Peperone crusco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Peperone crusco
Peperoni cruschi ad Accettura.jpg
Peperoni a essiccare, prima di essere fritti.
Origini
Luogo d'origineItalia Italia
RegioneBasilicata
Dettagli
Categoriacontorno
RiconoscimentoP.A.T.
Ingredienti principalipeperone di Senise
 

Il peperone crusco (in dialetto zafaran' crusk)[1] è un piatto tipico della cucina lucana.

Si tratta di un peperone rosso dolce (solitamente viene usata la varietà peperone di Senise) che viene essiccato e fritto per pochi secondi in olio: l'escursione termica fa sì che l'ortaggio diventi "crusco", cioè croccante.[2]

Il peperone così cucinato può quindi essere usato come contorno o come snack, oppure come ingrediente di altri piatti tipici della regione, come ad esempio il baccalà alla lucana, le strascinate/orecchiette con cime di rapa e peperoni cruschi, le olive schiacciate alla calabrese o, soprattutto in Calabria, nei soffritti di verdure fresche (cime di rapa, scarola). [2]

I peperoni cruschi sono riconosciuti come prodotto agroalimentare tradizionale (PAT).[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Stefano Padoan, Peperone di Senise, lo 'zafferano' della Basilicata, La Cucina Italiana, 27 agosto 2016. URL consultato il 3 dicembre 2018.
  2. ^ a b Come si friggono e si preparano i peperoni cruschi, Sapori dei Sassi, 19 febbraio 2018. URL consultato il 3 dicembre 2018.
  3. ^ Aggiornamento dell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali ai sensi dell’articolo 12, comma 1, della legge 12 dicembre 2016, n. 238. (PDF), Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo, 16 febbraio 2018. URL consultato il 3 dicembre 2018.
Cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina