Perfetti Van Melle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Perfetti Van Melle
Logo
StatoItalia Italia
Altri statiPaesi Bassi Paesi Bassi
Forma societariaSocietà per azioni
Fondazione1946 a Lainate
Fondata daAmbrogio ed Egidio Perfetti
Sede principaleAmsterdam
Persone chiaveAugusto Perfetti e Giorgio Perfetti (proprietari), Ubaldo Traldi (presidente) e Sameer Suneja (CEO)
SettoreAlimentare
Prodottigomme da masticare, gomma base, caramella, gelatine, lecca lecca
Fatturato2,42 miliardi di [1] (2018)
Dipendenti17 700 (2018)
Sito webwww.perfettivanmelle.it

La Perfetti Van Melle è un gruppo italo-olandese specializzato nella produzione e distribuzione di confetteria, caramelle e gomme da masticare. Ha assunto l'attuale denominazione nel 2001 dopo che la Perfetti acquisì la maggioranza azionaria dell'olandese Van Melle. Nel 2006 ha acquistato "Chupa Chups S.A." per 440 milioni di €, il produttore spagnolo di lecca lecca, Chupa Chups, diventando il terzo gruppo al mondo nel suo settore dopo Mondelēz International e Mars Inc..

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Perfetti[modifica | modifica wikitesto]

Perfetti ha origine a Lainate dalla piccola attività di produzione di caramelle di Ambrogio ed Egidio Perfetti che vendevano i prodotti della bottega nel circondario. Nel 1946 i fratelli Perfetti portarono l'attività di famiglia ad una dimensione industriale fondando il Dolcificio Lombardo, un'azienda con 50 dipendenti che dopo pochi anni mutò nome in Perfetti SpA. Negli anni del boom economico italiano la Perfetti fu la prima azienda a produrre gomme da masticare, portate in Italia dai soldati americani durante la guerra e il cui consumo era in forte crescita; nel 1969 lanciò la gomma da masticare Brooklyn, che, anche grazie ad una efficace campagna pubblicitaria ideata da Daniele Oppi, raggiunse una quota di mercato del 90%.[senza fonte]

Dalla fine degli anni settanta nacquero numerosi nuovi marchi (Alpenliebe, Vigorsol, Happydent, Big Babol), resi popolari dalla pubblicità. Negli anni ottanta l'azienda iniziò a crescere per linee esterne, acquisendo Caremoli (con il marchio Golia) nel 1986, Gelco (Goleador) nel 1987 e La Giulia nel 1991; l'espansione all'estero iniziò dall'Europa mediterranea (Grecia e Turchia) per poi stringere accordi commerciali con Van Melle, forte nel Nord Europa ed all'Est, i cui sviluppi successivi furono l'entrata nell'azionariato e infine l'acquisizione nel 2001.

Van Melle[modifica | modifica wikitesto]

Van Melle ha origine dalla panetteria di Izaak Van Melle aperta a Breskens (Zelanda) nei Paesi Bassi, nel 1841. Le caramelle furono inizialmente solo un complemento dell'attività del negozio, ma il successo ottenuto spinse il nipote del fondatore, l'omonimo Izaak Van Melle, a trasferire la loro produzione su scala industriale, aprendo la prima fabbrica a Breskens nel 1900.

Izaak Van Melle viaggiò molto, in tutto il mondo, per trovare canali commerciali che portarono i suoi prodotti ad essere distribuiti, già negli anni venti, in numerosi paesi europei e asiatici. Pare che da un viaggio in Polonia negli anni trenta siano scaturite le ricette di due prodotti tuttora popolarissimi, come le caramelle Fruittella e Mentos. Nel dopoguerra Van Melle trasferì il proprio stabilimento a Rotterdam, dal cui porto riforniva le proprie consociate estere. Un'importante innovazione della Van Melle fu, negli anni cinquanta, il nuovo packaging per le Mentos: non più incartate una a una ma arrotolate insieme in un imballo cilindrico (il "roll"), più semplice da immagazzinare per i negozianti.

Negli anni ottanta Van Melle si trasferì nella città di Breda, e crebbe mediante l'acquisizione di produttori olandesi. Negli anni novanta conquistò posizioni importanti nei "nuovi mercati" dell'Europa dell'Est e dell'Estremo Oriente.

Perfetti Van Melle[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2001 la Perfetti acquisisce, attraverso un'Opa amichevole, il controllo totale della Van Melle con un investimento di 1,870 miliardi di euro (55 euro per azione).[2] La fusione permette alle due aziende di coprire al meglio il mercato europeo e di partire da una posizione di vantaggio in Cina ed in India, dove entrambe erano già presenti con stabilimenti.

Nell'agosto 2013 l'indiano Sameer Suneja è nominato amministrato delegato del gruppo. È il primo non italiano ad occupare quell'incarico[3] prendendo il posto di Ubaldo Traldi che diventa presidente.[4] Nel 2017 è annunciata l'abolizione di dolcificanti e coloranti chimici nei prodotti del gruppo.[4]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

A livello mondiale la sede è ad Amsterdam e nel 2018 Perfetti Van Melle controlla 38 consociate, che distribuiscono i suoi prodotti in 150 paesi;[1] 30 gli stabilimenti, i più significativi si trovano in:

Già prima della fusione Perfetti e Van Melle avevano stipulato numerosi accordi commerciali: ad esempio la prima distribuiva in esclusiva i prodotti della seconda sul mercato italiano; dal 1991 inoltre Perfetti deteneva il 36% del capitale di Van Melle. Una collaborazione simile esisteva anche con Chupa Chups prima della successiva acquisizione. L'azienda fa capo a C+F Confectionery and Foods Holding B.V., holding di proprietà della famiglia Perfetti ed è gestita completamente dal management.

La sede amministrativa e lo stabilimento che serveno il mercato italiano si trovano a Lainate, dove fu fondata la Perfetti; il gruppo in Italia controlla altre tre società operative:

  • Gum Base SpA, con stabilimento a Lainate, che produce la gomma base necessaria alla produzione di gomme da masticare e bubble gum per tutto il gruppo;
  • La Giulia SpA, con stabilimento a Gorizia, che produce caramelle e bubble gum;
  • Gelco Srl, con stabilimento a Teramo, che produce gelatine e liquirizie (tra cui quelle a marchio Goleador).


Prodotti e marketing[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda detiene numerosi marchi di gomma da masticare molto conosciuti in Italia, come Vivident, Happydent, Vigorsol, Daygum, Big Babol, ma anche di caramelle, come Golia, Morositas, Goleador, Frisk, Alpenliebe, Fruittella, la liquirizia Tabù e le Mentos, conosciute in tutto il mondo. In Italia il primo marchio celebre dell'azienda fu Brooklyn, "la gomma del ponte", lanciata negli anni sessanta dalla pubblicità ideata dal pittore Daniele Oppi.

Chupa Chups porta con sé un marchio disegnato appositamente per l'azienda dal pittore Salvador Dalí.

In Italia è riuscita a promuovere un'immagine della gomma da masticare come coadiuvante dell'igiene orale (mentre in precedenza era considerato un prodotto deleterio per la salute dei denti) grazie all'assenza di zucchero e alla presenza di ingredienti come lo xilitolo, ed ha creato una linea di caramelle e gomma da masticare arricchite con integratori e vitamine, vendute attraverso il canale delle farmacie. In Cina Perfetti e Van Melle sono presenti solo dagli anni novanta con le Alpenliebe (letteralmente "amore per le Alpi").

Dati economici[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2018 il gruppo ha registrato un fatturato di 2,42 miliardi di euro realizzati per il 64,6% dalle caramelle e il 35,4% dalle gomme da masticare.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c Il gruppo Perfetti, chi siamo, su perfettivanmelle.it. URL consultato il 9 agosto 2019.
  2. ^ Perfetti "mangia" Van Melle. Nasce il colosso delle caramelle, su repubblica.it, 15 gennaio 2001. URL consultato il 1º dicembre 2019.
  3. ^ (EN) Perfetti elevates Sameer Suneja to Global Role, first non Italian to head Confecstioney Group, su economictimes.indiatimes.com, 6 agosto 2013. URL consultato il 9 agosto 2019.
  4. ^ a b Perfetti, da Brooklyn a Chupa Chupa addio a dolcificanti e coloranti chimici, su repubblica.it, 14 marzo 2017. URL consultato il 9 agosto 2019.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • A. Masera, La Perfetti conquista la Cina "È qui il mercato più grande", La Stampa, 27 settembre 2004
  • S. Giannella, Una fortuna que se "mascò" con los chicles americanos, Nueva Economia, 9 luglio 2006
  • M.L. Cohen, Perfetti Van Melle SpA, International Directory of Company Histories, by The Gale Group, Inc.
  • Nicola Dante Basile, "La Gomma del ponte spinge il Gruppo Perfetti al terzo posto nel mondo" (Il Sole 24 Ore, 1º maggio 2008)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN142149278 · ISNI (EN0000 0000 9626 0085 · LCCN (ENnb2006015058 · WorldCat Identities (ENlccn-nb2006015058