Perpero montenegrino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Perpero montenegrino
Nome locale Црногорски перпер
20Perper(Montenegro).jpg
Banconota da 20 perperi
100 perpers.jpg
100 perperi del 1910
Codice ISO 4217 nessuno
Stati Principato, poi Regno del Montenegro
Simbolo
Frazioni para
Monete 1, 2, 10, 20 para 1, 2, 5, 10, 20, 100 perperi
Banconote 1, 2, 10, 20, 50, 100 perperi
Periodo di circolazione 1906 - 1918
Sostituita da Corona jugoslava dal 1918
Tasso di cambio ()
Lista valute ISO 4217 - Progetto Numismatica

Il perpero (in serbo cirillico: перпер; plurale перпери) fu la valuta del Montenegro dal 1906 al 1918. Il nome fu adottato per renderlo uguale al perpero serbo, la valuta dell'Impero serbo, di cui il Principato del Montenegro, che nel 1910 divenne Regno, si considerava successore. La valuta era suddivisa in 100 pare (singolare para, in serbo паре, пара) ed era equivalente al franco francese, in quanto parte dell'Unione Monetaria Latina. Il perpero fu sostituito dalla corona jugoslava quando il Montenegro divenne parte del Regno dei Serbi, dei Croati e degli Sloveni (in seguito Jugoslavia). La corona fu poi a sua volta sostituita dal dinaro jugoslavo nel 1920.

Alla fine del XX secolo, il Montenegro contemplò la possibilità di ricominciare ad emettere cartamoneta.[1] Tuttavia, decise infine di adottare il marco tedesco, e nel 2002 l'euro.

Monete[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1906 vennero coniate monete nei tagli da 1, 2, 10 e 20 para. Quelle da 1 e 2 para erano in bronzo, mentre quelle da 10 e 20 para in nichel. Nel 1909 furono introdotte le monete da 1 e 5 perperi d'argento, seguite dai 2 perperi nel 1910. I 10 e 20 perperi in oro furono emessi nel 1910, insieme a un numero molto limitato di monete da 100 perperi.[2]

Banconote[modifica | modifica wikitesto]

Le banconote furono stampate nel 1912 nei tagli da 1, 2, 5, 10, 50 e 100 perperi. Nel 1914 il governo emise tre serie di banconote, nei tagli da 1, 2, 5, 10, 20, 50 e 100 perperi. Durante l'occupazione austriaca, le banconote del governo della seconda e terza serie furono sovrastampate dai capi del distretto del governo militare. Nel 1917 l'esercito austriaco emise voucher convertibili denominati in perperi, monete in perperi (Münzperper) e kronen con un cambio di 2 perperi per 1 corona.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Banca Centrale del Montenegro: Jubilarno izdanje perpera
  2. ^ I. Č.: Stanje u federaciji neodrživo (intervista con Slavko Drljevic)

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

numismatica Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di numismatica