Pensiero e Volontà

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Pensiero e Volontà
Stato Italia Italia
Lingua italiano
Periodicità quindicinale
Genere rivista politica
Fondazione 1 gennaio 1924
Chiusura 10 ottobre 1926
Sede Roma (RM)
Direttore Errico Malatesta
 

Pensiero e Volontà "Rivista quindicinale di studii sociali e coltura generale", è stato un periodico italiano fondato nel 1924 da Errico Malatesta e Luigi Fabbri. Rivista anarchica con caratteristiche teoriche e culturali.

Tra i collaboratori, oltre ai fondatori, vanno annoverati Camillo Berneri, Carlo Frigerio, Carlo Molaschi, Luce Fabbri (con lo pseudonimo di Epicari) e Ugo Fedeli.

Nel 1926, la rivista fu soppressa dalle leggi che limitavano la libertà di stampa introdotte dal regime fascista.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Errico Malatesta: Pensiero e Volontà, Edito a cura del movimento anarchico italiano, Carrara 1975
  • Apostolo Marco: "Pensiero e Volontà" nell'itinerario politico di Errico Malatesta, Milano : Tesi in Storia delle Dottrine Politiche, 1992-1993
  • Apostolo Marco: "Pensiero e Volontà" nell'itinerario politico di Errico Malatesta in-Bollettino Archivio G. Pinelli, Centro Studi Libertari, Milano : n°4, p. 16-18, dicembre 1994
  • Leonardo Bettini, Bibliografia dell'Anarchismo, v. I, t. I, Periodici e numeri unici anarchici in lingua italiana pubblicati in Italia (1872-1971), Firenze, Crescita politica, 1972, p. 318-319;


Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]