Pelophylax kurtmuelleri

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Rana verde balcanica
BennyTrapp Balkan-Wasserfrosch Pelophylax kurtmuelleri Peloponnes Griechenland.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Amphibia
Ordine Anura
Famiglia Ranidae
Genere Pelophylax
Specie P. kurtmuelleri
Nomenclatura binomiale
Pelophylax kurtmuelleri
(Gayda, 1940)
Sinonimi

Rana balcanica
Schneider, Sinsch and Sofianidou, 1992
Rana kurtmuelleri
Gayda, 1940
Rana kurtmuelleri
Gayda, 1940

La rana verde balcanica (Pelophylax kurtmuelleri Gayda, 1940) è un anfibio anuro appartenente alla famiglia dei Ranidi[2].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

La rana verde balcanica è in media leggermente più piccola della rana verde maggiore, inoltre se ne differenzia per il ventre solitamente bianco, senza macchie scure. Le parti superiori sono di colore verde chiaro o scuro, oppure da marrone a grigio. Sul dorso si trovano solitamente macchie scure piuttosto grandi, di forma irregolare, e in genere anche una banda mediana dorsale chiara. I maschi sono provvisti di due sacche vocali di colore grigio scuro, inoltre nel periodo riproduttivo sviluppano calli nuziali scuri. Tra le dita delle zampe posteriori sono presenti palmature ben sviluppate che, al contrario di quelle della rana dell'Epiro con cui condivide gli stessi habitat, non sono giallo-arancioni ma grigio-verdastre. Anche i fianchi non sono mai giallognoli o verdi chiari come in questa specie, che inoltre emette un gracidio vibrante (e non gracchiante). La lunghezza è di 6-7,5 cm nei maschi e di 6-10 cm nelle femmine[3].

Biologia[modifica | modifica wikitesto]

La denominazione corretta per molte delle rane verdi europee è oggetto di dibattito da anni, non solo perché le specie sono poco differenziate tra loro, ma anche per il problema delle ibridazioni e perché questi animali sono stati introdotti dall'uomo in molte regioni nuove. Così non sembra certo neppure lo status delle popolazioni che vivono nei Balcani meridionali, finora attribuite alla rana verde maggiore e note con il nome sinonimo P. balcanicus, in quanto distinte da pochissime differenze genetiche. Anche i confini esatti dell'areale di distribuzione sono in gran parte ancora poco chiari. Sul campo, comunque, le differenze tra i richiami sono in genere piuttosto udibili. Mentre i maschi di rana verde maggiore emettono serie di richiami più lunghe e gracchianti, il canto della rana verde balcanica suona più «gradevole» e costituito da un numero minore di singoli suoni. La biologia è la stessa della rana verde maggiore, comunque la riproduzione parte da febbraio/marzo[3].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica wikitesto]

La rana verde balcanica popola la regione balcanica meridionale, dove è molto frequente. Si trova nella maggior parte della Grecia (con l'eccezione del nord-est), comprese molte isole del Mediterraneo come Zante e Citera, in Albania e in regioni limitrofe. La rana verde balcanica vive presso corsi e specchi d'acqua piccoli e grandi di ogni tipo, tanto su fiumi e laghi a livello del mare quanto presso pozzanghere e piccoli ruscelli montani fin oltre 1000 m di altitudine[3].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Thomas Uzzell, Franco Andreone, Petros Lymberakis, Milan Vogrin, Idriz Haxhiu, Jelka Crnobrnja Isailovic, Roberto Sindaco, Antonio Romano 2009, Pelophylax kurtmuelleri, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019.
  2. ^ (EN) Frost D.R. et al., Pelophylax kurtmuelleri, in Amphibian Species of the World: an Online Reference. Version 6.0, New York, American Museum of Natural History, 2014. URL consultato il 29 ottobre 2016.
  3. ^ a b c Pelophylax kurtmuelleri, su AmphibiaWeb. URL consultato il 29 ottobre 2016.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Gayda, 1940 "1939": Su alcuni anfibi e rettili dell Albania esistenti nel Museo zoologico di Berlino. Atti della Societa Italiana di Scienze Naturali e del Museo Civico di Storia Naturale di Milano, vol. 79, p. 263-272.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Anfibi Portale Anfibi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anfibi