Pelope (figlio di Alessandro)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Pelope (in greco antico: Πέλοψ, Pélops; ... – ...) è stato un militare e sacerdote egizio, attivo sotto Tolomeo II Filadelfo.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figlio di un certo Alessandro, fratello di Taurino e proveniente dalla Macedonia, Pelope fu comandante delle forze che Tolomeo II Filadelfo inviò a Samo nella decade 270-260 a.C., durante la guerra cremonidea, o semplicemente il comandante della guarnigione di stanza sull'isola.[1] Diventò quindi sacerdote eponimo di Alessandro nel 265/264 a.C.[2]

Pelope ebbe un figlio, Pelope, il quale sposò una donna di nome Myrsine ed ebbe un figlio di nome Tolomeo.[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Bagnall 1976, pag. 84, 252; Rajak 2007, pag. 35.
  2. ^ Bagnall 1976, pag. 252; Rajak 2007, pag. 35.
  3. ^ Bagnall 1976, pag. 252-253; Rajak 2007, pag. 35.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Roger S. Bagnall, The Administration of the Ptolomaic Possessions Outside Egypt: With 3 Maps, Brill Archive, 1976, ISBN 9789004044906.
  • Tessa Rajak, Jewish Perspectives on Hellenistic Rulers, University of California Press, 2007, ISBN 9780520250840.
Predecessore Sacerdote eponimo di Alessandro Successore
265/264 a.C.
Timarchide
264/263 a.C. 263/262 a.C.
Chinea