Pelargonium graveolens

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Pelargonium graveolens
Rose Geranium.jpg
Pelargonium graveolens
Stato di conservazione
Status none NE.svg
Specie non valutata
Classificazione APG IV
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
(clade) Angiosperme
(clade) Mesangiosperme
(clade) Eudicotiledoni
(clade) Eudicotiledoni centrali
(clade) Superrosidi
(clade) Rosidi
(clade) Eurosidi
(clade) Eurosidi II
Ordine Geraniales
Famiglia Geraniaceae
Genere Pelargonium
Specie P. graveolens
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Sottoregno Tracheobionta
Superdivisione Spermatophyta
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Sottoclasse Rosidae
Ordine Geraniales
Famiglia Geraniaceae
Genere Pelargonium
Specie P. graveolens
Nomenclatura binomiale
Pelargonium graveolens
L'Hér., L'Hér.
Sinonimi

Geraniospermum terebintaceum
(Spreng.) Kuntze
Geranium asperum
Poir.
Geranium radula
Roth
Geranium terebinthinaceum
Cav.
Hoarea intermixta
Sweet
Pelargonium asperum
Ehrh. ex Spreng.
Pelargonium intermedium
R.Knuth
Pelargonium terebinthinaceum
Small

Nomi comuni

Geranio d'egitto
Malvarosa

Pelargonium graveolens (L'Hér., 1789) è una pianta erbacea appartenente alla famiglia delle Geraniacee, originaria di Sudafrica e Zimbabwe[1].

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una specie suffruticosa, che può raggiungere anche 1,5 metri di altezza, caratterizzata da foglie profondamente incise e ricoperte da peli ghiandolari. Il fiore è piccolo e di colore variabile dal malva al bianco.[2]

Usi[modifica | modifica wikitesto]

Le fronde verdi di P. graveolens sono fortemente odorose proprio perché ricoperte da peli ghiandolari che contengono oli essenziali molto profumati. Per questo le foglie vengono utilizzate in profumeria e nella produzione di repellenti per le zanzare.

Pelargonium graveolens è tradizionalmente coltivato in Italia meridionale, dove è noto col nome di malvarosa. Oggi le principali coltivazioni a scopo produttivo sono in Egitto e nell'isola di Reunion, dove si estrae un olio essenziale commercializzato con il nome di Bourbon.[3][4]

Esistono molte ricette tradizionali di dolci, conserve e infusi a base di foglie di Pelargonium graveolens e delle sue varietà.[5][6]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

La canzone napoletana I' te vurria vasà inizia con la frase "Ah! Che bell'aria fresca... Ch'addore 'e malvarosa..." in cui si fa riferimento alla malvarosa come pianta profumata che caratterizza un contesto idilliaco.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Pelargonium graveolens L'Hér. | Plants of the World Online | Kew Science, su Plants of the World Online. URL consultato il 16 febbraio 2021.
  2. ^ Plantzafrica.com.
  3. ^ Rose geranium production (PDF), su nda.agric.za.
  4. ^ egk.ch, https://web.archive.org/web/20170116181504/https://www.egk.ch/assets/Newsletter/Img/Malvarosa.pdf. URL consultato il 15 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2017).
  5. ^ Recipes and uses, su scentedgeraniums.co.uk. URL consultato il 16 gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 12 gennaio 2017).
  6. ^ recipes, cooking with geraniums, su geraniumsonline.com.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Botanica Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica