Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Personaggi de Il libro della giungla (anime)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Il libro della giungla (anime).

Di seguito vengono elencati i personaggi principali dell'anime Il libro della giungla, coproduzione italo-giapponese di Nippon Animation e Mondo TV del 1989.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Mowgli[modifica | modifica wikitesto]

Il protagonista dell'avventura. Quando era ancora bambino di 2 anni venne trovato nella foresta dell'India, mentre i suoi genitori umani che stavano lì per un'escursione morirono cadendo da un burrone (in fuga da Shere Khan), e allora venne adottato dai lupi Alexander e Luri e dove venne accettato, grazie all'aiuto di Baloo e Bagheera, dal branco. Da quel momento iniziò la sua vita nella giungla e nel corso della serie il ragazzo impara le varie leggi, le tecniche di sopravvivenza e della caccia, ma prende anche coscienza della sua natura e dei lati meno piacevoli della vita nella foresta. Ad ogni modo Mowgli si dimostrerà sempre un ragazzo coraggioso e durante la sua crescita diventerà sempre più maturo e riuscirà a guadagnarsi la fiducia di tutti i lupi i quali non sempre riusciranno ad accettarlo completamente, oltre ad accettare lui stesso il fatto di essere umano, cosa che in principio gli risulterà molto difficile. Alla fine, dopo aver eliminato Shere Khan, decide di seguire Meshua, una sua amica umana che incontra durante la serie, nel villaggio indiano, insieme a Bagheera.

Alexander[modifica | modifica wikitesto]

È il lupo-padre adottivo di Mowgli. Considerato come uno dei lupi migliori del branco ne diventa capo, insieme al già presente Akela, anche se per poco, in quanto sacrifica la sua vita per salvare Mowgli e gli altri da Shere Khan, venendo ucciso da quest'ultimo. Comunque, prima di morire, è riuscito ad insegnare al ragazzo le basi per diventare un bravo lupo; inoltre aveva chiesto a Bagheera di proteggerlo e istruirlo qualora gli fosse capitato qualcosa. Ha il pelo blu oltremare, con striature bianche sul muso. Come specie è un lupo indiano. È il migliore amico di Vermillion.

Luri[modifica | modifica wikitesto]

È la lupa-madre adottiva di Mowgli. Ha una personalità molto forte, di solito si dimostra estremamente materna, dolce e affettuosa ma sa anche essere decisa, saggia e talvolta aggressiva e in più di un'occasione dimostra di avere le doti di un capo tant'è che quando Akela diventa troppo vecchio per guidare il branco è proprio lei a prenderne il posto. Ama molto i suoi figli e anche una volta cacciati dalla tana (cosa naturale ma che comunque le viene difficile) non smette mai di aiutarli e accudirli nel momento del bisogno. Ha il pelo bianco e delle caratteristiche orecchie marroni.

Bagheera[modifica | modifica wikitesto]

Una pantera nera. Famoso in tutta la giungla per le sue doti di cacciatore, Bagheera è noto per essere un grande conoscitore degli esseri umani in quanto da cucciolo visse con loro. Il suo intervento all'inizio della serie sarà decisivo affinché Mowgli diventi parte del branco in quanto dona un bufalo da lui catturato, una scelta motivata anche dal senso di colpa per essere stato, seppur senza volerlo, il responsabile della morte dei suoi genitori. Costantemente insieme a Mowgli, anche a sua insaputa, Bagheera rende onore alla promessa fatta ad Alexander e protegge il giovane dai vari pericoli e lo aiuta a superare le mille avversità, comprese quelle interiori, che Mowgli si ritrova ad affrontare durante la sua vita da lupo e da uomo. È molto saggio e comprensivo nei confronti di Mowgli (dote che mostra quando il ragazzo ormai in preda alla disperazione per la sua natura umana si sfoga su di lui mordendolo e graffiandolo), ma sa anche essere molto spiritoso. Alla fine deciderà di seguire Mowgli per vivere con lui al villaggio degli uomini pur di stargli sempre vicino.

Baloo[modifica | modifica wikitesto]

È un orso, maestro della legge della giungla. Pur non essendo un lupo è considerato da questi un amico e infatti gli è permesso partecipare alle varie assemblee del branco, ed è proprio in una di queste occasioni che parla in favore del piccolo Mowgli affinché venga accettato nel branco. Baloo è il principale insegnante di Mowgli cui cerca di impartire con lezioni "frontali" tutto quello che può servire al ragazzo. È inoltre dotato di amore enorme e pazienza sconfinata ma in un'occasione Mowgli riesce a farlo arrabbiare, ovvero quando ignora gli avvertimenti sul famigerato "denti di ferro" (la tagliola). In realtà la reazione di Baloo si spiega con i suoi tristi ricordi d'infanzia quando lui, un cucciolo scalmanato, non prestò attenzione agli avvertimenti della madre la quale per impedirgli di cacciarsi nei pericoli fu catturata dalla crudele trappola e in seguito uccisa da dei dhole di passaggio. È molto saggio, tranquillo e goloso di miele ma si dimostra anche un fiero combattente, dote che mostra in alcuni scontri con i vari predatori (come i coccodrilli o i dholes stessi) che cercano di attaccare Mowgli o altri personaggi. Tra lui e Bagheera c'è un'amicizia speciale anche se non si direbbe visto che sono soliti provocarsi l'uno con l'altro. Nella serie animata il suo colore non è marrone, ma blu scuro tendente vagamente al viola.

Kaa[modifica | modifica wikitesto]

Un pitone indiano delle rocce. È lui il primo ad incontrare Mowgli il quale per nulla intimorito si mette a giocare con la sua coda e con la lingua. Al pari di Baloo e Bagheera, Kaa è rinomato da tutti per la sua saggezza e in più di un'occasione i vari personaggi si rivolgeranno a lui per dei consigli (i piani per sconfiggere Shere Khan e i Dohles sono stati realizzati in gran parte grazie a lui). Si tratta di una creatura di animo buono e modi gentili ma quando si arrabbia diventa talmente feroce che nessuno oserebbe contrastarlo, anche grazie alla sua mole enorme (è l'unica creatura esclusa Hathi a non temere Shere Khan). Alla fine della serie ha cambiato pelle per ben 200 volte e sembra che questa longevità eccezionale sia legata al fatto che sia riuscito a vedere la suggestiva danza degli elefanti, un evento raro a cui nessuno ha mai assistito.

Akela[modifica | modifica wikitesto]

È il vecchio capo dei lupi rinomato per le sue doti di capo impareggiabile. È uno dei pochi lupi a non opporsi per nulla all'entrata di Mowgli nel branco. Saggio ed esperto, Akela segue strettamente la legge che considera sacra anche se ciò vuol dire sacrificare un fratello (in casi così estremi il compito gli diventa però gravoso). La vecchiaia lo debiliterà a tal punto da impedirgli di comandare ma la sua guida sarà sempre indispensabile per il branco. Viene ferito a morte durante uno scontro con delle iene, poi uccise con il boomerang di Mowgli, e prima di esalare l'ultimo respiro dice a Mowgli di unirsi al più presto ai suoi simili umani prima che sia troppo tardi. Detto ciò muore, dopo un ultimo lungo ululato. Era anche il padre di Vermillion e nonno di Lala.

Akru e Sura[modifica | modifica wikitesto]

Sono i lupi "fratelli" di Mowgli. Akru è caratterizzato da un pelo marrone chiaro e ha un carattere istintivo, a tratti infantile. Sura è color marrone scuro (quasi nero) ed è molto più serio e riflessivo. Ad ogni modo hanno un tratto in comune ovvero l'estrema fedeltà a Mowgli che proteggono sempre dalle angherie degli altri lupi. Tra i due in un episodio scoppierà anche un litigio che rischierà di finire in tragedia, ma alla fine l'amore fraterno trionferà sulle avversità. Sura diventerà anche il compagno di Lala dalla quale avrà dei cuccioli, Akru invece si fidanzerà con una lupa bionda di nome Maki.

Kiki[modifica | modifica wikitesto]

È un panda minore, che arriva nella giungla di Seeonee trasportato senza sensi dal fiume dopo essere sfuggito a dei cacciatori. L'esperienza lo traumatizza a tal punto che ci mette parecchio a fidarsi di Mowgli ma alla fine diventeranno grandi amici. Inizialmente Kiki si comporta male con gli altri facendo dispetti di ogni genere, ma ciò è solo una conseguenza della sua solitutdine. In seguito, pur rimanendo un po' monello, diventerà più rispettoso.

Lala[modifica | modifica wikitesto]

È una lupacchiotta, figlia del grande Vermillion e nipote di Akela. Inizialmente si dimostra di certo l'individuo più pestifero del branco, in continua guerra con Mowgli e i suoi fratelli. In realtà questo comportamento altro non è se non la conseguenza di un senso di risentimento per la partenza del padre avvenuta dopo uno scontro con Alexander, padre di Mowgli. crescendo però si calmerà e diventerà amica di Mowgli (del quale si innamora per un breve periodo). Alla fine si sposerà con Sura e darà alla luce due cuccioli. In questo frangente Lala si dimostra una mamma affettuosa ma anche severa soprattutto durante l'addestramento dei suoi cuccioli. Lala ha il pelo rossiccio, più chiaro di quello di suo padre Vermillion.

Shere Khan[modifica | modifica wikitesto]

La tigre, antagonista principale dell'avventura. Arcinemico dell'uomo, Shere Khan è temuto e odiato da tutti nella giungla. Odia Mowgli in quanto uomo ma anche perché questi gli era sfuggito da piccolo (cosa inammissibile per un predatore come lui). Nel corso della serie i due si scontreranno varie volte, in una di queste occasioni Mowgli riesce a ferirgli un occhio, fino alla lotta finale che vedrà Mowgli vincitore con l'aiuto dei suoi amici. Crudele, sadico e spietato, non ha alcun rispetto per la legge (attacca l'uomo e il suo bestiame) ed è sempre circondato da iene e scimmie oltre che da altri criminali come Bunto e la sua reputazione è tale che nel villaggio dove abita Meshua c'è persino un'ingente taglia su di lui (300 rupie per la sua pelle). Ciononostante tra tutti gli animali è di certo quello che di più teme l'uomo, infatti durante lo scontro alle "pietre morte" l'arrivo di alcuni uomini fa fuggire tutti gli altri all'istante mentre Shere Khan rimane per qualche secondo letteralmente paralizzato dal terrore. Il suo odio per l'uomo sembra venire da un'esperienza passata, nella prima puntata lo si vedrà ricordare un evento in cui gli uomini spararono a una tigre che aveva assalito il bestiame ma non è chiaro se fosse Shere Khan oppure un suo genitore. Ma all'origine dell'odio della sua specie per gli umani vi è in realtà una leggenda secondo la quale un antenato di Shere Khan fu il primo animale ad essere offeso e di conseguenza ad uccidere un uomo e da quel giorno uomini e tigri, o altri animali, si temono e si uccidono a vicenda. Shere Khan muore ucciso da Mowgli alla fine.

Tabaqui[modifica | modifica wikitesto]

È una iena, servitore codardo di Shere Khan. Quando non è con il suo padrone Tabaqui gironzola nella giungla cercando di ottenere qualche avanzo dagli altri animali. Ciò non deve trarre in inganno poiché la iena si dimostra in alcune occasioni un essere terribile, ad esempio quando attacca Mowgli ferito. Alla fine sia lui che un'altra iena moriranno durante lo scontro finale dove, dopo una lotta contro Akru e Sura, verranno incornati da dei bufali.

Bunto[modifica | modifica wikitesto]

È un lupo randagio, cacciato dal branco per aver aggredito l'uomo senza motivo, dopo che lui e altri due lupi seguendo l'esempio di Shere Khan si misero a razziare i villaggi umani. In seguito ritorna ed approfittando della vecchiaia di Akela e dell'alleanza con Shere Khan e con due altri lupi traditori, inizia a saccheggiare la giungla imponendo il suo dominio. Bunto e i suoi alleati sono talmente temibili che per affrontarli Luri escogita un vero piano di battaglia aiutata dai suoi figli, da Lala e dagli altri amici di Mowgli. Alla fine viene ucciso in combattimento da Mowgli. Bunto ha il pelo bianco, con una macchia nera su un occhio; il suo muso è solcato da vistose cicatrici e gli manca un orecchio.

Vermillion[modifica | modifica wikitesto]

È un lupo, figlio di Akela, il cui valore è diventato leggenda, fu l'unico a poter rivaleggiare con Alexander ma dopo essere stato sconfitto in combattimento decise di andarsene. Ritorna molto tempo dopo insieme ad altri lupi poiché cacciati dall'uomo. Pur non prendendo inizialmente in simpatia Mowgli per via della sua natura umana Vermillion ne diventerà amico dopo che questi mette a repentaglio la sua vita per salvarlo da dei cacciatori. In seguito parte per un nuovo territorio dove fonda un nuovo branco e sarà proprio lui a proporre Luri come nuovo Leader dei lupi della giungla Seeonee. Vermillion ha il pelo ocra e in seguito al combattimento con Alexander è rimasto guercio all'occhio sinistro. È il migliore amico di Alexander.

Sandah[modifica | modifica wikitesto]

È un lupo che fa da secondo a Vermillion. Odia l'uomo in maniera feroce poiché sua sorella fu uccisa da un colpo di fucile durante la loro fuga. Inutile dire che disprezza Mowgli e pur di non stargli vicino si dimostra anche pronto ad abbandonare Vermillion e preoseguire da solo. Tuttavia per fedeltà al suo capo anche lui andrà fino alla città abbandonata per aiutare Mowgli tenuto ostaggio delle scimmie e alla fine lo rivaluterà. I due diventeranno amici e infatti quando i due si reincontrano Sandah si dimostra felice di vederlo. La caratteristica peculiare è una macchia triangolare sulla fronte; ha il pelo blu oltremare, come Alexander.

Chill[modifica | modifica wikitesto]

È un nibbio. Incontra Mowgli in occasione del suo rapimento da parte delle scimmie. Da quel momento Chill entra ufficialmente a far parte della "squadra" fungendo da informatore. È un amico prezioso ma inizialmente in cambio dei suoi servigi pretendeva sempre qualche preda. In seguito comunque perde questa abitudine.

Meshua[modifica | modifica wikitesto]

È una deliziosa bambina, nipote di Bogey, che Mowgli incontra nella giungla. Il ragazzo ne resterà subito colpito e anche Meshua lo prende subito in simpatia. Da quel momento, per un lungo periodo, i due si vedranno sovente e la ragazza gli insegnerà il linguaggio umano. Dopo l'incidente con Shere Kahan, Mowgli la seguirà nel villaggio e i due vivranno insieme per parecchio tempo fino alla cacciata da parte di Buldio. In seguito verrà salvata dalle finte accuse di stregoneria lanciate dal suo villaggio. Meshua è molto dolce e rispettosa dell'ambiente, inoltre si dimostra un'ottima maestra. Alla fine lei insiste con la sua famiglia per aspettare Mowgli nella foresta e una volta incontrato decideranno insieme di ricostruire il villaggio e ricominciare da capo. Apprendiamo, nel corso degli episodi, che aveva un fratello di nome Rashid, scomparso anni addietro dopo essersi avventurato nella giungla (probabilmente ucciso da Shere Kahn, essendo scomparso nello stesso territorio in cui si perse Mowgli da piccolo).

Mary[modifica | modifica wikitesto]

Mamma di Meshua, è una donna buona e materna. Si affeziona subito a Mowgli poiché questi gli ricorda il figlio scomparso nella giungla (inizialmente penserà proprio che si tratti di lui) infatti soffre molto quando questi tornerà nella giungla. Comunque anche Mowgli inizierà a volerle bene e infatti la chiamerà "mamma". Verrà salvata da Mowgli con tutta la sua famiglia e alla fine tornerà nel vecchio villaggio ricostruito.

Neil[modifica | modifica wikitesto]

Padre di Meshua. È un uomo dal fisico imponente ma dai modo gentili. È proprietario di parecchi bufali e la sua casa è una delle più belle. Pur non entrando in confidenza con Mowgli quel tanto che basta da farsi chiamare "papà" ne diventerà grande amico. È molto coraggioso e non esita a difendere la sua famiglia da qualsiasi pericolo. Verrà salvato da Mowgli con tutta la sua famiglia. Stando alle parole di Meshua sembra che Neil sia morto a causa di una malattia forse causata dall'eccessivo lavoro, il che spinge la sua famiglia a tornare al vecchio villaggio al fine di spargere le ceneri nel campo che gli apparteneva.

Bogey[modifica | modifica wikitesto]

Il vecchio nonno di Meshua che incontra Mowgli quando questi era caduto in una trappola. Bogey lo aiuta, lo accudisce e lo nutre e il giovane Mowgli dapprima diffidente imparerà a fidarsi di lui facendo sbocciare una splendida amicizia che si rafforzerà dopo che i due si reincontreranno questa volta in compagnia di Meshua. Durante l'attacco di Shere Kahan Bogey resta ferito nel tentativo di proteggere i ragazzi e Mowgli deciderà di accompagnarlo al villaggio, decidendo poi di fermarcisi per un po'. In seguito lo salverà dalla condanna emendata dal villaggio per le fasulle accuse di stregoneria. L'incontro con Bogey sarà determinante per Mowgli in quanto gli farà capire che gli esseri umani non sono tutti malvagi. Alla fine torna al villaggio.

Buldio[modifica | modifica wikitesto]

È il capo cacciatore del villaggio. Essendo l'unico dotato di un fucile si dà un sacco di arie e racconta una marea di frottole sulle sue grandi imprese nella giungla. Mowgli sa bene che si tratta di un bugiardo e per questo Buldio inizia ad odiarlo e cerca di ucciderlo mandandogli contro il cobra sacro del villaggio. Cercherà inoltre di impossessarsi della pelle di Shere Kahan per incassare la ricompensa ma verrà spaventato dagli amici di Mowgli. Alla fine diffonderà la voce che Mowgli è uno stregone facendolo cacciare dal villaggio. La sua avidità non ha limiti e arriva a far condannare Meshua e la sua famiglia con l'accusa di stregoneria solo per impossessarsi dei loro beni. Dopo la distruzione del villaggio sparirà dalla circolazione.

Hathi[modifica | modifica wikitesto]

Un elefante indiano. Costantemente accompagnato dai suoi figli, Hathi è in apparenza il signore della giungla e il suo compito è quello di far rispettare la legge. Tuttavia non è cattivo, anzi nei confronti di Mowgli si dimostra subito molto amichevole, ma è estremamente severo ed è solito minacciare di morte tutti i potenziali trasgressori a certe leggi particolarmente importanti come quella della tregua nel periodo di siccità. È a lui che si rivolgono i lupi per scacciare Bunto ed in effetti in un primo momento Hathi riesce a farlo fuggire, anche se poi il malvagio lupo continua a rimanere all'insaputa di tutti nella giungla. Hathi è anche protagonista della distruzione del villaggio di Buldio e della suggestiva "danza degli elefanti", un evento raro e misteriosi cui solo pochi fortunati riescono ad assistere e Mowgli è uno di questi in quanto, su consiglio di Kaa, riesce a convincere Hathi a farlo assistere. Inoltre il pachiderma dona al giovane un fazzoletto datogli da Meshua come ringraziamento per aver portato lei e i suoi alla città.

Dholes[modifica | modifica wikitesto]

Cuon alpini, considerati da tutti un flagello, sono i più terribili predatori della giungla. Si muovono in branchi sterminati, non hanno un capo e non seguono la legge e la loro furia si placa solo dopo la totale eliminazione di tutte le creature viventi attorno a loro. Durante la siccità nei territori di loro competenza i Dholes si dirigono alla foresta di Seeonee; in principio i lupi sono dell'idea che sia meglio nascondersi al loro passaggio ma alla fine decidono di combattere per proteggere la loro giungla. Grazie al piano di Kaa Mowgli riesce a condurli alla "gola della morte" ove vivono i più irascibili e letali animali di tutti ovvero le api nere. Con uno stratagemma Mowgli riesce ad aizzargliele contro e i cani superstiti si vedono costretti a buttarsi nel fiume dove la corrente li trascina fino ad una spiaggia dove il branco li attacca. Qui vengono sterminati. I dhole comunque si vedono anche in altre scene precedenti la morte, come nei ricordi di Baloo e Fargas o mentre attaccano Bogey e Mowgli.

Personaggi minori[modifica | modifica wikitesto]

Fargas[modifica | modifica wikitesto]

È un vecchio lupo che compare in un paio di episodi. Aveva incontrato Alexander tempo prima e da lui era stato salvato da un gruppo di dohles. Arriva alla giungla di Seeonee durante la carestia e la fame lo spinge a divorare in segreto le risorse di cibo. Nessuno però lo incolpa poiché nel frattempo aveva raccontato un sacco di frottole sulla sua stretta amicizia con Alexander conquistando la fiducia di Mowgli e i suoi fratelli. Alla fine Mowgli e Bagheera riusciranno a salvarlo da sé stesso facendolo ritornare il buon lupo che era sempre stato. Ha il pelo di un colore indefinito a metà fra il bianco e l'azzurro chiarissimo (forse a causa dell'età), evidenti problemi di vista e coordinazione delle zampe e il pelo ispido dovuto all'età avanzata.

Dusty&Saga[modifica | modifica wikitesto]

Sono due lupi del branco che si uniscono a Bunto per spodestare Akela e prenderne il posto. Dusty è il figlio, all'apparenza non sembra molto sveglio ma in realtà non si lascia mai sfuggire una parola sui loro piani, nemmeno con tutte le finte moine da parte di Lala. Saga, il padre, è invece un vecchio lupo dall'aria più ingenua del figlio e il suo compito è quello di portare informazioni a Bunto sullo stato di Akela. Alla fine vengono sconfitti ma il loro destino non è noto. Dusty ha il pelo fulvo, striato di marrone; il mantello del padre invece è di un blu-grigiastro più spento rispetto a quello di Alexander e Sandah, più simile al colore del pelo di Akela.

Baccus[modifica | modifica wikitesto]

È un lupo grassoccio che compare spesso nella prima metà della serie garantendo sempre spezzoni comici. È molto goloso ma non è un abile cacciatore, ciononostante è un guardiano e un domestico perfetto ed è insuperabile con i cuccioli e infatti i vari lupi sono soliti affidargli la prole in loro assenza. Come già detto la sua presenza è praticamente nulla a partire dalla metà della serie anche se durante l'assemblea per decidere il nuovo capo un lupo lo nomina come potenziale successore. A tal proposito possiamo citare un caso curioso: sempre in occasione dell'assemblea un lupo stufo di aspettare gli ordini per la caccia dichiara di voler andare a predare dei bufali e chiede a Baccus di unirsi a lui, ma a rispondere è un lupo che non somiglia per niente a Baccus, è probabilmente una svista degli autori. Baccus ha il pelo color ruggine e crema.

Dohlia[modifica | modifica wikitesto]

È una lupa sorella di Sandah e l'unica femmina di cui si abbia notizia nel branco di Vermillion. Scacciata dal suo territorio insieme al resto del branco, viene uccisa da una fucilata sulle montagne a poca distanza dalla foresta Seeonee. Lei e il fratello erano molto legati e, dopo la sua morte, Sandah giura di vendicarsi. Il ricordo della tragica fine di Dohlia continua a tormentarlo anche durante il periodo che il branco trascorre nella foresta Seeonee, e lo spinge dapprima a odiare ferocemente Mowgli e in seguito a rischiare la vita per attaccare alcuni bracconieri. Dohlia ha il pelo blu oltremare, più chiaro di quello del fratello.

Nug[modifica | modifica wikitesto]

Nipote di Buldio, perfido quanto il nonno. Per gelosia nei confronti di Meshua Nug inizia ad odiare Mowgli in maniera feroce tanto che è proprio lui a mandargli contro il cobra sacro. Ha un'antipatia particolare verso Rikki e la cosa è reciproca. Sparirà dopo la distruzione del villaggio.

Abdullah[modifica | modifica wikitesto]

È il capo del villaggio la cua avidità è pari solo a quella di Buldio. Non deve sorprendere quindi se i due si uniscono nel far condannare al rogo la famiglia di Meshua con la finta accusa di stregoneria col solo scopo di mettere le mani sui loro averi. Apparentemente è l'unico a sapere che Buldio mente continuamente ma lo copre poiché la cosa va tutta a suo vantaggio. Con la distruzione del suo villaggio però Abdullah è costretto ad andarsene dai pressi della foresta Seeonee.

Logu[modifica | modifica wikitesto]

È il capo delle scimmie. Come i suoi sudditi è vile e maligno ed è solito arrecare disturbo a tutti. Riceve così una bella lezione da Kaa e gli altri per vendicarsi della distruzione della capanna di Mowgli e per ricevere informazioni sulle mosse di Shere Kahan e Bunto. Dopo quell'episodio né lui né le sue scimmie arrecano più disturbo a nessuno.

Rikki[modifica | modifica wikitesto]

Una mangusta, è il cucciolo domestico di Meshua e stringe subito amicizia con Mowgli. Il suo personaggio è chiaramente ispirato a Rikki-Tikki-Tavi, la mangusta dell'omonima storia sempre appartenente al libro della giungla. Una notte ingaggia pure una lotta con un cobra mandato da Buldio per uccidere Mowgli nel sonno: sia l'episodio sia le parole di Mowgli fanno pensare che la scena sia sempre una citazione al racconto di Rikki-Tikki-Tavi dove il protagonista salva la sua famiglia da due cobra.

Garu[modifica | modifica wikitesto]

È un cacciatore amico di Buldio e al pari di quest'ultimo avido e crudele. Lo si incontra la prima volta durante le puntate dedicate alla condanna della famiglia di Meshua dove Garu viene chiamato affinché aiuti Buldio a catturare Mowgli. In seguito alla distruzione del villaggio anche lui se ne andrà ma Mowgli lo incontrerà ancora una volta quando Garu tenterà di venderlo ad un circo.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga