Per Fly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Per Fly ai Nordic Council Film Prize nel 2005.

Per Fly, nato Per Fly Plejdrup (Skive, 14 gennaio 1960), è un regista e sceneggiatore danese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fly è nato nel 1960 a Skive, nello Jutland Centrale. Nel 1989 ha iniziato a frequentare la scuola di cinema Den Danske Filmskole e nel 1993 si è laureato in regia.[1] Nel 2000 ha realizzato il suo primo lungometraggio, intitolato La panchina (Bænken). Questo film ha dato inizio alla cosiddetta "trilogia sulle classi", proseguita con L'eredità (Arven) nel 2003 e con Gli innocenti (Drabet) nel 2005. I tre film, da lui diretti e co-sceneggiati, trattano rispettivamente il ceto basso, alto e medio. Nel frattempo, nel 2000, Fly ha diretto anche un film d'animazione in stop-motion intitolato Prop og Berta.

Nel 2007 ha diretto tutti e sei gli episodi della serie televisiva danese Forestillinger, trasmessa da DR1. Oltre alla regia, Fly ha sceneggiato i primi due episodi della serie. Nel 2016 ha invece diretto i primi due episodi della serie televisiva Bedrag, anch'essa trasmessa da DR1. Alcuni anni dopo la sua trilogia di successo, Fly è tornato alla regia cinematografica con i film Kvinden der drømte om en mand (2010) e Monica Z (2013).

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Fly è sposato con l'attrice danese Charlotte Fich, con la quale ha avuto due figli, Anton e Aksel.[2]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

  • 2001 – Premio Bodil[3]
    • Miglior film, per La panchina
  • 2001Premio Robert[4][5]
    • Miglior regia, per La panchina
    • Candidato alla miglior sceneggiatura, per La panchina
  • 2002 – Premio Robert[5]
    • Candidato al miglior film per ragazzi, per Prop og Berta
  • 2004 – Premio Bodil[6]
    • Candidato al miglior film, per L'eredità
  • 2004 – Premio Robert[4][5]
    • Miglior film, per L'eredità
    • Miglior regia, per L'eredità
    • Premio del pubblico, per L'eredità
    • Candidato alla miglior sceneggiatura, per L'eredità

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Manslaughter, Bergen Internasjonale Filmfestival. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  2. ^ (DA) Anne Mette Futtrup, Charlotte Fich: Jeg sætter mig selv på spil, femina.dk, 15 agosto 2016. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  3. ^ a b (DA) Danske film, Bodil Prisen. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  4. ^ a b c d (DA) Vindere af Robert Prisen, filmakademiet.dk. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  5. ^ a b c d (EN) Per Fly - Awards, IMDb. URL consultato il 13 dicembre 2017.
  6. ^ (DA) Jesper Vestergaard, Bodil-nomineringerne 2004, cinemazone.dk, 19 gennaio 2004. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  7. ^ Premio Flaiano di Cinematografia, mediamuseum.it. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  8. ^ (EN) Prizewinner 2005, norden.org. URL consultato il 12 dicembre 2017.
  9. ^ (SV) Tidigare år: 2013, guldbaggen.se. URL consultato il 13 dicembre 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN22123574 · ISNI (EN0000 0000 7824 4962 · LCCN (ENno2012049524 · GND (DE140979506 · BNF (FRcb15109494g (data)