Perline

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le perline sono tavole di legno piallato e con incastri sui lati denominati maschio e femmina, che possono venire utilizzate per vari scopi, specie in campo edilizio nel rivestimento di pareti e soffitti dove si parla infatti di "perlinato".

Nei tetti si distingue il perlinato del sottotetto esterno (di gronda) e quello interno. Le perline fanno parte dell'orditura piccola di un tetto assieme a listelli e controlistelli.

La così detta orditura grossa invece, contiene le travi primarie (di banchina, rompitratta e di colmo) e le travi displuvio/compluvio.

I perlinati possono essere anche applicati alle pareti come rivestimento secondo diverse pose.

  • ad assito: tavole l'una sull'altra (in modo perfettamente verticale) con o senza fughe.
  • a scandole: le perline sono inclinate e la parte inferiore di quella sopra si sovrappone esternamente su quella inferiore con un effetto estetico che ricorda le doghe inclinate delle persiane. Questo sistema è pensato per consentire il gocciolio e quindi i defluire dell'acqua in modo da preservarle.
  • a scanalture e rilievi sfalsate: due perline affiancate e distanziate abbastanza fungono da base per una centrale messa sopra e al centro delle altre due. Questa ripetizione degli elementi crea un effetto fuga tra quelle in primo piano e quello sul fondo.

Bigiotteria[modifica | modifica wikitesto]

Sono chiamate così anche le perle non naturali, in vetro, vetro dicroico, ceramica o materiali plastici, utilizzate in bigiotteria a scopo ornamentale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]