Personaggi di Magic Knight Rayearth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Magic Knight Rayearth.

Hikaru (al centro), Umi (a destra) e Fuu (a sinistra)

Questa voce raggruppa i personaggi di Magic Knight Rayearth, manga delle CLAMP e successivamente serie TV anime e OAV.

Tutti i nomi dei personaggi e dei i luoghi, con l'eccezione delle tre protagoniste, del Managuerriero Rayearth e del coniglio Mokona, derivano da nomi di automobili e case automobilistiche.[1] Nella prima edizione italiana del manga, pubblicato nel 1998 della Star Comics, molti nomi sono stati traslitterati ignorando la connessione automobilistica; nella seconda edizione dal 2010 sono stati corretti.

Il design di alcuni personaggi è stato ripreso per altre opere delle CLAMP, in particolare Angelic Layer e Tsubasa RESERVoir CHRoNiCLE.

I Cavalieri Magici[modifica | modifica wikitesto]

I leggendari Cavalieri Magici sono "straniere" (provenienti dalla Terra) chiamate dalla principessa Emeraude per salvare Cefiro. Per completare la loro trasformazione, devono trovare i tre Mashin. Si renderanno conto di combattere una battaglia di cui non sapevano nulla, quando scopriranno la vera ragione per cui sono state convocate: uccidere Emeraude. Ciò narra la leggenda, i Cavalieri Magici porranno fine alla vita della Colonna Portante di Cefiro.

Hikaru Shido[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Hikaru Shido.

Hikaru Shido (獅堂 光 Shidō Hikaru?), Luce nell'edizione italiana dell'anime (in giapponese il suo nome significa appunto "luce"), è una ragazza di 14 anni che frequenta la seconda media di una scuola normale. Il suo managuerriero è Rayearth, una specie di lupo infuocato con un corno sulla testa. Vive con i tre fratelli maggiori: Satoru, Masaru e Kaoru. I suoi poteri sono basati sul fuoco: Freccia di Fuoco, Lingue di Fuoco, Fulmine Rosso. Il suo sport è il kendo (la scherma giapponese), come pure il suo stile di combattimento. La sua spada presenta impugnatura e decorazioni rosse che, con la graduale evoluzione dell'arma, assumono una forma sempre più simile a lingue di fuoco, mentre la lama diventa gradualmente più lunga e più decorata. Solo Hikaru può toccare la sua arma che, nel caso venga toccata da qualcun altro, si trasforma in fuoco.

È doppiata da Hekiru Shiina (giapponese), Elisabetta Spinelli (italiano TV), Alessandra Karpoff (italiano VHS).

Umi Ryuzaki[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Umi Ryuzaki.

Umi Ryuzaki (龍咲 海 Ryūzaki Umi?), Marina nell'edizione italiana dell'anime (in giapponese il suo nome significa "mare"), ha 14 anni e frequenta la seconda media di una scuola per studenti figli di personaggi illustri. Il suo managuerriero è Ceres, un dragone d'acqua. Poteri: Drago d'acqua, Tornado Blu. Il suo sport è la scherma, ed adora il gelato Häagen-Dazs (nell'edizione televisiva italiana il gelato è sostituito dalla Nutella). Il suo stile di combattimento si basa sulla scherma, e anche la spada usata da Umi, man mano che si evolve, vede la propria lama diventare sempre più sottile e leggera come la sciabola da scherma, mentre le decorazioni assumono un aspetto sempre più simile alle ali di un drago. Solo Umi può toccare la propria spada, che diventa acqua per proteggersi dal tocco di altre mani.

È doppiata da Konami Yoshida (giapponese), Patrizia Scianca (italiano TV), Cinzia Massironi (italiano VHS).

Fuu Hooji[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Fuu Hooji.

Fuu Hooji (鳳凰寺 風 Hōōji Fū?), Anemone nell'edizione italiana dell'anime (il nome deriva dal greco anemos, che significa "vento", e in giapponese il suo nome significa "vento"), ha 14 anni e frequenta la seconda media di una scuola per ragazzi più intelligenti della media. Il suo managuerriero è Windam, una fenice dotata di due paia di ali. Poteri: Vento di difesa, Vento di guarigione, Turbine Verde. Il suo sport è il tiro con l'arco. La spada di Fu è leggera al tocco di Fu e pesantissima al tocco di altre persone; le sue decorazioni sono verdi, e non cambiano molto con l'evoluzione dell'arma, mentre la lama diventa sempre più lunga e larga, fino a risultare enorme in confronto alle spade di Hikaru e Umi.

È doppiata da Hiroko Kasahara (giapponese), Daniela Fava (italiano TV), Emanuela Pacotto (italiano VHS).

Cefiro[modifica | modifica wikitesto]

Cefiro (セフィーロ Sefiro?, pron. [se̞ˈɸiɾo̞]) è una terra retta dalla forza di volontà della Colonna Portante. Era meravigliosa, anche abitata da creature fantastiche, le stesse che, dopo la cattura della principessa Emeraude, Colonna di Cefiro, terrorizzano il regno. Il crollo è dovuto al vacillo della mente di Emeraude, caduta in un amore proibito con il suo sacerdote, Zagato. Dopo la morte della principessa, pianeti alieni invaderanno Cefiro per impossessarsi dell'onnipotente Sistema delle Colonne. La corona di Emeraude sceglierà la nuova Colonna, Hikaru, che abolirà quel Sistema, dando ai soli abitanti di Cefiro il compito di mantenere il loro mondo.

Il nome deriva dalla Nissan Cefiro. Nella prima edizione italiana del manga e nell'edizione Yamato è diventato Sephiro (pron. [seˈfiːro]), mentre nella seconda edizione del manga e in quella Mediaset Cefiro (pron. [ˈsɛfiro]).

Emeraude[modifica | modifica wikitesto]

Emeraude (エメロード Emerōdo?) è la Colonna Portante di Cefiro, il cui compito è mantenere la pace nel regno grazie alle sue preghiere. Essendo la principessa di Cefiro e la sua Colonna Portante, Emeraude ha il compito di pregare ininterrottamente per la pace e la stabilità di quel mondo e dei suoi abitanti, rinunciando alla propria felicità e a tutti i legami terreni. È stata allevata e cresciuta dal mago Clef, che aveva messo a sua completa disposizione due fratelli suoi allievi: lo spadaccino Lantis come guardia personale, e il sacerdote Zagato come assistente per la preghiera. L'inizio del manga coincide con la convocazione da un altro mondo di tre leggendari Cavalieri Magici, i quali dovranno uccidere Emeraude per permettere la nascita di una nuova Colonna; l'intervento dei prescelti è necessario, dal momento che nessun abitante di Cefiro può far del male alla principessa e quest'ultima non può suicidarsi. Nell'attesa dell'arrivo dei Cavalieri Magici, Emeraude si è autorinchiusa in una prigione spazio-temporale, una sorta di mare profondo dove la principessa giace all'interno di un fiore enorme. Alla fine della prima serie manga, a malincuore, i Cavalieri Magici si scagliano contro la principessa e riescono ad esaudire il suo desiderio, uccidendola (anche se nella versione Mediaset Emeraude e Zagato non muoiono, ma finiscono in un'altra dimensione).

Emeraude compare in tutti e tre i tankōbon che compongono la prima serie dell'opera: ha un ruolo importante in quanto causa scatenante di ogni evento che accade nella storia, essendo praticamente la forza motrice del mondo fantastico in cui si svolge la vicenda, Cefiro. Viene ricordata molto spesso, anche attraverso analessi, nella seconda serie manga, dal momento che la sua morte rappresenta il casus belli del prosieguo della vicenda (tre pianeti invasori dichiarano guerra a Cefiro, che sta crollando, per prenderne possesso e sostituire Emeraude come sovrano di quel mondo). Come per quasi tutti i personaggi della serie, anche il nome della principessa (che in francese significa "smeraldo", pietra preziosa richiamata dal suo abbigliamento) è un omaggio ad un'automobile: la Mitsubishi Emeraude (modello esclusivo per il mercato giapponese, lanciato nel 1992, della Mitsubishi Galant).

