Perisoreus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Perisoreus
Report upon natural history collections made in Alaska - between the years 1877 and 1881 (1887) (14770276293).jpg
P. canadensis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Deuterostomia
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Tetrapoda
Classe Aves
Sottoclasse Neornithes
Ordine Passeriformes
Sottordine Oscines
Famiglia Corvidae
Genere Perisoreus
bonaparte, 1831
Specie

Perisoreus Bonaparte, 1831 è un genere di uccelli passeriformi della famiglia dei corvidi[1].

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il nome scientifico del genere, Perisoreus, deriva sia dal greco περισωρευω (perisōreuō, "sotterrare") che dall'unione del prefisso peri- ("attorno a") con sorix, nome di un non meglio precisato uccello sacro al dio Saturno.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Al genere vengono ascritti uccelli di medie dimensioni (25-31 cm), dall'aspetto simile a quello di un cincia gigante o di un curioso incrocio fra un fringillide e un corvide, con grossa testa arrotondata, becco conico forte e non molto allungato, ali appuntite e digitate, forti zampe e coda piuttosto lunga e dall'estremità lievemente arrotondata.
La livrea è dominata dai toni del grigio, più scuro sulla testa o sulla calotta, sulle ali e sulla coda, e con presenza di sfumature brune sull'area ventrale.

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

Le specie ascritte al genere hanno abitudini diurne e vivono da sole o in coppie, riunendosi in gruppi temporanei in corrispondenza di fonti di cibo abbondanti: fa eccezione la ghiandaia siberiana, che tende a vivere in gruppi all'infuori della stagione riproduttiva. Onnivori e opportunisti, essi si nutrono un po' di tutto ciò che riescono a reperire, dalle granaglie ai piccoli vertebrati, alle carcasse, alle bacche.
Si riproducono durante i mesi primaverili, formando coppie che rimangono insieme per la vita e collaborano nelle varie fasi della riproduzione: tranne che nella già citata ghiandaia siberiana (dove le coppie nidificano in solitudine), in questi uccelli non è infrequente che le coppie riproduttive si facciano aiutare durante cova e allevamento della prole da altri individui adulti non riproduttivi.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

Il genere Perisoreus ha distribuzione olartica, con una specie (la ghiandaia siberiana) che occupa un areale esteso dalla Scandinavia alla Kamchatka e un'altra (la ghiandaia grigia canadese) che popola il nord del Nordamerica, mentre la ghiandaia del Sichuan è un endemismo cinese: tutte le specie abitano la taiga e le foreste montane di conifere.

Tassonomia[modifica | modifica wikitesto]

Al genere vengono ascritte tre specie[1]:

Famiglia Corvidae

Nell'ambito della famiglia dei corvidi, il genere forma un clade ben distinto (corrispondente alla sottofamiglia Perisoreinae) assieme all'affine Cyanopica[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Corvidae, in IOC World Bird Names (ver 6.2), International Ornithologists’ Union, 2016. URL consultato il 6 maggio 2014.
  2. ^ Boyd, J., Corvidae: Crows, Jays, su TiF Checklist. URL consultato il 15 aprile 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli