere con Lisa. Decide di aiutare Sam per l'ultima volta, i due hanno a che fare con dei mutaforma, finita la missione Dean capisce di voler tornare a fare il cacciatore, e Lisa gli dà il consenso promettendo di aspettarlo. I due dopo un po' di tempo scoprono che a liberare Sam dal sigillo è stato Crowley, divenuto re dell'Inferno dopo la scomparsa di Lucifero. Il suo piano è quello di aprire le porte del Purgatorio e assorbire le anime che vi dimorino accrescendo il suo potere. Dean trova strano il comportamento del fratello, divenuto freddo e del tutto privo di morale, Castiel scopre che infatti non ha più l'anima, essa è rimasta nel sigillo, l'anima del ragazzo è stata torturata dagli Arcangeli. Dean chiede a uno dei cavalieri dell'Apocalisse, Morte, di restituirgliela, esso lo fa e costruisce un muro che lo tenga lontano dai ricordi che ha passato nel sigillo. Subentra un nuovo nemico, Eve, la madre di tutte le cose, ella vuole fermare Crowley. Intanto le cose fra Dean e Lisa vanno male, la ragazza stanca del loro rapporto a distanza comincia a frequentare un altro uomo, e i due si lasciano. Facendo delle ricerche su Eve, Dean e gli altri scoprono che il suo punto debole sono le ceneri della Fenice, e che ne fu avvistata una nei tempi del vecchio West; Castiel con i suoi poteri li manda in quel periodo e Dean con la Colt uccide la creatura entrando in possesso delle sue ceneri. Il ragazzo, insieme a Sam, Castiel e Bobby, rintraccia Eve e scopre che il suo piano consiste nel trasformare il genere umano in mostri ibridi per sconfiggere Crowley, la madre di tutte le cose morde Dean, e a quel punto scopre che il ragazzo aveva ingerito la ceneri della fenice, così Eve, che ormai ha risucchiato le ceneri, muore. Dean, come Sam e Bobby, inizia a sospettare che Castiel gli nasconda qualcosa, e con un inganno lo rinchiude in un cerchio di fuoco e lo obbliga a confessare tutto quello che sa su Crowley e le porte del Purgatorio; Raffaele aveva intenzione di ricreare l'Apocalisse, e Castiel per fermarlo decise di allearsi con il re degli Inferi aprendo le porte del Purgatorio così da diventare più potente dell'Arcangelo, e confessa che è stato lui a liberare Sam dalla gabbia. Dean rimane esterrefatto dal tradimento dell'amico, che ormai considerava come un fratello, e promette di fermarlo. Per tenere Dean e suo fratello in scacco Crowley rapisce Ben e Lisa, dopo aver ucciso il fidanzato di quest'ultima, Dean la va a salvare, ma Lisa viene ferita gravemente; Castiel per farsi perdonare le salva la vita, e Dean gli chiede di togliere a lei e Ben tutti i ricordi che hanno su di lui così che possano ricominciare una nuova vita, e l'angelo esaudisce la sua richiesta, infatti quando i due lo vedono non lo riconoscono. Castiel trova il modo di aprire le porte del Purgatorio, Crowley e Raffaele, ormai alleati per paura del comportamento pericoloso di Castiel, cercano di fermarlo, ma non ci riescono e Castiel apre le porte assorbendo tutte le anime che si trovavano all'interno ottenendo un potere gigantesco, e per prima cosa uccide Raffaele. Dean comprende che tutto quel potere gli sta dando alla testa, e cerca di far ragionare l'amico, ma il tentativo si rivela vano, a quel punto Dean insieme a Sam e Bobby osserva Castiel mentre si proclama come nuovo Dio.

Settima stagione

Dopo la proclamazione di Castiel e la sua intenzione di voler uccidere angeli ed esseri umani che gli hanno voltato le spalle, Dean è amareggiato per il tradimento dell'amico, così lui, Sam e Bobby decidono di fermarlo chiedendo aiuto all'unico essere che può uccidere lo stesso Dio: il Cavaliere dell'Apocalisse della morte. Intanto Sam comincia ad avere dei problemi con il muro che Morte aveva messo in piedi per separarlo dai suoi ricordi passati nel sigillo. Castiel inizia a sentirsi male, e Morte lo deride dicendogli che tra le anime che ha assorbito vi sono pure quelle dei leviatani, le creature più potenti e antiche del Purgatorio, e che non riesce a contenerle. Morte aiuta Dean a riaprire le porte del Purgatorio, Castiel si scusa con l'amico per gli errori che ha commesso e promette di redimersi, dopo ciò rispedisce le anime in Purgatorio, ma i leviatani scampano a questa sorte e dopo aver preso possesso del corpo di Castiel lo abbandonano; Castiel scompare e tutti lo credono morto e Dean soffre più di quanto non voglia ammettere per la perdita dell'amico. Dean, Sam e Bobby decidono di combattere i leviatani, ora che sono liberi, intanto durante una delle loro missioni Dean, all'insaputa del fratello, uccide un kitsune di nome Amy, vecchia amica di Sam, in quanto la riteneva troppo pericolosa. Sam capisce che Dean gli nasconde qualcosa, nel mentre i leviatani prendono le sembianze dei fratelli compiendo delle stragi e facendoli passare per dei criminali, poi uno di loro racconta a Sam la verità sulla morte di Amy, Sam si arrabbia con il fratello e si separa da lui. Per un po' di tempo i due fratelli lavorano separatamente ma poi si ritrovano, Dean si scusa con Sam dicendogli che gli dispiace per quello che ha fatto ad Amy ma che da quando Castiel lo ha tradito non riesce più a fidarsi di nessuno, Sam decide di perdonarlo perché comprende che Dean ha fatto la scelta giusta da un punto di vista obiettivo. Dean, Sam e Bobby scoprono che il capo dei leviatani ha preso il controllo di un potente magnate degli affari, Dick Roman, e che la sua impresa sta preparando un additivo chimico da aggiungere agli alimenti che trasformano le persone in automi, i tre cacciatori entrano in uno dei centri di ricerca di Dick, ma il leviatano spara a Bobby uccidendolo. I due fratelli si vedono costretti a lavorare da soli, dopo un po' Sam diventa vittima delle allucinazioni provocate dai ricordi di Lucifero nel sigillo e perde il controllo, Dean sente parlare di un guaritore di nome Emanuel e decide di rivolgersi a lui, per poi scoprire che si tratta di Castiel, l'angelo ha perso ogni ricordo, ma finisce col ricordarsi tutto e aiuta Sam trasferendo tutti i suoi ricordi nel sigillo nella propria mente. Dean inizia a sospettare che lo spirito di Bobby sia con loro e infatti è così, visto che si è legato alla sua fiaschetta, lo spirito rivela loro che il piano di Dick è quello di comprare più ditte alimentari possibili e diffondere il suo additivo chimico su scala nazionale e trasformare le persone in automi e conquistare il mondo, inoltre si rendono conto che il leviatano sta finanziano degli scavi archeologici, mossi al fine di trovare una strana tavola di pietra. I fratelli si appropriano della tavola e scoprono che essa è il "Proverbio di Dio", che spiega loro come uccidere un leviatano. Solo un profeta può leggerla, ovvero Kevin Tran, il ragazzo li aiuta e dice loro che per uccidere Dick serve l'osso di una persona virtuosa bagnato con il sangue di tre caduti tra cui Castiel, mentre Bobby fa capire che gli altri due sono Crowley e il capostipite dei vampiri. Bobby inizia a diventare uno spirito rabbioso e violento, pertanto Sam e Dean lo esorcizzano bruciando la sua fiaschetta, dicendo addio al loro caro amico. Ottenuta l'arma Dean con l'aiuto di Castiel, diventato infantile e scostante dopo aver preso in sé i ricordi di Sam, affronta Dick Roman uccidendolo, ma il cacciatore e l'angelo vengono risucchiati nel Purgatorio visto che era il prezzo da pagare per usare l'arma divina.

Ottava stagione

Dean e Castiel, nel Purgatorio, incontrano un vampiro di nome Benny Lafitte, con cui Dean stringe un profondo rapporto di amicizia. Benny conosce un passaggio per uscire dal Purgatorio, questo varco si è manifestato grazie alla presenza di Dean, il Purgatorio infatti è stato creato solo per gli esseri soprannaturali, ed essendo Dean un umano, il piano dimensionale vuole espellerlo, solo Dean può oltrepassare il varco, mentre Benny e Castiel passeranno attraverso lui, ma solo Benny riesce a passare grazie all'aiuto di Dean, mentre Castiel, nonostante Dean avesse cercato di aiutarlo, rimane nel Purgatorio. Dean e Benny ritornano nel mondo dei vivi, Dean quindi va da Sam, e scopre che lui ha abbandonato la sua attività di cacciatore, per vivere una vita normale con la sua nuova fidanzata Amelia, inoltre Dean, con sua grande delusione, apprende che Sam non ha cercato in nessun modo di riportarlo indietro dal Purgatorio. Sam riprende a fare il cacciatore con Dean, inizia così una lotta con Crowley per prendere possesso delle tavole del Verbo di Dio, infatti quella per sigillare i leviatani nel Purgatorio non era l'unica, ne esiste pure una per sigillare i demoni nell'Inferno. Dean e Benny continuano a vedersi, lavorando insieme in alcune occasioni, e Sam non approva il fatto che Dean sia amico di un vampiro, intanto Castiel ritorna dal Purgatorio, inspiegabilmente. All'insaputa dei Winchester, è stato l'angelo Naomi a riportarlo indietro così da plagiare la mente di Castiel e spingerlo a tenere d'occhio i Winchester, ma Dean e Sam sono all'oscuro della cosa, e continuano a lavorare insieme a Castiel. Dean, per non compromettere il suo rapporto con Sam, decide di chiudere con Benny, mentre suo fratello minore decide di porre fine alla sua storia con Amelia. I Winchester fanno la conoscenza di Henry Winchester, il loro nonno paterno, il quale viene dal passato grazie a un incantesimo, i due fratelli scoprono che Henry apparteneva a un ordine segreto che ormai non esiste più, gli uomini di lettere, coloro che contenevano il più grande archivio del soprannaturale mai esistito. Purtroppo anche il demone Abaddon, un Cavaliere dell'Inferno proveniente dal futuro, cerca di ucciderlo, prendendo Sam in ostaggio, quindi Henry viene ucciso da Abaddon per salvare Sam, ma prima di morire neutralizza Abaddon con un sigillo. Henry lascia in eredità ai suoi nipoti il bunker degli uomini di lettere, che ora i fratelli Winchester usano come casa. Il profeta Kevin inizia a tradurre il Verbo di Dio sulla tavola dei demoni, e scopre che per sigillarli negli Inferi è necessario che una persona adempia a tre prove, Sam quindi decide di sostenerle lui, portando a termine la prima, bagnarsi con il sangue di un cane infernale. Per tradurre il resto della tavola Dean, Sam e Castiel si recano nella tomba di Lucifero, dove c'è una pergamena che dovrebbe tradurre il verbo, ma in realtà Castiel, ancora sotto il controllo di Naomi, inganna i due cacciatori, perché nella tomba in realtà c'è la tavola degli angeli. Poi Naomi ordina a Castiel di uccidere Dean, ma quest'ultimo fa appello alla loro amicizia, e aiuta Castiel a combattere il controllo di Naomi, infine Castiel entra in possesso della tavola degli angeli. Kevin traduce la seconda prova, portare un'anima dell'Inferno in Paradiso, quindi Sam riesce a portare l'anima di Bobby in Paradiso, anche grazie all'aiuto di Benny, che si è fatto uccidere da Dean per andare in Purgatorio e soccorrere Sam. Kevin è stato rapito da Crowley, intanto Dean e Sam conoscono Metatron, l'angelo che scrisse il verbo di Dio, che scappò dal Paradiso per evitare che lo sfruttassero, lui libera Kevin e dice ai Winchester che la terza prova consiste nel "guarire un demone". Dean e Sam, attraverso l'archivio degli uomini di lettere, scoprono che guarire un demone significa riaccendere la sua umanità facendo bere ogni ora al demone il sangue di una persona che ha confessato tutti i suoi peccati, Dean e Sam provano a riaccendere l'umanità di Abaddon, ma lei riesce a scappare. Poi i due cacciatori catturano Crowley, e Sam inizia a fargli bere il suo sangue, dopo aver confessato i suoi peccati. Dean intanto aiuta Castiel ad adempiere alle prove per sigillare il Paradiso, aiutandolo a prendere l'arco in un cherubino, ma poi Naomi dice ai due che Metatron li ha ingannati, perché le prove a cui Castiel si è sottoposto servivano solo per un incantesimo mosso al fine di cacciare via gli angeli dal Paradiso, inoltre Naomi informa Dean che Sam morirà se porterà a termine l'ultima prova. Dean impedisce a Sam di completare la terza prova, anche se le sue condizioni di salute sono pessime, mentre Metatron, dopo aver ucciso Naomi, caccia via tutti gli angeli dal Paradiso, poi Dean alza lo sguardo al cielo, e vede tante luci cadere, e ognuna di esse corrisponde a un angelo caduto.

Nona stagione

Sam è in pessime condizioni, infatti si appresta a morire, quindi Dean invia una preghiera agli angeli caduti, affinché aiutino suo fratello. Uno di loro, Ezechiele, accoglie la sua richiesta e decide di prendere possesso del corpo di Sam per guarirlo dall'interno, quindi Dean, con l'inganno convince un ignaro Sam, che aveva invece accettato l'idea della morte, a dare a Ezechiele il permesso di entrare nel suo corpo. Dean si vede costretto a non dire al fratello che un angelo ha preso possesso di lui, dato che ci vorrà molto tempo per guarirlo, intanto i Winchester devono trovare un sistema per rovesciare l'incantesimo di Metatron, e impedire agli angeli caduti di creare problemi sulla Terra. Ezechiele, su ordine di Metatron, uccide il profeta Kevin, poi Dean lo cattura anche grazie all'aiuto di Crowley e Castiel, poi Dean e gli altri scoprono che il vero nome di Ezechiele è Gadreel, Castiel rivela a Dean che lui è l'angelo che permise al Serpente di contaminare il Giardino dell'Eden, per questo finì nelle prigioni angeliche ma quando gli angeli sono caduti, lui compreso, Gadreel riuscì a liberarsi. Crowley libera Sam dalla possessione di Gadreel, però Sam non riesce a perdonare suo fratello per il suo egoismo, visto che per tutto questo tempo non era al corrente del fatto che Gadreel era dentro di lui, pure Dean fa fatica a perdonare se stesso dato che si sente in parte responsabile per la morte di Kevin, quindi i due si separano. Intanto Crowley convince Dean ad aiutarlo a uccidere Abaddon, quindi i due vanno da Caino, il demone che possiede l'unica arma con la quale ucciderla, la Prima Lama. Caino dà a Dean il suo marchio, infatti è quello la fonte del potere della Prima Lama. Nonostante Sam sia ancora arrabbiato con lui, decide di tornare a cacciare con Dean, poi Crowley aiuta Dean a trovare la Prima Lama, che è in possesso di un collezionista, Dean usa la lama per ucciderlo. Gradualmente il Marchio di Caino inizia a condizionare la mente di Dean, il quale diventa sempre più rabbioso e violento, comunque Dean alla fine uccide Abaddon. Metatron convince tutti gli angeli a sottostare alle sue regole, permettendo loro di tornare in Paradiso, però Gadreel, capendo di aver sbagliato a seguire gli ordini di una persona crudele come Metatron, decide di aiutare Dean, Sam e Castiel, però Dean, a causa dell'influenza malvagia che il Marchio di Caino esercita su di lui, lo aggredisce, dando ormai prova di aver perso il controllo. Con l'aiuto di Crowley il cacciatore si mette sulle tracce di Metatron, poi anche Sam decide di aiutarlo pur non condividendo il suo modo di fare. Dean trova Metatron e lo affronta, però quest'ultimo ha la meglio su di lui, e lo uccide. Castiel sconfigge Metatron anche grazie all'aiuto degli angeli, nel mentre Dean ritorna in vita, infatti il Marchio di Caino non gli ha permesso di morire, facendolo risorgere come un demone, un cavaliere dell'Inferno.

Decima stagione

Dean ormai è diventato un Cavaliere dell'Inferno e scappa via insieme a Crowley, i due passano tutto il loro tempo a divertirsi, Dean è molto cambiato infatti ora che è un demone è diventato violento, crudele e spietato. Un uomo di nome Cole Trenton gli dà la caccia, infatti vuole eliminarlo perché Dean uccise suo padre, quindi lo affronta venendo sconfitto, ma Sam approfitta della situazione per catturare Dean, portandolo al bunker, e riaccende la sua umanità come fecero con quella di Crowley, anche grazie al provvidenziale intervento di Castiel. Dean ritorna umano anche se il Marchio di Caino rischia ancora di ritrasformarlo in un demone, inoltre diventa sempre più arduo per lui controllare l'energia malignia del marchio. Dean affronta nuovamente Cole ma alla fine lo convince a desistere dalla sua vendetta confessandogli che aveva ucciso suo padre perché voleva uccidere Cole dato che era posseduto da una creatura soprannaturale. Dean con la Prima Lama uccide Caino che ormai si era trasformato un demone assassino, intanto la loro amica Charlie chiede aiuto ai Dean e a suo fratello, perché la famiglia Styne, una malvagia e potente dinastia, vuole il libro dei dannati che ora è in possesso di Charlie, nelle sue pagine sono trascritte delle potenti maledizioni, tra cui quella del Marchio di Caino; Sam inizia a maturare l'idea che nel libro ci siano le istruzioni per distruggere il marchio, ma Dean non vuole che esso venga distrutto sicuro del fatto che ci sarebbero delle terribili conseguenze. Sam, con l'inganno, fa credere a Dean di aver bruciato il libro, ma segretamente lo tiene custodito incaricando Charlie e la strega Rowena (la madre di Crowley) di tradurlo. Un membro della famiglia Styne, Eldon, uccide Charlie inoltre rivela a Dean che il libro dei dannati a cui sono interessati non è andato bruciato come credeva. Dean si arrabbia con Sam dato che Charlie è morta per colpa sua, inoltre, sopraffatto dall'influenza maligna del marchio, uccide tutti gli Styne, compreso Eldon. Castiel cerca di far prendere coscienza a Dean che non è più in sé, ma l'unico risultato e che Dean picchia brutalmente l'amico, per poi andarsene. Dean, avendo ormai preso atto della sua pericolosità, non riuscendo più a controllare la malvagità del Marchio di Caino, evoca il cavaliere della morte, chiedendogli aiuto. Morte spiega a Dean che il marchio è la prima maledizione, infatti in principio, prima della creazione, esisteva una forza malignia e distruttiva chiamata l'Oscurità, ma Dio con l'aiuto degli arcangeli la sconfisse e la sigillò nel marchio che poi diede al suo guerriero più valoroso, Lucifero, ma il marchio lo rese malvagio e invidioso dell'umanità, poi lui lo passo a Caino che a sua volta lo ha dato a Dean. Morte fa capire a Dean che se il marchio venisse distrutto l'Oscurità sarebbe libera, quindi gli propone di portarlo via in un luogo sconosciuto dove non farà più del male a nessuno, ma a patto che uccida Sam visto che lui pur di salvarlo dal marchio non si curerebbe delle conseguenze. Dean viene raggiunto da suo fratello minore e decide di ucciderlo con la falce della morte capace di uccidere qualunque cosa, ma poi Dean la usa per uccidere Morte. Intanto Rowena grazie a Charlie (la quale prima di morire aveva decifrato i codici con cui tradurre il libro dei dannati) riesce a fare l'incantesimo con cui distruggere il marchio, anche grazie al contributo di Castiel e Crowley. Dean ritorna normale, ma ora che il Marchio di Caino è andato distrutto l'Oscurità è libera.

Undicesima stagione

L'Oscurità si reincarna in una bambina appena nata di nome Amara la quale cresce velocemente diventando un'adulta; Amare vuole distruggere la creazione ma contemporaneamente è interessata a Dean, il quale è in qualche modo attratto da lei, infatti Amara gli spiega che tra loro due c'è un legame perché Dean è stato il custode del Marchio di Caino e lei ne rappresenta l'essenza stessa. Castiel rivela a Dean e Sam che l'Oscurità è la sorella di Dio, tra l'altro Dean e Castiel cercano di salvare Sam da Lucifero dopo che lo aveva attirato nella gabbia dove era stato sigillato. All'insaputa dei Winchester, Lucifero riesce a liberarsi prendendo possesso di Castiel, e quando Dean lo scopre decide di salvare il suo amico. Amara dice a Dean che lo farà diventare parte di lei così lui sarà l'unico a salvarsi dalla fine, poi fa la sua comparsa Dio, che si rivela essere il profeta Chuck che decide di aiutare i Winchester a sconfiggere Sua sorella nonostante le voglia ancora bene. Chuck e Dean fanno una profonda conversazione sull'importanza delle scelte del libero arbitrio. Lucifero di unisce alla lotta ma nemmeno tutte le loro forze combinate riescono a fermare Amara, tra l'altro riesce a liberare Castiel dalla possessione di Lucifero. Dean decide di sacrificarsi quindi con l'aiuto della strega Rowena riesce ad assorbire nel suo corpo una moltitudine di anime e quando si avvicinerà ad Amara la luce delle anime la eliminerà, ma anche lui morirà. Però alla fine Dean convince Amara ad abbandonare i suoi propositi facendole capire che lei vuole ancora bene a suo fratello e che il suo desiderio di congiungersi con Dean celava il suo bisogno di ricostruire un legame con Dio. Chuck e Amara grazie a Dean si riappacificano e i due abbandonano la Terra affidandone la sicurezza ai Winchester, tra l'altro Amara prima di sparire con suo fratello riporta in vita Mary, come segno di riconoscenza nei confronti di Dean.

Dodicesima stagione

Dean si rende presto conto che la madre ha bisogno di tempo per tornare alla realtà e accetta a malincuore, al contrario di Sam. Castiel e i fratelli Winchester devono collaborare con Crowley e Rowena data l'esigenza di vincolare nuovamente Lucifero nella gabbia, ricevendo l'inaspettato aiuto degli uomini di lettere britannici, i quali da tempo volevano stringere un'alleanza con i cacciatori per aiutarli a progredire nella lotta contro i mostri. Loro danno a Dean e Sam un congegno per permette a Rowena di sigillare Lucifero nella gabbia, anche se l'angelo prima di essere vincolato, riesce ad avere un figlio con Kelly Kline. Dean non accetta di buon grado che sua madre abbia deciso di unirsi agli uomini di lettere britannici, Dean infatti non si fida di loro, ma poi quando anche Sam si unisce alla loro causa, prova a concedere loro una possibilità. I timori di Dean però si rivelano fondati, in breve gli uomini di lettere britannici ritenendo i cacciatori americani pericolosi e ingestibili, cercano di ucciderli tutti, ma Dean e Sam li combattono con l'aiuto degli altri cacciatori, sconfiggendoli, mentre Dean affronta il loro uomo migliore, Arthur Ketch, che però viene ucciso da Mary. Finalmente Dean e sua madre si riconciliano. A causa di un errore di Crowley, Lucifero si libera della sua prigionia e desidera mettere la mani su suo figlio, quindi Dean, Sam, Castiel e Mary proteggono Kelly la quale muore dando alla luce suo figlio: Jack.

Tredicesima stagione

Come rivela a Sam, Dean decide di portare con loro il nephilim Jack in modo da tenerlo sotto controllo e ucciderlo senza esitazione qualora dovesse mostrare la malvagità di Lucifero; successivamente accetta il ragazzo nella famiglia dopo aver toccato con mano la sua buona fede (testimoniata anche dall'aver resuscitato Castiel). Nel finale di stagione accetta di diventare il tramite dell'arcangelo Michele, proveniente dalla dimensione apocalittica, in modo da uccidere per sempre il diavolo: Dean riesce nel suo intento ma subito dopo l'arcangelo prende il sopravvento.

Quattordicesima stagione


Dean è ancora ostaggio di Michele, che compie una serie di esperimenti per potenziare le creature sovrannaturali con cui creare il suo esercito, finché l'arcangelo non decide di andarsene: il cacciatore torna quindi dai suoi cari e ricomincia la sua missione. Quando riescono ad identificare la posizione di Michele Dean, Sam, Jack e Castiel, armati della lancia della Kaia della dimensione oscura (l'unica arma che si sia dimostrata in grado di ferire l'arcangelo, come risulta da una cicatrice sul braccio di Dean), lo attaccano: l'arcangelo, tuttavia, riesce a rientrare nel corpo di Dean ma gli altri tre riescono a immobilizzarlo. Billie, la nuova incarnazione della Morte, aiuta il gruppo a isolare l'arcangelo nella mente di Dean e consegna a quest'ultimo un quaderno nel quale è trascritta l'unica soluzione con cui sia possibile fermare Michele, e cioè rinchiudere per sempre entrambi in una cassa di Malak. Successivamente Michele riesce ad evadere e viene ucciso da Jack, che assorbe la sua grazia consumando tuttavia la sua anima: il ragazzo comincia quindi a dare segnali inquietanti uccidendo Nick, l'ex tramite di Lucifero, ma soprattutto Mary, cosa che spinge Dean a prendere la decisione di ucciderlo. Chuck ricompare e fornisce ai Winchester un'arma con cui uccidere il Nephilim, ma alla fine Dean si rende conto di non poterlo fare: Chuck quindi si infuria, rivelando che non era il finale che voleva, e uccide lui stesso il giovane per poi riversare sulla Terra le anime infernali.

Castiel[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Castiel (Supernatural).

Crowley[modifica | modifica wikitesto]

Crowley, il cui vero nome è Fergus Roderick MacLeod, è interpretato da Mark Sheppard. Inizialmente viene introdotto come personaggio ricorrente per poi divenire uno dei principali della serie; basato sull'occultista Aleister Crowley, ha riscosso molto successo di pubblico e critica. Inizialmente è uno degli antagonisti principali della serie ma col progredire della trama riveste più il ruolo di antieroe.

Crowley è un demone degli incroci, pertanto i suoi occhi sono rossi e non neri come quelli dei demoni ordinari; veste sempre in modo elegante con completi in giacca e cravatta neri, talvolta delle camicie bianche e indossa sempre un soprabito scuro.

In linea con la sua natura demoniaca è un essere sadico e crudele che gode nell'infliggere sofferenze e sebbene spesso si sia dimostrato ipocrita e codardo in più occasioni non si è tirato indietro dall'affrontare entità più potenti di lui pur di realizzare le sue sfrenate ambizioni: in definitiva è un manipolatore che non fa mai niente senza un tornaconto, cercando sempre di ottenere il massimo profitto dai suoi accordi; solito ad esprimersi con irriverenza, divertendosi a provocare gli altri con il suo umorismo nero, è scaltro e intelligente, caratteristiche che gli hanno permesso di distinguersi dalla maggior parte dei suoi simili.

In principio vedeva Dean, Sam Winchester e Castiel come dei nemici da eliminare ma col tempo, facendo fronte comune con loro per cause di forza maggiore, imparerà a vederli come delle buone risorse: la vicinanza creerà un'evoluzione nel suo personaggio, tanto che grazie alla lunga collaborazione coi tre imparerà l'importanza del sacrificio, arrivando alle volte a elargire il suo aiuto senza chiedere niente in cambio e rivelandosi non del tutto privo di compassione.

Stando a quanto riportano suo figlio e sua madre, quando era un umano era un rozzo ubriacone violento.

Nato in Scozia nel 1661 con il nome di Fergus Roderick MacLeod, è figlio della strega Rowena e venne concepito durante un'orgia sessuale; suo padre era sposato con un'altra donna e abbandonò Rowena col piccolo. Rowena lo istruì all'uso della magia ma tra i due non c'è mai stato affetto, quantomeno da parte della madre che lo abbandonò all'età di otto anni dopo essere stata vicina a barattarlo con tre maiali.

In età adulta divenne un sarto, ebbe una storia dalla quale ebbe un figlio, Gavin, ma non è mai stato un bravo padre, tanto che spesso lo malmenava in preda all'alcol. Ha venduto la sua anima a un demone per aumentare le dimensioni del suo pene e quando è morto, poco più che sessantenne, il suo corpo venne seppellito in una tomba in un cimitero della Scozia; la sua anima finì all'Inferno, dove cambiò nome in Crowley e divenne uno dei demoni degli incroci di spicco (tanto da guadagnarsi il titolo di "Re degli Incroci") nonché il braccio destro del primo demone, Lilith. Il tramite che utilizza è quello di un agente letterario di New York.

Crowley compare per la prima volta nella quarta stagione come unico demone a opporsi a Lucifero, pronto a scatenare l'Apocalisse: il demone è infatti della convinzione che una volta che il diavolo si impadronirà della Terra si sbarazzerà anche dei demoni, non considerandoli degni di servirlo, dunque dona ai Winchester la Colt, che purtroppo non si rivela abbastanza potente da ucciderlo. Comunque il demone contribuisce alla ricerca dei Cavalieri dell'Apocalisse, i cui anelli hanno il potere di evocare la gabbia con la quale sigillare Lucifero, e in effetti il piano funziona e i fratelli Winchester sigillano Lucifero nella gabbia evitando l'Apocalisse. In assenza di Lucifero viene a mancare la figura del Re dell'Inferno e dunque Crowley offre la "corona" al demone Ramiel dandogli in dono la Colt e la Lancia di Michele: sebbene il principe infernale accetti i suoi omaggi rifiuta la carica di sovrano cedendola proprio allo stesso Crowley, che diventa il Re dell'Inferno.

Approfittando della guerra civile in Paradiso, dove Castiel fronteggia l'arcangelo Raffaele, Crowley propone al primo un'alleanza per aprire le porte del Purgatorio e assorbire le anime dei mostri defunti finite lì ottenendo così un potere smisurato; Castiel tradisce tuttavia il demone decidendo di assorbire lui solo le anime del Purgatorio e questo spinge Crowley a trovarsi un nuovo alleato, lo stesso Raffaele. Castiel riesce però a imbrogliare entrambi e, trovato il modo di aprire le porte del Purgatorio, assorbe le anime che vi dimoravano ottenendo abbastanza potere da uccidere Raffaele mentre Crowley fugge; quest'ultimo aiuta i Winchester e Bobby dando loro l'incantesimo con cui invocare Morte, che a sua volta li aiuta a riaprire le porte del Purgatorio dove Castiel vincola nuovamente le anime assorbite tranne i Leviatani, che aveva liberato quando aveva aperto le porte del Purgatorio. Sebbene all'inizio Crowley desiderasse stringere un'alleanza con il capo dei Leviatani, Dick Roman, sceglierà poi di aiutare nuovamente i Winchester dando il suo sangue, che mischiato con quello di Castiel e quello dell'Alpha dei vampiri e bagnando l'osso di un essere umano virtuoso, crea un'arma con la quale Dean sconfigge Dick mentre i demoni di Crowley si sbarazzano degli altri Leviatani.

Dean e Sam cercano quindi di chiudere definitivamente le porte dell'Inferno ed evitare che altri demoni mettano piede sulla Terra e per farlo bisogna purificare l'anima di un demone: catturano quindi Crowley, a cui Sam fa bere il suo sangue per purificarlo, ma Dean lo ferma appena in tempo dato che, una volta chiuse le porte dell'Inferno, Sam sarebbe morto. Crowley comunque riaccende in parte la sua umanità divenendo dipendente dal sangue umano; nel contempo il cavaliere infernale Abaddon reclama il trono di Crowley, il quale stringe un'alleanza con Dean per sconfiggerla, e i due trovano Caino, che dà a Dean il suo marchio dato che solo con esso potrà uccidere Abaddon con la Prima Lama. Abaddon decide di usare il figlio di Crowley contro di lui ma ciò nonostante Dean riuscirà a uccidere Abaddon con la Prima Lama, mentre Crowley deciderà di non riportare suo figlio nel passato, nel 1723, dato che sarebbe morto con il naufragio della nave dove si sarebbe imbarcato.

L'angelo Metatron, divenuto il nuovo regnante del Paradiso grazie al Verbo di Dio sugli angeli, uccide Dean e come Crowley già sapeva il Marchio di Caino lo riporterà in vita come demone: Dean diventa il suo braccio destro, ma a causa della sua natura ribelle Crowley non riuscirà a gestire il suo carattere. Avrà quindi modo di ricongiungersi a sua madre Rowena, la quale si rivela orgogliosa di apprendere che suo figlio è diventato il Re dell'Inferno e inizia a manipolarlo sperando di trarre profitto dalla posizione di Crowley, il quale, stufo dell'ipocrisia della madre, decide di voltarle le spalle. Crowley contribuisce al piano per eliminare Caino, che viene ucciso da Dean, e dà il suo aiuto a Castiel procurandogli ciò che serve per l'incantesimo che eliminerà il Marchio di Caino; sarà proprio Rowena a realizzare l'incantesimo ma sarà costretta a uccidere Oskar, un ragazzo al quale era molto affezionata. Distrutto il marchio, che in realtà serviva a sigillare l'Oscurità (l'antica sorella di Dio), essa si reincarnerà in un'umana di nome Amara, una bambina che Crowley prenderà sotto la sua ala sperando di poter sfruttare il suo potere come un'arma, ma Amara, crescendo, diventerà sempre più potente e difficile da gestire, infatti si rivolterà contro Crowley. Quest'ultimo acconsentirà a far entrare Sam nella gabbia di Lucifero sperando che lui possa aiutarli a trovare il sistema per sconfiggere Amara, ma le cose prendono una piega inaspettata e Lucifero evade dalla gabbia prendendo possesso del corpo di Castiel: una volta ripreso il suo ruolo di sovrano dell'Inferno, terrà prigioniero Crowley divertendosi a umiliarlo davanti agli altri demoni. Con un piano astuto Crowley riesce a scappare, poi decide di dare il suo contributo alla battaglia contro Amara che si appresta a eliminare la vita dalla Terra, ma che alla fine abbandona i suoi propositi riconciliandosi con Chuck/Dio.

Crowley, Castiel, Dean e Sam danno quindi la caccia a Lucifero, che ha preso possesso del presidente degli Stati Uniti d'America Jefferson Rooney mettendo incita la sua assistente Kelly, e l'ex re degli Inferi dà il suo contributo al piano per sigillare nuovamente Lucifero nella gabbia, anche grazie alla magia di Rowena; all'insaputa di tutti, tuttavia, Crowley ha deciso di vincolare Lucifero nel suo vecchio tramite e con una potente magia lo priva dei suoi poteri trasformandolo in un burattino nelle sue mani per dare prova della sua assoluta superiorità agli altri demoni, dopo aver riottenuto il suo posto come Re dell'Inferno. Quando il fantasma di Fiona Duncan, la fidanzata di Gavin che era morta nel naufragio, inizierà a mietere vittime non avendo trovato la pace, Gavin accetterà di tornare nel passato e di morire insieme a lei in quel naufragio così che lo spirito di Fiona possa lasciare il mondo dei vivi, ma Crowley non è intenzionato a permetterlo e dunque cerca di fermarlo venendo però bloccato da Rowena; infine i Winchester con un incantesimo riportano Gavin nel 1723 e lui muore. Rowena gode nel vedere Crowley soffrire per la perdita dell'unica persona che amava, infatti voleva vendicarsi di lui per averla costretta a uccidere Oskar, che al contrario di Crowley considerava un vero figlio.

Viene messo in evidenza che ormai Crowley non prova più molto interesse nel suo lavoro di Re dell'Inferno, infatti si sente più coinvolto quando aiuta Castiel e i Winchester nelle loro missioni, ad esempio li aiuta con il demone Ramiel (colui che aveva eletto Crowley come Re dell'Inferno): Ramiel ferirà Castiel con la Lancia di Michele, il cui potere lo porterà alla morte, ma dopo che Sam uccide Ramiel, sarà propio Crowley a salvare la vita all'angelo distruggendo la lancia, che era la fonte stessa del suo potere mortale.

Drexel, un demone fedele a Lucifero, lo aiuterà a invertire il potere che Crowley esercitava sul suo tramite e così Lucifero riuscirà e riottenere tutto il suo sconfinato potere, mentre Kelly darà alla luce il suo bambino, ovvero il figlio di Lucifero, la cui nascita aprirà una crepa in una dimensione alternativa, una Terra apocalittica. Crowley, avendo preso atto che non ha mai amato essere il Re dell'Inferno, promette ai Winchester che una volta sconfitto Lucifero sigillerà i cancelli dell'Inferno così i demoni non raggiungeranno mai più la Terra, inoltre con un incantesimo cerca di chiudere la crepa dimensionale dopo che Dean e Sam attirano Lucifero nell'altra dimensione, infatti il piano di Crowley è quello di vincolare Lucifero in quella dimensione per sempre. L'incantesimo richiede però il sacrificio di una vita e Crowley accetta di sacrificare la sua: dopo aver salutato un'ultima volta Sam e Dean si trafigge con una lama angelica morendo. Lucifero attraversa la crepa dimensionale ritornando nel suo mondo ma Mary Winchester lo spinge insieme a lei dall'altra parte della crepa che si chiude grazie all'incantesimo di Crowley, lasciando Lucifero intrappolato nella dimensione parallela, in questo modo Crowley con il suo sacrificio riesce a salvare Sam e Dean.

Dean chiede a Chuck di riportare in vita Crowley, ma la sua richiesta non viene accolta, e infine Dean e Sam accendono una pira funebre in sua memoria dandogli il loro addio, a dimostrazione del fatto che ormai avevano smesso di considerlo un nemico ma "uno di loro".


Persino Rowena, nonostante avesse sempre affermato di detestare il figlio, alla fine mostra tutto il suo dispiacere per la sua morte, condannando se stessa per essere stata una cattiva madre, sentendosi indirettamente responsabile per la brutta fine che fatto.

Famiglia Winchester[modifica | modifica wikitesto]

John Winchester[modifica | modifica wikitesto]

John Eric[1] Winchester (Jeffrey Dean Morgan) è il padre di Sam, Dean e Adam.

Figlio dell'Uomo di Lettere Henry e di sua moglie Milly, è cresciuto senza il padre, che per sconfiggere Abaddon compie un viaggio nel tempo giungendo nel presente dai suoi nipoti. In gioventù ha servito nei Marines durante la guerra del Vietnam e svolgeva la professione di meccanico; su consiglio di Dean, che lo raggiunge nel 1973 grazie ad un viaggio nel tempo, acquista la Chevrolet Impala del 1967 che i suoi figli useranno per il resto della vita.

Nel 1989 Azazel uccide sua moglie Mary, sposata nel 1975, e per vendicarla divenne un cacciatore, probabilmente il migliore in circolazione, facendosi ben presto un nome (conoscendo tra gli altri Bobby, Ellen e suo marito, di cui causerà la morte) e crescendo i figli istruendoli nella lotta al soprannaturale: Dean ha sempre seguito pedissequamente le sue orme, provando per lui un rispetto e un'ammirazione sconfinati, mentre Sam non ha mai nascosto il desiderio di una vita normale, tanto che giunto al periodo di frequentare l'università lascerà la sua famiglia dopo un violento litigio con John.

Quando scompare per un periodo insolitamente lungo Sam e Dean si riuniscono per trovarlo e tutta la prima stagione riguarda appunto la sua ricerca; muore all'inizio della seconda quando vende la sua anima ad Azazel per salvare Dean (dicendogli poco prima che avrebbe dovuto vigilare sul fratello oppure, qualora non fosse possibile, ucciderlo) ma ricompare in forma di spirito nell'ultima puntata quando, dopo essere temporaneamente fuggito dall'Inferno sfruttando l'apertura della porta presente in Wyoming causata dalla Colt, aiuta i figli a uccidere il demone. Nella quarta stagione Alastair rivela a Dean che, secondo i loro piani, doveva essere lui colui che avrebbe spezzato il primo dei sessantasei sigilli della gabbia di Lucifero ma, malgrado sia stato torturato per ben cento anni e alla fine di ogni giorno gli fosse offerto di torturare invece di essere torturato, ha sempre rifiutato (cosa che Dean riuscirà a fare "solo" per trent'anni, aumentando il suo senso di colpa e di inferiorità rispetto al padre). Ritorna nella quattordicesima stagione quando i figli, sfruttando un'antica perla cinese capace di esaudire il più profondo desiderio di una persona, nel tentativo di liberare Dean da Michele lo evocano nel loro tempo: questo, tuttavia, causa una serie di paradossi temporali che alla fine li costringono a rimandarlo nel passato.

Appare da giovane in alcuni flashback e viaggi nel passato nella quarta e quinta stagione e in questi casi è interpretato da Matt Cohen; durante la produzione della prima stagione Morgan stava girando alcuni episodi della serie televisiva Grey's Anatomy e future apparizioni del personaggio sono state ostacolate dall'impegnativo piano di lavoro dell'attore. L'interpretazione di Morgan è comunque sempre stata criticata in modo positivo, sebbene sia fan che critica abbiano talvolta definito il personaggio come frustrante per la sua indole a non rivelare segreti. È inoltre il protagonista dello spin-off a fumetti Supernatural: Origins, inedito in Italia.[2]

Mary Campbell Winchester[modifica | modifica wikitesto]

Mary Winchester (Samantha Smith e Amy Gumenick) è la moglie di John e la madre di Sam e Dean. I suoi genitori, Samuel e Deanna Campbell, erano cacciatori e anche a lei, crescendo, fu insegnata la caccia. Quando Dean venne mandato indietro nel tempo da Castiel, involontariamente attirò l'attenzione di Azazel verso di lei: il demone uccise i suoi genitori e John, che all'epoca non era un cacciatore e non era a conoscenza dell'attività paranormale della famiglia Campbell. Mary si accordò con Azazel per la resurrezione di John in cambio del suo permesso di entrare in casa sua dieci anni più tardi; non conoscendo le vere intenzioni del demone, Mary accettò. Successivamente si sposò con John, abbandonò la vita da cacciatrice ed ebbe Dean e Sam. Nel 1983, sei mesi dopo la nascita di Sam, Mary venne svegliata da dei rumori e dallo stesso, che piangeva nella culla: entrando nella camera del bambino vi trovò Azazel, intento a nutrirlo con sangue demoniaco, che la attaccò e la uccise, bruciandola sul soffitto della stanza. Nella prima stagione Sam e Dean tornano nella casa della loro infanzia a Lawrence, in Kansas, e sembra che lo spirito di Mary abbia infestato l'abitazione per proteggerla da un Poltergeist; la donna appare a Sam e gli dice che le dispiace per poi neutralizzare lo spirito maligno e andarsene per sempre; successivamente viene rivelato che tutti gli amici e i conoscenti di Mary sono stati uccisi negli anni successivi alla sua morte, ma la ragione non verrà mai spiegata. Mary ricompare nell'ultima puntata dell'undicesima stagione, quando viene riportata in vita da Amara come regalo per Dean. Nella dodicesima stagione va a vivere nel rifugio dei figli, dove fa la conoscenza di Castiel e cercherà di adattarsi alla nuova epoca in cui si trova. Dopo aver risolto un caso confessa che non si sente a suo agio nella nuova situazione e decide di lasciare i figli per ritrovare se stessa, ma si tiene comunque in contatto con Dean. Dopo essersi legata agli uomini di lettere inglesi verrà sottoposta al lavaggio del cervello, data la sua attitudine a non uccidere indiscriminatamente, e verrà usata per uccidere i cacciatori americani che si sono rifiutati di seguirli. Una volta ripresasi dal controllo mentale aiuterà i figli a smantellare l'organizzazione e riuscirà persino a rinchiudere Lucifero in un'altra dimensione, ma verrà intrappolata anch'essa. Nella tredicesima stagione Mary viene salvata dalla prigionia dell'arcangelo Michele della dimensione alternativa da Jack, che la raggiunge dopo aver aumentato i poteri di una dreamwalker: i due riusciranno a sfuggire a Michele e ad unirsi alla resistenza umana guidata da Bobby, per poi riuscire ad aiutare Sam e Dean. Nella quattordicesima stagione continua ad aiutare Sam e Jack anche durante il periodo in cui Dean è prigioniero di Michele, per poi proseguire la sua lotta una volta che l'arcangelo viene ucciso da Jack. In seguito proprio quest'ultimo, dopo aver ucciso Nick, perde il controllo dei suoi poteri e involontariamente la uccide.

Dean rivela che quando era malato gli preparava la stessa minestra di riso che le preparava sua madre e che anziché la ninna nanna gli cantava la sua canzone preferita, Hey Jude dei Beatles.

Adam Milligan[modifica | modifica wikitesto]

Adam Milligan (Jake Abel) è il figlio più giovane di John Winchester, avuto da una relazione successiva alla morte di Mary; compare per la prima volta nella quarta stagione.
Quando sua madre scompare chiama John per chiedere aiuto: a rispondere sono invece Sam e Dean, che così hanno modo di conoscere il fratellastro e gli rivelano la verità sul loro modo di vivere. L'incontro si rivela tuttavia una trappola in quanto Adam e sua madre sono stati uccisi tempo addietro da due Ghoul, esseri che assumono l'aspetto delle vittime di cui si nutrono; dopo aver eliminato le creature e aver ritrovato il corpo del ragazzo, Sam e Dean lo bruciano su una pira come da tradizione dei cacciatori.
Quasi un anno più tardi, nella quinta stagione, Adam viene riportato in vita da Zaccaria: questi vuole infatti convincerlo a diventare il tramite dell'arcangelo Michele al posto di Dean, anche se in realtà il suo piano consiste nell'indurre quest'ultimo a sacrificarsi per il fratellastro e accettare il suo destino. Dopo aver finto di cedere, il maggiore dei Winchester riesce a uccidere Zaccaria ma Adam rimane indietro nella fuga e viene rapito dagli angeli; successivamente Castiel rivela che il giovane è diventato il tramite di Michele. Nello scontro finale tra questi e Lucifero (che intanto è entrato nel corpo di Sam) Dean, Bobby e Castiel allontanano temporaneamente il primo lanciandogli addosso una molotov di olio sacro; quando l'arcangelo torna sul campo di battaglia tenta di fermare Sam, che ha ripreso il controllo del suo corpo e sta per lasciarsi cadere nella gabbia, ma vi viene trascinato a sua volta.

Samuel Campbell[modifica | modifica wikitesto]

Samuel Campbell (Mitch Pileggi) è il nonno dei fratelli Winchester e padre di Mary. Morto prima della nascita di Sam e Dean a causa di Azazel, viene riportato in vita insieme al nipote minore da Crowley per cercare la porta del Purgatorio. Dal suo ritorno caccia spesso insieme ai due fratelli e ad altri nipoti. Per riavere indietro sua figlia vende i nipoti a Crowley ma Sam poco tempo lo uccide poiché era posseduto da una delle creature di Eve.

Gwen Campbell[modifica | modifica wikitesto]

Gwen Campbell (Jessica Heafey) è la nipote di Samuel e cugina di Sam e Dean. Fa la sua prima comparsa nell'episodio Una vita normale e viene rivelato che da quando Sam è uscito dalla gabbia di Lucifero e Samuel è ritornato in vita, la ragazza ha passato un anno a cacciare con loro. Nell'episodio Due uomini e mezzo aiuta i cugini a combattere contro l'Alpha dei mutaforma mentre in Questioni di famiglia partecipa al piano di cattura dell'Alpha dei vampiri. Dean, posseduto da un verme parassita, uccide la cugina con un colpo di pistola (...E poi non rimase nessuno).

Henry Winchester[modifica | modifica wikitesto]

Henry Winchester (Gil McKinney) è il padre di John. Era odiato dal figlio che, non essendo a conoscenza del viaggio nel tempo del padre, credeva di essere stato abbandonato. Giunge nel presente e chiede aiuto ai nipoti per sconfiggere Abbadon, uno dei cavalieri dell'Inferno. Li informa che lui e tutti i membri della sua famiglia erano Letterati, ovvero coloro che detengono la conoscenza su tutto ciò che l'uomo non comprende e che condividono solo una ristretta cerchia di cacciatori. Rimane scioccato dalla scoperta che i Winchester sono cacciatori e non letterati. Muore sacrificandosi per avvicinarsi il più possibile al demone e bloccarlo per sempre.

Cacciatori[modifica | modifica wikitesto]

I cacciatori (Hunters) sono persone specializzate nel combattere le creature soprannaturali studiando i loro punti deboli e lasciando alle generazioni future tutte le loro conoscenze. Non si sa da quanto tempo siano operativi, ma sembra che la loro fama era temuta già ai tempi del vecchio West; inoltre, stando agli appunti degli Uomini di lettere, esistevano anche nell'antica Grecia. Anche alcuni personaggi storici famosi erano cacciatori: tra questi si possono citare Samuel Colt e Eliot Ness. È tradizione dei cacciatori quella di bruciare su una pira i cadaveri dei loro colleghi, in modo che non possano essere utilizzati per scopi malvagi dalle creature che cacciano. Molti cacciatori muoiono giovani e per questo è dilagante nella categoria il desiderio di ritirarsi in tempo per avere una famiglia e un'esistenza normale, cosa che però si verifica rarissimamente.

Bobby Singer[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Bobby Singer.

Bobby Singer (Jim Beaver) diventa un cacciatore dopo l'omicidio della moglie da parte del demone che l'aveva posseduta. Viene introdotto alla lotta contro il sovrannaturale da Rufus Turner ed è un vecchio amico di John Winchester. Dopo la morte di quest'ultimo diventa praticamente l'unico punto di riferimento per i due fratelli, che considera i figli che non ha mai avuto.

Ellen Harvelle[modifica | modifica wikitesto]

Ellen Harvelle (Samantha Ferris) è la madre di Jo e vedova di un cacciatore, morto durante una caccia con John Winchester; è inoltre la proprietaria della Roadhouse, una taverna frequentata per lo più da cacciatori. Nonostante il risentimento che prova nei confronti di John nutre un affetto quasi materno per Sam e Dean, forse anche per via del fatto che sua figlia è innamorata del maggiore dei Winchester. Muore insieme alla figlia nella quinta stagione sacrificandosi per uccidere i cerberi. Riappare in un episodio della sesta stagione in una realtà alternativa creata dall'angelo Balthazar, che fa in modo che il Titanic non affondi delineando una nuova linea temporale in cui è sposata con Bobby. Alla fine dell'episodio Sam e Dean convincono l'angelo a rimettere le cose a posto e così Ellen scompare, lasciando Bobby da solo.

Joanna Beth "Jo" Harvelle[modifica | modifica wikitesto]

Joanna "Jo" Harvelle (Alona Tal) è la figlia di Ellen. Vorrebbe seguire le orme del padre, ma sua madre glielo impedisce; successivamente decide di lasciare la Roadhouse, dove lavora come barista, per diventare una cacciatrice a tutti gli effetti. Dopo l'incendio della taverna si unisce a sua madre nella caccia. Muore nella quinta stagione uccisa dai cerberi. Il suo spirito riappare in un episodio della settima stagione quando viene evocato dal dio Osiride per far del male a Dean, ma Sam uccide il dio e lo spirito di Jo fa ritorno nel mondo dei morti. È innamorata di Dean, ma questi la vede fondamentalmente come una sorella minore.

Ash[modifica | modifica wikitesto]

Ash (Chad Lindberg) è un cacciatore con una particolare acconciatura mullet che vive e lavora alla Roadhouse con Ellen e Jo. Ha frequentato l'MIT ma è stato cacciato per aver partecipato a una rissa; Ellen lo definisce un genio, anche se con delle abitudini un po' particolari. Possiede un portatile fatto in casa che usa per rintracciare presagi paranormali e in particolare il demone Azazel con le informazioni fornitegli dai Winchester. Nel penultimo episodio della seconda stagione chiama Dean per informarlo di avere trovato qualcosa di importante, ma muore prima di poterglielo riferire: quando Dean arriva alla Roudhouse per parlargli, infatti, la trova bruciata e rasa al suolo dai demoni. Nella quinta stagione incontra Sam e Dean in Paradiso, dove si gode il tempo libero più di quanto non facesse nella sua vita sulla Terra. Grazie a lui, che ha imparato l'enochiano e ha costruito un dispositivo elettronico per individuare gli angeli, i fratelli riescono a rintracciare l'angelo Joshua.

Rufus Turner[modifica | modifica wikitesto]

Rufus Turner (Steven Williams) è il cacciatore che ha iniziato Bobby alla caccia al soprannaturale e a insegnargli tutto quello che c'è da sapere; dopo essersi ritirato per diversi anni, torna a combattere con l'arrivo dell'Apocalisse. Nella terza stagione Bobby, che non sente Rufus da circa quindici anni, riceve da lui una telefonata in cui gli comunica gli spostamenti di Bela Talbot, che Sam e Dean stanno cercando. Nonostante manchino solo due settimane perché finisca il suo patto col Diavolo, Dean si reca da Rufus, che lo informa su interessanti dettagli sul passato di Bela. Nella quarta stagione, pur non apparendo di persona, chiama Bobby per avvertirlo che altri sigilli della gabbia di Lucifero sono stati rotti. Successivamente si dirige verso una città che sembra sotto l'attacco di demoni e chiama Bobby per aiuto; questi è però costretto sulla sedia a rotelle e manda quindi i Winchester. In realtà in città non vi è alcun demone, ma solo umani in preda a una follia omicida e ad allucinazioni. Jo, che è giunta in città insieme alla madre, e Rufus catturano Sam, convinti che sia posseduto. I cacciatori infine riescono a capire cosa stia succedendo veramente e a rompere il sortilegio architettato dal cavaliere Guerra. Nel corso di un caso della sesta stagione, che seguiva assieme a Dean, Sam e Bobby, viene ucciso da quest'ultimo mentre era posseduto da una delle nuove creature di Eve. Successivamente appare in un flashback di Bobby.

Garth Fitzgerald IV[modifica | modifica wikitesto]

Garth Fitzgerald IV (DJ Qualls) è un cacciatore che solitamente lavora da solo; nell'ottava stagione rivela di essere un odontoiatra. Compare per la prima volta nella settima stagione collaborando con Dean quando Sam viene costretto a sposarsi con Becky a causa di un sortilegio di quest'ultima; successivamente chiama i fratelli in suo aiuto per fronteggiare un fantasma Shojo. Dopo la morte di Bobby prende il suo posto come guida per gli altri cacciatori e successivamente, pur senza comparire, viene scelto come guardia del corpo del giovane profeta Kevin. Dopo essere scomparso per circa sei mesi, nella nona stagione Dean e Sam scoprono che Garth è diventato un licantropo dopo essere stato morso da quello che aveva ucciso; inoltre si è sposato con Bess, anch'essa un licantropo, ma sembra gestire bene la sua nuova natura: la famiglia della ragazza, infatti, non si nutre di cuori umani ma solo di animali. Dopo che i due fratelli lo aiutano a uccidere la malvagia madre adottiva di sua moglie rivela di voler continuare a fare il cacciatore, ma Dean lo persuade a non farlo perché ora ha una famiglia di cui prendersi cura. Nella quattordicesima stagione ricompare come infiltrato per i Winchester nell'esercito di Michele: dopo essere stato costretto a bere una parte della grazia di quest'ultimo attacca Sam e Jack, che tuttavia riescono a fermarlo.

Ghostfacers[modifica | modifica wikitesto]

I Ghostfacers sono un gruppo di fanatici dell'occulto introdotti già nella prima stagione.
I primi due componenti, Ed Zeddemore (A. J. Buckley) e Harry Spangler (Travis Wester), gestivano il sito Internet dedicato agli eventi paranormali www.hellhounds.com ed erano un chiaro omaggio ai personaggi dei Ghostbusters Winston Zeddemore e Egon Spengler: i loro metodi sono amatoriali, nonostante si credano dei veri esperti del genere e si beffano di Dean e Sam perché combattono i demoni e i fantasmi con fucili e pistole.
I due ricompaiono durante la terza stagione, con un gruppo più nutrito di persone al seguito, mentre stanno producendo l'episodio pilota della serie che porterà il loro nome e caratterizzato da uno stile simile a quello del film The Blair Witch Project, con riprese fatte in casa e telecamere in mano.
Compaiono ancora durante la quarta stagione in un video in cui danno consigli alle nuove generazioni di cacciatori e nella quinta in un intermezzo pubblicitario. Nel 2010 sono protagonisti della webserie di dieci episodi Ghostfacers, fruibile sul sito cwtv.com.
Riappaiono nella nona stagione dove aiutano i Winchester a risolvere un caso su una misteriosa creatura assassina chiamata "l'uomo ombra", per poi scoprire che era solo un'invenzione di Ed per stimolare la passione di Harry per il soprannaturale, il quale stava considerando l'idea di sciogliere i Ghostfacers per vivere una vita normale. Infine scoprono che i responsabili di quelle morti sono due assassini di nome Norwood e Roger, che usando l'identità dell'uomo ombra, che a causa di Ed era diventato famoso, hanno compiuto i delitti. Dean e Harry uccidono Roger e Norwood, infine i Ghostfacers si sciolgono in quanto Harry non trova il coraggio di perdonare Ed per il modo in cui ha manipolato l'amico.

Martin Creaser[modifica | modifica wikitesto]

Martin Creaser (Jon Gries) è un ex cacciatore, vecchio amico di John Winchester. Il suo lavoro ha finito col portarlo verso la follia e infatti venne ricoverato in un istituto psichiatrico. Una volta uscito decide di ritornare a fare il cacciatore: Sam gli chiede di spiare il vampiro Benny, amico di Dean di cui non si fida. Proprio in quello stesso periodo un vampiro delle vicinanze, Desmond, inizia a mietere vittime: inizialmente Martin dà la colpa a Benny e nonostante sia innocente, e anche se quest'ultimo uccide Desmond, Martin decide ugualmente di eliminarlo. Ormai vittima della follia, Martin attira l'attenzione di Benny prendendo in ostaggio la sua pronipote, ma alla fine Martin viene ucciso dallo stesso Benny.

Charlie Bradbury[modifica | modifica wikitesto]

Charlie Bradbury (Felicia Day) è un'esperta di computer che appare per la prima volta nella settima stagione aiutando i due fratelli a sconfiggere i Leviatani di Dick Roman, nella cui compagnia lavora. Successivamente Sam e Dean la ritrovano casualmente quando si imbattono in una scia di cadaveri marchiati con uno strano simbolo celtico (l'albero della vita) in occasione di un GDR dal vivo. Dopo aver aiutato di nuovo i fratelli Winchester decide di recarsi per un certo periodo nel magico regno di Oz, al quale accede grazie alla protagonista del romanzo omonimo e anch'essa cacciatrice Dorothy. Quando aveva dodici anni i suoi genitori vennero coinvolti in un incidente stradale: suo padre morì, mentre sua madre finì in coma; quando appunto il suo passato viene scoperto si scopre che il suo vero nome è Celeste Middleton. Nella settima stagione si scopre inoltre che è lesbica e che ha dei problemi con la legge. Divenuta vittima di una maledizione a Oz, il suo lato oscuro (che ha preso vita) ucciderà l'uomo che aveva ucciso suo padre durante l'incidente stradale. Muore nella decima stagione per aiutare i due fratelli: dopo aver decriptato il Libro dei Dannati invia i codici appena scoperti a Sam e subito dopo viene uccisa da Eldon Styne in maniera brutale. Sam e Dean la trovano morta nella vasca da bagno e le fanno un funerale da cacciatrice. Nella tredicesima stagione Dean e Ketch trovano nella dimensione apocalittica la Charlie di quel mondo e, dopo averla salvata dagli angeli, la reclutano per fermare Michele.

Krissy Chambers[modifica | modifica wikitesto]

Krissy Chambers (Madison McLaughlin) è una giovane cacciatrice orfana di madre. Nonostante sia soltanto un'adolescente caccia insieme a suo padre Lee, il quale le ha insegnato tutto quello che conosce. Dean e Sam la incontrano per la prima volta nella settima stagione, dove lei e il padre collaborano con i Winchester affrontando insieme dei Vetala; Dean suggerisce a Lee di chiudere con la vita del cacciatore per il bene di Krissy e alla fine l'uomo capisce che sua figlia ha diritto a una vita normale. I fratelli Winchester hanno modo di rivedere Krissy nell'ottava stagione, quando scoprono che dopo la morte del padre la ragazza ora vive sotto la tutela del cacciatore Victor Rogers insieme ad altri due ragazzi (Aidan e Josephine). Krissy rivela ai Winchester che suo padre è stato ucciso da un vampiro, proprio come i familiari di Aidan e Josephin, e che Victor li addestra ma permettendo loro di avere anche una vita normale, ad esempio mandandoli a scuola, cercando di trasformarli in una generazione di cacciatori più moderni. Krissy e i suoi amici, grazie a Dean e Sam, scoprono che il vampiro che ha ucciso i loro familiari lavorava con Victor e che è stato lui a ordinargli di ucciderli così lui si sarebbe preso cura di loro trasformandoli in formidabili cacciatori. Nonostante Krissy abbia l'occasione di uccidere Victor lo risparmia e lui si uccide sparandosi alla testa. Krissy decide di rimanere a vivere con Aidan e Josephine perché ormai sono una famiglia; inoltre decide di continuare a fare la cacciatrice in maniera più saltuaria, cercando di tenersi lontana da questa vita il più possibile.

Arthur Ketch[modifica | modifica wikitesto]

Arthur Ketch (David Haydn-Jones) è un Uomo di lettere inglese che fa la sua prima comparsa nella dodicesima stagione. Viene presentato come uno dei migliori elementi, se non il migliore, a disposizione della sua organizzazione, nella quale divenne celebre in breve tempo per la particolare brutalità con cui persegue la sua missione contro le creature sovrannaturali e che lo rese inviso e temuto anche da parte di diversi suoi colleghi. Doppiogiochista e spietato, si rende protagonista di diversi tiri mancini nei confronti dei Winchester ma alla fine verrà ucciso da Mary, di cui si era innamorato dopo aver passato una notte assieme. Ha avuto una relazione anche con la collega Toni Bevell, che lo definisce sprezzantemente "uno psicopatico", e conosceva da molto tempo Mick Davies, che ucciderà quando questi comincerà a seguire il modo di cacciare dei Winchester. Nella tredicesima stagione torna in vita grazie allo stesso incantesimo usato da Rowena e inizialmente si presenta come suo fratello gemello Alexander, ma viene smascherato dai Winchester. Successivamente si allea con Asmodeus ma più tardi convince Sam e Dean a collaborare. Nella quindicesima stagione torna in aiuto dei Winchester, alle prese con le anime fatte evadere dall'Inferno da Chuck, e dopo averli aiutati viene ucciso da Ardat, il demone che gli aveva commissionato l'assassinio di Belfagor.

Demoni[modifica | modifica wikitesto]

I demoni sono le creature che popolano l'Inferno e inizialmente gli sceneggiatori li avevano concepiti «a metà strada tra spiriti e creature corporali»[3]. Il primo demone ad apparire nella serie dimostrò l'abilità di possedere un essere umano: la caratteristica, nata esclusivamente in funzione di quell'episodio[4], venne successivamente mantenuta[3].

L'aspetto dei demoni cambia con l'evolversi della serie: originariamente appaiono come un sottile fiotto di fumo nero (rosso nel caso di Crowley dopo essere divenuto re degli Inferi), in seguito vengono dipinti come grosse nuvole di fumo attraverso le quali, se in gruppo, pulsano scariche elettriche[4]. Ivan Hayden, il supervisore agli effetti speciali, ha dichiarato che il fumo nero è uno degli effetti più difficili da realizzare per la serie[4].

Quando possiedono un essere umano i demoni possono farsi riconoscere facendo apparire gli occhi dell'ospite completamente neri. Alcuni demoni presentano occhi di colori differenti, che stabiliscono la loro posizione gerarchica: i demoni degli incroci sono generalmente caratterizzati da occhi rossi; altri demoni di livello superiore, come Lilith e Alastair, li hanno invece bianchi mentre i Principi infernali li hanno gialli. Il colore bianco venne scelto da Eric Kripke, che durante la produzione della seconda stagione vide il film Ho camminato con uno zombie e trovò la visione della creature dagli occhi completamente bianchi «alquanto inquietante»[5].

Nella serie i demoni sono stati dipinti come creature crudeli e sadiche, che spesso godono del dolore umano; Kripke li ha definiti «eruditi e sofisticati».[6] Azazel è il principale antagonista delle prime due stagioni, mentre nella terza a essere cacciati sono i demoni nel loro insieme.[7] Soltanto in un episodio della terza stagione viene esplicitata la loro natura religiosa: essi credono in un potere superiore che identificano in Lucifero, che è anche il loro creatore.[8] Nonostante molti abbiano da tempo perso la propria fede[9], i demoni tornano a venerare l'angelo caduto dopo il suo ritorno sulla Terra.

Esistono diversi modi per sconfiggere un demone tra cui esorcismi, attacchi con specifiche armi, incantesimi e rituali oppure bruciare le ossa del loro corpo umano, ma è anche possibile "curarli" iniettando loro ad intervalli regolari del sangue umano. Esattamente come gli angeli, alla loro morte finiscono nel Nulla cosmico.

Lilith[modifica | modifica wikitesto]

Lilith è stato il primo essere umano ad essere trasformato in demone da Lucifero. È uno dei demoni più potenti e i suoi occhi sono infatti bianchi e non neri.
Viene introdotta nella terza stagione con le fattezza di una bambina (Rachel Pattee) mentre è alla ricerca dei Winchester: mancandoli di pochi minuti, tortura tutte le persone che si trovano nella stazione di polizia che i due fratelli hanno appena lasciato e poi distrugge l'edificio. Successivamente Bela rivela che Lilith è il demone che detiene il contratto di Dean, pertanto quest'ultimo e il fratello iniziano a cercarla fino a rintracciarla a New Harmony, nell'Indiana: il demone prende nuovamente possesso di una bambina (Sierra McCormick) e ne tiene in ostaggio i familiari obbligandoli a comportarsi come se fosse veramente loro figlia.
Successivamente Sam e Dean rubano il coltello di Ruby, con cui hanno intenzione di uccidere Lilith, ma quest'ultima entra nel corpo di Ruby e richiama i suoi segugi infernali, che sbranano il maggiore dei Winchester facendolo finire all'Inferno; Lilith esce quindi dall'ospite e riesce a fuggire. Castiel rivela poi a Dean che Lilith sta cercando di liberare Lucifero rompendo uno ad uno i sessantasei sigilli della sua gabbia.
Nella quarta stagione causa l'ascesa dei testimoni, cioè il risveglio sulla Terra delle anime di coloro che sono stati uccisi da eventi paranormali, e che iniziano ad attaccare e uccidere i cacciatori che non sono riusciti a salvarli. Possedendo poi un'igienista dentale (Katherine Boecher) il demone cerca di accordarsi con Sam dopo aver scoperto che dovrà morire durante l'Apocalisse: Sam tenta di ucciderla con il coltello di Ruby ma fallisce e Lilith fugge sotto forma di fumo nero in seguito all'arrivo dell'arcangelo Raffaele.
Castiel rivela infine a Dean che la morte di Lilith stessa costituisce l'ultimo sigillo: Sam, senza saperlo, la uccide prima che il fratello, che era stato tenuto in ostaggio dagli angeli, possa fermarlo; con la sua morte si apre una voragine da cui Lucifero ritorna nel mondo.

Principi Infernali[modifica | modifica wikitesto]

I Principi Infernali sono quattro potenti demoni, i primi creati da Lucifero dopo Lilith, nati come generali delle armate demoniache. Il loro rango è testimoniato dal fatto che i loro occhi sono gialli e non neri come quelli dei demoni comuni. A parte Azazel, i Principi hanno mantenuto l'anonimato per diverse migliaia di anni in quanto hanno smesso di credere negli ideali di Lucifero e hanno deciso di "ritirarsi".

Azazel[modifica | modifica wikitesto]

Azazel (Fredric Lehne), conosciuto anche come "Occhi gialli", è il demone che uccise Mary Winchester e il motivo principale per cui John, Dean e Sam diventano cacciatori. Più di vent'anni dopo ordina al demone Bradley di uccidere anche la fidanzata di Sam, Jessica, in modo da spingerlo a tornare a cacciare perché fosse pronto per il suo oscuro avvenire.
Viene ucciso da Dean alla fine della seconda stagione grazie alla Colt e all'aiuto dello spirito del padre John, uscito dalla porta dell'Inferno aperta dalla pistola, ma ricorre in molti flashback. Prima di morire rivela a Dean che il motivo per cui ha sempre preso di mira Sam va ben oltre la sua comprensione e che il solo motivo per cui non ha ucciso il maggiore dei Winchester è proprio perché sapeva che si sarebbe venduto l'anima per resuscitarlo.
Si verrà poi a scoprire che le azioni di Azazel sono l'inizio del piano di liberazione di Lucifero dalla gabbia: il demone, infatti, riuscì ad entrare in contatto con il diavolo, il quale gli disse che aveva bisogno di Lilith e di un "bambino speciale"; Azazel iniziò quindi a far ingerire il suo sangue demoniaco ad alcuni neonati, tra cui Sam, che in seguito svilupperanno abilità sovrannaturali. Azazel ha comunque sempre dimostrato una grande preferenza per Sam, convinto sin dall'inizio che fosse lui il predestinato a diventare il tramite di Lucifero.

Ramiel[modifica | modifica wikitesto]

Ramiel (Jerry Trimble) è il secondo Principe a comparire nella serie. Il suo nome e la sua presenza incutono terrore sia tra gli angeli che tra i demoni, tanto che lo stesso Crowley prova timore nei suoi confronti. Ha una grande passione per le armi, specie quelle più antiche e potenti.
Compare per la prima volta nella dodicesima stagione quando Mary Winchester viene incaricata dagli Uomini di lettere inglesi di eliminarlo: la donna coinvolgerà nella missione anche i figli e Castiel, ma sarà il provvidenziale intervento di Crowley a salvarli da morte certa. In questa occasione si scopre che sei anni prima lo stesso Crowley era giunto da lui per offrirgli il trono degli Inferi dopo la sconfitta di Lucifero, ma Ramiel, deciso a rimanere nell'anonimato, rifiutò il posto lasciandolo a Crowley avvertendolo del peso della corona e di non tornare più. Dopo aver elaborato una strategia Sam riesce ad uccidere Ramiel con la Lancia di Michele, uno dei doni che Crowley aveva portato al Principe durante il loro primo incontro, e si scopre che Mary ha rubato al demone il secondo dei doni di Crowley, la Colt, vero motivo per cui gli inglesi le hanno ordinato di ucciderlo.

Dagon[modifica | modifica wikitesto]

Dagon (Ali Ahn) è l'unico Principe Infernale di sesso femminile. Lei e Lucifero in passato erano amanti, ma col passare del tempo ha smesso di credere nei suoi valori.
Nella dodicesima stagione, dopo essere ricomparsa in quanto interessata alla nascita del figlio di Lucifero, viene incaricata da quest'ultimo, col quale comunica telepaticamente, di vegliare su Kelly Kline, la donna che porta in grembo il nascituro, promettendole falsamente che dopo la nascita avrebbero guidato tutti e tre assieme l'Inferno.
Dopo aver ucciso alcuni angeli e causato la morte di un Uomo di lettere inglese evitando un proiettile della Colt, viene uccisa da Castiel, che la brucerà viva grazie al potere che il bambino gli aveva concesso.

Asmodeus[modifica | modifica wikitesto]

Asmodeus (Jeffrey Vincent Parise) è l'ultimo principe infernale a fare la sua comparsa, nella tredicesima stagione. Indossa un elegante completo bianco e presenta due evidenti graffi sulla parte sinistra del volto, che gli procurò Lucifero in persona per aver tentato di liberare i temuti demoni Shedim contravvenendo al suo volere.
Non appena torna all'Inferno si dice intenzionato a sedere sul trono fino al ritorno del diavolo e di suo figlio nonché a riportare l'Inferno stesso agli antichi fasti. Ha il potere di assumere l'aspetto di chiunque voglia, inclusa la voce.
Non appena individua la posizione di Jack tenta di usare i suoi poteri per fargli liberare gli Shedim, ma viene fermato appena in tempo da Sam e Dean. Quando avverte il ritorno di Lucifero dalla dimensione alternativa lo raggiunge e, sfruttando il fatto che il diavolo ha perso parte della sua grazia, riesce a imprigionare lui e Castiel in modo da stabilizzare il suo regno, che in realtà non ha intenzione di cedere; in seguito si allea con Ketch.
Dopo la fuga di Castiel e Lucifero riesce a recuperare la Lama dell'Arcangelo, l'unica arma che possa ucciderne uno, e a imprigionare nelle segrete infernali Gabriele, poiché solo un arcangelo può ucciderne un altro; nel contempo soggioga la mente del profeta Donatello in modo da costringerlo a rivelargli quanto scoprirà dalla tavoletta dei demoni, che i Winchester vogliono fargli decifrare per recuperare Mary e Jack dalla dimensione in cui si trovano e al contempo impedire a Michele di scappare da essa.
Successivamente comincerà a iniettarsi nelle vene la grazia di Gabriele in modo da aumentare i suoi poteri e poi romperà l'alleanza con Ketch; questi tuttavia riesce a rubargli la Lama dell'Arcangelo e a condurre Gabriele al bunker dei Winchester e quando il principe vi giungerà per imprigionarlo di nuovo l'arcangelo, avendo recuperato i suoi poteri, lo uccide.

Cavalieri dell'Inferno[modifica | modifica wikitesto]

I Cavalieri dell'Inferno costituivano una potente cerchia demoniaca, gerarchicamente collocata subito sotto i principi infernali, fondata da Caino e composta dai più brutali e sanguinari demoni scelti personalmente da Lucifero. Nel periodo in cui ha portato il Marchio di Caino, anche lo stesso Dean era considerato un Cavaliere.