Newtype ha collocato Emeraude al diciottesimo posto nella classifica dei più popolari personaggi femminili delle CLAMP.[2] Lo psicologo giapponese Tamaki Saitō, nel suo studio del 2000 Sento bishōjo no seishinbunseki (戦闘美少女の精神分析? lett. "Psicoanalisi delle belle combattenti"), ha quindi sottolineato come la figura di Emeraude sia quella della classica “damigella in pericolo”, contrapposta alle tre protagoniste, Hikaru, Umi e Fuu, incarnazione del nuovo modello della bella eroina che combatte con le armi. Saitō ha individuato in Emeraude anche un altro archetipo stereotipico del mondo manga: nella sua versione adulta e cattiva, la principessa è la donna matura demoniaca, definita dallo studioso “madre fallica”, che "simbolizza un tipo di onnipotenza e di perfezione".[3]

È doppiata da Megumi Ogata (giapponese), Federica Valenti (italiano TV), Loredana Nicosia (italiano VHS).

Una versione alternativa del personaggio, con cui condivide l'anima, compare nel Regno di Jade descritto in Tsubasa RESERVoir CHRoNiCLE.

Lantis[modifica | modifica wikitesto]

Lantis (ランティス Rantisu?) è il fratello minore di Zagato, un tempo era l'unico spadaccino magico di Cefiro, ma un giorno scomparve. Ritorna su Cefiro dopo la scomparsa della principessa e si scopre che il suo unico obiettivo è quello di eliminare il sistema delle Colonne, basato su un'ingiusta legge naturale che prevede il sacrificio di una sola persona per il bene di tutto il popolo.

Il nome gli viene dalla Mazda Lantis. È doppiato da Jūrōta Kosugi (giapponese), Flavio Arras (italiano TV e VHS).

Clef[modifica | modifica wikitesto]

Clef (クレフ Kurefu?), chiamato Guruclef nell'edizione Mediaset, si occupa dell'istruzione delle ragazze appena arrivate a Cefiro, e la gestione del pianeta è nelle sue mani durante la prigionia della principessa. Ha trasmesso le sue conoscenze magiche a Zagato, Alcyone e Lantis, ed è lui che dona alle ragazze i poteri magici, anche se questi scelgono poi indipendentemente i loro padroni.

Il nome deriva dalla Mazda Autozam Clef. È doppiato da Nozomu Sasaki (giapponese), Davide Garbolino (italiano TV e VHS).

Ferio[modifica | modifica wikitesto]

Ferio (フェリオ? traslitterato Felio nella prima edizione italiana del manga) è uno spadaccino che si aggira nella Foresta del Silenzio alla ricerca dell'Escudo, dove incontra i Cavalieri Magici. Inizialmente in lieve contrasto con loro, diventa poi un alleato fedele, lui e Fuu sviluppato un rapporto romantico. Il suo obiettivo è sconfiggere Zagato per liberare Emeraude, sua sorella maggiore. Conosce la leggenda dei Cavalieri Magici, ma non sa quale mistero nasconda ed è per questo che è avverso a Zagato.

Ferio appare per la prima volta nella Foresta del Silenzio. Inizialmente, non chiare sono le sue intenzioni, ma, presto, lo spadaccino dimostra di meritare fiducia. Dichiara di voler salvare la Principessa Emeraude, Colonna Portante di Sephiro prigioniera di Zagato: quando era bambino, nel Castello aveva preso un particolare oggetto, che attirò sul piccolo l'accusa di aver rubato; Emeraude lo salvò, dicendo che era stata lei a fargli quel dono. Ferio, affezionatosi a Fuu, regala a quest'ultima il gioiello, che permetterà ai due di comunicare (il ragazzo ne ha un altro identico). Tra lo spadaccino ed il Cavaliere Magico si svilupperà un legame romantico. Il prezioso oggetto lasciatogli da Emeraude costituisce un legame tra Ferio e la Principessa, la quale tramite esso può contattarlo. Ricevuto un messaggio dalla fanciulla, il giovane ricorda improvvisamente il suo passato: egli è il fratello minore della Colonna. Quando Emeraude fu scelta per diventare colei che, con le proprie preghiere, avrebbe retto Sephiro, dovette separarsi, per gli obblighi che il suo nuovo ruolo comportava, dal piccolo Ferio. Il bambino le chiese perciò di fargli dimenticare, con i poteri di cui è dotata, la loro parentela; tale desiderio fu esaudito dalla sorella, la quale però si rifiutò di perdere anch'ella il ricordo del suo fratellino. Fuu scopre la vera identità di Ferio solo nella seconda stagione, quando, tornata a Cefiro, rivede l'amico in vesti principesche.

Nell'OAV Rayearth - Il sogno di Emeraude, Ferio è cresciuto, disegnato, perciò, con tratti diversi. Tra i malvagi invasori della Terra provenienti da Sephiro, è l'avversario di Fuu. Appare insieme ad Ascot e non è fratello di Emeraude, ruolo assunto da Aquila.

Il nome deriva dalla Honda Civic Ferio. Inoltre Nekoi ha riferito che ha i capelli verdi perché le artiste hanno una Ferio di quel colore; la cicatrice sul viso, ha aggiunto Igarashi, deriva da un graffio che ha la loro macchina sulla parte frontale.[1] Il sondaggio intrapreso dalla rivista Newtype ha visto Ferio al ventesimo posto tra i personaggi maschili più popolari delle CLAMP.[2]

È doppiato da Takumi Yamazaki (giapponese), Simone D'Andrea (italiano TV), Patrizio Prata (italiano VHS).

Presea e Sierra[modifica | modifica wikitesto]

Presea (プレセア Puresea?, traslitterato Plesea nella prima edizione italiana del manga) è la forgiatrice di armi di Cefiro. È l'unica a saper forgiare delle spade "evolutive" dall'Escudo, un mistico minerale. Ha accettato da Clef di prendersi cura di Mokona fino all'arrivo dei leggendari Cavalieri Magici. Nell'anime Presea muore a seguito di un attacco subito da un mostro durante la forgiatura delle spade, mentre nel manga rimane in vita. Ciò ha comportato una modifica nell'anime dove viene sostituita dalla sorella gemella Sierra (シエラ Shiera?), che si fingerà Presea per aiutare i Cavalieri Magici, e gli unici ad accorgersene saranno Clef (che Sierra segretamente ama), Mokona e Alcyone.

Il nome deriva dalla Nissan Presea, mentre quello della sorella dalla Nissan Sierra. Sono doppiate da Emi Shinohara (giapponese), Maddalena Vadacca (italiano TV), Jasmine Laurenti (italiano VHS).

Mokona[modifica | modifica wikitesto]

Mokona (モコナ?) è una creatura asessuata[4] simile ad un coniglio che offre alle protagoniste supporto logistico e morale durante la loro permanenza su Cefiro. Fa loro da guida nella Foresta del Silenzio per raggiungere la Fontana di Aeterna e in seguito per trovare i templi, ove riposano di Geni Managuerrieri. Il suo nome deriva dalla disegnatrice del fumetto, Mokona Apapa. È in grado di ripetere solo la sillaba Pu (diventata Po nell'edizione Mediaset). Il suo ruolo è differente nella fine del fumetto rispetto a quella dell'anime: nel manga infatti si scopre che Mokona è la divinità creatrice dell'universo e di tutti i mondi che lo compongono (la Terra, Cefiro, Autozam, Cizeta e tutti quelli visti in Tsubasa RESERVoir CHRoNiCLE). Essendo deluso dal comportamento degli esseri umani sulla Terra a causa delle continue guerre, stragi e tradimenti, decise di abbandonare il nostro mondo per crearne un altro, Cefiro, dove l'equilibrio e la pace sono mantenuti dalla forza di volontà di una sola persona e dalla magia. Alla fine accetta le condizioni di Hikaru riguardo alla sua rinuncia alla carica di colonna di Cefiro dopo averla sottoposta insieme ad Eagle alla prova finale.

Secondo le CLAMP, Mokona è il personaggio più importante della storia,[5] visto il suo ruolo di creatore di mondi. In XxxHolic Yuko rivela a Watanuki che i due Mokona Modoki sono stati creati da lei e Clow Reed dopo aver incontrato quello originale. L'aspetto di Mokona come creatore è identico a quello "normale" con la differenza che la gemma sulla fronte è gialla e possiede due paia di ali.

È doppiato da Yuri Shiratori (giapponese) e Sergio Romanò (italiano TV).

Rafaga[modifica | modifica wikitesto]

Rafaga (ラファーガ Rafāga?, traslitterato Lafarga nella prima edizione italiana del manga) è il capo delle guardie personali della principessa, dopo che Lantis è misteriosamente scomparso. Serve Zagato contro la sua volontà, ed è il miglior spadaccino di Cefiro, secondo solo a Lantis che possiede anche poteri magici. È il primo ad affrontare Zagato quando egli rapisce Emeraude, e cade vittima del suo incantesimo di soggezione.

Il nome deriva dalla Honda Rafaga. È doppiato da Yukimasa Kishino (giapponese), Fabrizio De Giovanni (italiano TV), Luca Bottale (italiano VHS).

Primera[modifica | modifica wikitesto]

Primera (プリメーラ Purimera?) è la fatina che accompagna Lantis ovunque vada, ha poteri magici curativi. È estremamente possessiva nei confronti di Lantis.

Il nome deriva dalla Nissan Primera. È doppiata da Yuri Shiratori (giapponese), Gledis Pace (italiano TV), Federica Valenti (italiano VHS).

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

Zagato[modifica | modifica wikitesto]

Zagato (ザガート Zagāto?, traslitterato in Zagart nella prima edizione italiana del manga) è il sommo sacerdote della principessa Emeraude, la Colonna Portante di Cefiro, scelto per assisterla nella sua preghiera. Era allievo del mago supremo Cleff, ed è molto potente. Ama Emeraude, che egli tiene prigioniera, mentre invia i suoi seguaci contro i Cavalieri Magici, che, protagoniste della leggenda, devono essere eliminate. L'amore proibito tra la Colonna ed il suo Sacerdote infastidisce Alcyone, che ha deciso di servire Zagato per i sentimenti romantici che prova verso di lui. Il braccio destro dell'antagonista è Innova, un lupo donatogli da Emeraude che ha assunto sembianze umane.

All'interno della storia fa credere di aver imprigionato ingiustamente Emeraude, per cui viene ucciso durante uno scontro con le protagoniste. Dopo la sua morte, Emaraude racconta loro la verità, cioè che Zagato cercava solamente di proteggerla, in quanto il vero motivo della loro convocazione a Cefiro è ucciderla. Zagato è in grado di scatenare i suoi poteri dal palmo di una mano. Il suo Managuerriero è dotato di spada con lama color nero; gli attacchi evocati dal sacerdote di Emeraude dall'interno del Genio sono "Fulmini di guerra", "Stratus".

Il nome deriva dalla carrozzeria italiana Zagato. È doppiato da Jūrōta Kosugi (giapponese), Oliviero Corbetta (italiano TV), Marco Balzarotti (italiano VHS).

Alcyone[modifica | modifica wikitesto]

Alcyone (アルシオーネ Arushiōne?) è stata allieva di Clef che le ha donato il controllo sugli elementali del ghiaccio, dei quali ella ne è la Signora. È la prima ad affrontare i Cavalieri appena giunti su Cefiro. Un tempo sacerdotessa di Emeraude, diventa poi una seguace di Zagato, del quale è innamorata.

Il nome le viene dalla Subaru Alcyone SVX. È doppiata da Yuri Amano (giapponese), Lorella De Luca (italiano TV), Patrizia Salmoiraghi (italiano VHS).

Ascot[modifica | modifica wikitesto]

Ascot (アスコット Asukotto?), al servizio di Zagato, è un evocatore di prim'ordine: i suoi mostri sono i suoi unici amici, e non si fa scrupoli ad attaccare persone innocenti, sotto gli ordini di Zagato. Nella prima serie è un bambino che vuole solo giocare, anche se a Cefiro, dove tutto è governato dalla volontà, l'età e l'aspetto esteriore non hanno senso.

Il nome deriva dalla Honda Ascot. È doppiato da Minami Takayama (giapponese), Nicola Bartolini Carrassi (italiano TV) e Debora Magnaghi (italiano TV (da bambino)), Irene Scalzo (italiano VHS).

Caldina[modifica | modifica wikitesto]

Caldina (カルディナ Karudina?, traslitterato Cardina nella prima edizione italiana del manga) è un'illusionista circense. Avida e bellissima, è agli ordini di Zagato, dal quale spera di ricavare maggior profitto possibile. Le sue origini non sono del pianeta Cefiro, ma di Chizeeta e nell'anime si esprime con l'accento tipico del suo paese (reso nell'edizione originale con quello di Kyoto, nell'edizione Yamato Video con quello emiliano).

Il nome deriva dalla Toyota Caldina. È doppiata da Yuko Nagashima (giapponese), Monica Bonetto (italiano TV), Maria Grazia Errigo (italiano VHS).

Innova[modifica | modifica wikitesto]

Innova (イノーバ Inōba?), Imago nell'edizione Mediaset, è l'assistente personale di Zagato. È in realtà un lupo magico che Emeraude donò a Zagato ed è stato reso umano da quest'ultimo. Zagato si confida solo con lui e per sconfiggere i Cavalieri Magici è pronto anche a ritornare per sempre un animale. Conosce la verità sulla leggenda dei Cavalieri Magici.

Il nome deriva dalla Honda Ascot Innova. È doppiato da Ryōtarō Okiayu (giapponese), Aldo Stella (italiano TV), Diego Sabre (italiano VHS).

Debonair[modifica | modifica wikitesto]

Debonair (デボネア Debonea?), antitesi della principessa Emeraude, è una regina malefica che vive nel lato oscuro di Cefiro, infatti, il suo castello è una versione oscura di quello dove si sono rifugiati gli abitanti del pianeta. È stata creata dalla paura degli abitanti stessi di Cefiro quando è morta la principessa. Prende Nova come sua servitrice (sebbene Nova la chiami "mamma") e sfrutta Alcyone per attaccare i Cavalieri Magici. Il suo obiettivo è prendere il controllo di Cefiro e di annientarlo.

Il nome deriva dalla Mitsubishi Debonair. È doppiata da Atsuko Takahata (giapponese), Caterina Rochira (italiano TV), Marina Thovez (italiano VHS).

Nova[modifica | modifica wikitesto]

Nova (ノヴァ?) è, insieme a sua madre Debonair, un personaggio creato esclusivamente per la seconda stagione animata, controparte malvagia di Hikaru, con cui condivide parte del character design. Nova è il lato oscuro del cuore di Hikaru, nata dalle paure e dai sensi di colpa della stessa per aver ucciso la principessa Emeraude. Regalia è il Genio Managuerriero di Nova.

Nova prova una sorta di attrazione nei confronti di Luce: è frequente l'uso del verbo "mi piaci" oppure gli atteggiamenti con cui la ragazzina si approccia al suo alter ego sono spesso equivoci. Il rapporto di unilaterale amore tra le due, le scene compromettenti sono passati sotto la censura della Mediaset. La versione integrale è stata proposta, poi, dalla Yamato Video.

Il personaggio è dotata di due spade lucenti, che può anche fondere in una sorta di boomerang. Sa usare gli incantesimi di Luce, e, dopo la cattura di Lantis, può usufruire inoltre dell'attacco fulmineo di quello.

Il nome deriva dalla Chevrolet Nova. È doppiata da Miki Itō (giapponese), Dania Cericola (italiano VHS).

I Mashin[modifica | modifica wikitesto]

Nell'edizione italiana vengono chiamati Geni Managuerrieri e sono gli spiriti protettori di Cefiro. Sono comandati dalla volontà di chi scelgono come proprio pilota. Appaiono con sembianze di imponenti bestie, ma il loro vero aspetto è quello di robot dotati di vita e coscienza propria. Riposano in una dimensione parallela, ed attendono che i Cavalieri vengano a svegliarli.

Rayearth[modifica | modifica wikitesto]

Rayearth (レイアース Reiāsu?), Mashin di Hikaru, è un robot dalle sembianze di lupo. Ha ali di fuoco ed è il genio che ha la maggior forza.

È doppiato da Hideyuki Tanaka (giapponese), Maurizio Scattorin (italiano TV), Riccardo Lombardo (italiano VHS).

Ceres[modifica | modifica wikitesto]

Ceres (セレス Seresu?, traslitterato Selece nella prima edizione italiana del manga), Mashin di Umi, è un robot dalle sembianze di drago. Ha ali di drago ed è il genio che ha la maggior velocità. Nell'edizione Mediaset viene chiamato Feres.

È doppiato da Tesshō Genda (giapponese), Tony Fuochi (italiano TV), Enrico Bertorelli (italiano VHS).

Windom[modifica | modifica wikitesto]

Windom (ウィンダム Uindamu?), Mashin di Fuu, è un robot dalle sembianze di fenice. Ha ali di piume d'uccello ed è il genio che ha la maggior capacità difensiva. È doppiato da Akio Ōtsuka (giapponese), Riccardo Lombardo (italiano TV) e Riccardo Rovatti (italiano VHS).

Regalia[modifica | modifica wikitesto]

Regalia (レガリア Regaria?) è il Mashin di Nova, creato da ella stessa e dotato di poteri eccezionali. Il suo terreno preferito è la dimensione alternativa che Nova stessa ha creato.

Autozam[modifica | modifica wikitesto]

Autozam è uno dei tre pianeti che invadono Cefiro, priva di una Colonna. Lì, tutto è automatizzato, l'energia mentale è diventata quantificabile da valori numerici, e questo ha conferito agli abitanti enormi poteri. Le macchine controllano ogni cosa nei minimi dettagli, lo stesso ordine sociale. I vantaggi legati alla totale automazione hanno portato, però, gli abitanti ad esaurire l'energia mentale. Autozam, destinato a morire, ha bisogno di una fonte di energia mentale più potente. Per questo, vuole impadronirsi del Sistema delle Colonne.

È basato sull'Occidente e il suo nome deriva dalla Mazda Autozam Clef.

Eagle Vision[modifica | modifica wikitesto]

Eagle Vision (イーグル・ビジョン Īguru Bijon?), Aquila Bianca nell'edizione Mediaset, semplicemente Aquila in quella Yamato Video, è il comandante delle forze di invasione di Autozam, un mondo dalla tecnologia avanzatissima. È un uomo raffinato ed elegante, dall'acume tattico eccezionale, ma è anche molto malato: teoricamente la sua mai precisata malattia dovrebbe averlo ucciso ben prima dell'inizio dell'invasione. Controlla le sue operazioni dall'astronave NSX. Quando scende in battaglia personalmente adopera un robot chiamo FTO (dalla Mitsubishi FTO). È un grande amico di Lantis e per lui vuole abolire il sistema che si basa sulla Colonna.

Il nome deriva dalla Chrysler Eagle Vision. È doppiato da Megumi Ogata (giapponese), Gabriele Calindri (italiano TV), Marcello Cortese (italiano VHS).

Geo Metro[modifica | modifica wikitesto]

Geo Metro (ジェオ・メトロ Jeo Metoro?), semplicemente Geo per l'edizione Mediaset, è il comandante in seconda dell'NSX. È alla guida di un robot chiamato GTO (dalla Mitsubishi GTO), una versione meno potente dell'FTO. Tiene molto ad Eagle.

Il nome deriva dalla Suzuki Geo Metro. È doppiato da Kiyoyuki Yanada (giapponese), Claudio Moneta (italiano VHS).

Zazu Torque[modifica | modifica wikitesto]

Zazu Torque (ザズ・トルク Zazu Toruku?), Zack nell'edizione Mediaset, è il meccanico dell'NSX. Sua la responsabilità del controllo di navigazione dell'astronave e sovrintende riparazioni e modifiche dei robot FTO e GTO, pur essendo soltanto un ragazzino. Ama i dolci e il sakè.

Il nome deriva dalla casa automobilistica ucraina Zaporiz'kyj avtomobilebudivel'nyj zavod (ZAZ). È doppiato da Jun'ichi Kanemaru (giapponese), Paolo Torrisi (italiano TV), Monica Bonetto (italiano VHS).

Fahren[modifica | modifica wikitesto]

Fahren è il pianeta governato dalla principessa Asuka, che ha scelto di invadere Cefiro solo per i suoi vizi. Il suo mondo fa pensare alla Cina.

