Penaia Ganilau

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Penaia Ganilau

Governatore generale delle Figi
Durata mandato 12 febbraio 1983 –
15 ottobre 1987
Monarca Elisabetta II
Predecessore George Cakobau
Successore abolito

Presidente delle Figi
Durata mandato 8 dicembre 1987 –
15 dicembre 1993
Monarca Elisabetta II
Predecessore Elisabetta II
Successore Kamisese Mara

Ratu Sir Penaia Kanatabatu Ganilau (Taveuni, 28 luglio 1918Washington, 15 dicembre 1993) è stato un politico figiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Studiò al Northern Provincial School, Queen Victoria School, al Wadham College e all'Università di Oxford, dove si è diplomato nel 1946. Tornato nelle Figi, si unì al Colonial Administration Service, l'anno successivo e servì come District Officer (1948-1953). Nei successivi tre anni si occupò delle forze militari, da cui è stato dimesso nel 1956 con il grado di tenente colonnello. Divenne il Roko Tui Cakaudrove nel 1956, la sua prima posizione amministrativa. Nel 1961 divenne Vice Segretario per gli Affari delle Figi.

Carriera politica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1963, nelle prime elezioni in cui i figiani votarono direttamente, Ganilau è stato eletto al Consiglio legislativo, il precursore del moderno Parlamento delle Figi. Nel 1967, è stato nominato Ministro degli affari delle Figi e degli enti locali, carica che ricoprì fino al 1970. In seguito ha lavorato come Ministro per gli affari interni, Terreni e delle Risorse Minerarie (1970-1972), quando divenne Ministro delle comunicazioni, lavoro e turismo. Nel 1973, è stato nominato vice primo ministro, carica che avrebbe mantenuto per il successivo decennio. Durante questo periodo, è stato anche Ministro degli Affari Interni (1975-1983). Nel 1983 divenne governatore generale.

Ultimo governatore generale e primo presidente[modifica | modifica wikitesto]

Ganilau doveva essere l'ultimo governatore generale delle Figi. Due colpi di stato militari sono stati effettuati nel 1987 dal tenente colonnello Sitiveni Rabuka. Dopo il primo colpo di Stato il 14 maggio, con aria di sfida, Ganilau si rifiutò di rinunciare alla carica di Governatore Generale. Tentatò di sostenere la costituzione, cercando di tornare alla democrazia parlamentare, ma un secondo colpo di stato lo ha costretto a dimettersi da governatore generale il 15 ottobre 1987 con la fine della monarchia.

L'8 dicembre 1987 Ganilau è stato nominato il primo presidente della nuova repubblica di Figi. Durante questo periodo, ha presieduto la promulgazione della costituzione del 1990. Le prime elezioni generali dopo la crisi del 1987 si sono tenute nel 1992. Rimase presidente e capo di stato fino alla sua morte, nel 1993, anche se problemi di salute lo avevano costretto a farsi sostituire dal suo vice Ratu Sir Kamisese Mara, nel 1992. Rimase presidente ufficiale fino alla sua morte.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Ganilau è stato sposato tre volte ed ebbe due figlie e sei figli, di cui uno, Ratu Epeli Ganilau, ha seguito le sue orme perseguendo una carriera politica. Morì all'età di 75 anni, il 15 dicembre 1993 a Washington DC, dove stava ricevendo delle cure mediche.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Michele e San Giorgio - nastrino per uniforme ordinaria Cavaliere di Gran Croce dell'Ordine di San Michele e San Giorgio
Commendatore dell'Ordine reale vittoriano - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine reale vittoriano
Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore dell'Ordine dell'Impero Britannico
Distinguished Service Order - nastrino per uniforme ordinaria Distinguished Service Order

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN43519779 · ISNI (EN0000 0000 3121 3798 · LCCN (ENn93103457 · GND (DE119425912 · WorldCat Identities (ENn93-103457
Politica Portale Politica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di politica