Caino[modifica | modifica wikitesto]

Caino (Timothy Omundson) è stato il primo Cavaliere dell'Inferno nonché colui che fondò l'ordine. È considerato una specie di leggenda nel mondo demoniaco, tanto che lo stesso Crowley gli si avvicina provando un vero e proprio timore reverenziale (vedendo il suo Marchio si farà addirittura il segno della croce).
Quando lui e suo fratello Abele erano ancora umani Lucifero trasformò quest'ultimo in un burattino schiavo dei suoi comandi, così Caino fece un patto con l'angelo caduto per salvarlo: avrebbe ucciso suo fratello, permettendogli di andare in Paradiso, mentre lui sarebbe stato dannato per l'eternità. Compiuto il primo omicidio nella storia dell'uomo Lucifero gli passò il Marchio, noto da allora proprio come "Marchio di Caino"; Caino si tolse quindi la vita ma resuscitò come demone: divenne quindi uno degli esseri più potenti e malvagi del creato e addestrò personalmente gli altri Cavalieri, fra cui Abaddon. Le sue terribili scorribande terminarono quando si innamorò di una donna, Colette, che pur essendo a conoscenza della sua natura lo amò ugualmente aiutandolo a redimersi. Abaddon e gli altri Cavalieri la rapirono nel tentativo di costringerlo a tornare ma Caino li uccise tutti tranne Abaddon, che riuscì a scappare; il demone fu quindi costretto ad uccidere la sua amata, che in punto di morte lo supplicò di non cercare vendetta e di non uccidere mai più e, in nome di questa promessa, si ritirò dall'attività di demone.
Compare per la prima volta nella nona stagione quando Dean e Crowley lo rintracciano grazie ad un incantesimo di una cacciatrice conoscente di John Winchester per chiedergli di consegnare loro l'unica arma che possa uccidere Abaddon, la Prima Lama, cioè lo stesso oggetto che Caino utilizzò per uccidere suo fratello e gli altri Cavalieri; Caino, non più in possesso dell'arma, passa a Dean il suo Marchio perché solo con esso il cacciatore potrà usare in pieno i poteri della Lama, avvertendolo però che esso comporta un pesante fardello e che un giorno dovrà servirsi della Lama per ucciderlo.
Riappare nella decima stagione quando Dean, Sam e Castiel lo rintracciano cercando di scoprire come guarire il più vecchio dei Winchester dal Marchio, che lentamente lo sta trasformando in uno spietato assassino: a causa dell'incontro Caino è costretto a combattere ancora e torna dipendente dalla sete di sangue che il Marchio comporta ma viene infine ucciso da Dean, che usa la Prima Lama su di lui.
L'arcangelo Michele ha rivelato ai Winchester che la loro famiglia discende direttamente da Caino e da suo fratello Abele: a testimonianza di ciò vi è il fatto che Caino stesso fa rientrare Dean nella lista di persone da uccidere, dedicata interamente alla sua discendenza.

Abaddon[modifica | modifica wikitesto]

Abaddon (Alaina Huffman) è l'unico Cavaliere ancora in vita assieme a Caino.
Compare per la prima volta nell'ottava stagione. È la responsabile dello sterminio degli Uomini di lettere statunitensi e della morte di Henry Winchester, il nonno di Sam e Dean; in seguito al suo ritorno usurpa il trono di Crowley, prendendo il suo posto come monarca degli Inferi.
I Winchester scoprono che il suo ultimo contenitore si chiama Josy Sands e che era un membro, come il loro nonno e di cui era innamorata, dei Letterati. Grazie all'aiuto di Crowley i due fratelli riescono a trovare la Prima Lama e Dean, dopo aver ottenuto il Marchio di Caino, usando l'arma uccide Abaddon.

Meg Masters[modifica | modifica wikitesto]

Il demone che possiede Meg Masters (Nicki Aycox, Rachel Miner), sempre conosciuto con il nome della sua ospite, appare per la prima volta nella prima stagione quando incontra brevemente Sam su un'autostrada mentre fanno autostop. S'incontrano di nuovo in una stazione dei pullman dove Meg dichiara di essere in viaggio per allontanarsi dalla sua famiglia. Parlando con Sam lo spinge ad arrabbiarsi con Dean e a seguirla in California; Sam, tuttavia, decide di tornare dal fratello quando non riesce a contattarlo e ha paura che possa essergli successo qualcosa. Meg si rivela un demone quando uccide un uomo tagliandogli la gola e usando il suo sangue per mettersi in contatto con Azazel, suo padre. Successivamente incontra Sam e Dean in una bar di Chicago, dove semina presto zizzania tra i fratelli. Sam, insospettito, la segue in un magazzino, dove la vede intenta a comunicare con Azazel: Sam avverte Dean e i due fratelli si recano nuovamente al magazzino dove però vengono fatti prigionieri da Meg, che aveva organizzato la trappola per catturare non tanto loro due quanto loro padre. Sam e Dean riescono comunque a liberarsi e a lanciare il demone fuori da una finestra del settimo piano. Il demone tuttavia non muore e anzi riesce ad alzarsi e a scappare. Successivamente Meg uccide il pastore Jim Murphy, amico della famiglia Winchester, mentre John ascolta impotente al telefono; Meg poi minaccia di uccidere altri suoi conoscenti se John non le consegna la Colt. John decide di portarle un falso, che presto viene rivelato tale, e John viene preso in ostaggio dal demone. Ansiosa di entrare in possesso dell'arma, Meg si presenta a casa di Bobby Singer, dove affronta Sam e Dean e viene intrappolata in una Chiave di Salomone; Bobby e i Winchester la esorcizzano e la rispediscono così all'Inferno. Mag riesce a fuggire e nella seconda stagione possiede Sam, facendo credere a Dean che suo fratello stia diventando malvagio. Dopo aver cercato di uccidere Bobby, questi e Dean preparano un secondo esorcismo, che però fallisce; Meg quindi scappa sotto forma di fumo nero. Nella quinta stagione Bobby viene posseduto da uno dei sottoposti di Meg e si accoltella cercando di liberarsi dal demone; da quel momento sarà costretto su una sedia a rotelle. Meg causa infine la morte di Ellen e Jo Harvelle, che si sacrificano come esche lasciandosi attaccare dai suoi segugi infernali. Torna quindi nella settima stagione quando, essendo ricercata dai demoni e avendo bisogno di alleati, unisce le forze con Dean e fa poi da guardia a Castiel durante la sua permanenza in manicomio, avvertendo i fratelli del suo risveglio. Successivamente aiuta i Winchester ad attaccare il quartier generale di Dick Roman ma viene attaccata dai demoni di Crowley, che le riferiscono che il re dell'inferno la vuole vedere subito. Crowley la tiene sotto tortura per un anno, usandola per scoprire l'ubicazione delle cripte di Lucifero. Nell'ottava stagione aiuta i fratelli Winchester e Castiel a mettere le mani sul Verbo di Dio sugli angeli: i due riescono a scappare mentre lei viene uccisa da Crowley.

A dispetto della sua malvagità Meg si è dimostrata capace di provare anche sentimenti positivi: lavorando con i Winchester ha sviluppato un particolare rapporto con loro, dimostrandosi delusa quando scopre che non l'hanno cercata dopo la sua sparizione malgrado li avesse aiutati contro i Leviatani. Ha sempre dimostrato una certa attrazione fisica nei confronti di Castiel, malgrado le loro opposte nature, arrivando persino ad affezionarsi e poi ad innamorarsi di lui: a dimostrazione di questi sentimenti vi è la sua morte, in occasione della quale si sacrifica per proteggere i Winchester, Castiel e la tavoletta in loro possesso. Lei stessa ammette di essere cambiata, diventando meno cattiva, e parlando con Sam si riferisce a Castiel come al suo "unicorno", la creatura rara che l'ha cambiata.

Ruby[modifica | modifica wikitesto]

Ruby è interpretata da Katie Cassidy e Genevieve Cortese. È stata la protagonista femminile della serie. Inizialmente decisa a uccidere Lilith e ad aiutare Dean a salvarsi dal suo patto, è in realtà una doppiogiochista: il suo vero scopo è indurre Sam a uccidere Lilith rompendo così l'ultimo sigillo. Possiede un coltello in grado di uccidere i demoni. Nell'episodio Malleus Malefecarum viene rivelato che quando era umana faceva parte di una congrega di streghe.

Terza stagione

Ruby viene introdotta nell'episodio I magnifici sette dove salva Sam da un demone che stava per ucciderlo. Successivamente la ragazza ricompare e lascia Sam un numero di telefono e gli dice di chiamare solo quando sarà pronto, poiché lei conosce molto su di lui e sulla sua famiglia. Più tardi il ragazzo lo fa e la ragazza si scopre essere un demone ma rivela di conoscere un modo per salvare Dean dal suo patto. La ragazza rivela a Bobby di voler lavorare con i fratelli e nonostante Sam tenti di ucciderla la ragazza le ricorda che conosce un modo per salvare Dean. La ragazza ricompare quando i due fratelli si trovano a Sturbridge e li avverte della presenza di un demone molto potente in città, cercando di farli andare via.

Dean non le crede e le punta contro la colt, rischiando quasi di ucciderla Nonostante ciò sarà proprio la ragazza a salvarlo quando esso si sentirà male versandoli uno strano liquido in bocca. La ragazza dopo aver salvato Sam da Tammi, un malvagio demone, gli parla dell'inferno e che non lo potrà salvare da esso. Ruby riappare nell'episodio Le leggi della guerra poco prima che Sam e Dean combattano contro dei demoni in una stazione di polizia. Ruby è li per chiedere la Colt ai ragazzi facendoli confessare che è stata da loro rubata. Ruby si infuria ma Dean le chiede come sconfiggere i demoni. La ragazza dice che c'è un modo per uccidere i demoni nella stazione, sé stessa compresa, ma rivela che è necessario il sacrificio di una vergine.

Tuttavia Dean è contrario a che Nancy la segretaria si sacrifichi, e Ruby se ne va infuriata lasciando i ragazzi da soli. Ricompare in Motel dove alloggiano Sam e Dean e gli dice di accendere la Tv i due scoprono così che dopo che se ne sono andati è arrivata una bambina che ha chiesto di loro e ha ucciso tutti, così dopo avergli detto che il massacro è stato compiuto da Lilith li consiglia di non lasciare sopravvissuti se vogliono continuare questa guerra. Nell'ultimo episodio della terza stagione Sam decide di invocare Ruby in modo che riesca ad aiutarli con Lilith ma Dean comincia a litigarci e dopo un breve combattimento riesce ad intrappolarla.

Tuttavia ricompare quando i due ragazzi si trovano a New Harmony e gli rinfaccia la sua opinione su quella missione suicida. La sera i quattro escono dal loro nascondiglio ma appaiono i demoni che attaccano i ragazzi. Bobby copre loro le spalle mentre Sam, Dean e Ruby si dirigono da Lilith. Entrati in casa Sam e Ruby si dirigono dalla bambina posseduta. Mentre però Sam sta per pugnalarla la bambina si sveglia e torna di nuovo se stessa. Poi Dean chiede a Ruby quanto Lilith c'è in lei e lei si rivela essere il demone. Dopo aver immobilizzato Sam, il demone fa entrare il Cerbero che dilania il corpo del povero Dean. Poi il demone tenta di uccidere Sam ma non ci riesce e così scappa lasciando il corpo di Ruby sul pavimento.

Quarta stagione

Nella quarta stagione Ruby appare fin dal primo episodio sotto lo pseudonimo di Kristy e perciò viene cacciata da Sam. Tuttavia nell'episodio successivo Sam si riscontra con Ruby e lei le rivela la presenza di un angelo in città, questo la innervosisce molto poiché i demoni sono malvisti dagli angeli. Ruby comincia intanto a frequentare Sam ma Castiel dice al ragazzo che la sua relazione con Ruby è molto pericolosa e se non la fermerà lui ci penseranno gli altri angeli. Nell'episodio successivo Ruby e Sam torturano un demone per farsi rivelare dove si trova Lilith quando improvvisamente entra Dean e ha uno scontro acceso con la ragazza.

Ruby appare di nuovo nell'episodio So cosa hai fatto l'estate scorsa dove rivela ai due ragazzi i poteri di Hanna una ragazza rinchiusa in un ospedale psichiatrico, poi quando i due fratelli vanno in una chiesa la ragazza appoggiata anche da Hanna annuncia la presenza di un demone in città. un flashback successivamente mostra perche Sam si fidi di Ruby: cinque mesi prima Sam era pronto a morire pur di uccidere Lilith ma fu solo grazie a Ruby che evitò la morte, inoltre fu lei ad insegnargli qualche trucco per uccidere i demoni.

Inoltre Sam spiega a Dean come si siano abbandonati alla passione che li travolgeva ed abbiano avuto una relazione. Dopodiché Sam si dirige da Lilith per ucciderla, nonostante Ruby gli abbia consigliato di non farlo. Dopodiché si scatena una lotta in cui Ruby sta per venire uccisa ma Sam riesce ad esorcizzare i demoni e salvare la ragazza. Successivamente Ruby in un altro corpo rivela ai fratelli dove sia nascosta Hanna e qui Dean si scusa con Ruby per come l'ha trattata, ma è troppo tardi: Hannah è condannata.

Nell'episodio successivo Sam, Dean e Ruby riescono grazie a Castiel e Uriel a salvare Hanna non prima che lei faccia degli strani segni con il suo sangue. Dopodiché Sam scopre il passato burrascoso della ragazza mentre Ruby incontra il demone Alistar con la quale ha un'accesa conversazione, il demone finisce anche per torturarla per farsi rivelare dove si trovi Hanna ma per fortuna intervengono Uriel e Castiel che salvano la ragazza uccidendo Alister mentre Dean rivela a Sam di essere un torturatore di anime poiché all'inferno aveva fatto un patto con Alistar.

Nell'episodio La settimana della magia Ruby rivela a Sam che bisogna uccidere Lilith poiché si sta potenziando ma il ragazzo si rifiuta di uccidere una bambina (il corpo posseduto dal demone) ma poi cambia idea per non ridursi come Bobby e cacciare demoni per tutta la vita. Ruby riappare nell'episodio Sulla punta di uno spillo in cui Sam le fa delle domande per sapere dove sia stata ma lei non risponde e lo bacia facendoli bere di nuovo il suo sangue.

Ruby riapparirà nell'episodio Quando si rompe la diga in cui Sam torna a nutrirsi del suo sangue e mentre lei lo spinge a bere sempre di più lo informa che in uno ospedale stanno sparendo dei bambini, necessari a Lilith per nutrirsi. Prima che esca Ruby informa Sam che manca solo un sigillo all'ascesa di Lucifero. Inoltre gli spiega che egli è stato mandato all'inferno dopo aver tentato un umano a trasformarsi in un demone:Lilith. Arriva poi Dean che prova ad uccidere Ruby ma è lo stesso Sam a fermarlo dicendoli che è abbastanza potente da uccidere Lilith. Dean lo chiama mostro per ciò che è diventato e dopo una litigata Sam se ne va, lasciando il fratello da solo.


Nell'ultima puntata Sam discute con Ruby di quanto è accaduto e la ragazza, nonostante Sam non le creda, si dimostra d'accordo con Dean all'assenza di controllo di Sam. Inoltre la ragazza assiste al combattimento tra Sam e Lilith, la quale è l'ultimo sigillo, e blocca l'entrata della cripta per non far entrare Dean tuttavia il ragazzo riesce ad entrare ad insieme assistono al cambiamento di Ruby: la ragazza li ha manipolati fino ad ora solo per permettere la liberazione di Lucifero. Dean accecato dalla rabbia si scaglia contro la ragazza e con l'aiuto di Sam riesce ad ucciderla. Ma è troppo tardi: Lucifero è libero.

Alastair[modifica | modifica wikitesto]

Alastair (Mark Rolston e Christopher Heyerdahl) è un demone dagli occhi bianchi; a differenza degli altri demoni, in cui gli occhi semplicemente cambiano colore, quelli di Alastair ruotano mostrando la parte bianca sottostante, come quelli di Lilith. È il capo torturatore delle anime dell'Inferno e quando Dean muore giungendovi è lui a torturarlo: ogni giorno gli offre di far smettere le sevizie, diventando egli stesso un torturatore, e Dean resiste per trent'anni infernali per poi cedere (questo gesto è necessario a spezzare il primo dei sessantasei sigilli della gabbia di Lucifero). Successivamente Alastair lascia l'Inferno e tenta di rapire Anna Milton, un angelo caduto che è in grado di sentire le voci degli altri angeli; nonostante sia immune ai poteri di Sam e riesca a resistere al coltello di Ruby, i due fratelli riescono a salvare Anna. Alastair cattura quindi Ruby e la tortura per farsi dire dove si trovi Anna: Ruby cede alle sevizie di proposito, mandandolo verso un luogo prestabilito dove Dean aveva allo stesso tempo mandato degli angeli. Durante lo scontro tra angeli e demoni, Alastair risulta più potente delle forze opposte ma sparisce insieme agli altri demoni a causa del lampo di luce generato dalla rigenerazione come angelo di Anna Milton ricongiunta alla sua Grazia. Successivamente rapisce dei mietitori al fine di rompere un altro dei sigilli ma viene fermato da Sam e Dean e infine catturato da Castiel. Viene quindi torturato da Dean secondo gli ordini di Castiel per ottenere da lui delle informazioni. Rivela inoltre a Dean la verità sul primo sigillo ma anche che a doverlo spezzare, in origine, dovesse essere suo padre John, il quale, però, resistette senza mai cedere alla sua offerta per circa cento anni infernali prima di uscire dall'Inferno. A detta di Alastair, John è stato in grado di fargli perdere ogni sicurezza in sé stesso come torturatore grazie alla sua forza di volontà. Uriel lo aiuta a fuggire rompendo la trappola del diavolo che lo teneva imprigionato e Alastair tenta di uccidere Dean. Il demone inoltre cerca di rimandare Castiel in Paradiso tramite una specie di esorcismo per angeli, ma Sam riesce infine a torturarlo e a ucciderlo con i suoi poteri così da avere le informazioni che cercavano. Alastair appare poi in un'allucinazione di Sam mentre questi si sta disintossicando dal sangue demoniaco.

Cavalieri dell'Apocalisse[modifica | modifica wikitesto]

I Cavalieri dell'Apocalisse sono quattro entità dotate di eccezionali poteri che Lucifero, una volta libero dalla gabbia, evoca per distruggere per sempre gli esseri umani e prendere quindi il controllo del pianeta. Ciascuno di essi è dotato di un anello che, se unito assieme agli altri, ha il potere di rispedire il diavolo nella sua gabbia; per tre di essi, inoltre, esso rappresenta la propria fonte di potere.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

«Hai una percezione esagerata della tua importanza. Per uno come me, uno come te è... beh, pensa a come ti sentiresti se un batterio si sedesse al tuo tavolo e cominciasse a infastidirti. Questo è solo un piccolissimo pianeta, in un piccolissimo sistema solare, in una galassia che ha appena smesso di usare i pannolini. Come puoi immaginare sono vecchio, sono molto vecchio, Dean. Quindi ti invito a riflettere su quanto io possa trovarti insignificante.»

(Morte a Dean)

Morte (Julian Richings) è l'ultimo cavaliere a comparire in ordine cronologico. Si presenta come un uomo di mezza età sempre vestito in modo elegante, con tanto di bastone da passeggio, ma dall'aria sinistra; sembra inoltre che abbia una passione per il junk food.
È sicuramente una delle creature più potenti comparse nella serie, affermando addirittura di essere più o meno "coetaneo" di Dio e che un giorno prenderà anche la sua vita, ed è a capo dei Mietitori, gli esseri incaricati di condurre le anime dei defunti nell'aldilà in modo da evitare che essi diventino dei fantasmi.
Viene menzionato per la prima volta nella quarta stagione, quando Alastair uccide un mietitore con un falcetto che dice essergli stato prestato da un suo vecchio amico che non cavalca realmente un cavallo bianco; viene poi menzionato nuovamente nella quinta stagione, quando Lucifero lo invoca per attuare l'Apocalisse.
Fa la sua prima vera comparsa nella quinta stagione: in questa occasione consegna spontaneamente a Dean il suo anello, dimostrando di essere l'unico cavaliere i cui poteri non dipendono da esso e rivelandogli che lo vuole aiutare perché non sopporta di lavorare sotto le direttive del diavolo, che considera alla stregua di un bambino che fa i capricci nei confronti del padre.
Nella sesta stagione aiuta di nuovo Dean restituendo a Sam la sua anima, che era rimasta intrappolata nel sigillo dei quattro cavalieri, non prima però di avergli fatto fare le sue veci per un giorno in modo da fargli capire quanto sia pericoloso sconvolgere l'ordine naturale ritornando in vita. Riappare quindi nel primo episodio della settima stagione poco dopo che Castiel aveva assorbito le anime del Purgatorio, ottenendo un potere immenso ma che si rivela troppo da contenere: Morte lo deride, dicendogli che assomiglia solo ad un angelo "potenziato" anziché a Dio, e gli rivela che il motivo per cui stava male era perché aveva assorbito anche i Leviatani, le creature più potenti e antiche del Purgatorio, che poco dopo infatti abbandonano il suo corpo.
Fa di nuovo la sua comparsa nel primo episodio della nona stagione: quando Sam stava per morire si offrì di accompagnarlo personalmente nell'aldilà, ma l'angelo Gadreel riesce a salvare la vita del cacciatore.
Nell'ultimo episodio della decima stagione Dean lo invoca per chiedergli di ucciderlo e liberarlo dal Marchio di Caino, ma il cavaliere gli spiega che anche se lo facesse rinascerebbe come demone non essendo in grado di spezzare quella che definisce "la prima maledizione"; Sam sopraggiunge e spinge il fratello a rifiutare l'offerta dell'entità di portarlo in un luogo dove non avrebbe potuto fare del male a nessuno e, impugnando la sua falce, il maggiore dei Winchester uccide il cavaliere.
Nella tredicesima stagione il suo posto viene preso da Billie, la mietitrice uccisa in passato da Castiel, che rivela che quando un'incarnazione della Morte muore il suo posto viene preso dal primo mietitore che perde la vita.

Guerra[modifica | modifica wikitesto]

Guerra (Titus Welliver) compare per la prima volta nella quinta stagione sotto le mentite spoglie di un uomo di nome Roger. Anziché un destriero rosso, come vorrebbe la tradizione biblica, guida una Ford Mustang dello stesso colore perché dice di volersi tenere al passo coi tempi.
Al suo arrivo a River Pass, in Colorado, dispiega i suoi poteri in modo che la gente del posto fosse vittima di allucinazioni che li inducessero a vedersi reciprocamente come demoni e quindi ad uccidersi l'un l'altro: il cavaliere, infatti, afferma di aver sempre agito in questo modo nel corso della storia "limitandosi" a spingere le persone a scatenare una guerra dopo l'altra.
Dopo essere riusciti a venire a capo della situazione grazie all'aiuto di Bobby, Rufus e le Harvelle, Sam e Dean riescono a trovare il cavaliere e ad immobilizzarlo: non sapendo come ucciderlo, Sam usa il coltello di Ruby e amputa alcune dita della mano del cavaliere tra cui quella su cui teneva il suo anello, facendolo svanire nel nulla e ponendo fine alla follia collettiva.

Carestia[modifica | modifica wikitesto]

Carestia (James Otis) compare nella quinta stagione. Ha l'aspetto di un anziano uomo emaciato e costretto su una sedia a rotelle: i miglioramenti tecnologici in campo alimentare, infatti, lo hanno molto debilitato, tanto che Lucifero, quando decide di richiamarlo, invia in suo aiuto alcuni demoni in modo che possano procurargli delle anime di cui cibarsi. Il suo potere consiste nel portare all'estremo i desideri delle persone (amore, fame e così via) fino a renderli dei bisogni quasi fisici.
Quando Castiel si rende conto di provare fame deduce che il cavaliere è nelle vicinanze e pertanto lo affronta assieme a Dean, mentre Sam viene lasciato indietro poiché l'influenza del cavaliere ha risvegliato la sua dipendenza dal sangue demoniaco: i due vengono tuttavia fermati dai demoni inviati da Lucifero in soccorso del cavaliere e questi schernisce il maggiore dei Winchester affermando che è immune alla sua presenza perché è "morto dentro". Poco dopo Sam sopraggiunge ed esorcizza i demoni al seguito del cavaliere, che li assorbe: in questo modo il minore dei Winchester ha modo di usare i suoi poteri sul cavaliere, che viene indebolito al punto di poter prendere il suo anello.

Pestilenza[modifica | modifica wikitesto]

Pestilenza (Matt Frewer) compare nella quinta stagione assumendo l'identità di un medico impiegato in una casa di riposo, il dottor Green. La sua presenza è sempre accompagnata da uno sciame di mosconi e la sua missione consiste nel decimare l'umanità spargendo per il mondo quante più malattie possibile.
Grazie alle informazioni di Crowley, Sam, Dean e Castiel riescono a localizzarlo e l'angelo, seppur debilitato, riesce ad amputargli il dito che porta l'anello; prima di svanire, tuttavia, il cavaliere li informa che ormai è già troppo tardi: i Winchester, in seguito, si rendono conto che il cavaliere si riferiva al piano di Lucifero consistente nel diffondere il terribile virus Croatoan (che provoca una idrofoba sete di sangue) usando i vaccini contro l'influenza suina, ma riescono a sventarlo.

Angeli[modifica | modifica wikitesto]

Gli angeli sono i principali abitanti del Paradiso e il primo ad essere presentato come tale è Castiel, all'inizio della quarta stagione. Nella tredicesima stagione viene rivelato che essi sono la fonte del potere del Paradiso stesso (la loro presenza, cioè, lo alimenta e lo tiene in attività) e che se si dovessero estinguere l'intera struttura crollerebbe riversando tutte le anime in esso contenute sulla Terra in forma di fantasmi.

Diversamente dalla loro classica rappresentazione gli angeli sono in primo luogo e soprattutto i soldati di Dio, sebbene solo pochissimi lo abbiano mai visto di persona, e in quanto tali si comportano sebbene provino anche sentimenti tipicamente umani. È loro severamente proibito giacere con gli esseri umani e la nascita di un ibrido angelo-uomo, detto Nephilim, è considerato un abominio punito con la morte.

Gli angeli devono i loro poteri alla loro Grazia: essa si presenta come una luminosa nube argentea che può essere estratta praticando un taglio orizzontale subito sotto la gola; altra grande fonte di potere è la possibilità di entrare in contatto con un'anima, specie quella umana.

Quando un angelo decide o ricevere l'ordine di scendere sulla Terra gli diventa indispensabile trovare un tramite, cioè un essere umano che lo ospiti nel suo corpo, ma al contrario dei demoni gli angeli non possono entrare forzatamente nel corpo di un uomo senza il suo consenso: il tramite, infatti, deve esplicitamente dire sì, sebbene il consenso possa essere estorto tramite inganni o altro; questa regola vale per ogni angelo, compresi quelli di livello superiore come Lucifero e Michele. Generalmente l'arrivo di un angelo è preannunciato da eventi come sbalzi di tensione, terremoti e lampi improvvisi di luce.

Gli angeli, che nonostante tutto si considerano fratelli tra loro, comunicano tra di loro attraverso una sorte di rete telepatica, chiamata ironicamente "radio angelica", e si esprimono in enochiano, la loro lingua madre. Come arma prediletta usano dei particolari pugnali, detti appunto pugnali angelici, che di solito tengono nascosti nelle maniche dei vestiti e che possono uccidere anche altre creature sovrannaturali; possono essere feriti, intrappolati o allontanati anche tramite incantesimi che utilizzano il sangue umano e con il fuoco sacro, prodotto dando alle fiamme l'olio sacro di Gerusalemme. Quando un angelo muore alle sue spalle rimangono delle enormi bruciature che ricalcano le sue ali, mentre quando decide di sprigionare il massimo dei propri poteri l'ombra delle ali viene proiettata dietro di sé, gli occhi si illuminano e viene sprigionata un'intensa luce.

Il numero degli angeli si riduce drasticamente dopo la caduta di massa provocata da Metatron alla fine dell'ottava stagione e infatti una delle principali missioni che i sopravvissuti perseguono è quella di trovare un modo con cui ripopolare le proprie schiere.

Arcangeli[modifica | modifica wikitesto]

Gli Arcangeli sono i primi quattro angeli creati da Dio e pertanto sono i più antichi e potenti (Castiel li definisce "la più terribile arma a disposizione del Paradiso" mentre Amara rivela che Dio non avrebbe mai potuto sigillarla senza di loro). I quattro si considerano fratelli e figli di Dio, ma hanno spesso dimostrato di non andare d'accordo.
Hanno tutti poteri sconfinati (Dio li definisce creazioni ancestrali impossibili da resuscitare anche per lui) e possono essere uccisi solo da un altro arcangelo tramite la Lama dell'arcangelo, un particolare pugnale angelico dalla lama spiraleggiante e dorata. Si manifestano sulla Terra solo in caso di eventi catastrofici, ma possono comparire anche per proteggere la vita di un profeta.

Michele[modifica | modifica wikitesto]

Michele è il primo e più potente tra gli arcangeli nonché colui che cacciò concretamente Lucifero dal Paradiso a seguito della sua ribellione contro Dio, nonostante lo amasse come un fratello. Secondo Gabriele ci sarebbe un parallelismo tra loro due e i Winchester: Dean sarebbe infatti "Michele, il fratello maggiore, fedele a un padre assente", mentre Sam "Lucifero, il fratello minore, che si ribella ai piani del padre".
Appare per la prima volta nella quinta stagione quando Sam, Dean e Castiel viaggiano indietro nel tempo fino al 1978 per fermare Anna, decisa a voler uccidere i giovani John e Mary per prevenire la nascita dei due fratelli e quindi l'Apocalisse: Michele prende temporaneamente possesso di John, rimanda Uriel in Paradiso e uccide Anna; rivela quindi a Dean di non voler uccidere Lucifero tanto quanto lui non voglia uccidere Sam e che ama suo fratello ma che è costretto a seguire gli ordini di suo Padre. L'arcangelo afferma inoltre che il libero arbitrio non esiste e che Dean accetterà il suo compito prima o poi, per poi rimandare i due fratelli nel presente e cancellare la memoria di John e Mary. Successivamente Zaccaria costringe Dean ad accettare il suo destino, cioè diventare il tramite dell'arcangelo, torturando Sam e Adam; Dean riesce tuttavia a ingannare e uccidere Zaccaria e a salvare Sam, mentre Adam viene rapito dagli angeli e diventa il tramite di Michele al posto del fratellastro, come confermato da Castiel. Nel finale della quinta stagione Michele appare sul campo di battaglia nel corpo di Adam per combattere contro Lucifero, nel frattempo entrato nel corpo di Sam: lo scontro viene tuttavia interrotto da Dean, Bobby e Castiel, che lo rispediscono momentaneamente in Paradiso con del fuoco sacro. Quando Sam, che ha ripreso il controllo del suo corpo, si rifiuta e si getta nella gabbia, Michele cerca di trattenerlo ma vi cade dentro a sua volta.
Nella dodicesima stagione i fratelli Winchester incappano nella sua lancia, utilizzando la quale riescono ad uccidere il Principe Infernale Ramiel.
Nella tredicesima stagione Michele appare nella dimensione alternativa (interpretato da Christian Keyes) in cui si trovano Lucifero e Mary Winchester: ai due rivela di aver già ucciso il Lucifero della sua dimensione e, dopo un breve confronto, decide di usarli per i suoi scopi. Dopo la fuga dei due, Michele si trova ad affrontare la resistenza umana guidata da Bobby, Mary e Jack e, dopo aver ucciso Gabriele (giunto nel mondo apocalittico con Sam e gli altri), si allea con Lucifero per arrivare sulla Terra e dominarla: quando il diavolo assorbe la grazia di Jack, Dean si offre di diventare il suo tramite e così Michele riesce ad uccidere il diavolo, prendendo poi possesso del corpo del cacciatore.
Nella quattordicesima stagione l'arcangelo, ancora nel corpo di Dean, vaga per il mondo cercando esseri che possa ritenere degni di salvezza e nel contempo compie degli esperimenti sulle razze sovrannaturali per renderle più forti tramite la sua grazia; successivamente abbandona, apparentemente senza motivo, il corpo del cacciatore. Dopo un breve periodo di latitanza, in cui riesce a ingrossare enormemente le sue file, viene rintracciato dai Winchester, Jack e Castiel, che lo attaccano dopo aver ottenuto la lancia della Kaia del mondo oscuro, l'unica arma che si sia dimostrata capace di ferirlo: quando sta per essere ucciso l'arcangelo rientra nel corpo di Dean e dà ordine ai suoi sottoposti di lanciare l'attacco che trasformerà tutti gli abitanti di Kansas City in mostri al suo servizio; successivamente Sam, Castiel e Dean riescono a imprigionarlo nella mente di quest'ultimo. In seguito allo scontro con un Gorgone, Dean viene ferito alla testa e Michele riesce a scappare: dopo aver ucciso tutti i cacciatori provenienti dal suo mondo presenti nel bunker, l'arcangelo convince Rowena a diventare il suo tramite ma Jack lo affronta e riesce ad ucciderlo e a rubargli la Grazia.

Lucifero[modifica | modifica wikitesto]

Lucifero (Mark Pellegrino) è l'arcangelo caduto, scacciato dal Paradiso e segregato da suo fratello maggiore Michele in una gabbia nella parte più profonda dell'Inferno quando si ribellò a Dio, che lo considerava la sua creatura prediletta. Nonostante tutti gli angeli provino un misto di superiorità e gelosia nei confronti degli umani, Lucifero li ha sempre apertamente considerati come esseri corrotti e tendenti all'omicidio e, come rivelato da Ruby, proprio per dimostrarlo trasformò personalmente l'umana Lilith nel primo demone: per questo viene descritto come il dio dei demoni nonché colui che ha dato loro forma e scopo (in un'occasione Azazel si riferisce a lui chiamandolo addirittura "padre").
Proprio gli ultimi demoni ancora fedeli ai suoi ideali all'inizio della serie architettano un piano machiavellico che si conclude con la rottura di sessantasei dei sigilli della gabbia necessari per provocare la sua liberazione e l'inizio dell'Apocalisse; data la sua natura angelica Lucifero necessita però di un tramite umano e lo trova in Nick, un uomo a cui sono stati strappati via moglie e figlio da una recente tragedia. Dopo un'iniziale pressione psicologica Lucifero gli si presenta in sogno con le sembianze della moglie, rivelando comunque la sua vera identità, e lo convince di essere stato punito solo per aver amato troppo Dio e gli promette di vendicare la sua famiglia. Successivamente Lucifero rivela a Sam che egli è il suo vero tramite e infatti il corpo di Nick, essendo un contenitore solo temporaneo, è incapace di reggere il suo potere e sta iniziando a decomporsi; lo stesso Lucifero mette poi in atto un rituale per invocare il cavaliere Morte e sopravvive ad un piano elaborato da Dean, Castiel e le Harvelle rivelandosi una delle cinque "cose" in tutto il creato a non subire gli effetti della leggendaria Colt.
Nella quinta stagione si reca all'incontro tra dei pagani dove sono tenuti in ostaggio i Winchester e inizia a ucciderli uno per uno, considerandoli peggiori persino degli umani, ma suo fratello Gabriele apparentemente si sacrifica per salvare i due fratelli e la dea Kalì, sua vecchia fiamma. Una volta entrati in possesso dei quattro anelli dei Cavalieri dell'Apocalisse, che Gabriele ha rivelato essere le chiavi per richiudere la gabbia che conteneva Lucifero, Dean e Sam si recano a Detroit dove li sta aspettando: Sam accetta di diventare il suo tramite sperando di riuscire a prendere controllo del suo corpo e rimetterlo nella gabbia, ma il piano fallisce e Lucifero si incontra con il fratello Michele (che usa come tramite Adam). Grazie poi ad una breve epifania Sam riesce a riprendere temporaneamente il controllo e quando Dean apre la gabbia si lascia cadere all'interno, trascinando con sé anche Michele.
Nel finale della decima stagione si scopre che in principio Lucifero era di animo buono, sebbene avesse sempre guardato in modo ostile l'umanità (rea di averlo privato dell'amore incondizionato di Dio), e che aiutò suo padre a sigillare l'Oscurità, ossia sua sorella Amara, creando quello che verrà poi denominato il Marchio di Caino: questo renderà sempre più forti le sue pulsioni e ciò lo porterà a ribellarsi contro Dio, che lo punirà con il bando dal Paradiso nonostante egli stesso fosse la causa di tutto. Successivamente si verificheranno gli eventi biblici della cacciata di Adamo ed Eva dall'Eden a causa del Serpente e il primo omicidio della storia, quello di Caino ai danni del fratello Abele, entrambi frutto della volontà di Lucifero di vendicarsi nei confronti di Dio distruggendo i suoi "giocattoli" preferiti. Lucifero creerà poi l'armata dei demoni trasformando nell'ordine Lilith, i Principi Infernali (Azazel, Dagon, Ramiel e Asmodeus), i Cavalieri Infernali e così via.
Quando Dean si libera del Marchio e l'Oscurità viene liberata, Castiel fa uscire Lucifero della gabbia permettendogli di prendere possesso del suo tramite, essendo l'unico a sapere come sconfiggerla, e in questo stato avrà modo di confrontarsi con Dio e di riappacificarsi con lui. Sarà proprio Amara a strappare via Lucifero dal corpo di Castiel, che tornerà ad avere il controllo di sé.
Nella dodicesima stagione Lucifero, dopo aver preso possesso di diversi tramiti, entra nel corpo del musicista Vince Vincente, il quale poi morirà in quanto il suo corpo non sarà più capace di reggere il potere dell'arcangelo. Successivamente prenderà possesso del corpo del presidente degli Stati Uniti Jefferson Rooney e ne approfitterà per generare un figlio con l'assistente di questi, Kelly Kline; durante l'incantesimo per rimetterlo nella gabbia organizzato da Rowena e i Winchester, Crowley interviene e lo costringe a rientrare nel suo vecchio tramite, Nick, modificato in modo da essere sottoposto al controllo del re degli Inferi. Dopo essersi liberato e aver ucciso Crowley e Castiel, Lucifero viene sigillato in una dimensione alternativa, aperta dai poteri di suo figlio Jack, da Mary Winchester.
Nella tredicesima stagione Lucifero, dopo aver vagato nella dimensione alternativa, viene catturato da Michele: questi estrae parte della sua grazia per compiere un incantesimo con cui aprire un nuovo varco, ma Lucifero riesce a sfruttarlo e a tornare sulla Terra. Il diavolo, intenzionato a ritrovare al più presto suo figlio, riesce a convincere Castiel a collaborare, ma i due vengono catturati e imprigionati da Asmodeus. Successivamente i due riescono a scappare e il diavolo, trovandosi molto debilitato, comincia a cacciare gli angeli per nutrirsi della loro Grazia: giunge quindi da Anael, un angelo che ha assunto l'identità della guaritrice Sorella Jo, e i due cominciano a collaborare, convincendo poi gli angeli sopravvissuti a nominarlo re del Paradiso poiché dice di essere l'unico in grado di ripopolare le schiere angeliche. Successivamente si dimostrerà inadatto al suo nuovo ruolo e, dopo averle confessato che in realtà non ha il potere di creare nuovi angeli, Anael lo lascerà. Dopo aver abbandonato il Paradiso Lucifero verrà catturato da Gabriele e Rowena per essere usato come fonte di Grazia con cui tenere aperto il portale per il mondo apocalittico: dopo aver attaccato la strega, questa lo scaglia dentro il portale e poco dopo il diavolo riporta in vita Sam, ucciso da un covo di vampiri, per essere condotto alla roccaforte dei ribelli e finalmente conoscere Jack. Lucifero e suo figlio avranno quindi modo di iniziare a conoscersi ma dopo l'arrivo di Michele Lucifero rimane indietro per combatterlo: Sam, approfittando della sua debolezza, gli impedisce di attraversare il portale e pertanto Lucifero si accorda con Michele per perseguire insieme i propri obbiettivi. Giunti sulla Terra Lucifero tenta di riallacciare i rapporti con Jack, ma dopo che questi lo allontana definitivamente a causa delle sue menzogne ne assorbe la grazia e rapisce lui e Sam: Dean, dopo essere diventato il tramite di Michele, lo attacca e riesce infine ad ucciderlo trafiggendolo con la Lama dell'arcangelo.
Nella quattordicesima stagione si scopre che Nick è sopravvissuto ma il diavolo continua a tormentarne gli incubi e la psiche, tanto che l'uomo, tentando di scoprire chi ha ucciso la sua famiglia, massacra il suo ex vicino di casa (che aveva ritrattato la sua deposizione sui fatti determinando la chiusura del caso) nello stesso modo in cui il killer uccise sua moglie e suo figlio; dopo aver ucciso il responsabile della tragedia, un poliziotto che era stato posseduto da un demone, Nick prega Lucifero di riprendere possesso del suo corpo così da smettere di soffrire e l'appello sembra risvegliare lo spirito dell'arcangelo dal Nulla cosmico. Successivamente Nick, dopo aver rivelato al fantasma di sua moglie che ormai l'unica cosa che conta per lui è tornare ad essere il tramite dell'arcangelo, riesce a entrare in contatto con quest'ultimo grazie al profeta Donatello e mette quindi in atto un piano per riportare indietro il diavolo: lo stratagemma viene tuttavia fermato dai Winchester, Mary e Jack, che alla fine lo uccide.

Secondo il creatore della serie Kripke, Lucifero sarà "quasi gentile e cordiale" come omaggio al Paradiso perduto di John Milton[10]: Kripke spiegò infatti che "egli fu sostanzialmente tradito, quindi in un certo senso può suggerire empatia. Se possiamo rendere gli angeli come degli stronzi, allora possiamo fare di Lucifero una persona cordiale".[11] Successivamente Kripke lo descrisse come un "Diavolo in grado di dubitare", che "prova affetto per Dio e gli Angeli" e che "parla affettuosamente e gentilmente non mentendo mai".[10]

Raffaele[modifica | modifica wikitesto]

Raffaele (Demore Barnes, Lanette Ware) è il terzo arcangelo. Dotato di una mentalità simile a quella di Michele, nel corso della ribellione di Lucifero si schierò dalla parte di Dio ma in seguito smise di credere in lui e nella sua missione, pur mantenendo una forte ambizione.
Nella quarta stagione Dean si reca da Castiel in cerca di aiuto contro Lilith e l'angelo gli rivela che se un profeta si trova in pericolo un arcangelo giungerà in suo soccorso: con uno stratagemma Dean riesce a invocarlo e la sua presenza causa la fuga del demone. Successivamente uccide Castiel, reo di aver portato alla morte Zaccaria e di non aver impedito a Dean di soccorrere suo fratello.
Nella quinta stagione prende possesso di un essere umano e rivela a Castiel che Dio, pur avendolo resuscitato, è ancora disperso; in seguito l'angelo e Dean lo abbandonano mentre è intrappolato in un cerchio di fuoco sacro.
Nella sesta stagione diviene il nuovo governante del Paradiso, essendo il più potente tra gli angeli rimasti, e quindi rivela a Castiel che intende liberare Michele e Lucifero dalla gabbia per far ricominciare l'Apocalisse, che ritiene inevitabile: Castiel tuttavia rifiuta il piano e di sottomettersi a lui e i due si porranno quindi a capo delle fazioni contrapposte nella violenta guerra civile angelica che scoppierà di lì a breve. Dopo essere stato costretto a cambiare tramite a causa di uno scontro con Baltazar, l'arcangelo scopre il piano di Castiel per vincere la guerra, consistente nell'ottenere il potere delle anime del Purgatorio, e quindi si allea con Crowley per impadronirsi di tali anime prima di lui: Castiel, tuttavia, riesce ad anticipare entrambi e, forte dei suoi nuovi poteri, riesce a confinare Raffaele nel suo tramite e a disintegrare quest'ultimo uccidendolo.

Gabriele[modifica | modifica wikitesto]

Gabriele (Richard Speight Jr.) è il più giovane degli arcangeli. Stanco di assistere alle continue lotte di potere tra i suoi fratelli si trasferì sulla Terra assumendo le false spoglie del Trickster, una divinità pagana ingannatrice, e si dette alla bella vita. Dotato di un carattere ironico e amante della mondanità, Gabriele maturerà molto grazie al contatto con i Winchester arrivando a capire che gli esseri umani, pur con tutti i loro difetti, meritano amore e rispetto da parte della sua razza.
Appare per la prima volta nella seconda stagione, in cui dà vita ad una serie di leggende urbane su cui Sam e Dean iniziano a investigare: i due lo scoprono e apparentemente lo sconfiggono con l'aiuto di Bobby, ma Gabriele riesce ad ingannarli fingendo la propria morte grazie ad un ologramma.
Nella terza stagione intrappola Sam in un loop in cui Dean continua a morire; dopo parecchi mesi in cui la morte del maggiore dei Winchester sembra definitiva, è lo stesso Gabriele che si reca da Sam e gli spiega di avergli voluto far capire che continuare a sacrificarsi l'uno per l'altro non li porterà che a soffrire. Nonostante i due rispondano che comunque andrà a finire combatteranno sempre insieme, Gabriele libera i Winchester e il tempo torna a scorrere normalmente.
Nella quinta stagione intrappola i Winchester in un mondo fatto di programmi televisivi, ma grazie all'aiuto di Castiel i due riescono a confinarlo in un cerchio di fuoco sacro: Gabriele rivela quindi la sua vera identità e spiega che il suo scopo è far sì che diventino i tramiti dei suoi fratelli e che combattano tra di loro in modo che l'Apocalisse possa finire; i Winchester tuttavia si rifiutano e Dean lo accusa di avere paura di affrontare la sua famiglia. Successivamente partecipa all'incontro tra gli dei pagani nei panni della divinità nordica Loki per salvare Sam e Dean, tenuti prigionieri: i due lo ricattano minacciando di rivelare la sua identità e Gabriele decide quindi di far scappare anche tutti gli altri umani tenuti in ostaggio. La dea Kalì, sua vecchia fiamma, gli dice di sapere da tempo quale sia la sua vera natura e lo trafigge con la sua spada, ma anche in questo caso Gabriele riesce a fingere la propria morte e a scappare. L'arcangelo è quindi costretto a farsi avanti con l'arrivo di suo fratello Lucifero, che è stato informato della posizione dei Winchester da Mercurio: i due fratelli si scontrano e Gabriele viene apparentemente ucciso consentendo però la fuga a Sam, Dean e Kalì; prima di ciò, tuttavia, Gabriele consegna a Dean un video in cui spiega come fermare Lucifero: la gabbia in cui era imprigionato può essere riaperta utilizzando gli anelli dei quattro Cavalieri dell'Apocalisse.
L'arcangelo appare di nuovo nella nona stagione cercando di convincere Castiel a prendere il controllo degli angeli che vogliono ribellarsi a Metatron; Castiel si rende tuttavia conto che il tempo passato con lui è un'illusione e lo pugnala: il coltello non lascia alcun segno visibile e così l'angelo scopre che il tutto era frutto di un'allucinazione creata da Metatron per intrappolarlo.
Nella tredicesima stagione Asmodeus rivela a Ketch di tenere Gabriele imprigionato nelle segrete dell'Inferno e che intende usarlo per uccidere Lucifero, poiché solo un arcangelo può ucciderne un altro tramite la Lama dell'arcangelo. Successivamente l'inglese riesce a liberarlo e a portarlo al bunker dei Winchester: con molta fatica Sam e Castiel riescono a farlo rinsavire e Gabriele riuscirà ad uccidere Asmodeus; subito dopo, tuttavia, si rifiuta di collaborare in vista dell'imminente arrivo di Michele e se ne va. Dopo aver trovato vendetta contro il vero Loki e i suoi figli, rei di averlo venduto al Principe infernale, Gabriele decide di unirsi ai Winchester nella loro missione: dopo aver reclutato a malincuore anche Lucifero, il gruppo si reca nella dimensione apocalittica e Gabriele si sacrifica per permettere ai due fratelli di tornare a casa trattenendo brevemente Michele, che lo uccide.

Nonostante sia stato l'esordio di Castiel a far entrare nella serie il tema della mitologia cristiana, in realtà è stato Gabriele il primo vero angelo a comparire in Supernatural anche se con la falsa identità del Trickster.

Uriel[modifica | modifica wikitesto]

Uriel (Robert Wisdom e Matt Ward) è il collega di Castiel, definito da quest'ultimo uno specialista. Appare per la prima volta nella quarta stagione per prevenire che venga rotto uno dei sessantasei sigilli della gabbia di Lucifero. È molto più aggressivo di Castiel e spesso discutono riguardo ai loro ordini; inoltre non nasconde il suo disprezzo per gli umani, chiamandoli "scimmie glabre" e "scimmie vestite". Poco dopo il suo arrivo sulla Terra ruba la Grazia di Anna Milton per evitare che questa riesca a riacquistare la sua precedente forma angelica, ma questa riesce infine a riprendersela e a tornare un angelo. Successivamente viene rivelato che Uriel sta da tempo tradendo e uccidendo gli angeli, appoggiando la causa di Lucifero con cui condivide l'odio per la razza umana. Quando Castiel si rifiuta di unirsi a lui, Anna lo salva da Uriel uccidendolo. Nella quinta stagione, quando Anna torna nel 1978 per uccidere i genitori di Sam e Dean prima che questi nascano, l'angelo recluta l'Uriel del passato per aiutarla: il piano tuttavia fallisce e Uriel viene rimandato in Paradiso dall'intervento dell'arcangelo Michele.

Zaccaria[modifica | modifica wikitesto]

Zaccaria (Kurt Fuller) è il superiore di Castiel. Sembra comprendere l'umanità meglio dei suoi superiori, ma considera comunque gli uomini come esseri infimi. Quando Dean dice a Castiel di non ritenersi all'altezza del suo compito, Zaccaria manda i fratelli in una realtà alternativa dove non hanno alcun ricordo del loro passato da cacciatori e conducono vite separate completamente diverse da quelle precedenti. In questa occasione, pur non conoscendosi, Sam e Dean si incontrano e assieme liberano il palazzo dove lavorano da un fantasma. Zaccaria fa quindi tornare loro la memoria e si presenta a Dean, che capisce quanto sia importante il suo ruolo. Nella quarta stagione Zaccaria contatta Chuck dopo che quest'ultimo ha avuto una profezia riguardante i Winchester per ammonirlo di non avvertire i fratelli; poco prima che Lilith rompa l'ultimo sigillo, Castiel e Zaccaria imprigionano Dean in una stanza onirica da cui non è possibile uscire per proteggerlo e impedirgli di fermare suo fratello dall'uccidere il demone. Zaccaria infine ammette che gli angeli vogliono che Lucifero sia liberato, in modo da poterlo uccidere e portare il Paradiso in Terra. Quando Lucifero viene liberato, Zaccaria tenta di convincere Dean a diventare il tramite dell'arcangelo Michele torturando sia lui che Sam; rimane poi terrorizzato dal ritorno di Castiel, che credeva ucciso da Raffaele, e fugge. Torna poi nella quinta stagione, quando porta Dean avanti nel tempo di cinque anni in un mondo devastato dall'Apocalisse dove Sam è diventato Lucifero e Dean non ha colto l'occasione di salvarlo diventando il tramite di Michele. Tenta poi nuovamente di fargli cambiare idea, ma Dean rifiuta e anzi decide di tornare a vegliare sul fratello in modo che non faccia la scelta sbagliata. Quando poi i due fratelli muoiono e vanno in Paradiso Zaccaria, che vuole rimandarli sulla Terra per compiere il loro destino, li insegue; i due fanno in tempo a scappare e a parlare con un angelo di nome Joshua, che li salva dalle torture di Zaccaria. In un ultimo tentativo di compiere la sua missione Zaccaria resuscita Adam, fratellastro di Sam e Dean, e gli promette di farlo ricongiungere con la madre in Paradiso se accetterà di diventare il tramite di Michele. Adam in realtà è solo un'esca per l'unico vero tramite, Dean, il quale decide di salvare il fratello offrendosi al posto suo. Quando l'angelo ha già iniziato a evocare l'arcangelo, Dean gli dice di avere una condizione: che Zaccaria muoia per mano di Michele. Quest'ultimo quindi attacca Dean, che lo uccide con una spada angelica. Ritorna brevemente nella quattordicesima stagione quando Dean e Sam causano involontariamente un paradosso temporale nel tentativo di liberare il primo da Michele e che invece riporta in vita il padre John.

Anna Milton[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Anna Milton.

Anna Milton (Julie McNiven) è un angelo caduto e rinato sulla Terra. Ha acquistato l'abilità di ascoltare le conversazioni degli angeli dopo la resurrezione di Dean e, a causa di queste voci, fu involontariamente internata in un istituto psichiatrico con la diagnosi di schizofrenia. I demoni, vedendo in lei la possibilità di spiare gli angeli, tentano di rapirla, ma Sam e Dean, avvertiti da Ruby, riescono a salvarla. Castiel e Uriel, tuttavia, sono convinti che l'unica soluzione sia ucciderla, ma quando la attaccano Anna pronuncia un sortilegio che li fa scomparire. La ragazza sostiene di non sapere come abbia fatto e i fratelli decidono di sottoporla a ipnosi da parte della sensitiva Pamela Barnes. Anna riesce improvvisamente a ricordare chi sia veramente, ovvero un angelo che ha deciso di vivere sulla Terra tra gli uomini. Dopo la caduta era rinata da genitori umani e la sua natura angelica aveva represso i ricordi della vita passata. Con l'aiuto dei Winchester e Ruby tenta di ritrovare la sua Grazia, da cui si è separata cadendo sulla Terra, ma questa è stata già rubata da Uriel; successivamente incoraggia Dean a perdonarsi per le sue azioni mentre si trovava all'Inferno e i due trascorrono una notte insieme nell'Impala. La mattina dopo Dean rivela la loro posizione agli angeli e Ruby fa la stessa cosa con i demoni, sperando di poter far scontrare tra di loro Inferno e Paradiso. Nella confusione dello scontro, Anna riesce a recuperare la sua Grazia da Uriel e scompare dalla stanza emettendo un lampo di luce. Successivamente ricomparirà nella sua forma umana, che usa come tramite, e cerca di convincere Castiel a non obbligare Dean a torturare Alastair, ma l'angelo insiste dicendo che si tratta del volere divino. Quando Castiel inizia a dubitare della sua fede, la chiama per chiederle consigli e lei gli dice che dovrebbe iniziare a pensare con la propria testa. Infine, quando Castiel scopre il tradimento di Uriel, Anna compare ancora una volta e uccide l'angelo ribelle, che stava cercando di pugnalare Castiel. Successivamente informa i Winchester che Castiel è stato ricondotto in Paradiso per un raduno biblico. Quando Anna affronta Castiel per parlargli delle sue azioni, Castiel la fa portare via da due angeli in quanto ricercata; un anno dopo Anna fugge dal Paradiso per uccidere i giovani John e Mary Winchester nel 1978 in modo da prevenire la nascita di Sam e Dean e quindi l'Apocalisse. A questo scopo parla con l'Uriel del passato per farsi aiutare in tale compito. Viene infine uccisa dall'arcangelo Michele non prima però di aver espresso rammarico per ciò che ha tentato di fare, dal momento che non nutre nessun rancore verso i Winchester ma era semplicemente disperata per impedire l'Apocalisse.

Balthazar[modifica | modifica wikitesto]

Balthazar (Sebastian Roché) è un angelo che ha combattuto insieme a Castiel nell'ultima guerra in Paradiso; al termine di essa inscenò la propria morte e si stabilì sulla Terra, portando con sé una serie di armi da lui rubate e godendosi una vita perlopiù edonistica. Nella sesta stagione i Winchester scoprono che tre poliziotti corrotti sono stati uccisi con il bastone di Mosè e che Balthazar aveva venduto l'arma all'assassino in cambio della sua anima. Durante un conflitto con Raffaele, Balthazar distrugge il suo tramite con del Sale di Lot. Dean lo imprigiona in un anello di olio sacro, ma Castiel lo libera poiché deve la sua vita all'angelo. Sam evoca poi l'angelo con un rituale enochiano per chiedergli se sia possibile separare un'anima dal suo corpo: Balthazar, che trova utile che Sam abbia un debito nei suoi confronti, lo informa sull'incantesimo e su che cosa comporterebbe; tra le altre cose è necessario che venga sparso il sangue del proprio padre ma, dal momento che John è morto da tempo, la scelta cade su Bobby. Successivamente Balthazar trasporta Sam e Dean in un universo alternativo per salvarli da un killer del Paradiso di nome Virgil; l'angelo dà loro una chiave, sostenendo che questa apra il luogo dove ha nascosto le armi angeliche da lui rubate. In seguito viene rivelato che tutta la vicenda era stata orchestrata da Castiel e Balthazar stesso come diversivo per spostare le armi in un luogo più sicuro. In un'altra occasione torna indietro nel tempo per evitare l'affondamento del Titanic: le sue azioni provocano un'alterazione della linea temporale creando un nuovo universo in cui i Winchester guidano una Mustang e Jo ed Ellen sono ancora vive. Quando lo scompiglio porta una delle Parche a uccidere i discendenti dei passeggeri che sarebbero dovuti morire nel 1912, Castiel ordina all'angelo di tornare indietro nel tempo e correggere gli eventi. Nell'ultimo episodio della stagione decide di schierarsi con i Winchester contro l'amico Castiel, ma viene scoperto e ucciso da quest'ultimo.

Rachel[modifica | modifica wikitesto]

Rachel (Sonya Salomaa) è un angelo che combatte al fianco di Castiel nella guerra contro Raffaele. Decide di schierarsi al fianco di Castiel, diventando uno dei suoi luogotenenti, dopo aver ascoltato le parole di quest'ultimo sul valore della libertà. Successivamente scopre che Castiel lavora sottobanco con il re dei demoni, Crowley e quindi decide di abbandonarlo, avendo capito che sta facendo uno sbaglio, e lo affronta ma Castiel la uccide.

Samandriel[modifica | modifica wikitesto]

Samandriel (Tyler Johnston) è un angelo che i fratelli Winchester conoscono in una casa d'aste del soprannaturale. Prova una grande ammirazione per Castiel. Crowley lo tortura per farsi dare delle informazioni sul Verbo di Dio, scoprendo che esiste una tavola per confinare gli angeli in Paradiso. Castiel, Dean e Sam lo salvano, ma Naomi manipola la mente di Castiel per fargli uccidere Samandriel, dato che ha rivelato delle informazioni troppo importanti.

Metatron[modifica | modifica wikitesto]

Metatron (Curtis Armstrong), chiamato lo scriba di Dio, è l'angelo che ha scritto i tre Verbi sotto dettatura di Dio stesso e successivamente scomparve. Gli arcangeli volevano dominare l'universo tramite le tavolette e dato che Metatron era l'unico che poteva tradurle capì che prima o poi l'avrebbero sfruttato, quindi decise di nascondersi scappando dal Paradiso. Viene rintracciato da Sam e Dean tramite dei nativi del Colorado e viene informato della carcerazione di Michele e Lucifero e la morte di Raffaele e Gabriele. Inizialmente riluttante ad aiutare i Winchester, alla fine si convince e salva Kevin informando inoltre Sam dell'ultima prova per chiudere l'Inferno: salvare un demone. Successivamente convince Castiel a intraprendere le prove per chiudere il Paradiso con gli angeli al suo interno. La prima prova è l'uccisione di un Nephilim e la seconda è prendere l'arco di Cupido. Mentre Castiel sta svolgendo quest'ultima, Metatron viene catturato dagli uomini di Naomi, colei che comanda le schiere angeliche. Quest'ultima lo tortura per scoprire l'ultima prova ma nel farlo viene a conoscenza del vero piano dello scriba e corre a informare Castiel e Dean: convinto che gli angeli abbiano rovinato il Paradiso, vuole punirli e quello che ha fatto svolgere a Castiel non sono prove ma ingredienti per l'incantesimo che vuole svolgere ovvero esiliare gli angeli sulla Terra come fece Dio con Lucifero. Ormai allo scoperto, Metatron uccide Naomi e cattura Castiel rubandogli la Grazia, l'ultimo ingrediente per il suo incantesimo. Fatto ciò rispedisce l'ex angelo sulla Terra, non prima di avergli augurato una vita felice sulla Terra da umano raccomandandogli di andare a trovarlo una volta morto. Fatto questo conclude il suo incantesimo esiliando gli angeli e prendendo il controllo del Paradiso. Scenderà poi sulla Terra entrando in contatto con Gaadrel, l'angelo che possiede Sam, proponendogli di ricostruire il Paradiso con pochi angeli selezionati. Gadreel accetta e Metatron gli affida come obbiettivo l'uccisione di Kevin Tran. Metatron non vuole solo limitarsi a conquistare il Paradiso ma vuole sottometere l'intera umanità: per questo, alla fine, Gaadrel decide di schierarsi dalla parte di Castiel e lo aiuta a combattere il nemico. Quando Castiel fa capire agli altri angeli che in realtà Metatron è solo un despota, li convince a passare dalla sua parte fermandolo: l'angelo viene quindi rinchiuso in una prigione angelica. Verrà liberato in più di un'occasione ma Castiel lo priverà della grazia trasformandolo in un umano. Verso le ultime puntate dell'undicesima stagione viene richiamato da Chuck Shurley e scopre che lo scrittore non è altri che Dio in persona. Metatron apprende che Dio lo ha scelto come suo scriba solo perché si trovava più vicino alla sua porta e poi scopre che il Signore non ha intenzione di salvare gli umani dall'Oscurità, colpevoli di aver portato distruzione nella natura che Lui ha creato. Metatron si dimostra pentito delle sue azioni passate e convincerà Dio a dare una seconda possibilità alla Terra e a combattere l'Oscurità. Verrà ucciso dall'Oscurità mentre tentava di rallentarla per far fuggire Lucifero e i fratelli Winchester.

Naomi[modifica | modifica wikitesto]

Naomi (Amanda Tapping) è l'angelo che prende il comando del Paradiso dopo la scomparsa di Raffaele e Castiel. Libererà quest'ultimo dal Purgatorio e lo costringerà a seguire i suoi ordini. Successivamente proverà a obbligare Castiel a consegnarle la tavoletta e ad uccidere Dean, ma l'angelo si libera dal controllo mentale e fugge, portando con sé metà della tavoletta che sarà poi rubata da Crowley. Usa un tavolo operatorio per torturare, obbligare e modificare la memoria degli angeli, come aveva fatto con Castiel. I suoi uomini cattureranno Metatron e torturandolo scopre il suo vero piano; quando lo capirà raggiungerà e informerà Dean e Castiel. Quest'ultimo deciderà di andare in Paradiso per confrontarsi con Metatron e Naomi, ma quando arriva scopre che questa è già stata uccisa. In seguito ricomparirà nella tredicesima stagione rivelando a Castiel di aver solo simulato la sua morte e di essere alla disperata ricerca di un modo per ripopolare le schiere angeliche onde evitare il crollo del Paradiso.

Naomi sembra essere stata l'unico angelo ad aver avuto rapporti intimi con un demone poiché, a quanto ha fatto intendere Crowley, secoli prima in Mesopotamia i due sono stati amanti, sebbene poi siano tornati ad odiarsi.

Gadreel[modifica | modifica wikitesto]

Gadreel (Tahmoh Penikett) è l'angelo che in passato era il guardiano del Giardino del Paradiso e che successivamente è stato rinchiuso nelle segrete del Paradiso per aver lasciato entrare il Serpente tentatore. Successivamente è caduto sulla Terra dopo l'incantesimo di Metatron. Dopo aver ascoltato la richiesta di aiuto di Dean per il fratello Sam, in coma dopo aver affrontato le tre prove della tavoletta dei demoni, va da lui e lo salva da un altro angelo, arrivato lì per ucciderlo. Viene interrogato da Dean e si finge Ezechiele, uno dei pochi angeli ancora fedeli a Castiel e deciso ad aiutare i Winchester. Si accorge però di essere troppo debole per curare Sam a causa della Caduta e propone a Dean un altro metodo: possedere il fratello per curarlo dall'interno. Viene così aiutato da Dean a possedere il fratello. Una volta nel corpo di Sam gli cancella i ricordi della possessione e ammonisce Dean nell'informare il fratello di quanto sta avvenendo in quanto potrebbe non accettarlo e respingerlo e in quel caso lui non potrebbe resistergli ma così Sam morirà. Deciderà comunque di mettersi in stand-by per non influire nella vita di Sam. Nonostante tutto si manifesterà per aiutare Dean e Sam contro i demoni di Abbadon, rivelare informazioni su Bartolomeo e Castiel e resuscitare Charlie e lo stesso Castiel, ucciso da un mietitore. Successivamente dirà a Dean di non voler stare nello stesso bunker con Castiel in quanto potrebbe attirare altri angeli, minacciando di lasciare il corpo di Sam se l'ex angelo non se ne andrà, cosa che avrebbe portato alla morte del più giovane dei Winchester. Successivamente viene contattato da Metatron, che rivela di essere a conoscenza della sua vera identità e gli propone di ricostruire il Paradiso insieme con pochi angeli selezionati. Come prova di fedeltà lo scriba di Dio gli chiederà di uccidere Kevin Tran, cosa che l'angelo farà dopo aver ingannato Dean. Diventerà quindi il secondo di Metatron uccidendo chi gli indica lo scriba, tra cui il suo torturatore e il suo migliore amico. Verrà catturato poi da Dean e Castiel che, con l'aiuto di Crowley, sveglieranno Sam permettendogli di respingerlo, obbligandolo a tornare al suo vecchio tramite. In seguito, capendo che Metatron in realtà è solo un individuo borioso e crudele, decide di schierarsi dalla parte di Castiel. I due vanno insieme in Paradiso per affrontarlo ma vengono rinchiusi nelle prigioni angeliche; Gadreel, usando un simbolo mistico, si fa esplodere distruggendo le celle in cui erano rinchiusi lui e Castiel e permettendo a quest'ultimo di sconfiggere Metatron: il suo obbiettivo, infatti, era quello di recuperare un po' di onore e non essere più ricordato come colui che fece entrare il Serpente nell'Eden.

Hael[modifica | modifica wikitesto]

Hael (Grace Phipps) è il primo angelo caduto a essere trovata da Castiel. Afferma di non essere in collera con lui ma di essere confusa e di non sapere che cosa fare della sua vita. Castiel le consiglia di fare quello che vuole e si propone di passare un periodo con lei. Quando però l'ex angelo afferma di volerla abbandonare per aiutare i Winchester, Hael diventa violenta e lo rapisce. Castiel causa un incidente con la macchina e danneggia il tramite di Hael e quest'ultima, ancora debole per la Caduta, non ha le forze per curarsi. Allora lo minaccia d'informare gli altri angeli della sua loro posizione ma, prima che possa riuscirci, Castiel la uccide.

Bartolomeo[modifica | modifica wikitesto]

Bartolomeo (Adam Harrington) è il braccio destro di Naomi, che dopo la sua morte si è messo a capo di una fazione estremista di angeli caduti sulla Terra. I suoi obbiettivi principali sono trovare Castiel, che considera responsabile della caduta degli angeli, e trovare dei tramiti per tutti gli angeli caduti, cosa che fa con l'aiuto di un predicatore. Cerca di convincere inutilmente Castiel a passare dalla sua parte, ma quest'ultimo rifiuta: Bartolomeo lo aggredisce e Castiel lo uccide.

Malachia[modifica | modifica wikitesto]

Malachia (Stephen Taylor) è un angelo anarchico che dopo la caduta degli angeli sulla Terra si è messo a capo di una fazione che si oppone a quella di Bartolomeo. Viene rivelato successivamente che Malachia è stato ucciso da Gadreel.

Hannah[modifica | modifica wikitesto]

Hannah (Erica Carroll e Lee Majdoub) è un angelo che combatte al fianco di Castiel nella lotta contro Metatron. In un primo momento decide di seguirlo, ma poi la sua fede in Castiel vacilla e ciò la porta a schierarsi dalla parte di Metatron. Quando Gadreel sacrifica la sua vita per aiutare Castiel, Hannah ne rimane sbalordita e decide di ricongiungersi con Castiel per fermare Metatron. Quando Hannah, Castiel e gli altri angeli sconfiggono Metatron, Castiel li convince a risparmiarlo e a spedirlo in una prigione angelica: Hannah ne rimane colpita e afferma che Castiel sarebbe un grande leader per gli angeli, nonostante lui rifiuti l'offerta. Lei e Castiel diventano buoni amici, tra l'altro è stato inteso che lei provi un sentimento nei suoi riguardi. Lei e Castiel cercheranno di riportare in Paradiso gli angeli che sono finiti sulla Terra a causa di Metatron, ma poi Hannah decide di lasciar perdere la missione e abbandona il suo tramite, Caroline, capendo che per colpa dell'angelo la vita matrimoniale della donna stava cadendo a pezzi. Hannah trova poi un nuovo tramite maschile. Muore nell'undicesima stagione per mano dell'angelo Efram.

Adina[modifica | modifica wikitesto]

Adina (Jud Tylor) è un angelo ribelle. Dopo la caduta ad opera di Metatron, decide di rimanere nel mondo degli umani amando la libertà che da esso deriva. Hannah e Castiel vanno a cercarla dopo che lei e il suo compagno, l'Angelo Pescatore, si sono macchiati dell'omicidio di un angelo che voleva riportarli in Paradiso. In seguito alla morte dell'angelo Daniel, per mano di Castiel, diventa pericolosa e aggressiva. Viene infine uccisa da Crowley.

Duma[modifica | modifica wikitesto]

Duma (Erica Cerra) è uno degli angeli sopravvissuti che ancora vive in Paradiso. Compare per la prima volta nella tredicesima stagione quando si incontra con Castiel, che voleva chiedere aiuto per trovare Jack: Duma gli rivela che anche il Paradiso vuole mettere le mani sul Nephilim per ripopolare le proprie schiere e pertanto Castiel se ne va, aiutato da Lucifero. In seguito, abbindolati dalle sue false promesse, Duma e i pochi angeli rimasti nominano proprio quest'ultimo re del Paradiso. Nella quattordicesima stagione viene posseduta dal Nulla cosmico, risvegliato da Castiel e desideroso anch'esso di impossessarsi dei poteri di Jack, per poi prendere le redini del Paradiso al posto di Naomi: sfruttando la sua nuova posizione e la morte di Mary Winchester tenta di usare il Nephilim per trasformare gli umani in angeli e punire coloro che si oppongono al Paradiso, ma quando Castiel lo scopre la uccide.

Anael[modifica | modifica wikitesto]

Anael (Danneel Harris) è un angelo che compare per la prima volta nella tredicesima stagione.
Dopo la caduta ha assunto l'identità di Sorella Jo, una guaritrice, e grazie alla sua fama viene avvicinata da Lucifero, che inizialmente intendeva ucciderla per sottrarle la Grazia: Anael riesce tuttavia a convincerlo ad aiutarsi reciprocamente e lo salverà anche dai Winchester. Successivamente i due, tra i quali nasce anche un sentimento, riescono a convincere gli angeli superstiti a nominare Lucifero re del Paradiso in quanto questi è il solo in grado di ripopolare le schiere angeliche. Successivamente Lucifero le rivela che in realtà non può creare altri angeli e Anael, sdegnata, lo mette davanti ai suoi fallimenti: il diavolo ha quindi una violenta reazione e Anael lo abbandona.
Nella quattordicesima stagione ha un fugace incontro con l'arcangelo Michele quando questi era nel corpo di Dean, avvertendo Sam della sua presenza, e successivamente accetta di aiutare Castiel a mettersi in contatto con Dio (essendo stata sottoposta di Giosuè, l'unico angelo con cui Dio dialogasse, per poi abbandonare tale mansione dopo aver visto il disinteresse di Dio verso gli umani) per chiedergli di ripristinare l'anima di Jack, sebbene i due non riescano nel loro intento.

Leviatani[modifica | modifica wikitesto]

I Leviatani sono creature molto potenti create da Dio prima degli uomini e degli angeli: Morte li descrive come bestie intelligenti e fameliche e proprio causa della loro ferocia l'Onnipotente, temendo che avrebbero distrutto la Terra, creò il Purgatorio per segregarceli.
Vengono involontariamente liberati da Castiel quando quest'ultimo, alla fine della sesta stagione, assorbe le anime che vi risiedevano per vincere la guerra civile angelica contro l'arcangelo Raffaele ed è proprio a causa della loro potenza che l'angelo non è stato in grado di reggere il peso delle anime dopo averle assorbite.
Le uniche due debolezze che abbiano mostrato sono la decapitazione e il borace, che però si limitano a rallentarli e non ad ucciderli: l'unico modo per rispedire l'anima di un Leviatano nel Purgatorio è indicato nel Verbo di Dio dedicato a queste bestie e consiste nel trafiggerli con l'osso di un essere umano retto imbevuto nel sangue di un angelo caduto, dell'Alfa di una razza sovrannaturale e del re dell'Inferno.

Dick Roman[modifica | modifica wikitesto]

Dick Roman (James Patrick Stuart) è un ricco uomo d'affari segretamente a capo dei Leviatani, nonché il più potente tra di loro.
Prova un profondo odio nei confronti dei demoni e delle altre creature soprannaturali, che considera peggio degli umani: se ne ha prova quando rifiuta malamente l'offerta di Crowley. Per la riuscita del suo piano - consistente nell'allevare letteralmente gli esseri umani come carne da macello - pretende in modo tassativo che i suoi sottoposti stiano totalmente lontano dai riflettori e infatti quando il dottor Gaines, suo sottoposto, fallisce il progetto e finisce sui giornali lo costringe a mangiarsi una mano. Fa poi catturare e uccide personalmente Bobby.
Dopo aver fatto uccidere Frank Devereaux chiede aiuto a Charlie per decriptare l'hard disk dell'uomo e poi costringe Kevin a tradurgli il verbo di Dio sui Leviatani. Venuto a conoscenza del piano dei Winchester per rispedire lui e gli altri in Purgatorio fa un accordo con Crowley, che però non lo rispetta e rapisce Kevin: Dean e Castiel lo affrontano insieme e mentre l'angelo lo tiene bloccato Dean lo uccide.

Edgar[modifica | modifica wikitesto]

Edgar (Benito Martinez) è un leviatano che prende possesso di un esperto riparatore di automobili e che lavora sotto i diretti ordini di Dick Roman. Dopo essersi recato al Sioux Falls General Hospital affronta i Winchester a casa di Bobby e apparentemente viene ucciso da un macchina, ma alla fine si rialza senza nemmeno un graffio all'insaputa dei due fratelli. Per fermare il piano dei Winchester, dopo aver rapito Kevin e sua madre, cerca di uccidere il vampiro Alfa, ma viene decapitato da Sam e Dean.

Dr. Gaines[modifica | modifica wikitesto]

Il Dr. Gaines (Cameron Bancroft) è un leviatano che prende possesso di un chirurgo del Sioux Falls General Hospital. È a capo del progetto della Sucrocorp, che ha lo scopo di modificare il cibo per rendere gli umani docili e appetitosi. Dopo aver deluso Dick per essere finito su un giornale viene costretto da questi ad auto-mangiarsi.

Chet[modifica | modifica wikitesto]

Chet (Sean Owen Roberts) è un leviatano che prende possesso di un impiegato di una società di carte di credito. Dopo aver rintracciato i fratelli si reca nella loro stanza di motel per ucciderli, ma viene immobilizzato da Don Stark, un mago in debito coi Winchester. Incapace di muoversi, viene torturato da Bobby per ottenere informazioni, ma senza risultato; alla fine Bobby, esasperato, lo decapita.

Susan[modifica | modifica wikitesto]

Susan (Olivia Cheng) è un leviatano nonché assistente personale di Dick Roman. Lavora nell'azienda di Dick e apparentemente svolge le tipiche mansioni di segretaria. Dopo la morte di Dick i demoni di Crawley si sono occupati degli altri leviatani decapitandoli e rendendoli del tutto inoffensivi; si presume che anche Susan abbia fatto la medesima fine.

Vampiri[modifica | modifica wikitesto]

I vampiri sono creature notturne che per sopravvivere devono nutrirsi di sangue, specialmente quello umano. In Supernatural molti dei classici miti che accompagnano queste figure si rivelano infondati: l'unica cosa certa è che il modo migliore per ucciderli è la decapitazione. Nel corso della serie viene inoltre svelato e attuato un rituale che consente di far tornare umano un vampiro: a beneficiarne, tra gli altri, lo stesso Dean.

Alfa[modifica | modifica wikitesto]

Il Vampiro Alfa (Rick Worthy) è il primo della sua specie, colui che ha dato vita alla stirpe, ed è uno dei figli di Eve. Non è chiaro quanto sia antico, ma da una sua frase si presume che esistesse già dai tempi della preistoria: «Mentre voi vi radunavate attorno a un fuoco per la prima volta, io ero già lì che mi nascondevo nell'oscurità». Viene menzionato per la prima volta nella sesta stagione, dove lo si intravede brevemente, ma la sua prima apparizione ufficiale avviene quando viene catturato dal nonno di Sam e Dean, dal quale successivamente riesce a scappare. Nella settima i fratelli Winchester vanno a cercarlo perché hanno bisogno del suo sangue, che combinato con quello di Crowley, con quello di Castel e l'osso di un essere umano retto, può dare vita all'unica arma che può uccidere il capo dei Leviatani Dick Roman; in tale occasione rivela di essere l'unico Alfa rimasto in vita, dato che Crowley e Castiel li hanno uccisi tutti. Nonostante le iniziali ostilità, decide di dare il suo sangue ai fratelli Winchester capendo che i Leviatani sono troppo pericolosi. Riapparirà nella dodicesima stagione quando Sam lo ucciderà sparandogli alla testa con la Colt.

Lenore[modifica | modifica wikitesto]

Lenore (Amber Benson) è un vampiro che Dean e Sam incontrano per la prima volta nella seconda stagione, dove viene catturata dal cacciatore Gordon Walker nonostante lei non voglia fare del male a nessuno; Gordon le fa bere del sangue per dimostrare ai Winchester che Lenore è solo un mostro, ma Dean nota che la ragazza ha il pieno controllo delle sue pulsioni, quindi aggredisce Gordon mentre Lenore si mette in salvo. Riappare nella sesta stagione quando subisce il potere di Eve, che cerca di asservirla alla sua volontà; Lenore supplica Dean e Sam di ucciderla, ma è Castiel ad esaudire la sua richiesta.

Gordon Walker[modifica | modifica wikitesto]

Gordon Walker (Sterling K. Brown) è un cacciatore di vampiri i cui metodi lo fanno scontrare più volte con i fratelli Winchester. Quando aveva diciotto anni un vampiro si introdusse in casa sua e rapì sua sorella: Gordon scappò di casa, imparò come combattere, cacciare e uccidere i vampiri e trovò quello che aveva preso sua sorella, scoprendo che l'aveva trasformata e ritrovandosi costretto ad ucciderla. Questo evento marcò per sempre il suo odio nei confronti dei non morti. Ad un certo punto della sua carriera da cacciatore incontrò John Winchester ed Ellen Harvelle. Viene introdotto nella seconda stagione quando incontra Dean e Sam durante una caccia. Inizialmente Dean lega con Gordon, condividendo l'odio assoluto per ogni mostro, ma arrivano presto le incomprensioni quando i fratelli si rendono conto della sua sete di sangue e dei suoi metodi disumani (Gordon cattura e tortura un vampiro pur sapendo che si tratta di uno che non si nutre di sangue umano). Dean e Gordon si scontrano, lo lascia legato ad una sedia e libera il vampiro. Successivamente, durante un esorcismo, Gordon scopre della guerra demoniaca che sta per iniziare, dei bambini speciali di Azazel e dei poteri di Sam. Sempre nella seconda stagione uccide Scott Carey, rintraccia Sam e cerca di ucciderlo; quando Dean interviene per salvarlo, Gordon lo stordisce e lo lega per usarlo come esca in una trappola per Sam. Quest'ultimo riesce ad evitare la trappola e a salvare il fratello; Sam aveva inoltre chiamato la polizia e quando Gordon inizia a inseguirli sparando loro addosso viene subito arrestato. Nella terza stagione Gordon viene mostrato in prigione, mentre cerca di convincere un cacciatore a uccidere Sam Winchester, che, a causa dei suoi poteri, considera un mostro. Riesce infine a ad evadere ma viene catturato e trasformato in un vampiro. Ancora convinto di aver il dovere, in quanto cacciatore, di uccidere Sam, organizza un'altra trappola, usando una ragazza come esca. Nello scontro Sam lo decapita con una garrota improvvisata.

Benny Lafitte[modifica | modifica wikitesto]

Benjamin "Benny" Lafitte (Ty Olsson) è un vampiro,nel corso della ottava stagione, che aiuta Dean a fuggire dal Purgatorio riuscendo anch'egli a tornare sulla Terra. In passato faceva parte di una compagnia di pirati-vampiri che vivevano vicino alla costa o in isole e uccidevano i navigatori. Era stato ucciso dal suo creatore dopo che aveva deciso di lasciare la compagnia per Andrea, la sua amata, vampirizzata a sua insaputa dopo la sua morte. Una volta tornato dal Purgatorio uccide il suo creatore e Andrea, che voleva continuare la vita da saccheggiatrice. Troverà quindi una sua nipote e proverà a rifarsi una vita, ma sarà seguito da Martin Creaser su ordine di Sam perché lo crede responsabile di alcune morti. In realtà le morti erano opere di un vampiro che aveva creato in passato. Insieme a Dean lo troverà e ucciderà, ma Martin rimane convinto della sua malafede: pertanto rapirà la nipote per trarlo in trappola ma il vampiro lo ucciderà. Sarà poi rintracciato da Dean, che gli chiederà di morire per andare nel Purgatorio e salvare Sam e Bobby, rimasti bloccati li, per poi riportarlo indietro attraverso Sam, proprio nello stesso modo in cui è fuggito insieme a Dean la prima volta. Deciderà di aiutare ancora l'amico fraterno facendosi uccidere e andando a salvare il giovane Winchester. Il gruppo sarà attaccato dai suoi ex compagni pirati e Benny deciderà di sacrificarsi per permettere a Sam e Bobby di scappare. Sam però capisce che in realtà Benny non è voluto tornare perché la sua esistenza terrena non aveva più senso, dato che sia vampiri che umani non lo accettavano più; Sam ammette comunque di aver sbagliato a giudicarlo.

Andrea Kormos[modifica | modifica wikitesto]

Andrea Kormos (Athena Karkanis) è la donna di cui Benny si innamorò. Originaria della Grecia, Benny per stare con lei decise di abbandonare la sua congrega di vampiri, ma il suo maestro vampiro, il Vecchio, lo vide come un tradimento e fece uccidere entrambi. Quando Benny torna in vita cerca di vendicare la sua amata, ma scopre che Andrea è diventata un vampiro e che è fedele al Vecchio. Benny uccide il Vecchio e cerca di convincere Andrea a scappare con lui, ma Andrea ormai ama vivere come un vampiro e Dean la uccide.

Altri[modifica | modifica wikitesto]

Jessica Lee Moore[modifica | modifica wikitesto]

Jessica Lee Moore (Adrianne Palicki) è stata la ragazza di Sam per due anni all'Università di Stanford, ma nonostante ciò non era a conoscenza dell'occupazione della sua famiglia. Sam aveva intenzione di chiederle di sposarlo ma viene uccisa dal demone Brady, che collaborava con Azazel: la sua morte lo porta a riunirsi a suo fratello nella ricerca del padre e nella caccia al sovrannaturale. Successivamente appare in realtà alternative o in sogni o visioni di Sam.

Bela Talbot[modifica | modifica wikitesto]

Abbie "Bela" Talbot è interpretato da Lauren Cohan. Inizialmente Bela non è stata molto amata dal pubblico: i fan la trovavano fuori luogo perché non era adeguatamente legata alla trama generale, ed era troppo avida ed egoista per riscattarsi e diventare un'alleata di Sam e Dean. Tuttavia nell'episodio della sua morte molti spettatori che in precedenza non amavano il personaggio si sentivano dispiaciuti per lei a causa del suo passato e della fine che ha fatto.

Abbie è nata in una famiglia ricca nel Regno Unito intorno al 1983; da bambina suo padre abusava di lei, così quando da adolescente incontrò un demone del crocevia gli vendette l'anima, in cambio della morte dei suoi genitori in un incidente stradale.

Successivamente ereditò la loro fortuna, cominciò a farsi chiamare Bela, e divenne una ladra di oggetti occulti.

A un certo punto incontrò il cacciatore Bobby Singer e lo aiutò a impadronirsi di un amuleto a Flagstaff; successivamente si recò in Medio Oriente.

Terza stagione

Bela a un certo punto tornò negli Stati Uniti dove assunse due criminali per rubare una zampa di coniglio maledetta da un contenitore di proprietà del cacciatore John Winchester. In quest'occasione conobbe i figli di John, Sam e Dean Winchester.

Bela avrebbe avuto altri incontrì con i fratelli, in cui avrebbe sempre cercato di lucrare sul soprannaturale, e il suo comportamento avido disgustò tanto Dean che quando la ragazza venne minacciata da un fantasma vendicativo, lui propose di abbandonarla.

Alla fine i Winchester ebbero bisogno di lei perché, possedeva una radice che avrebbe potuto far uscire Bobby dal coma in cui era caduto e Bela accettò di aiutarla sostenendo che voleva ricambiare Bobby per averle salvato la vita.

In realtà, era stata contattata da Lilith, che le aveva detto che se avesse rubato la Colt per lei, sarebbe stata liberata dal suo contratto. Tuttavia dopo che ebbe consegnato la pistola a Crowley, lui le disse che doveva anche uccidere Sam.

Sam e Dean hanno cercarono di rintracciare Bela in modo da poter recuperare la Colt per salvare Dean ma lei riuscì a fuggire; alla fine venne rintracciata da Rufus Turner un vecchio amico di Bobby.

Quando i due riuscirono a riprendersi la Colt li chiamò in lacrime, e chiese loro di aiutarla, e sebbene loro rifiutassero dicendo che era troppo tardi, diede loro informazioni vitali su Lilith per avere una vendetta postuma su di lei.


Pochi istanti dopo, i segugi infernali la raggiunsero. È implicito che sia stata uccisa e che la sua anima sia stata portata all'Inferno, dove verrà torturata fino a diventare un demone.

Tessa[modifica | modifica wikitesto]

Tessa (Lindsey McKeon) è una Mietitrice che Dean incontra per la prima volta nella seconda stagione: reduce da un incidente stradale causato da dei demoni, Dean stava per morire e Tessa aveva il compito di accompagnarlo nell'aldilà, ma Azazel usa i suoi poteri per salvare il cacciatore. I fratelli Winchester rivedono la mietitrice nella quarta stagione salvandola dall'attacco del demone Alastair, che voleva ucciderla per spezzare uno dei sigilli della gabbia di Lucifero. Quando Dean entra in uno stato di trance incontra nuovamente Tessa e le chiede di fargli incontrare il suo capo, Morte: quest'ultimo fa sì che Dean diventi lui stesso la morte per un giorno e Tessa gli fa da assistente, facendogli capire l'importanza che la morte ha per l'equilibrio dell'universo. Nella nona stagione Metatron prende il controllo del Paradiso, rendendo l'accesso difficile per molte anime, e Tessa si rammarica nel sentire il loro dolore: quando si rende conto di non avere più motivo per vivere, si toglie la vita facendosi pugnalare da Dean con la Prima Lama.

Victor Henricksen[modifica | modifica wikitesto]

Victor Henricksen (C. Malik Whitfield) è l'agente dell'FBI incaricato dell'arresto dei fratelli Winchester dalla rapina in banca nella seconda stagione. Continua a cercarli finché non riesce a catturarli e a rinchiuderli in una cella della stazione di polizia di un piccolo paese, in attesa che vengano portati via. La città viene però invasa da demoni in cerca di Sam e Dean e quando la stazione di polizia viene circondata Henricksen scopre la loro vera identità di cacciatori. Non potendo fare altro che credere alle loro parole, Henricksen accetta di lasciarsi aiutare dai Winchester, che riescono ad annientare i demoni con un esorcismo di massa in filodiffusione. Sam e Dean lasciano la città con la complicità dell'agente, che mentirà ai suoi superiori dicendo che sono morti nell'esplosione dell'elicottero e di loro non è restato nulla. Poco dopo nella stazione di polizia entra Lilith, nelle vesti di una bambina, che tortura e uccide tutti i presenti, compreso Henricksen. L'agente appare inoltre quando Lilith rompe uno dei sessantasei sigilli, quello che causa l'ascesa dei testimoni: egli è infatti una delle anime la cui morte è stata causata da un evento paranormale che attaccano Sam e Dean.

Pamela Barnes[modifica | modifica wikitesto]

Pamela Barnes (Traci Dinwiddie) è una sensitiva molto dotata amica di Bobby. Appare per la prima volta nella quarta stagione quando l'anziano cacciatore la chiama per scoprire che cosa sia successo a Dean, che in qualche modo è riuscito a scappare dall'Inferno. Durante una seduta spiritica entra in contatto con colui che ha salvato Dean, Castiel, ma quando cerca di vedere il suo volto i suoi occhi s'infiammano e lei resta permanentemente cieca. Le sue abilità psichiche, tuttavia, sembrano aumentare con la cecità e i Winchester le chiedono il suo aiuto per sottoporre Anna Milton a ipnosi e scoprire il suo passato. Pamela aiuta nuovamente Sam e Dean a creare della proiezioni astrali di loro stessi nella quarta stagione, occasione in cui la sensitiva viene ferita a morte da un demone. I fratelli la rincontrano un anno più tardi in Paradiso, dove sembra aver trovato pace e serenità.

Chuck Shurley[modifica | modifica wikitesto]

Chuck Shurley (Rob Benedict), conosciuto anche con lo pseudonimo Carver Edlund, è l'autore della serie di romanzi Supernatural, che racconta tutto ciò che i fratelli Winchester hanno vissuto a partire dal loro riavvicinamento nel 2005.

Quando Sam e Dean trovano per caso uno dei suoi libri in una fumetteria, si recano a casa sua per chiedergli della sua apparente onniscienza e Castiel, successivamente, rivela che Chuck è un profeta e che il suo lavoro è destinato a diventare un vangelo, il Vangelo dei Winchester; è inoltre protetto dall'arcangelo Raffaele. In quanto autore dei libri, partecipa alla prima convention dei fan della serie, alla quale vengono invitati anche Sam e Dean. In un episodio della quinta stagione narra la storia dell'Impala mentre scrive quello che accade nell'episodio sul suo portatile e rivela inoltre a Dean dove avverrà l'incontro tra Lucifero (Sam) e Michele (Adam). Alla fine dell'episodio, Chuck sorride e svanisce nell'aria, lasciando pensare che egli possa essere in realtà qualcosa di più di un profeta. Ricomparirà nella decima stagione, dove si congratula con alcune studentesse che avevano messo in piedi una recita basata sui suoi libri.

Successivamente ricompare nelle ultime puntate dell'undicesima stagione, dove richiama Metatron rivelandogli di essere Dio e molte altre cose, come il significato della vita e il perché non si sia fatto mai vedere dagli umani. Metatron resta sconcertato nello scoprire che Egli ha abbandonato gli umani, la sua creatura prediletta, soltanto a causa della delusione dovuta alla distruzione della natura da parte di coloro che Lui stesso ha creato e, dopo aver scritto assieme al suo antico scriba la sua autobiografia (il cui finale commuove Metatron), viene convinto a dare una mano ai Winchester, gli unici che gli sono sempre stati a cuore: accende quindi l'amuleto di Sam, in grado di rilevare la sua presenza, e successivamente scaccia la nebbia che l'Oscurità, vale a dire sua sorella Amara, usava per far impazzire gli umani; riporta quindi in vita tutte le persone morte a causa sua e appare di fronte a Dean e Sam dicendogli che dovranno parlare[12][13]. Nel finale di stagione viene ferito mortalmente da sua sorella durante il piano organizzato insieme ai Winchester, Crowley, Rowena e Castiel (posseduto da Lucifero, col quale si riconcilia grazie ai due fratelli) ma alla fine Dean riesce a far riappacificare le due divinità, che si congedano assieme dal mondo.

Ricompare nell'ultimo episodio della quattordicesima stagione quando fornisce ai Winchester un'arma per uccidere Jack: quando tuttavia Dean si rende conto di non poter uccidere il giovane, Chuck si infuria e Sam capisce che la loro vita non è stata altro che un suo personale show televisivo; Chuck uccide quindi Jack e scatena sulla Terra le anime infernali.

Nella quindicesima stagione si ricongiunge a sua sorella Amara, essendo stato ferito da Sam e non essendo quindi completo, per avere aiuto contro i Winchester.

Becky Rosen[modifica | modifica wikitesto]

Becky Rosen (Emily Perkins) è la più grande fan di Supernatural, la serie di romanzi scritti da Chuck sulla vita dei fratelli Winchester.
Nella quinta stagione Chuck la usa come tramite per mandare dei messaggi a Sam e Dean e successivamente si finge lei stessa Chuck per attirarli alla prima convention di Supernatural; nello stesso episodio inizia una storia col profeta e rivela ai fratelli che la Colt è nelle mani di Crowley.
Torna poi nella settima stagione quando un demone degli incroci le offre un siero per far innamorare Sam; l'effetto però è solo temporaneo e Becky cerca l'aiuto del demone, il quale le offre venticinque anni di tempo in cambio dell'amore del cacciatore. Becky tuttavia, pentita di quanto ha fatto, si allea con i Winchester per intrappolare il demone e quando l'aiutante di quest'ultimo sta per uccidere Sam Becky lo uccide. In quel momento arriva Crowley che, deluso dal comportamento del demone, lo uccide e annulla tutti i suoi patti; Sam ottiene l'annullamento del matrimonio e consiglia a Becky di essere se stessa e prima o poi troverà la persona giusta.
Ricompare nella quindicesima stagione quando, dopo essersi rifatta una vita e aver messo su famiglia mantenendo comunque il suo amore per Supernatural (che addirittura è riuscita a trasformare in un lavoro), viene avvicinata da Chuck per avere conforto: la donna gli suggerisce di riprendere a scrivere ma dopo aver bocciato la sua prima bozza Chuck ne scrive una molto più oscura; Chuck le rivela quindi la sua vera identità e la fa sparire assieme alla sua famiglia, per poi continuare a scrivere la nuova fine che ha in mente per i Winchester.

Lisa Braeden[modifica | modifica wikitesto]

Lisa Braeden (Cindy Sampson) è una ex fidanzata di Dean. È rimasta incinta di suo figlio Ben quando era ancora giovane e fa la sua prima apparizione nella terza stagione quando Dean si reca da lei nella città di Morning Hill per rivederla, rimanendo stupito di sapere che è diventata madre e sospettando che il piccolo Ben possa essere suo figlio, ma Lisa lo rassicura confermandogli che non è suo. Sempre nello stesso episodio affrontano e sconfiggono un demone Changeling e alla fine Lisa chiede a Dean di rimanere con lei e Ben, ma il maggiore dei Winchester rifiuta perché ha una missione da compiere. Nella quinta stagione Dean decide a malincuore di allearsi con l'arcangelo Michele, cosa che lo avrebbe obbligato a uccidere Sam, e dunque va a trovare Lisa confidandogli che tutte le volte che pensa a un futuro felice pensa a lei e Ben. Nell'ultimo episodio della stagione Dean riesce a intrappolare Sam-Lucifero e Adam-Michele nel sigillo e decide di chiudere con la vita del cacciatore; per questo torna da Lisa e Ben per cominciare una vita normale. All'inizio della sesta stagione Lisa e Ben conducono una vita felice e serena con Dean, ma Sam (uscito dalla trappola) offre al fratello la possibilità di tornare a fare il cacciatore con lui. Dopo un iniziale rifiuto Dean rivaluta l'offerta del fratello: Lisa comprende il suo desiderio e lo lascia andare. Successivamente Dean vede che Lisa, stanca del loro rapporto a distanza, ha iniziato a frequentare un altro uomo. I demoni di Crowley, per colpire Dean, uccideranno il fidanzato di Lisa e le faranno del male; Castiel le salva la vita ma Dean, per evitare che cose del genere si ripetano, gli chiede di togliere loro tutti i ricordi che hanno su di lui. L'angelo lo fa e pertanto quando madre e figlio vedono Dean non lo riconoscono.

Jody Mills[modifica | modifica wikitesto]

Jody Mills (Kim Rhodes) è lo sceriffo di Sioux Falls, la città natale di Bobby. Inizialmente ostile a quest'ultimo, che considera l'ubriacone della città, cambia idea quando scopre il suo vero lavoro: dopo che suo figlio uccide suo marito a causa della trasformazione in zombie, aiuta infatti Bobby e i Winchester a uccidere gli altri non morti. Nella sesta stagione distrae un agente dell'FBI che stava indagando su Rufus e, mentre è ricoverata in ospedale, avverte Bobby che i Leviatani hanno preso il controllo della struttura; è inoltre lei a scoprire per caso che il borace riesce a corrodere la pelle di questi mostri. Nella settima stagione chiama Sam e Dean per un caso e li a far tornare quest'ultimo nel presente; successivamente i due le affiderano Alex, una ragazza che ha sempre vissuto con un gruppo di vampiri per fare da esca, e Claire Novak, la figlia del tramite di Castiel che, dopo la scomparsa del padre, ha preso una brutta strada. Le tre, nonostante le difficoltà, diventeranno una vera e propria famiglia. Nella dodicesima stagione aiuta di nuovo i Winchester contribuendo allo smantellamento del quartier generale degli Uomini di lettere inglesi uccidendo il loro capo, la dottoressa Hess. Nella tredicesima stagione, dopo aver aiutato di nuovo i Winchester, forma un gruppo di cacciatrici composto da lei, Alex, Claire, Patience Turner (nipote della sensitiva Missouri Mosely, da cui ha ereditato i suoi poteri divinatori) e Donna Hanscum (sceriffo di Stillwater, in Minnesota, e specializzata nella caccia ai vampiri). Nella quattordicesima stagione aiuta di nuovo i due fratelli a rintracciare la Kaia della dimensione oscura, la cui lancia si rivela in grado di ferire l'arcangelo Michele, senza tuttavia riuscire a entrare in possesso dell'arma.

Ellie Visyak[modifica | modifica wikitesto]

Ellie Visyak (Kim Johnston Ulrich) è una ex fidanzata di Bobby nonché una rinomata studiosa. Fa la sua prima apparizione nella sesta stagione quando Bobby suggerisce a Dean di chiedere il suo aiuto per sconfiggere i draghi, in quanto Ellie è molto ferrata sull'argomento: la donna, infatti, dona al cacciatore una spada bagnata col sangue di drago visto che è l'unica cosa che può ucciderli. Successivamente Bobby scopre che Ellie è una creatura del Purgatorio e cerca di proteggerla da Crowley e Castiel per sapere come si aprono le porte del mondo da cui proviene; la donna tuttavia rifiuta la gentilezza, pensando di potersela cavare da sola, ma Castiel la rapisce. Crowley poi la uccide, dopo averla torturata facendosi dire come aprire le porte del Purgatorio, ed Ellie muore tra le braccia di Bobby.

Non è chiaro che tipo di creatura soprannaturale Ellie sia, ma sembra che sia molto potente visto che a suo dire il suo potere era paragonabile a quello di Crowley.

Frank Devereaux[modifica | modifica wikitesto]

Frank Devereaux (Kevin McNally) è un esperto di computer in debito con Bobby che per questo aiuta Sam e Dean coi Leviatani. I Winchester gli affidano i numeri lasciati loro da Bobby sul letto di morte per scoprire i piani dei Leviatani e Frank riesce a scoprire che si tratta di coordinate che riportano a un appezzamento di terreno acquistato proprio dall'azienda di Dick Roman; chiama quindi i Winchester per rivelargli ciò che aveva scoperto ma quando i due arrivano alla sua roulotte la trovano sottosopra e piena di sangue. Lascia quindi le informazioni criptate per Sam e Dean nel suo hard-disk, che viene consegnato loro da Charlie.

Kevin Tran[modifica | modifica wikitesto]

Kevin Tran (Osric Chau) è un giovane molto brillante che viene scelto come profeta.
Nella settima stagione viene spinto a guidare la macchina di sua madre fino al manicomio in cui si trova Castiel e dove Sam e Dean hanno preso il Verbo di Dio, che riesce a rubare, ma viene poi fermato da Sam e Meg. Due angeli cercano quindi di rapirlo per portarlo nel deserto ma Meg ne uccide uno per salvare la vita di Castiel e così l'altro acconsente a lasciargli terminare la trascrizione del Verbo lì dove si trova. Finita la traduzione viene portato a casa, dove viene rapito dai Leviatani assieme alla madre e costretto a tradurre la tavola anche per i mostri fuggiti dal Purgatorio: Kevin cerca di fuggire dall'edificio in cui lo hanno rinchiuso ma viene prima fermato dalla segretaria di Dick Roman e poi rapito da Crowley.
Il re degli Inferi porta a Kevin una seconda tavola che parla dei demoni, ma proprio grazie a questa riesce a scappare uccidendo i due demoni che lo tenevano prigioniero e ingannando Crowley. Si mette quindi in contatto con Sam e Dean, che arrivano in suo aiuto prima che Crowley irrompa nella chiesa e uccida la sua ex ragazza. Con l'aiuto dei Winchester e della madre s'impegnenerà a tradurre la tavoletta, in quanto questa può rivelare come chiudere per sempre le porte dell'Inferno; dopo estenuanti mesi di impegno scopre che per farlo è necessario completare tre prove: bagnarsi col sangue di un Cerbero, salvare un'anima buona dall'Inferno e redimere un demone. Durante l'impresa sua madre sarà uccisa da Crowley e si accorgerà che Metatron è un impostore, non trovando alcun riferimento a prove per chiudere il Paradiso.
Proverà poi ad andarsene dal bunker dei Winchester e a rifarsi una vita, ma tramite una macchina dei Letterati si accorgerà che nel mondo stanno cadendo migliaia di angeli a causa dell'incantesimo di Metatron: deciderà dunque di rimanere ad aiutare i Winchester a invertire l'incantesimo visto che, come gli fa notare Dean, sono l'unica famiglia che gli rimane. Sarà ucciso dall'angelo Gadreel, mentre possiede Sam, su ordine di Metatron.
Nella tredicesima stagione compare il Kevin della dimensione alternativa aperta da Jack: il giovane profeta è alle dipendenze dell'arcangelo Michele e cerca di realizzare un incantesimo per aprire un nuovo varco, che però verrà sfruttato da Lucifero. Successivamente proverà a prendere la vita di Jack, Mary e altri capi della resistenza umana fatti prigionieri facendosi esplodere con un incantesimo.
Ricompare nella quindicesima stagione tra le anime fuggite dall'Inferno dopo che Chuck ne ha aperto le porte: in questa occasione rivela ai Winchester di non essere stato mandato in Paradiso ma appunto all'Inferno e, dopo averli aiutati, decide di vagare per sempre sulla Terra pur di non tornare all'Inferno.

Amelia Richardson[modifica | modifica wikitesto]

Amelia Richardson (Liane Balaban) è una veterinaria che cura un cane investito da Sam. I due cominciano a uscire e vivere insieme durante la permanenza di Dean in Purgatorio. Quando suo marito, dato per disperso in guerra, torna a casa, Sam sceglie di lasciarla definitivamente, nonostante l'ami, decidendo di continuare con la vita del cacciatore insieme al fratello.

Eva[modifica | modifica wikitesto]

Eva (Julia Maxwell) è l'essere che ha generato molte delle creature sovrannaturali esistenti, dalle quali è appunto chiamata "madre". Viene menzionata per la prima volta nella sesta stagione quando l'Alfa dei vampiri rivela di essere stato creato da lei; in seguito alcuni suoi figli, i draghi, riescono a farla uscire dal Purgatorio. A causa di un verme parassita creato da lei, Bobby uccide Rufus. Castiel, Dean, Sam e Bobby scoprono quindi che per ucciderla sono necessarie le ceneri di una fenice, che riescono a procurarsi tramite un viaggio nel tempo, giungendo all'epoca del Far West. Eva cerca poi di trasformare il genere umano in mostri ibridi pertanto Castiel, Bobby e i fratelli Winchester cercano di fermarla; l'angelo, tuttavia, non riesce a usare i suoi poteri perché la sola presenza di Eva li sopprime. Eva spiega poi che sta cercando di creare un esercito per contrastare Crowley, che sta torturando i suoi figli per avere informazioni sul Purgatorio. Dopo che i suoi servi catturano i fratelli Winchester e i loro amici, Eva prende le sembianze di Mary Winchester e morde Dean, ma questi aveva ingerito le ceneri della fenice e così facendo la uccide.

Billie[modifica | modifica wikitesto]

Billie (Lisa Berry) è una mietitrice che ha preso il posto di Morte dopo la sua dipartita per mano di Dean. Non nega di provare astio per i fratelli Winchester, che troppe volte hanno ingannato la morte rischiando di stravolgere l'equilibrio dell'universo. Quando Dean e Sam verranno catturati dal governo venendo rinchiusi dentro a delle celle per più di un mese, i due fratelli accetteranno di morire grazie a Billie, temporaneamente, facilitando così la loro fuga, ma in cambio Billie pretende che uno di loro la segua in Paradiso senza più far ritorno nel mondo dei vivi, ma Castiel la uccide annullando il patto. In realtà Billie è ancora viva prendendo il posto di Morte a tutti gli effetti.

Rowena[modifica | modifica wikitesto]

Rowena MacLeod (Ruth Connell), nata col nome Raggedy Ann, è la madre di Crowley ed è una strega molto potente. Appare per la prima volta nella decima stagione.
Venne cacciata dalla grande congrega delle streghe circa trecento anni prima degli eventi attuali perché la sua magia era considerata troppo pericolosa: grazie ad essa è rimasta giovane nel corso dei secoli e dispone di poteri elevatissimi, tanto da mettere in difficoltà persino Castiel, che afferma con orgoglio essere un talento naturale.
Non prova nessun affetto per suo figlio, tanto da affermare di averlo concepito durante un'orgia e di aver tentato di barattarlo da bambino per tre maiali; successivamente gli confessa di odiarlo perché le ricorda la debolezza che comporta l'amore. L'unica persona verso la quale abbia mai provato affetto è stato il figlio della famigliola polacca che la accolse dopo la cacciata dalla congrega e al quale donò l'immortalità; verrà tuttavia costretta ad ucciderlo come parte del rituale per liberare Dean dal Marchio di Caino contenuto nel Libro dei Dannati, che solo lei è in grado di leggere e interpretare grazie agli appositi strumenti (un codice di lettura e il decodificatore ideato da Charlie).
Nella decima stagione ritorna in circolazione con lo scopo di fondare una propria congrega magica per vendicarsi dei torti subìti, ma quando scopre che suo figlio è diventato il Re degli Inferi dopo essere stata da lui catturata comincia a vivere a corte tentando di manipolarlo facendogli credere che ogni suo sottoposto e soprattutto i Winchester (che la incrociano proprio per fermare la sanguinosa ascesa sua e delle sue nuove accolite) sono pronti a farlo fuori. Dopo aver scoperto i suoi inganni, Crowley la caccia minacciandola di morte qualora dovesse tentare di nuovo di ostacolarlo.
Nell'undicesima stagione viene costretta a collaborare di nuovo con suo figlio e i Winchester in modo che Sam possa parlare con Lucifero, intrappolato nella sua gabbia all'Inferno, per trovare un modo per fermare l'Oscurità, rilasciata sulla Terra dopo aver sciolto il Marchio: la strega aiuta il diavolo ad evadere ma questi, una volta preso possesso del corpo di Castiel, le spezza il collo. Grazie ad un incantesimo di resurrezione torna in vita e cercherà di vendicarsi del suo assassino, arrivando addirittura ad aiutare Amara a riprendersi dall'attacco che le hanno sferrato gli angeli.
Nella dodicesima stagione Rowena scopre che Lucifero ha preso possesso del cantante Vince Vincente e questi, essendo l'unica che può rispedirlo all'Inferno, la schiavizza ancora una volta; la strega riesce tuttavia a indebolirlo con un incantesimo che, nei piani del diavolo, avrebbe dovuto rendere più forte il suo tramite e a farlo finire nelle profondità oceaniche. Lucifero si salverà e riacquisterà parte dei suoi poteri grazie ad una sua piuma, usata per uno pseudo-rituale satanico da due ragazzi; in collaborazione coi Winchester la strega libererà il presidente degli Stati Uniti Jefferson Rooney dal controllo di Lucifero ma Crowley riesce a modificare l'incantesimo che avrebbe dovuto rispedirlo nella gabbia e a reinserirlo nel suo vecchio tramite, modificato per essere assoggettato al suo potere; Lucifero riuscirà nuovamente a fuggire e, nell'ultimo episodio della stagione, ucciderà la strega bruciandola viva dopo averla brutalmente picchiata.
Nella tredicesima stagione ritorna da Sam e Dean, rivelando di essersi salvata grazie ad un altro incantesimo di resurrezione, e li aiuta a recuperare il Grimorio Oscuro, un potente manuale di magia oscura sottratto loro da due sorelle streghe; per questo motivo Sam le concederà di prendere le pagine contenenti un incantesimo con cui aumentare i suoi poteri, anche perché la strega gli rivela di aver visto il vero aspetto di Lucifero proprio come lui. In seguito aiuta i Winchester a realizzare l'incantesimo per aprire il portale per la dimensione alternativa.
Nella quattordicesima stagione Sam si rivolge a lei per cercare di salvare Jack, prossimo alla morte dopo aver perso la sua grazia: la strega spiega il motivo del malessere del ragazzo ma che non può fare nulla per salvarlo. Successivamente aiuta di nuovo i Winchester e Michele riesce a prendere possesso del suo corpo, ma Jack riesce a salvarla. Più avanti cerca di aiutare Sam e Dean a fermare Jack dopo che questi, avendo perso il controllo dei suoi poteri, ha ucciso Mary.
Nella quindicesima stagione viene chiamata dai Winchester per aiutarli con le anime fuggite dall'Inferno per opera di Chuck e, dopo aver tentato varie strade, decide di utilizzare un incantesimo suicida per assorbire le anime e confinarle di nuovo all'Inferno.

Cole Trenton[modifica | modifica wikitesto]

Cole Trenton (Travis Aaron Wade) è un ex militare che dà la caccia a Dean. Fa il suo esordio nella decima stagione, quando cattura Sam allo scopo di usarlo come esca per attirare Dean in trappola. Sam riesce poi a fuggire anche se in realtà Cole lo ha fatto scappare di proposito sperando che Sam lo portasse da suo fratello riuscendo nell'impresa. Trovato Dean lo affronta ma quest'ultimo, essendo diventato un demone a causa del Marchio di Caino, è fin troppo forte e sconfigge facilmente Cole, risparmiandogli la vita in modo che viva con la vergogna di essere stato battuto dall'uomo che ha ucciso suo padre: questo è infatti il motivo per cui Cole dà la caccia al maggiore dei Winchester, non sapendo che suo padre è stato ucciso perché si era trasformato in un mostro. Dopo aver appreso dell'esistenza dei demoni ne cattura uno e si fa dire dove trovare Dean. Una volta trovato combatte contro di lui: Dean non è più un demone ma lo sconfigge un'altra volta e gli rivela la verità mentre Sam lo convince a tornare dalla sua famiglia lasciando perdere la vendetta. Successivamente affianca i fratelli Winchester nella lotta contro alcuni vermi Khan che hanno preso possesso di alcuni suoi amici ed ex commilitoni.

Amara[modifica | modifica wikitesto]

Amara, conosciuta anche come Oscurità (Gracyn Shinyei, Yasmeene Ball, Samantha Isler, Emily Swallow), è la sorella maggiore di Dio. Compare per la prima volta nel finale della decima stagione: quando Dean si libera del Marchio di Caino grazie all'incantesimo di Rowena l'Oscurità viene rilasciata dalla sua millenaria prigionia e riversata nel mondo. Sam e Dean corrono nell'Impala e la nube nera li avvolge: qui il maggiore dei Winchester vede una donna, cioè la forma adulta di Amara, e subito i due dimostrano una forte attrazione reciproca. Successivamente l'entità prenderà possesso di una neonata, che presenta il Marchio sul petto, e crescerà rapidamente nutrendosi di anime umane; tutti coloro che entrano in contatto con la sua aura ne restano infetti e Sam, anche lui contagiato, scopre che l'unico antidoto è l'olio sacro. Crowley, notando subito le sue potenzialità, cerca di portarla dalla sua parte facendole da zio, ma quando Amara giunge alla forma di una giovane donna decide di non stare più al suo gioco e se ne va. Raggiunta la forma adulta e ritrovato Dean, gli rivela chi è in realtà e come Dio e Lucifero l'abbiano sigillata all'inizio dei tempi perché temevano la sua potenza e il suo piano, cioè creare un universo tutto suo e diametralmente opposto a quello di luce creato da Dio. Questi affiderà poi il Marchio, cioè la chiave del suo sigillo, a Lucifero, che ne verrà corrotto. Sam e Dean tenteranno di fermarla in ogni modo, ma Amara si dimostrerà in grado di resistere persino ad un attacco congiunto di demoni, angeli, streghe, cacciatori e Dio; successivamente scaccerà Lucifero dal corpo di Castiel e ferirà persino Dio, ma Dean riuscirà a placare la sua sete di vendetta e le due entità, ora riappacificatesi, se ne andranno insieme lontano. Come regalo per avergli restituito suo fratello, Amara riporta in vita Mary Winchester. Torna nella quindicesima stagione quando suo fratello Chuck, dopo aver scatenato le anime infernali contro i Winchester, la raggiunge per chiederle aiuto essendo stato ferito.

Amara è sicuramente l'entità più forte comparsa nella serie sinora: per imprigionarla Dio e Lucifero hanno dovuto combattere insieme, rivelando entrambi di esserci riusciti per un pelo, mentre successivamente si è dimostrata in grado di resistere senza eccessive difficoltà al pugnale demoniaco di Dean (spezzandolo con il solo contatto), ad un attacco angelico (da cui si riprende grazie alle cure di Rowena), all'uso di una Mano di Dio da parte di Lucifero e al sopracitato attacco di massa. Probabilmente è più vecchia della Morte, infatti quando Dean l'ha menzionata Amara afferma di non sapere cosa sia.

Donatello Redfield[modifica | modifica wikitesto]

Donatello Redfield (Keith Szarabajka) è un profeta che compare per la prima volta nell'undicesima stagione.
Prima di ottenere i suoi poteri era un professore di chimica e un ateo convinto; dopo la liberazione dell'Oscurità, tuttavia, comincia ad avere delle visioni su di lei ed è per questo che i Winchester vengono in contatto con lui, che li aiuterà in vari modi contro Amara pur perdendo la sua anima.
Nella tredicesima stagione ritrova Sam e Dean seguendo il potere di Jack e li aiuta ad allontanare Asmodeus, che voleva mettere le mani sul potere del Nephilim. Successivamente i Winchester gli si rivolgono per interpretare la tavoletta dei demoni e aprire un varco nella dimensione in cui si trovano Mary e Jack, ma Asmodeus riesce a soggiogarne la mente e a costringerlo a rivelargli tutto ciò che scoprirà. Successivamente comincerà a tradurre la tavoletta dei demoni per scoprire l'incantesimo con cui aprire il varco per la dimensione alternativa e ci riuscirà, ma il potere dell'artefatto lo corromperà: Castiel, quindi, si trova costretto ad entrare nella sua mente e, dopo aver scoperto sia la formula che il controllo su di lui del principe infernale, lo lascia in stato di morte cerebrale.
Nella quattordicesima stagione Castiel lo riporta alla normalità dopo che Dean e Sam scoprono che il suo rimanere tra la vita e la morte poteva dare vita a dei profeti degeneri e in seguito aiuta Jack ad affrontare la perdita della sua anima. Successivamente viene rapito da Nick, che iniettandogli della Grazia angelica fornitagli dai demoni lo usa come tramite per parlare con lo spirito di Lucifero e quindi mette in atto per riportare l'arcangelo in vita, che però viene sventato dai Winchester e Jack.

Jack Kline[modifica | modifica wikitesto]

Jack Kline (Alexander Calvert) è un Nephilim, figlio dell'umana Kelly Kline e di Lucifero. È stato concepito dal diavolo quando questi aveva preso possesso del corpo del presidente degli Stati Uniti Jefferson Rooney, che aveva una relazione segreta con la sua assistente Kelly.
Appare per la prima volta nell'episodio finale della dodicesima stagione quando, pochi minuti dopo la sua nascita, raggiunge l'aspetto di un adolescente seguendo il volere della madre, che sin da quando lo portava in grembo lo ha messo in guardia dai pericoli del mondo e gli ha dimostrato il suo amore spronandolo inoltre ad essere una brava persona.
I suoi poteri si manifestano già prima che venisse al mondo: dopo aver scelto Castiel come protettore della madre, infatti, lo rende in grado di uccidere col solo contatto il principe infernale Dagon; un afflato del suo potere crea un'apertura che dà accesso ad un'altra dimensione in cui i fratelli Winchester non sono mai nati e pertanto l'Apocalisse è avvenuta, portando alla nascita del regno di terrore dell'arcangelo Michele, e inoltre salva più volte la vita della madre dai suoi tentativi di suicidio.
Nella tredicesima stagione Sam e Dean decidono di portarlo con loro, sebbene quest'ultimo si dimostri inizialmente ostile al giovane data la sua origine; il minore dei Winchester, invece, si dice convinto che sia solo un ragazzo che ha bisogno di una guida e che pertanto, se indirizzato correttamente, potrà fare del bene. Dopo alcuni casi risolti assieme la fiducia reciproca si rafforza, anche perché Jack riesce a riportare in vita Castiel, ma dopo aver inavvertitamente ucciso un uomo durante una missione decide di andarsene; successivamente, dopo aver aumentato i poteri della dreamwalker Kaia, finisce nella dimensione in cui si trova Mary: i due riescono a sfuggire a Michele e a raggiungere il campo di sopravvissuti umani guidati dal Bobby di questa dimensione e Jack decide di voler fermare per sempre l'arcangelo. Successivamente si ricongiunge a Sam e Dean e conosce suo padre Lucifero; dopo un iniziale avvicinamento lo disconosce per sempre e il diavolo gli ruba la grazia, ma Dean diviene il tramite di Michele e riesce infine ad uccidere Lucifero.
Nella quattordicesima stagione cerca di superare il trauma impegnandosi per diventare un buon cacciatore; in seguito comincia ad accusare dei sintomi preoccupanti: grazie all'aiuto di Rowena i Winchester scoprono che la perdita della grazia ha rotto l'equilibrio tra la sua parte umana e quella angelica e dopo poco tale condizione gli costa la vita; con l'aiuto di Lily Sunder e il sacrificio di una parte della sua anima, tuttavia, Jack torna in vita. Quando Michele riesce ad evadere dalla mente di Dean, Jack lo affronta e riesce ad ucciderlo e a rubargli la Grazia recuperando i suoi poteri ma bruciando ciò che restava della sua anima: questo causa problemi sempre più seri finché Jack si trova costretto ad usare di nuovo i suoi poteri (che Sam e Dean gli avevano proibito di utilizzare finché non ne avesse ottenuto di nuovo il pieno controllo) per fermare Nick, che ha messo in atto un piano diabolico per tornare ad essere il tramite di Lucifero. Jack uccide Nick e poco dopo, perdendo di nuovo il controllo, uccide anche Mary: costretto alla fuga per non affrontare Sam e Dean manifesta il suo inconscio nella forma di Lucifero/Nick e, dopo essere stato manipolato da Duma per creare nuovi angeli usando gli esseri umani, viene convinto dai Winchester ad entrare in una cassa di Malak, capace di contenere anche un arcangelo: il suo inconscio gli rivela tuttavia l'inganno e Jack riesce ad evadere. Dopo aver avuto modo di parlare con Castiel, Jack viene trovato da Dean, che impugna un'arma in grado di ucciderlo fornitagli da Chuck: Jack non oppone resistenza ma Dean non riesce ad ucciderlo, pertanto Chuck stesso lo uccide rivelando che aspettava un finale diverso. Il Nephilim si sveglia quindi nel Nulla cosmico, dove viene avvicinato da Billie e un'ombra.

Fin dalle sue prime apparizioni Jack si dimostra uno dei personaggi più potenti della serie: oltre alle sopracitate caratteristiche si è dimostrato totalmente immune alle lame angeliche mentre i suoi poteri sono giunti fino nel Nulla cosmico, dove secondo Castiel nemmeno Dio ha potere; inoltre ha la capacità di ampliare notevolmente i poteri di altre entità, come dimostrato con lo stesso Castiel e in altre occasioni. Sia gli angeli che i demoni si dimostrano fin da subito fortemente intenzionati a mettere le mani sui suoi poteri, che sono ritenuti pressoché illimitati: una leggenda afferma addirittura che i Nephilim hanno la possibilità di diventare persino più potenti dell'angelo che li ha generati.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Eric Kripke Answers Fan Questions at Comic-Con, The CW Source, 19 agosto 2008. URL consultato il 18 dicembre 2009.
  2. ^ (EN) Sean Elliott, Exclusive Interview: Supernatural's Eric Kripke & Robert Singer Return Dad to the Show & a Prequel Comic, IFMagazine, 25 gennaio 2007. URL consultato il 18 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 28 luglio 2010).
  3. ^ a b Knight, Nicholas, Season 1 Companion, p.114
  4. ^ a b c Filmato audio Supernatural season 3 DVD featurette "From Legends to Reality".
  5. ^ Knight, Nicholas, (Season 3 Companion), p.105
  6. ^ Knight, Nicholas, Season 1 Companion, p.115
  7. ^ (EN) Tim Surette, TV.com Q&A: Supernatural creator Eric Kripke, .tv.com, 1º ottobre 2008. URL consultato il 1º giugno 2011.
  8. ^ Supernatural Magazine, Issue 8, "Habeus Supernatural", p.49
  9. ^ Supernatural: episodio 4x22, Lucifer Rising [Lucifero risorge].
  10. ^ a b (EN) Supernatural: Kripke, Jim Beaver and Misha Collins Speak!, The CW Source, 14 agosto 2009. URL consultato l'11 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 17 agosto 2009).
  11. ^ (EN) Robert Falconer, "Supernatural" Season 5, or Why Dean Takes Cas to a Whorehouse, Cinemaspy, 26 luglio 2009. URL consultato l'11 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2009).
  12. ^ (EN) John Kubicek, Supernatural: Is Chuck Shurley God?, Buddy TV, 14 maggio 2010. URL consultato l'11 novembre 2010 (archiviato dall'url originale il 22 maggio 2010).
  13. ^ (EN) Sandra Gonzalez, "Supernatural" season finale recap: Nothing ever really ends... does it?, Entertainment Weekly, 14 maggio 2010. URL consultato l'11 novembre 2010.