Asuka[modifica | modifica wikitesto]

Asuka (阿洲花?) è la principessa di Fahren. Viziata e capricciosa, è una bambina con grandi poteri, ed è in grado di animare i suoi disegni attraverso la magia. Arriva a Cefiro a bordo di Domu, il mezzo di trasporto regale di Fahren, un nave galattica con la forma di gigantesco drago. Il suo scopo è trasformare Cefiro in un grande parco divertimenti. Nell'edizione Yamato Video, si fa riferimento a lei come all'imperatrice di Fahren.

Il nome deriva dalla Isuzu Asuka. È doppiata da Chinami Nishimura (giapponese), Emanuela Pacotto (italiano TV), Lara Parmiani (italiano VHS).

Sang Yung[modifica | modifica wikitesto]

Sang Yung (山伊 San Yun?), Piripicchio nell'edizione Mediaset, è l'assistente della principessa, che lo tratta come servo e gli fa sorbire tutte le sue crisi isteriche. È segretamente innamorato di Asuka.

Il nome gli viene dalla SsangYong Motor Company. È doppiato da Satomi Kōrogi (giapponese), Marcella Silvestri (italiano TV), Lisa Mazzotti (italiano VHS).

Chang Ang[modifica | modifica wikitesto]

Chang Ang (長庵 Chanan?) è un vecchio saggio, che puntualmente dispensa consigli alla principessa, ma non viene mai ascoltato. È doppiato da Kōhei Miyauchi (ep. 26-31) e Takkō Ishimori (ep. 31 in poi) (giapponese).

Chizeta[modifica | modifica wikitesto]

Chizeta è l'ultimo pianeta ad invadere Cefiro. È un regno molto piccolo, e Tarta, una delle due principesse, vuole ingrandirlo, come promesso al padre, conquistando Cefiro. Il mondo di Chizeta fa pensare all'India.

Tarta[modifica | modifica wikitesto]

Tarta (タータ Tāta?, traslitterato Tata nella prima edizione italiana del manga) è la minore delle due principesse gemelle di questo mondo, ed è la più esuberante. Ha il controllo del genio rosso che usa per attaccare i Cavalieri Magici di Cefiro. Si adira spesso ed è sempre la più impulsiva, a volte sgrida la sorella maggiore e la fa piangere. In preda all'ira comincia a parlare in dialetto (nell'edizione Yamato Video, il dialetto in questione è l'emiliano).

È doppiata da Aya Hisakawa (giapponese), Giusy Di Martino (italiano TV), Lorella De Luca (italiano VHS).

Tatra[modifica | modifica wikitesto]

Tatra (タトラ Tatora?) è la principessa maggiore di Chizeeta, ed è quella che ha maggior coscienza anche se sembra più svampita di sua sorella. Ha il controllo del genio blu. Entrambe arrivano a Cefiro a bordo della Bravada, l'astronave d'assalto di Chizeeta, che assomiglia ad una pentola per il curry (così viene definita da Asuka).

Il nome le viene dalla casa automobilistica ceca Tatra. È doppiata da Kikuko Inoue (giapponese), Patrizia Scianca (italiano VHS).

Geni Danzanti[modifica | modifica wikitesto]

Sono i potenti geni protettori delle due principesse (uno rosso e uno blu), che li invocano tramite una danza. Mettono a dura prova i Cavalieri Magici, ma nonostante la loro forza appaiono come due uomini muscolosi e senza cervello. Una gag ricorrente del genio blu è quella di "bersi" il "Drago degli abissi" di Umi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) CLAMP, CLAMP no kiseki, vol. 4, Tokyopop, 2005, pp. 5, ISBN 1595326081.
  2. ^ a b (JA) CLAMP人気キャラクター ランキング20 in Newtype, nº 4, Kadokawa Shoten, marzo 2010.
  3. ^ (EN) Tamaki Saitō, Beautiful Fighting Girl, tradotto da J. Keith Vincent e Dawn Lawson, Minneapolis, University of Minnesota Press [2000], 2011.
  4. ^ Nell'edizione Mediaset e nell'edizione italiana del manga, Mokona viene indicato con parole di genere maschile, mentre nell'edizione della Yamato Video con quelle di genere femminile.
  5. ^ (EN) CLAMP, CLAMP no kiseki, vol. 4, Tokyopop, 2005, pp. 4, ISBN 1595326081.
anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga